Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Chelsea Carmichael - The River Doesn't Like Strangers (Native Rebel Recordings)


  • Please log in to reply
No replies to this topic

#1 Due gocce di lean

Due gocce di lean

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 111 Messaggi:

Inviato 21 gennaio 2022 - 17:27

 c78niw-theriverdo-preview-m3_550x550.jpg

 

Il debut album della sassofonista inglese Chelsea Carmichael è in ambito jazz tra le uscite discografiche più interessanti del 2021, ho visto che nessuno ha citato questo disco nell'apposito thread del meglio dell'anno da poco concluso così ho pensato bene di aprire un thread perché è un lavoro che merita davvero di essere ascoltato. Ha fatto parte della SEED Ensemble e attualmente suona con Theon Cross e Neue Grafik Ensemble

Prima artista ad avere inciso per la Native Rebel Recordings, nuova etichetta fondata da Shabaka Hutchings che ricopre anche le vesti di produttore del disco, al quale ha collaborato anche Eddie Hick (batterista dei Sons Of Kemet). L'influenza di SH è presente un po in tutto l'album, tanto che alcune canzoni potrebbero passare per sue, anche grazie allo stile riconoscibile del già citato batterista dei Sok.

 

The River Doesn't Like Strangers è un disco che sembra scritto per essere ascoltato di notte, è la risposta alla domanda su come suona Londra oggi, ascoltarlo  è come venire trasportati per le strade giamaicane di South London; dalle sonorità delicate e aggressive ma senza mai sfociare nella ferocia del sound tipico di Shabaka,

 

Superiore al debutto di Nubya Garcia e per certi aspetti anche a quello di Moses Boyd (per citare alcuni degli esponenti più in vista della scenza jazz londinese e uk), sicuramente molto più originale e interessante di quanto fatto da Kamasi Washington negli ultimi anni.

 

 

 

 

 

https://www.chelseacarmichael.com/

https://nativerebelrecordings.co.uk/


  • 1




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq