Vai al contenuto


Foto
* * * * * 5 Voti

...aspettando Il Governo Draghetta I (Si Rifà Il Sondaggio)


  • Please log in to reply
926 replies to this topic

Sondaggio: ...aspettando Il Governo Draghetta I (Si Rifà Il Sondaggio)

Questo è un sondaggio pubblico. Gli altri utenti possono vedere i tuoi voti

politiche del 25 settembre, quale partito voterai (perlomeno alla camera)?

Non puoi visualizzare i risultati del sondaggio finchè non hai votato.
Voto I visitatori non possono votare

#101 Abe

    Sharing Passions

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13134 Messaggi:
  • LocationKBH V, Danmark

Inviato 25 agosto 2022 - 12:08

Quando si estinguerà il nostro status di “too big to fail”?
Pandemia e Ucraina hanno sicuramente accelerato i tempi in tutto questo ed ora con la Meloni al governo sarà una ulteriore accelerata.
Mi sono perso se la destra e FDI siano anti-europei o meno, tanto per calcolare in quanti anni mi servirà cambiare cittadinanza probabilmente.
Tutto molto allegro come sempre a casa.
  • 0

#102 oblomov

    Mommy? Can I go out and kill tonight?

  • Moderators
  • 18413 Messaggi:

Inviato 25 agosto 2022 - 12:19

Quando si estinguerà il nostro status di “too big to fail”?

 

E' già scaduto, il QE è finito e non torna, ora siamo all'ognuno per sè. Il popolo italiano dovrebbe tifare per un lungo periodo di iper-inflazione che allegerisca il debito pubblico e il mantenimento della svalutazione dell'euro per poter tornare a essere vagamente appetibili per investimenti extra-eu. Ma questo vuole dire bollettone e iphone più caro del 20%, non credo piaccia.


  • 0
Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni.

#103 solaris

    Simmetriade.

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7535 Messaggi:

Inviato 25 agosto 2022 - 12:57

Ma come cazzo si fa nel 2022 a stare ancora appresso a Tremonti, ma come cazzo si fa??
Ci credo poi Draghi passi da compagno...
  • 1

#104 Ortodosso

    baby even the losers

  • Administrators
  • 9931 Messaggi:
  • LocationPortola Valley, CA

Inviato 25 agosto 2022 - 13:01

Italia condannata a un risarcimento multimilionario per essere venuta meno agli accordi con Rockhopper in relazione allo sfruttamento del giacimento Ombrina dell’Adriatico (tanto a noi il petrolio non ci serve), a causa delle proteste dei NOTRIV.

Nella stessa giornata, questa incisiva dichiarazione del Pd (quello del “contratto luce sociale”) che prende una posizione chiara in merito alla politica energetica del Paese.

FFA5296-A-0593-48-EC-855-B-16-A6-D9-AA3-

Leadership.
  • 2

voter negativity
Gozer il Gozeriano 119
reallytongues 112


#105 Mr Repetto

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7186 Messaggi:

Inviato 25 agosto 2022 - 15:04

Ma come cazzo si fa nel 2022 a stare ancora appresso a Tremonti, ma come cazzo si fa??
Ci credo poi Draghi passi da compagno...

Non ho capito, a chi/cosa ti riferisci?
  • 0

#106 Nihor

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3448 Messaggi:

Inviato 25 agosto 2022 - 17:01

 

E negli ultimi anni troppe ne ho sentite anche di persone (solitamente molto benestanti) che tifano il declino e per il default


Frequenti quindi masochisti, dato che un default colpisce di sproporzionatamente chi ha un patrimonio?

Io mi sono arreso (non “tifo”) all’accelerazione verso il default perché mi interessa il dopo, non credo più che esista un meccanismo organico di risoluzione dei problemi, che sono la produttività e il debito: giacché quando provi a fare qualcosa anche di minimo, tipo terminare il bonus 110%, cade persino Draghi. La speranza PLI con Calenda è durata 72 ore.

Il commissariante to serve solo a ritardare l’inevitabile, quindi via di asse Tremonti-M5S (il programma è lo stesso, statalismo a pioggia, strizzare l’occhio ai russi e via) e basta, la democrazia è anche questo.

 

Da come scrivi traspare un (moderato?) ottimismo che una volta presa la tuonata sui denti che qualche adulto (sussulto d'orgoglio di una classe dirigente per la maggior parte putrefatta) si prenda davvero le responsabilità e cominci ad agire di conseguenza. Se sarà default la strada assomiglierà di più a quella Argentina fatta di vittimismo e continui default.

 

Realmente non abbiamo una classe dirigente e situazione culturale (come la vogliamo chiamare?) che lascino qualche spazio positivo per pensare a una buona ricostruzione per il post crisi. Resistere a oltranza ed attendere governi come quello Renzi (NB come situazione governativa, non sto parlando come risultati o personale politico. Escludo il governo Draghi perchè troppo frastagliato) riescano a fare 1-2 provvedimenti a mandato importanti che è il massimo a cui può aspirare attualmente un'azione riformista seria (ovvero tentare di seguire la strada di Spagna e Portogallo che pur tra varie difficoltà qualche compito per casa l'hanno fatto).


  • 1
"Il mio vicino di posto è un rumeno e i rumeni si piccano di parlare una lingua latina, c'è una cosa che capisco e che condividiamo immediatamente: HAGI Fotbalistul De Raså. Veramente Fotbalistul De Raså"

#107 ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 7519 Messaggi:

Inviato 25 agosto 2022 - 17:42

 


Se sarà default la strada assomiglierà di più a quella Argentina fatta di vittimismo e continui default.

Temo anche io.

Quindi confido che l'UE non ci faccia defaultare ma ci commissari. In pratica invece che "vittimismo e continui default", vittimismo e "continui commissariamenti".

Un po' come Alitalia.

 

In ogni caso, arriva la crisi energetica, quindi il problema del nuovo governo sarà quello di trovare soldi per calmierare le bollette.


  • 0
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#108 Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 37285 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 25 agosto 2022 - 18:34

*
POPOLARE

FemkksB.png


  • 16

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#109 Ortodosso

    baby even the losers

  • Administrators
  • 9931 Messaggi:
  • LocationPortola Valley, CA

Inviato 25 agosto 2022 - 20:09

Da come scrivi traspare un (moderato?) ottimismo che una volta presa la tuonata sui denti che qualche adulto (sussulto d'orgoglio di una classe dirigente per la maggior parte putrefatta) si prenda davvero le responsabilità e cominci ad agire di conseguenza. Se sarà default la strada assomiglierà di più a quella Argentina fatta di vittimismo e continui default.

 

Temo anche io.

Quindi confido che l'UE non ci faccia defaultare ma ci commissari. In pratica invece che "vittimismo e continui default", vittimismo e "continui commissariamenti".

Un po' come Alitalia.

 

In ogni caso, arriva la crisi energetica, quindi il problema del nuovo governo sarà quello di trovare soldi per calmierare le bollette.

 

 

Questa visione del continuo commissariamento è estremamente condivisa da persone ragionevoli—Calenda l'ha anche menzionata esplicitamente addirittura prima delle elezioni: mucchione, ingovernabilità, maggioranza Ursula, e qualcosa si fa come per esempio Draghi qualcosa (e anche di più) ha fatto. In più ti eviti un default che comunque è doloroso perché devi veramente abbassare il riscaldamento e non comprarti il telefonino nuovo. Default poi per cosa? Non è affatto detto che chi viene dopo sia meglio.

 

Questo il mio riassunto del pensiero sopra, ed è una teoria che ci poteva stare ma manca un particolare che io ho messo a fuoco solo recentemente ma è chiave: tutti i commissariamenti che abbiamo avuto[1] sono stati all'insegna di un programma di governo temporaneo e traghettatore in risposta ad un'emergenza. E tutti questi hanno fatto un ottimo (Ciampi, Draghi)/discreto (Monti) lavoro nel far fronte alla rispettiva emergenza (euro, spread, recovery plan), più gestito bene le altre criticità (ricordiamo la gestione Covid sotto Conte vs Draghi...) perché in grado di nominare tecnici competenti.

 

Ma nessuno ha mai fatto una riforma, sono stati governi tampone: perché nel momento in cui provi a fare una riforma finisce la legislatura, e paradossalmente nel momento in cui hai perimetro l'emergenza già si pensa a come farti fuori (hai preso i soldi del recovery plan? bravo, adesso fuori dai coglioni che li spendiamo noi; ci hai fatto entrare nell'Euro? Bravo, adesso facci fare ancora più debito che tanto pagano gli altri. Spread sotto controllo? Bene, torniamo a spendere).

 

Il problema è che i problemi li risolvi solo con le riforme, con gli atti dei governi di transizione al massimo li rimandi (peggiorati, perché hai dato ossigeno agli incompetenti che vengono dopo). Lo vedi anche nell'esempio portato sopra della crisi energetica: le grandi menti da FdI/Tremonti a Salvini a quelli del PD e oltre a sinistra sono al 100% sul calmierare i prezzi con slogan da anni 70 tipo "luce sociale". Trovare i soldi per una volta non serve, ci sono: basta usarli una tantum e non per le riforme. La soluzione invece è: ponte per il corto termine e nuova politica energetica per il medio/lungo. Draghi ha fatto la prima parte, andando in Algeria e Libia, nessuno farà la seconda perché non gliene frega niente a nessuno quando al posto di fare i seri e parlare di rigassificatori, parlare di nucleare, parlare di giacimenti offshore, parlare di trivelle in Basilicata, parlare di fotovoltaico si possono usare i soldi (degli altri) e tenersi Bonelli/Fratoianni and co. in coalizione. La mentalità rimane quindi quella di tirare a campare.

 

Le riforme le fai solo con un governo con piena sovranità popolare (e possibilmente non con un sistema così ignobilmente parlamento-centrico come quello "della costituzione più bella del mondo"). Macron può fare cose che Draghi non può fare. Da noi lato offerta c'è gente come Calenda e Renzi che a parte non riuscire a non litigare o cambiare idea per più di due giorni e con un ego spropositato rispetto alle capacità = no capacità di vincere un'elezione come Macron. Lato domanda hai l'80% dei collegi che vivono di logica clientelare, che sia CL/Lega in Lombardia piuttosto che i notabili trasformisti terroni cambia poco, quindi possibilità di vincere con delle idee sensate, anche con una leadership politica brillante, è quasi zero. Un Draghi che scendesse in politica non vincerebbe le elezioni (e infatti giustamente non commette l'errore di Monti).  

 

A questo punto l'unica via d'uscita che vedo è un drastico mutamento delle condizioni e un mark to market che porti veramente alla cacciata popolare coi forconi della classe politica attuale (mai avvenuta in Italia, dove un regime change è accaduto per via bellica e l'altro per via giudiziale: mai popolare/elettorale) e si faccia veramente spazio per qualcun altro (che può anche arrivare dall'estero: non è che ci mancano quelle 100-500 persone competenti per fare un governo, volendo) per vincere un'elezione e fare le riforme: certezza e velocità del diritto, competitività, mercato del lavoro, pensioni, scuola. Senza queste dove cazzo vuoi andare? Per me questo drastico mutamento può essere solo il default economico che cambi il tenore di vita degli italiani dall'oggi al domani, e per questo passo dal partito del commissariamento permanente a quello del get it over with/fare per accelerare il declino.

 

[1] E come sample size siamo almeno già a tre: Ciampi, Monti e Draghi (senza contare Amato).


  • 2

voter negativity
Gozer il Gozeriano 119
reallytongues 112


#110 ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 7519 Messaggi:

Inviato 25 agosto 2022 - 20:11

Vi condivido questo perché mi è piaciuto abbastanza nel suo ottimismo.

 

 

 

Fa_9OceXwAAicOP.jpg


  • 0
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#111 Ortodosso

    baby even the losers

  • Administrators
  • 9931 Messaggi:
  • LocationPortola Valley, CA

Inviato 25 agosto 2022 - 20:33

Pur essendo d'accordo con le due premesse di CACM, ovvero che l'inflazione aiuta riducendo i salari e allineandoli alla produttività più scarsa, e che non credo (anche se non ci scommetterei) che un governo Meloni si disallineerebbe dal diktat europeo, sono totalmente in disaccordo sul discorso per cui il tessuto industriale italiano è messo meglio di quello tedesco o comunque decentemente una volta che hai eliminato le tentazioni grilline e ridotto i salari: questa teoria si basa interamente sulle osservazioni di Mintzberg negli anni 80 (la famosa Italia quinta economia del mondo), ma son passati 40 anni e senza una riforma educazionale e senza stoppare il brain drain non vai più da nessuna parte, neanche con l'euro svalutato e/o l'inflazione alta.

 

È una spiegazione un po' da boomer, ovvero: nel caso più ottimista facciamo una marchionnata a livello nazionale ovvero con un po' di finanza fatta bene sopperiamo alla totale mancanza di un piano industriale. Poi però la Fiat è finita due giorni più tardi la morte di Marchionne. Insomma non ha senso e non ci credo.

 

Di più non mi va/non posso dire conoscendo l'autore personalmente.


  • 2

voter negativity
Gozer il Gozeriano 119
reallytongues 112


#112 solaris

    Simmetriade.

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7535 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2022 - 08:01

*
POPOLARE

 

Ma come cazzo si fa nel 2022 a stare ancora appresso a Tremonti, ma come cazzo si fa??
Ci credo poi Draghi passi da compagno...

Non ho capito, a chi/cosa ti riferisci?

 

 

A nessuno qui dentro. Lo si sta cercando, ascoltando, lisciando come si fa con un probabile ministro dell'economia. L'ho ascoltato due minuti l'altra sera e ripensarlo al timone fa venire i brividi sulla schiena.

 

 

 

P.S. Io alla teoria dell'accelerazione del declino non ho mai creduto. I casi nel mondo in cui non ha funzionato e non sta funzionando così non si contano, non si sa mai quanto realmente profondo sia il fondo e quando ci arriva non è detto che sia una condizione temporanea. Ogni progresso fatto nelle competenze, sensibilità, cultura, istruzione, diritti ecc va difeso fin quando lo si ha.

 

In genere quello dello strappo è un discorso che fa chi sta bene e non si cura troppo di chi pagherà il prezzo più caro in tutte le fasi dell'ipotetica transizione. E trovo che l'inclinazione al colpo di spugna risolutore sia adolescenziale e tutto sommato fascistoide. Preferirei un meno appariscente e mediocre percorso di miglioramento tortuoso e graduale.


  • 14

#113 Gozer

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 26211 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2022 - 09:21

 Io alla teoria dell'accelerazione del declino non ho mai creduto. I casi nel mondo in cui non ha funzionato e non sta funzionando così non si contano, non si sa mai quanto realmente profondo sia il fondo e quando ci arriva non è detto che sia una condizione temporanea. Ogni progresso fatto nelle competenze, sensibilità, cultura, istruzione, diritti ecc va difeso fin quando lo si ha.

 

In genere quello dello strappo è un discorso che fa chi sta bene e non si cura troppo di chi pagherà il prezzo più caro in tutte le fasi dell'ipotetica transizione. E trovo che l'inclinazione al colpo di spugna risolutore sia adolescenziale e tutto sommato fascistoide. Preferirei un meno appariscente e mediocre percorso di miglioramento tortuoso e graduale.

 

 

Da scolpire nella pietra. Ma ora qualcuno si offenderà perché hai usato la parola proibita, che abbiamo imparato non può più essere tirata in ballo in quanto "ormai è fascista chiunque sia meno a sinistra di Diliberto!!!!!1111".


  • 0

RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

7 ottobre 2020, il più grande esperto di tennis del forum su Sinner al Roland Garros:

 

Tra due anni torniamo per vincere.

#114 Mr Repetto

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7186 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2022 - 09:38

Ma come cazzo si fa nel 2022 a stare ancora appresso a Tremonti, ma come cazzo si fa??
Ci credo poi Draghi passi da compagno...

Non ho capito, a chi/cosa ti riferisci?

A nessuno qui dentro. Lo si sta cercando, ascoltando, lisciando come si fa con un probabile ministro dell'economia. L'ho ascoltato due minuti l'altra sera e ripensarlo al timone fa venire i brividi sulla schiena.



P.S. Io alla teoria dell'accelerazione del declino non ho mai creduto. I casi nel mondo in cui non ha funzionato e non sta funzionando così non si contano, non si sa mai quanto realmente profondo sia il fondo e quando ci arriva non è detto che sia una condizione temporanea. Ogni progresso fatto nelle competenze, sensibilità, cultura, istruzione, diritti ecc va difeso fin quando lo si ha.

In genere quello dello strappo è un discorso che fa chi sta bene e non si cura troppo di chi pagherà il prezzo più caro in tutte le fasi dell'ipotetica transizione. E trovo che l'inclinazione al colpo di spugna risolutore sia adolescenziale e tutto sommato fascistoide. Preferirei un meno appariscente e mediocre percorso di miglioramento tortuoso e graduale.
Abbiamo avuto tante emergenze e ci sono rari casi di governi che le hanno usate per fare “terapie d’urto”, e quasi nessuno con un vero mandato elettorale. Giusto con Prodi I e l’entrata in Europa mi ricordo un tentativo politicamente riuscito di fare accettare agli italiani dei sacrifici grazie a una qualche visione del futuro.
Draghi mi sembra abbia perso un’occasione governando in modo quanto mai ragionevole, ma con molta attenzione a non scontentare nessuno, visto che le circostanze lo consentivano. Insomma ha pensato più a raddrizzare la barca e a impostare la rotta che a mettere mano veramente al motore e a ristrutturarla. Forse per quello serve un mandato politico e un orizzonte più lungo.
Ovvio in generale che ci sono anche casi di altri Paesi che dopo un qualche tipo di schock hanno preso percorsi differenti e virtuosi dal punto di vista economico. Ma in molti più casi, mi pare, la rabbia causata da un peggioramento drastico delle condizioni economiche ha portato ad ogni genere di sciagure.
  • 0

#115 Ugo il re del judo

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1887 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2022 - 10:12

nei forum di musica degli altri paesi stirati e finiti nel dramma, il crash definitivo (qualunque cosa significhi), era stato discusso e sviscerato come qua? E' un tormentone che leggo da quando OR era scaruffiana DOC, sono passati decenni (ed è ancora scaruffiana ma adesso per i motivi sbagliati)

 

traduco per il neofita: gli altri paesi erano consapevoli con così largo anticipo? I "capi politici" non hanno fatto nulla per incapacità, vantaggio proprio misto al menefreghismo o quale altro motivo? Mi pare di capire che da noi la causa principale sia la seconda (vantaggio proprio misto al menefreghismo) unita al consenso del popolo che continua (a questo punto consapevolmente) a dare fiducia a chi vuole andare verso il burrone, o meglio il consenso tiene in piedi i politici sciagurati descritti nelle ultime pagine

 

traduco ancora di più: un default annunciato con così largo anticipo******, è un "fatto normale"? 

 

******e penso ci sia ancora tanto tempo, pure le previsioni più drastiche non parlano di dopodomani


  • 0

 PANCAROTTO +  KUEDO = PERFEZIONE


#116 ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21841 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 26 agosto 2022 - 11:28

 

Da come scrivi traspare un (moderato?) ottimismo che una volta presa la tuonata sui denti che qualche adulto (sussulto d'orgoglio di una classe dirigente per la maggior parte putrefatta) si prenda davvero le responsabilità e cominci ad agire di conseguenza. Se sarà default la strada assomiglierà di più a quella Argentina fatta di vittimismo e continui default.

 

Temo anche io.

Quindi confido che l'UE non ci faccia defaultare ma ci commissari. In pratica invece che "vittimismo e continui default", vittimismo e "continui commissariamenti".

Un po' come Alitalia.

 

In ogni caso, arriva la crisi energetica, quindi il problema del nuovo governo sarà quello di trovare soldi per calmierare le bollette.

 

 

Questa visione del continuo commissariamento è estremamente condivisa da persone ragionevoli—Calenda l'ha anche menzionata esplicitamente addirittura prima delle elezioni: mucchione, ingovernabilità, maggioranza Ursula, e qualcosa si fa come per esempio Draghi qualcosa (e anche di più) ha fatto. In più ti eviti un default che comunque è doloroso perché devi veramente abbassare il riscaldamento e non comprarti il telefonino nuovo. Default poi per cosa? Non è affatto detto che chi viene dopo sia meglio.

 

Questo il mio riassunto del pensiero sopra, ed è una teoria che ci poteva stare ma manca un particolare che io ho messo a fuoco solo recentemente ma è chiave: tutti i commissariamenti che abbiamo avuto[1] sono stati all'insegna di un programma di governo temporaneo e traghettatore in risposta ad un'emergenza. E tutti questi hanno fatto un ottimo (Ciampi, Draghi)/discreto (Monti) lavoro nel far fronte alla rispettiva emergenza (euro, spread, recovery plan), più gestito bene le altre criticità (ricordiamo la gestione Covid sotto Conte vs Draghi...) perché in grado di nominare tecnici competenti.

 

Ma nessuno ha mai fatto una riforma, sono stati governi tampone: perché nel momento in cui provi a fare una riforma finisce la legislatura, e paradossalmente nel momento in cui hai perimetro l'emergenza già si pensa a come farti fuori (hai preso i soldi del recovery plan? bravo, adesso fuori dai coglioni che li spendiamo noi; ci hai fatto entrare nell'Euro? Bravo, adesso facci fare ancora più debito che tanto pagano gli altri. Spread sotto controllo? Bene, torniamo a spendere).

 

Il problema è che i problemi li risolvi solo con le riforme, con gli atti dei governi di transizione al massimo li rimandi (peggiorati, perché hai dato ossigeno agli incompetenti che vengono dopo). Lo vedi anche nell'esempio portato sopra della crisi energetica: le grandi menti da FdI/Tremonti a Salvini a quelli del PD e oltre a sinistra sono al 100% sul calmierare i prezzi con slogan da anni 70 tipo "luce sociale". Trovare i soldi per una volta non serve, ci sono: basta usarli una tantum e non per le riforme. La soluzione invece è: ponte per il corto termine e nuova politica energetica per il medio/lungo. Draghi ha fatto la prima parte, andando in Algeria e Libia, nessuno farà la seconda perché non gliene frega niente a nessuno quando al posto di fare i seri e parlare di rigassificatori, parlare di nucleare, parlare di giacimenti offshore, parlare di trivelle in Basilicata, parlare di fotovoltaico si possono usare i soldi (degli altri) e tenersi Bonelli/Fratoianni and co. in coalizione. La mentalità rimane quindi quella di tirare a campare.

 

Le riforme le fai solo con un governo con piena sovranità popolare (e possibilmente non con un sistema così ignobilmente parlamento-centrico come quello "della costituzione più bella del mondo"). Macron può fare cose che Draghi non può fare. Da noi lato offerta c'è gente come Calenda e Renzi che a parte non riuscire a non litigare o cambiare idea per più di due giorni e con un ego spropositato rispetto alle capacità = no capacità di vincere un'elezione come Macron. Lato domanda hai l'80% dei collegi che vivono di logica clientelare, che sia CL/Lega in Lombardia piuttosto che i notabili trasformisti terroni cambia poco, quindi possibilità di vincere con delle idee sensate, anche con una leadership politica brillante, è quasi zero. Un Draghi che scendesse in politica non vincerebbe le elezioni (e infatti giustamente non commette l'errore di Monti).  

 

A questo punto l'unica via d'uscita che vedo è un drastico mutamento delle condizioni e un mark to market che porti veramente alla cacciata popolare coi forconi della classe politica attuale (mai avvenuta in Italia, dove un regime change è accaduto per via bellica e l'altro per via giudiziale: mai popolare/elettorale) e si faccia veramente spazio per qualcun altro (che può anche arrivare dall'estero: non è che ci mancano quelle 100-500 persone competenti per fare un governo, volendo) per vincere un'elezione e fare le riforme: certezza e velocità del diritto, competitività, mercato del lavoro, pensioni, scuola. Senza queste dove cazzo vuoi andare? Per me questo drastico mutamento può essere solo il default economico che cambi il tenore di vita degli italiani dall'oggi al domani, e per questo passo dal partito del commissariamento permanente a quello del get it over with/fare per accelerare il declino.

 

[1] E come sample size siamo almeno già a tre: Ciampi, Monti e Draghi (senza contare Amato).

 

 

Ma guarda che le riforme che hai citato sono state già fatte. Cosa volevi di più o di diverso? Sul lavoro abbiamo superato l'articolo 18, ti è sfuggito? Era il problema dei problemi, per poi scoprire che abbiamo la dinamica degli stipendi più bassa d'europa con una marea di precari anche nella PA. Sulle pensioni, c'è stata la Fornero. Sulla giustizia le riforme alla Cartabia servono solo a regolare i conti spostando la bilancia da accusa a difesa, quando al 90% dei cittadini frega zero. Sulla scuola, sulla competività, cosa ti manca, cosa vorresti? A me sembra che questa furia semplificatrice non produca alcun risultato (anche in termini di produttività) se non una rozza riduzione dei diritti. Non capisco nemmeno chi dovrebbe venire al posto dell'attuale classe politica, e perchè dovrebbe far meglio. Per anni abbiamo invocato la società civile per poi scoprire con i cinque stelle di avere a che fare con una marea di opportunisti incompetenti, adesso che ci aspettiamo? La classe dirigente del paese è quella che è e direi che anche gli elettori se vanno dietro a Calenda non stanno tanto meglio.


  • -1

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#117 mongodrone

    post-feudatario

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10962 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2022 - 11:28

nei forum di musica degli altri paesi stirati e finiti nel dramma, il crash definitivo (qualunque cosa significhi), era stato discusso e sviscerato come qua?

 

 

bisogna chiedere all'amico argentino di Gozer


  • 0

#118 Feynman

    Homeless

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2952 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2022 - 12:04

Io spero nella Japanisation dell'economia, ulteriore prova di quanto siano un popolo oggettivamente superiore, 50 anni avanti a tutti.

 

Per il resto, @solaris, @repetto, mi spiegate chi e' che tifa per il default? Il punto di vista di Ortodosso (che e' molto simile a quello che diceva Corriga), che condivido, e' semplicemente che questa classe politica (piu' o meno tutta) non ha minimamente intenzione neanche di mettersi a discutere dei problemi dell'Italia, figurarci risolverli, e per via di questa situazione patologica ci arrivera' in faccia un ceffone storico, prima o poi. SIamo talmente messi male che l'inflazione al 10% e' una cosa positiva, rendiamoci conto.


  • 0
Without examples, without models, I began to believe voices in my head – that I was a freak, that I am broken, that there is something wrong with me, that I will never be lovable… Years later I find the courage to admit that I am transgender and this doesn’t mean that I am unlovable… So that this world that we imagine in this room might be used to gain access to other rooms, to other worlds previously unimaginable.”

#119 oblomov

    Mommy? Can I go out and kill tonight?

  • Moderators
  • 18413 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2022 - 12:26

Io spero nella Japanisation dell'economia, ulteriore prova di quanto siano un popolo oggettivamente superiore, 50 anni avanti a tutti.

 

Vai, inizia tu a comprare BTP con il 100% dei tuoi risparmi

 

 

 

Ma guarda che le riforme che hai citato sono state già fatte. Cosa volevi di più o di diverso? Sul lavoro abbiamo superato l'articolo 18, ti è sfuggito? Era il problema dei problemi, per poi scoprire che abbiamo la dinamica degli stipendi più bassa d'europa con una marea di precari anche nella PA. Sulle pensioni, c'è stata la Fornero. Sulla giustizia le riforme alla Cartabia servono solo a regolare i conti spostando la bilancia da accusa a difesa, quando al 90% dei cittadini frega zero. Sulla scuola, sulla competività, cosa ti manca, cosa vorresti? A me sembra che questa furia semplificatrice non produca alcun risultato (anche in termini di produttività) se non una rozza riduzione dei diritti. Non capisco nemmeno chi dovrebbe venire al posto dell'attuale classe politica, e perchè dovrebbe far meglio. Per anni abbiamo invocato la società civile per poi scoprire con i cinque stelle di avere a che fare con una marea di opportunisti incompetenti, adesso che ci aspettiamo? La classe dirigente del paese è quella che è e direi che anche gli elettori se vanno dietro a Calenda non stanno tanto meglio.

 

 

FInchè non si mette mano per davvero alla distribuzione della spesa pubblica, partendo dalle pensioni (dove non so bene che cosa pensi abbiamo risolto con la fornero, che è stata semmai riforma troppo timida) tutto il resto sono foglie di fico. Abbiamo il più basso tasso di natalità al mondo ormai insieme alla corea del sud ma continuiamo a parlare di mandare la gente in pensione a 61 anni e a spendere cifre ridicole a supporto della famiglia.

 

ps: ovviamente non lo farà nessuno perchè quel coraggioso che si avvicinasse anche solo a pensarlo verrebbe linciato in pubblica piazza e finirebbe la sua carriera politica nel tevere come usavano gli antichi


  • 0
Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni.

#120 Gozer

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 26211 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2022 - 13:02

Feynman, il punto è che state spacciando il ceffone come soluzione per rinsavire, invece conoscendo questo paese secondo me dopo il ceffone non solo non si risolve niente, ma si apre lo scenario per il pestaggio. 

 

p.s. Sull'avanzamento del popolo giapponese discutiamone pure: lavoratori senza alcun diritto, ritmi massacranti, società di alienati, ondata di anziani che commettono piccoli crimini per poter andare in galera e non restare da soli (ma sugli anziani si potrebbe aprire un mondo a parte: tempo fa si parlava di una legge più stringente sulle patenti sopra una certa età perché ci sono tanti di quegli incidenti provocati dai più vecchi che non sanno più dove mettersi le mani), totale assenza di pensiero critico nella popolazione (la satira è inesistente), totale mancanza di alternanza al potere (sono 70 anni che le elezioni le vince lo stesso partito), gruppi di estrema destra organizzati talmente potenti da poter minacciare i grandi media se danno notizie sgradite, bullismo nelle scuole a livelli deliranti (per quanto tutto l'est asiatico sia eccellente al riguardo), donne fortemente discriminate (dal lavoro alle condizioni di vita, con un terzo delle single in povertà), zero diritti per qualsiasi tipo di minoranza, e non apriamo neanche il capitolo sanità pubblica. 

Come al solito, alcuni di voi mi danno l'impressione di guardare solo all'economia: ebbene, il Giappone è la riprova che da sola non basta a creare una società funzionale. 


  • 3

RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

7 ottobre 2020, il più grande esperto di tennis del forum su Sinner al Roland Garros:

 

Tra due anni torniamo per vincere.

#121 Feynman

    Homeless

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2952 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2022 - 13:11

Feynman, il punto è che state spacciando il ceffone come soluzione per rinsavire, invece conoscendo questo paese secondo me dopo il ceffone non solo non si risolve niente, ma si apre lo scenario per il pestaggio. 

 

p.s. Sull'avanzamento del popolo giapponese discutiamone pure: lavoratori senza alcun diritto, ritmi massacranti, società di alienati, ondata di anziani che commettono piccoli crimini per poter andare in galera e non restare da soli (ma sugli anziani si potrebbe aprire un mondo a parte: tempo fa si parlava di una legge più stringente sulle patenti sopra una certa età perché ci sono tanti di quegli incidenti provocati dai più vecchi che non sanno più dove mettersi le mani), totale assenza di pensiero critico nella popolazione (la satira è inesistente), totale mancanza di alternanza al potere (sono 70 anni che le elezioni le vince lo stesso partito), gruppi di estrema destra organizzati talmente potenti da poter minacciare i grandi media se danno notizie sgradite, bullismo nelle scuole a livelli deliranti (per quanto tutto l'est asiatico sia eccellente al riguardo), donne fortemente discriminate (dal lavoro alle condizioni di vita, con un terzo delle single in povertà), zero diritti per qualsiasi tipo di minoranza, e non apriamo neanche il capitolo sanità pubblica. 

Come al solito, alcuni di voi mi danno l'impressione di guardare solo all'economia: ebbene, il Giappone è la riprova che da sola non basta a creare una società funzionale. 

 

 

@Oblomov @Gozer non penso che la japanisation sia una cosa positiva solo il migliore scenario che abbiamo davanti, quela sulla loro superiorita' e' una battuta che ripndeva il titolo del topic famoso. Del Giappone so solo come va a livello macro, nel senso enorme debito pubblico e abenomics, ed era a quello che mi riferivo.

 

@Oblomov Da qualche parte ho gia' scritto che piuttosto che comprare BTP compro Doge coin. Ma il problema mio e' che posseggo talmeno poco sia in cash (conti in banca che fanno ridere) sia in proprieta' (non ho case o atro) che mi cambia poco. Potrei perdere il lavoro e a quel punto emigrare definitivamente.

 

@Gozer Nessuno prevede il futuro, ma visto che temo che il ceffone ce lo prendiamo, almeno spero possa fare andare nella direzione giusta. Cosa altro posso fare?


  • 0
Without examples, without models, I began to believe voices in my head – that I was a freak, that I am broken, that there is something wrong with me, that I will never be lovable… Years later I find the courage to admit that I am transgender and this doesn’t mean that I am unlovable… So that this world that we imagine in this room might be used to gain access to other rooms, to other worlds previously unimaginable.”

#122 cerezo

  • Moderators
  • 15760 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2022 - 15:19

A questo punto l'unica via d'uscita che vedo è un drastico mutamento delle condizioni e un mark to market che porti veramente alla cacciata popolare coi forconi della classe politica attuale (mai avvenuta in Italia, dove un regime change è accaduto per via bellica e l'altro per via giudiziale: mai popolare/elettorale) e si faccia veramente spazio per qualcun altro (che può anche arrivare dall'estero: non è che ci mancano quelle 100-500 persone competenti per fare un governo, volendo) per vincere un'elezione e fare le riforme.

 

la cacciata sarebbe verosimile ma non scommetterei una lira che saremmo in grado eleggere gente più competente, piuttosto mi aspetterei un'ulteriore impennata populista


  • 4

#123 Mr Repetto

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7186 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2022 - 15:30

Io spero nella Japanisation dell'economia, ulteriore prova di quanto siano un popolo oggettivamente superiore, 50 anni avanti a tutti.

Per il resto, @solaris, @repetto, mi spiegate chi e' che tifa per il default? Il punto di vista di Ortodosso (che e' molto simile a quello che diceva Corriga), che condivido, e' semplicemente che questa classe politica (piu' o meno tutta) non ha minimamente intenzione neanche di mettersi a discutere dei problemi dell'Italia, figurarci risolverli,

Mi sembra che ci sia differenza tra questi 11 partiti tra cui scegliere nel modo in cui discutono dell’Italia e, di conseguenza, sperabilmente, nel modo in cui affronterebbero i problemi una volta al Governo. Si vota il meno peggio come sempre e come sempre si perde. L’unica speranza è la palingenesi dopo la bancarotta dello Stato? Può darsi, spero di no e credo sia una speranza ben peggio riposta che quella in Carlo Calenda o Benedetto della Vedeva, che per me rimangono persone decenti con idee molto solide su temi economici, ma perfino Letta e tanti altri del PD (che candida Cottarelli, ad esempio. Foglia di fico? Meglio di niente). E siccome è una cosa un tantino importante forse vale la pena provare almeno con il voto a fare il possibile perché almeno abbiano voce, all’opposizione, almeno un tot di persone valide.
  • 0

#124 John Trent

    Genio incomprensibile

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2096 Messaggi:
  • LocationBassa Depressa Bergamasca

Inviato 26 agosto 2022 - 15:31

Ma io sono addirittura pessimista sulla cacciata, perfino dopo la fine di Mussolini chi era fascista si è riciclato democristiano o comunista, ormai si condannano politici per mafia, sfruttamento della prostituzione e pure peggio e poi eccoli di nuovo lì come se niente fosse. Avete presente Gallera e Fontana? Questi hanno letteralmente ammazzato migliaia di persone con le loro decisioni ma li votano ancora.
Per me dopo il default saremo ancora qui a indignarci dei Tremonti e dei Casini rinati sotto nuovi simboli e partiti.
  • 1

#125 Mr Repetto

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7186 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2022 - 15:43

A questo punto l'unica via d'uscita che vedo è un drastico mutamento delle condizioni e un mark to market che porti veramente alla cacciata popolare coi forconi della classe politica attuale (mai avvenuta in Italia, dove un regime change è accaduto per via bellica e l'altro per via giudiziale: mai popolare/elettorale) e si faccia veramente spazio per qualcun altro (che può anche arrivare dall'estero: non è che ci mancano quelle 100-500 persone competenti per fare un governo, volendo) per vincere un'elezione e fare le riforme.


la cacciata sarebbe verosimile ma non scommetterei una lira che saremmo in grado eleggere gente più competente, piuttosto mi aspetterei un'ulteriore impennata populista
Ma soprattutto le condizioni di mercato e l’eventuale reazione popolare a queste non sono nè nella disponibilità, nè nella capacità previsionale di nessuna persona al Mondo. Per cui vabbè l’analisi, vabbè la speranza, ma l’unica cosa nella nostra disponibilità è il voto. Con un sistema proporzionale frammentatissimo come questo votare per il meno peggio non mi sembra un turarsi il naso di difficoltà titanica. Ovviamente c’e la certezza che, se si hanno idee in questo momento di nicchia, difficilmente faranno una differenza nella prossima legislatura con queste forze in campo. Ma se queste idee restano fuori dal Parlamento sicuramente hanno meno possibilità di germogliare in futuro, default o non default.
  • 0

#126 ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21841 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 26 agosto 2022 - 16:19

 

Io spero nella Japanisation dell'economia, ulteriore prova di quanto siano un popolo oggettivamente superiore, 50 anni avanti a tutti.

 

Vai, inizia tu a comprare BTP con il 100% dei tuoi risparmi

 

 

 

Ma guarda che le riforme che hai citato sono state già fatte. Cosa volevi di più o di diverso? Sul lavoro abbiamo superato l'articolo 18, ti è sfuggito? Era il problema dei problemi, per poi scoprire che abbiamo la dinamica degli stipendi più bassa d'europa con una marea di precari anche nella PA. Sulle pensioni, c'è stata la Fornero. Sulla giustizia le riforme alla Cartabia servono solo a regolare i conti spostando la bilancia da accusa a difesa, quando al 90% dei cittadini frega zero. Sulla scuola, sulla competività, cosa ti manca, cosa vorresti? A me sembra che questa furia semplificatrice non produca alcun risultato (anche in termini di produttività) se non una rozza riduzione dei diritti. Non capisco nemmeno chi dovrebbe venire al posto dell'attuale classe politica, e perchè dovrebbe far meglio. Per anni abbiamo invocato la società civile per poi scoprire con i cinque stelle di avere a che fare con una marea di opportunisti incompetenti, adesso che ci aspettiamo? La classe dirigente del paese è quella che è e direi che anche gli elettori se vanno dietro a Calenda non stanno tanto meglio.

 

 

FInchè non si mette mano per davvero alla distribuzione della spesa pubblica, partendo dalle pensioni (dove non so bene che cosa pensi abbiamo risolto con la fornero, che è stata semmai riforma troppo timida) tutto il resto sono foglie di fico. Abbiamo il più basso tasso di natalità al mondo ormai insieme alla corea del sud ma continuiamo a parlare di mandare la gente in pensione a 61 anni e a spendere cifre ridicole a supporto della famiglia.

 

ps: ovviamente non lo farà nessuno perchè quel coraggioso che si avvicinasse anche solo a pensarlo verrebbe linciato in pubblica piazza e finirebbe la sua carriera politica nel tevere come usavano gli antichi

 

 

Scusami ma mi sai dire come mai facciamo pochi figli? Ci sono troppi servizi, troppo welfare che causano un rigetto nelle aspiranti mamme? 

Anche i datori di lavoro ci si mettono eh, praticamente se fai un figlio hai fatto una scelta di vita: la mamma. 


  • 0

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#127 Feynman

    Homeless

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2952 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2022 - 17:05

 

Io spero nella Japanisation dell'economia, ulteriore prova di quanto siano un popolo oggettivamente superiore, 50 anni avanti a tutti.

Per il resto, @solaris, @repetto, mi spiegate chi e' che tifa per il default? Il punto di vista di Ortodosso (che e' molto simile a quello che diceva Corriga), che condivido, e' semplicemente che questa classe politica (piu' o meno tutta) non ha minimamente intenzione neanche di mettersi a discutere dei problemi dell'Italia, figurarci risolverli,

Mi sembra che ci sia differenza tra questi 11 partiti tra cui scegliere nel modo in cui discutono dell’Italia e, di conseguenza, sperabilmente, nel modo in cui affronterebbero i problemi una volta al Governo. Si vota il meno peggio come sempre e come sempre si perde. L’unica speranza è la palingenesi dopo la bancarotta dello Stato? Può darsi, spero di no e credo sia una speranza ben peggio riposta che quella in Carlo Calenda o Benedetto della Vedeva, che per me rimangono persone decenti con idee molto solide su temi economici, ma perfino Letta e tanti altri del PD (che candida Cottarelli, ad esempio. Foglia di fico? Meglio di niente). E siccome è una cosa un tantino importante forse vale la pena provare almeno con il voto a fare il possibile perché almeno abbiano voce, all’opposizione, almeno un tot di persone valide.

 

https%3A%2F%2Fd6c748xw2pzm8.cloudfront.n

 

Quale sarebbe la differenza esattamente? La verita' e' che forse siamo gia' il giappone.


  • 3
Without examples, without models, I began to believe voices in my head – that I was a freak, that I am broken, that there is something wrong with me, that I will never be lovable… Years later I find the courage to admit that I am transgender and this doesn’t mean that I am unlovable… So that this world that we imagine in this room might be used to gain access to other rooms, to other worlds previously unimaginable.”

#128 Mr Repetto

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7186 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2022 - 18:12

Io spero nella Japanisation dell'economia, ulteriore prova di quanto siano un popolo oggettivamente superiore, 50 anni avanti a tutti.
Per il resto, @solaris, @repetto, mi spiegate chi e' che tifa per il default? Il punto di vista di Ortodosso (che e' molto simile a quello che diceva Corriga), che condivido, e' semplicemente che questa classe politica (piu' o meno tutta) non ha minimamente intenzione neanche di mettersi a discutere dei problemi dell'Italia, figurarci risolverli,

Mi sembra che ci sia differenza tra questi 11 partiti tra cui scegliere nel modo in cui discutono dell’Italia e, di conseguenza, sperabilmente, nel modo in cui affronterebbero i problemi una volta al Governo. Si vota il meno peggio come sempre e come sempre si perde. L’unica speranza è la palingenesi dopo la bancarotta dello Stato? Può darsi, spero di no e credo sia una speranza ben peggio riposta che quella in Carlo Calenda o Benedetto della Vedeva, che per me rimangono persone decenti con idee molto solide su temi economici, ma perfino Letta e tanti altri del PD (che candida Cottarelli, ad esempio. Foglia di fico? Meglio di niente). E siccome è una cosa un tantino importante forse vale la pena provare almeno con il voto a fare il possibile perché almeno abbiano voce, all’opposizione, almeno un tot di persone valide.
https%3A%2F%2Fd6c748xw2pzm8.cloudfront.n
 
Quale sarebbe la differenza esattamente? La verita' e' che forse siamo gia' il giappone.
Sí ci sono tante cose in comune. Ma io sono d’accordissimo con tutto, considerazioni di Ortodosso incluse. La mia era una opinione sull’astensione, in generale e in un sistema proporzionale come questoin special modo. La situazione dell’economia italiana è sempre sull’orlo di un precipizio ed è incredibile che nessuno tranne partiti che fanno il 5% in totale abbia nemmeno il coraggio di dirlo. E pure quando chi aveva il quarantavirgolaotto lo diceva, non aveva nè la statura politica, nè personale per fare alcunché. L’ultimo che ha messo le mani nella merda davvero per me è stato Mario Monti, con tutti i limiti che si vuole.
  • -1

#129 brachilone

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3501 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2022 - 19:32

A questo punto l'unica via d'uscita che vedo è un drastico mutamento delle condizioni e un mark to market che porti veramente alla cacciata popolare coi forconi della classe politica attuale (mai avvenuta in Italia, dove un regime change è accaduto per via bellica e l'altro per via giudiziale: mai popolare/elettorale) e si faccia veramente spazio per qualcun altro (che può anche arrivare dall'estero: non è che ci mancano quelle 100-500 persone competenti per fare un governo, volendo) per vincere un'elezione e fare le riforme.

 
la cacciata sarebbe verosimile ma non scommetterei una lira che saremmo in grado eleggere gente più competente, piuttosto mi aspetterei un'ulteriore impennata populista

Se andiamo in default il premier successivo sarà Di Battista, a meno che qualcuno non decida che gli italiani non capiscono un cazzo e sospenda il voto fino a completo risanamento
  • 0

#130 corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12043 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 27 agosto 2022 - 15:27

una nerdata sulla questione vittoria della destra populista = fine della democrazia (se ne era discusso qui: http://forum.ondaroc...42#entry2690785e alla fine anche in queste prime 7 pagine).

Spoiler

  • 3

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#131 Zpider

    Procrastinatore

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3573 Messaggi:

Inviato 27 agosto 2022 - 17:51

Il rischio concreto che vedo non è quello del colpo di mano dittatoriale ma quello dello svuotamento progressivo  della fiducia e dei meccanismi positivi alla base della democrazia stessa.

Tu voti la destra, poi c'è il commissario, voti la sinistra, poi c'è il commissario, poi voti il populista, il populista al quadrato e quello al cubo ma di fatto a ogni passaggio viene meno un pezzo di partecipazione e il gesto diventa sempre più privo di peso e aspettative reali così come diventano più superficiali l'attenzione all'azione di governo e la valutazione dei risultati.

 

La democrazia non è un sistema virtuoso in sé, è un metodo di selezione della classe dirigente che offre garanzie e risultati commisurati alla qualità di giudizio e alla partecipazione della cittadinanza. Se quella viene meno è possibilissimo il crearsi di democrazie talmente disfunzionali da svuotare e rendere inesigibili nei fatti quei diritti e princìpi che le rendono tali.


  • 6

#132 reallytongues

    Goonie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25498 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2022 - 04:42

Dopo questi pensieri da liceale vorrei chiederti/vi: chi è il cittadino tipo che non andrà a votare ? Se lo facesse voterebbe più facilmente quale partito? Siamo sicuri che sia male che non vada a votare?
Se stiamo a sentire le ragioni del non voto due sono le risposte tipo della (non)scelta:
1,sono tutti delle merde, io sono talmente consapevole della situazione che spero che con il non voto collassi il sistema
2, sono tutti delle merde, non ci capisco un cazzo, il presidente della Repubblica è Berlusconi...

Probabilmente il primo non elettore non ha mai votato in vita sua o pochissime volte (probabilmente area sx)
Il secondo non elettore è sicuramente un populista mancato, fortunatamente non votando non aumenta le percentuali dei partiti di dx.

Non credo che un più ristretto bacino elettorale sia x forza un danno alla democrazia di x se, li portante è che quel bacino sia consapevole di cosa vota.
E siamo sicuri che questa consapevolezza l'abbia l'elettore?
Quindi è il non voto il problema vero x la democrazia?
  • 0

Caro sig. Bernardus...

Scontro tra Titanic

"Echheccazzo gdo cresciuto che nin sei altro."<p>

#133 ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 7519 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2022 - 06:23

1,sono tutti delle merde, io sono talmente consapevole della situazione che spero che con il non voto collassi il sistema
2, sono tutti delle merde, non ci capisco un cazzo, il presidente della Repubblica è Berlusconi...

3, sono tutti delle merde, se non voto evito sensi di colpa inutili per ever votato una roba meno merda degli altri ma comunque merda.


  • 1
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#134 Jean-Jacques

    Supremo Alfiere della Mediocrità

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 920 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2022 - 06:40

 

Scusami ma mi sai dire come mai facciamo pochi figli? Ci sono troppi servizi, troppo welfare 

e troppi babypensionati che si occupano di accudire i nipoti quando potrebbero produrre fino a 80 anni


  • 0

#135 reallytongues

    Goonie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25498 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2022 - 06:46

1,sono tutti delle merde, io sono talmente consapevole della situazione che spero che con il non voto collassi il sistema
2, sono tutti delle merde, non ci capisco un cazzo, il presidente della Repubblica è Berlusconi...


3, sono tutti delle merde, se non voto evito sensi di colpa inutili per ever votato una roba meno merda degli altri ma comunque merda.
In verità rientri nel punto 1
  • 0

Caro sig. Bernardus...

Scontro tra Titanic

"Echheccazzo gdo cresciuto che nin sei altro."<p>

#136 ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 7519 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2022 - 07:20

 

 

1,sono tutti delle merde, io sono talmente consapevole della situazione che spero che con il non voto collassi il sistema
2, sono tutti delle merde, non ci capisco un cazzo, il presidente della Repubblica è Berlusconi...


3, sono tutti delle merde, se non voto evito sensi di colpa inutili per ever votato una roba meno merda degli altri ma comunque merda.
In verità rientri nel punto 1

 

 

Non mi hai convinto. Io considero le sorti del sistema del tutto indifferenti rispetto al mio non voto.

Comunque sono questioni di lana caprina.

 

Ps. La mia zia vecchia (pace all'anima sua) rientrava nella categoria 2: da quando non esisteva più la DC non sapeva più per chi votare.


  • 0
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#137 ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21841 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 28 agosto 2022 - 09:54

 

 

Scusami ma mi sai dire come mai facciamo pochi figli? Ci sono troppi servizi, troppo welfare 

e troppi babypensionati che si occupano di accudire i nipoti quando potrebbero produrre fino a 80 anni

 

 

si tra l'altro. Non ho mai capito che produttività avrebbe un 70enne a lavoro, ma sicuramente motivandolo vedi come scatta (ad esempio potremmo minacciarlo di licenziarlo) 


  • 0

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#138 Ortodosso

    baby even the losers

  • Administrators
  • 9931 Messaggi:
  • LocationPortola Valley, CA

Inviato 28 agosto 2022 - 10:18

La politica energetica proposta da Salvini e Meloni è preferibile a quella del PD (senza dimenticare che entrambi sono stati utili idioti come è più dei Verdi al tempo dei no triv). FdI ha detto chiaramente al suo sindaco di accettare la
nave rigassificatore, Salvini(tra i vari delirii tipo la leva) è l’unico a parte Calenda che parla chiaramente di ripartire col nucleare.

Letta si abbandona al piu idiota dei populismi.

DB2774-C2-A4-DA-4-D36-913-F-D1449-D51-DA

Oddio forse il secondo più idiota dei populismi:

6-DB4-E240-9400-4796-99-EA-1-FC975966089

Nel frattempo i Verdi tedeschi approvano 5 rigassificatori.
  • 2

voter negativity
Gozer il Gozeriano 119
reallytongues 112


#139 oblomov

    Mommy? Can I go out and kill tonight?

  • Moderators
  • 18413 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2022 - 12:19

 

 

 

Scusami ma mi sai dire come mai facciamo pochi figli? Ci sono troppi servizi, troppo welfare 

e troppi babypensionati che si occupano di accudire i nipoti quando potrebbero produrre fino a 80 anni

 

 

si tra l'altro. Non ho mai capito che produttività avrebbe un 70enne a lavoro, ma sicuramente motivandolo vedi come scatta (ad esempio potremmo minacciarlo di licenziarlo) 

 

 

Esempio plastico che gli eletti sono speculari agli elettori, sia come capacità di individuare le priorità che di comprensione del testo. Mi sembra di aver scritto un'affermazione non solo comprensibile ma di una banalità da terza elementare, cioè che in un paese che ha la curva demografica peggiore di tutti i paesi sviluppati la distribuzione della spesa pubblica tra previdenza e sostegno alla natalità deve essere invertita molto rapidamente e che siamo già ampiamente oltre il tempo limite. Se poi voi siete convinti che con il 155% di debito sia possibile fare tutto -ovviamente lagnandoci nel frattempo dell'Europa tiranna, mentre la BCE compra titoli di stato italiani a motopompa mentre vende quelli tedeschi e olandesi- allora alzo bandiera bianca.


  • 1
Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni.

#140 Ugo il re del judo

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1887 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2022 - 12:39

Dopo questi pensieri da liceale vorrei chiederti/vi: chi è il cittadino tipo che non andrà a votare ? Se lo facesse voterebbe più facilmente quale partito? Siamo sicuri che sia male che non vada a votare?
Se stiamo a sentire le ragioni del non voto due sono le risposte tipo della (non)scelta:
1,sono tutti delle merde, io sono talmente consapevole della situazione che spero che con il non voto collassi il sistema
2, sono tutti delle merde, non ci capisco un cazzo, il presidente della Repubblica è Berlusconi...
 

 

non solo

 

io non ho mai votato in vita mia perché mi non mi ritengo in grado, seguo in maniera molto superficiale leggendo qua e là i giornali, in questo momento l'unico programma che mi è chiaro è (come sempre) quello del presidente operaio che contiene, ancora come sempre, solo cagate ma semplici e comprensibili con una occhiata veloce

 

domanda -> "beh ma credi che il 99% della popolazione ne sappia più di te?"

risposta: "no, e difatti ci sarà sempre una classe politica assurda. Democrazia non è fare votare tutti ma fare votare chi conosce il significato di flat tax, di sistema retributivo, ha delle nozioni un minimo approfondite di economia, di legge, ecc ecc ecc, ---- non dico che i votanti debbano essere degli espertoni ma per come il sistema è strutturato ora, è come se il pubblico possibile di un film lo votasse senza averlo visto, quale potrà essere l'esito?"

 

la Meloni è solo il risultato di un voto composto da persone che non hanno idea di cosa cambierà nella propria vita; probabilmente in parte sarebbe uguale anche la vittoria della coalizione di centro (con un filino piccolino di sx) ma quindi peggio ancora; d'altra parte è la Meloni stessa a volere tenere il livello culturale sotto lo 0 con le dichiarazioni sulle devianze a altre boiate senza nessun fondamento ---- 

 

credo poco anche alla storiella per cui può diventare ministro dell'agricoltura un ex portiere di notte; il politico delega ma un collegamento a livello di conoscenze deve esistere tra il progetto astratto e quello concreto, funziona così quasi in ogni settore, non capisco il motivo dell'eccezione 

 

diciamo che vedo un elettorato ignorante/non_pronto che vota dei politici ignoranti/non_pronti, il risultato è abbastanza certo e, per un futuro migliore (speriamo di no!), c'è solo da sperare che ai politici venga affidato meno potere

 

tornando al discorso di birillo, immagino di non essere l'unico astenuto per simili motivi


  • -2

 PANCAROTTO +  KUEDO = PERFEZIONE


#141 ubik

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 991 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2022 - 13:48

Screenshot-2022-08-28-15-09-18-975-com-t

 

asd

 

(che comunque non sarebbe peggio della netflix italiana di Franceschini).


  • 0

#142 solaris

    Simmetriade.

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7535 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2022 - 14:02

finalmente un'idea nuova, poi loro con le piattaforme sono bravi bravi, inizierei a sentire aruba che dice

 

italiait.jpg

 

italia.it_logo.jpg


  • 0

#143 ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21841 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 28 agosto 2022 - 15:07

 

 

 

 

Scusami ma mi sai dire come mai facciamo pochi figli? Ci sono troppi servizi, troppo welfare 

e troppi babypensionati che si occupano di accudire i nipoti quando potrebbero produrre fino a 80 anni

 

 

si tra l'altro. Non ho mai capito che produttività avrebbe un 70enne a lavoro, ma sicuramente motivandolo vedi come scatta (ad esempio potremmo minacciarlo di licenziarlo) 

 

 

Esempio plastico che gli eletti sono speculari agli elettori, sia come capacità di individuare le priorità che di comprensione del testo. Mi sembra di aver scritto un'affermazione non solo comprensibile ma di una banalità da terza elementare, cioè che in un paese che ha la curva demografica peggiore di tutti i paesi sviluppati la distribuzione della spesa pubblica tra previdenza e sostegno alla natalità deve essere invertita molto rapidamente e che siamo già ampiamente oltre il tempo limite. Se poi voi siete convinti che con il 155% di debito sia possibile fare tutto -ovviamente lagnandoci nel frattempo dell'Europa tiranna, mentre la BCE compra titoli di stato italiani a motopompa mentre vende quelli tedeschi e olandesi- allora alzo bandiera bianca.

 

 

Ma penso di aver capito perfettamente quello che dici. Tu dici che spendiamo troppo per pensioni e quindi dobbiamo spendere di meno. Anche perchè nessuno fa figli e il sistema cosi non regge. Io sto dicendo due cose:

1) che un precario/una precaria i figli non li fa e non certo perchè gli fanno schifo. Lo vedo anche tra le mie colleghe, caso strano appena arriva l'indeterminato si decidono. Come mai non prima? perchè se fare figli vuol dire venire licenziati (cioè non rinnovati) rimandi. Quindi la precarietà è un problema, ma anche un modo per tenere giù i costi. Ignorarlo fa comodo.

2) sulle pensioni, su quali vuoi intervenire? Perchè il grosso non credo siano cifre da capogiro. Siamo pieni di vecchi, pieni di lavoro in nero ma il lavoro nero è sacro perchè tiene giù i costi. Si preferisce continuare ad aumentare l'età pensionabile, mentre si blocca il turnover nella PA. Sempre per risparmiare, eh. Cosi hai un esercito di vecchi, una classe dirigente sempre più vecchia che prende decisioni vecchie, etc, etc.  

 

E' come chi vuole ridurre il debito senza capire che la sua sostenibilità è data dal rapporto con il PIL. Se diminuisci il debito ma crolla il PIL ti sei semplicemente tagliato i coglioni. Ma questa cosa non passa, infatti nel PD hanno candidato Cottarelli. 


  • 0

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#144 Spiritchaser

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2797 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2022 - 15:20

Sicuramente Cottarelli non ha idea di questo oscuro concetto del rapporto debito/PIL.
  • 0

#145 corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12043 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 28 agosto 2022 - 15:23

Sicuramente Cottarelli non ha idea di questo oscuro concetto del rapporto debito/PIL.

probabilmente non ha passato l'esame su Keynes, al contrario del noto economista 


  • 1

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#146 Ortodosso

    baby even the losers

  • Administrators
  • 9931 Messaggi:
  • LocationPortola Valley, CA

Inviato 28 agosto 2022 - 15:57

confesso che neanche sono mai riuscito a passare l'esame di matematica per cui riducendo una voce al 100% di spesa pubblica (pensioni) si rischia di aumentare il rapporto (spesa pubblica / spesa pubblica + reddito privato), mi hanno sempre insegnato che se scende A, matematicamente scende anche A/(A+B), sarà l'aritmetica neoliberista della bocconi


  • -1

voter negativity
Gozer il Gozeriano 119
reallytongues 112


#147 Ortodosso

    baby even the losers

  • Administrators
  • 9931 Messaggi:
  • LocationPortola Valley, CA

Inviato 28 agosto 2022 - 16:05

Bellissimo l'articolo che hai postato, seleziono la frase per me centrale:

 

Recent writings on democratic backsliding do not sufficiently consider this mixed record; their fears are derived too much from the few outstanding cases of populist “success.” This literature highlights deleterious possibilities.

 

Questo effetto di selection bias c'è dappertutto: è sempre più facile a livello giornalistico, a livello di comprensione umana, etc. focalizzarsi sui disastri, anche quando sono pochi. L'esempio con la tabella dei populisti di Weyland è ottimo (c'è stato Berlusconi tre volte, per dire), ma lo vedi dovunque: per esempio nella tematica dell'ambiente, nella tematica del progresso tecnologico ed economico, etc.: un disastro ambientale (non meglio quantificato) o una sugosa pillola di ineguaglianza attrarranno sempre più occhi e (non finissime) menti di un dataset che mostra un trend contrario. È anche sempre più facile fare una previsione banalmente pessimista. Per questo ragionamenti con dati > ragionamenti a chiacchiere, e per questoi Kurt Weyland, i Will MacAskill, i Max Roser sono eroi del nostro tempo.


  • 0

voter negativity
Gozer il Gozeriano 119
reallytongues 112


#148 Mr Repetto

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7186 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2022 - 17:41

Bellissimo l'articolo che hai postato, seleziono la frase per me centrale:

Recent writings on democratic backsliding do not sufficiently consider this mixed record; their fears are derived too much from the few outstanding cases of populist “success.” This literature highlights deleterious possibilities.


Questo effetto di selection bias c'è dappertutto: è sempre più facile a livello giornalistico, a livello di comprensione umana, etc. focalizzarsi sui disastri, anche quando sono pochi. L'esempio con la tabella dei populisti di Weyland è ottimo (c'è stato Berlusconi tre volte, per dire), ma lo vedi dovunque: per esempio nella tematica dell'ambiente, nella tematica del progresso tecnologico ed economico, etc.: un disastro ambientale (non meglio quantificato) o una sugosa pillola di ineguaglianza attrarranno sempre più occhi e (non finissime) menti di un dataset che mostra un trend contrario. È anche sempre più facile fare una previsione banalmente pessimista. Per questo ragionamenti con dati > ragionamenti a chiacchiere, e per questoi Kurt Weyland, i Will MacAskill, i Max Roser sono eroi del nostro tempo.
Epperó
(Relativamente) Bassa probabilità di accadimento * danno incalcolabile = Alto rischio

In più, anche in assenza di svolte autoritarie vere e proprie, qualunque populismo peggiora lo Stato delle democrazia, certamente la qualità del dibattito pubblico, mediamente i risultati rispetto ad un governo non populista.
  • 0

#149 Gozer

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 26211 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2022 - 17:48

Però che il democracy index indichi una tendenza nel mondo in flessione da diversi anni consecutivi (anche da prima della pandemia, così non la incolpiamo di tutto) è un fatto, non è cherry picking dei disastri.

 

Ma poi "few?"... solo in Europa abbiamo avuto vittorie di populisti di estrema destra in Polonia, Ungheria, Serbia, Regno Unito (ok, Johnson e compagnia non sono fascisti, ma Farage ci si avvicina molto e il colpaccio che voleva mettere a segno l'ha messo), e fra poco Italia. In Francia sono ancora tenuti a bada ma sono comunque al loro picco storico.

Nelle Americhe Trump e Bolsonaro, ossia le due nazioni più importanti dei rispettivi continenti (e del mondo, nel primo caso). "Few" 'sta ceppa, quanti diamine ne volete ancora?


  • 0

RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

7 ottobre 2020, il più grande esperto di tennis del forum su Sinner al Roland Garros:

 

Tra due anni torniamo per vincere.

#150 Mr Repetto

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7186 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2022 - 19:15

Però che il democracy index indichi una tendenza nel mondo in flessione da diversi anni consecutivi (anche da prima della pandemia, così non la incolpiamo di tutto) è un fatto, non è cherry picking dei disastri.
 
Ma poi "few?"... solo in Europa abbiamo avuto vittorie di populisti di estrema destra in Polonia, Ungheria, Serbia, Regno Unito (ok, Johnson e compagnia non sono fascisti, ma Farage ci si avvicina molto e il colpaccio che voleva mettere a segno l'ha messo), e fra poco Italia. In Francia sono ancora tenuti a bada ma sono comunque al loro picco storico.
Nelle Americhe Trump e Bolsonaro, ossia le due nazioni più importanti dei rispettivi continenti (e del mondo, nel primo caso). "Few" 'sta ceppa, quanti diamine ne volete ancora?

Credo intendesse few che diventano effettivamente democrazie illiberali o stati autoritari. Comunque “a few”, se questi few fossero Germania e US potrebbero portare il Mondo alla catastrofe, quindi va bene i dati, ma bisogna sempre vedere come uno vuole leggerli e per convincersi di che cosa.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi