Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Ondalibri: Commenti Alle Classifiche 2020


  • Please log in to reply
47 replies to this topic

#1 Duck

Duck

    Professionista della malafede

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21556 Messaggi:

Inviato 14 dicembre 2020 - 19:39

I commenti di qua, non di là


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Duck tu mi consigliasti di molto bello Delitto e Castigo, che nonostante la lunghezza (per me quello è gia parecchio lunghino) mi piacque parecchio e mi permise anche di fare un figurone con mia cognata in una discussione in cui credeva di tagliarmi fuori.


#2 häxan

häxan

    the nameless uncarved user

  • Moderators
  • 1282 Messaggi:

Inviato 14 dicembre 2020 - 20:16

1. Alasdair Gray - Lanark

2. Michael Swanwick - Stations of the Tide

3. Cergat - Earthmare

4. Thomas Ligotti - Grimscribe

5. Philip K. Dick - The Divine Invasion

6. Pierre Klossowski - Il Bafometto

7. Steven Erikson - The House of Chains

8. Fleur Jaeggy - I beati anni del castigo

9. Jesse Jacobs - Safari Honeymoon

10. Jonathan Hickman - Secret Warriors

 

quest'anno ho letto un sacco di merda e ho un mare di libri da finire, tra saggi e fiction, ho estratto questa istantanea di 10 libri (8+2 in realtà) ma non sono molto soddisfatto di com'è andato l'anno per quanto riguarda la fiction pura, avrei voluto leggere molti più romanzi nuovi, e avrei voluto leggere meglio ma il lockdown ha avuto l'effetto opposto su di me con i vari problemi a concentrarmi e cose del genere, in più ci si è messo lo studio di mezzo.

 

in compenso ho letto molti fumetti (ne ho messi due in coda alla fiction simbolicamente, particolarmente legato a secret warrior con cui durante il lockdown ho iniziato a leggere la marvel saga di hickman) e ho riletto molte cose, tra cui il grimscribe che ho messo in lista e ho iniziato una rilettura di King che avevo in mente da un po'.

 

consiglio particolarmente al forum la mia seconda posizione, high-concepts sci-fi surreale, seppur il plot sia assolutamente comprensibile è più un'esperienza visiva, con personaggi che saltano di capitolo in capitolo in mezzo a scene acidissime (ce n'è una sfondo sessuale parecchio bizzarra); è quel tipo di sci-fi alla wolfe in cui la scienza è indistinguibile dalla magia.


  • 3

I work hard for everything I own

Everything I own chokes me when I sleep


#3 Ganzfeld

Ganzfeld

    Scaricatore di porno

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5450 Messaggi:

Inviato 14 dicembre 2020 - 20:39

Quest'anno non ho praticamente letto una sega, ormai manco la lettura (perlomeno nell'ambito della narrativa) diverte più :(


  • 0

Tuttavia nella mia vita non ho mai smesso di masturbarmi


#4 Acid WaruMonzeamon

Acid WaruMonzeamon

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3067 Messaggi:

Inviato 14 dicembre 2020 - 20:52

ahime st'anno ho letto praticamente solo saggi in qualche modo collegabili alla tesi di ricerca. Detto ciò ringrazio qua Greed per aver consigliato verso la foce e Not per Il sussurro del mondo 


  • 0

#5 Reynard

Reynard

    Bicicletta di grossa cilindrata

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10105 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 14 dicembre 2020 - 21:13

Anch'io letto pochissimo, il lockdown più che stimolarmi mi ha depresso (ho letto qualche saggio storico e qualche stronzatina varia). Una manciata di libri da segnalare per la classifica c'è, ma giusto una manciata.


  • 0
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#6 Siberia

Siberia

    Radical Schick

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7374 Messaggi:

Inviato 14 dicembre 2020 - 21:52

Io ho letto come gli altri anni, anzi nel lockdown ne avevo approfittato per rimediare a due mancanze (I Buddenbrook che metterò in classifica e Il rosso e il nero che invece ho detestato), purtroppo ho rallentato nel periodo estivo.

Comunque aspetto qualche giorno per pubblicarla, ho un paio di libri da finire, oltre ad altri di cui ho letto qualche pagina ma ho rimandato al prossimo anno (o ai prossimi anni). Tra i libri in sospeso anche I beati anni del castigo (citato da haxan), che mi sembrava una di quelle storie di sofferenza, molto aderenti alla realtà ma prive di valore letterario, magari mi sbaglio.
  • 0

#7 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7297 Messaggi:

Inviato 15 dicembre 2020 - 08:13

0. la grande cecità - amitav ghosh 2017
1. casa di foglie - mark z. danielewski 2000 / 2020
2. trilogia della città di k. - ágota kristóf 1998 (1986)
3. febbre da fieno - stanisław lem 2020 (1975)
4. satin island - tom mc carthy 2015
5. venti giornate di torino - giorgio de maria 1977 / 2017
6. oval - elvia wilk 2019
7. dalle rovine - luciano funetta 2015
8. ballardismo applicato - simon sellars 2020 (2018)

Ci ho provato a fare una lista del nuovo millennio, anche barando un po' (considerando le ripubblicazioni e sforando nel caso irrinunciabile della Kristóf), ma a 10 non ci sono arrivato (ho letto qualche altro titolo recente ma non mi va di citarlo). Le ultime tre posizioni sono anche un (bel) po' distaccate dalle altre.

 

altri in ordine sparso del vecchio millennio:

fuga da bisanzio - isosif brodskij
la fine della strada - john barth
correzione - thomas bernhard
the haunting of hill house - shirley jackson
eclisse della ragione - max horkheimer
delitto e castigo - fëdor dostoevskij
verso la foce - gianni celati
il grande ritratto - dino buzzati

Rifugiarsi nei più o meno classici del millennio scorso è più facile, ma volevo citare qualche titolo in più.

In particolare Dostoevskij irrinunciabile, Il grande ritratto totalmente Buzzanti, non capisco perché mai citato e mal considerato, Bernhard che gli vuoi dire, Verso la foce grazie a Greed.


  • 0

#8 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7297 Messaggi:

Inviato 15 dicembre 2020 - 10:09


Guccini / Macchiavelli - Che cosa sa Minosse
Com'è? Avevo una mezza idea di regalarlo a mio padre (amante ma non fan di Guccini).

  • 0

#9 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14441 Messaggi:

Inviato 15 dicembre 2020 - 10:22

Il lockdown mi ha dunque dato una mano per "liquidare" finalmente un bel po' di roba dagli scaffali della libreria dedicati ai libri italiani, ingombri da anni di classici. Finito il lockdown mi sono rimasti li' a meta':

 

Partigiano Johnny: mi stava anche entusiasmado, come ne avevo scritto, ma boh, da mesi non riesco piu' a riprenderlo

 

Promessi sposi: bello dai, solo che il romanzo nel romanzo sulla Monaca di Monza e' talmente piu' fico e intenso di tutto il resto che quasi volevo piantare li' dopo quei due capitoli.

 

7080555.jpg

 

Gertrude spacca!

 

 


Guccini / Macchiavelli - Che cosa sa Minosse
Com'è? Avevo una mezza idea di regalarlo a mio padre (amante ma non fan di Guccini).

 

 

Beh, e' carino e molto svelto. Forse piu' di Guccini che di Macchiavelli, quindi un po' debole come trama. E' un po' il suo solito racconto sulle atmosfere del vivere in un paese di montagna, con un piccolo mistero a fare da scusa. Io l'ho imprestato a mio padre e a lui e' piaciuto.


  • 0

#10 bachelor kisses

bachelor kisses

    always crashing in the same car

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 777 Messaggi:

Inviato 15 dicembre 2020 - 17:24

 

0. la grande cecità - amitav ghosh 2017
1. casa di foglie - mark z. danielewski 2000 / 2020
2. trilogia della città di k. - ágota kristóf 1998 (1986)
3. febbre da fieno - stanisław lem 2020 (1975)
4. satin island - tom mc carthy 2015
5. venti giornate di torino - giorgio de maria 1977 / 2017
6. oval - elvia wilk 2019
7. dalle rovine - luciano funetta 2015
8. ballardismo applicato - simon sellars 2020 (2018)

Ci ho provato a fare una lista del nuovo millennio, anche barando un po' (considerando le ripubblicazioni e sforando nel caso irrinunciabile della Kristóf), ma a 10 non ci sono arrivato (ho letto qualche altro titolo recente ma non mi va di citarlo).
 

altri in ordine sparso del vecchio millennio:

fuga da bisanzio - isosif brodskij
la fine della strada - john barth
correzione - thomas bernhard
the haunting of hill house - shirley jackson
eclisse della ragione - max horkheimer
delitto e castigo - fëdor dostoevskij
verso la foce - gianni celati
il grande ritratto - dino buzzati

Rifugiarsi nei più o meno classici del millennio scorso è più facile, ma volevo citare qualche titolo in più.

In particolare Dostoevskij irrinunciabile, Il grande ritratto totalmente Buzzanti, non capisco perché mai citato e mal considerato, Bernhard che gli vuoi dire, Verso la foce grazie a Greed.

 

 

Mi parli de La casa di foglie? Ce l'ho nel carrello da mo'. Grazie. :*


  • 0

Why should you want any other, when you're a world within a world?


#11 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22408 Messaggi:

Inviato 15 dicembre 2020 - 17:29

bravo 100k, mi hai dato un paio di bei spunti.

e pure hàxan.


  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#12 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7297 Messaggi:

Inviato 15 dicembre 2020 - 18:58

Grazie, è la cosa che fa più piacere, anch'io studio sempre la classifica di häxan che di solito è quello fuori dal coro. In questo caso mi ha ricordato di Ligotti, che bisogna tornare a leggere.

 

@bachelor: casa di foglie è fondamentalmente un creepy-pasta di 700 pagine prima che esistessero i creepy-pasta, ma anche un bellissimo meta-romanzo da ricostruire a posteriori, ma anche uno dei massimi esempi(?) della lettura ergodica (qui lascio spazio a chi ne sa).

A prescindere da tutti i discorsi di seminalità ecc., ciò che conta per me è che sia un bellissimo meta-romanzo (ovviamente postmoderno fino al midollo -> a me piace, ma avvertito) che gioca con forma&struttura non solo delle frasi/pagine stampate ma anche con quelle del romanzo stesso (in questo caso horror). La vera magia infatti è che nonostante tutti i meta-livelli presenti, i palesi giochi con l'aspettativa dello spettatore, le innumerevoli citazioni interne ed esterne, rimane una storia avvincente e affascinante che conduce il lettore nello stesso labirinto in cui si muovono i suoi personaggi.

Dire di più è davvero difficile, ma posso linkarti qualche immagine, il reddit relativo (da consultare solo dopo, però) ed eventualmente il forum dedicato (idem).

Se parliamo di classifica, sicuramente la prima posizione sopra alla Kristóf è esagerata, ma sticazzi dai, viva l'entusiasmo.


  • 0

#13 Dark Mavis

Dark Mavis

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1289 Messaggi:

Inviato 15 dicembre 2020 - 19:03

Non l’ho inserito ma anche Il verificazionista di Donald Antrim è interessante.


  • 0

#14 Reynard

Reynard

    Bicicletta di grossa cilindrata

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10105 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 15 dicembre 2020 - 21:34


10. Shirley Jackson - Abbiamo sempre vissuto nel castello



Ho dimenticato questo!

Vado ad aggiungerlo alla mia lista.


  • 0
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#15 Dudley

Dudley

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1860 Messaggi:

Inviato 16 dicembre 2020 - 13:36

Tendenze personali che, quest’anno, ho riscontrato in modo ancor più marcato rispetto al passato:

  • Forte predilezione per le riletture (ho già in cantiere – tipo per la terza volta – Pierre Michon, mi sono procurato il suo “Vies minuscules” pure in francese, e il Goyen l’ho letto due volte a distanza di pochi mesi).
  • Predilezione, nei limiti del possibile, per gli scrittori di lingua italiana
  • Soglia di sopportazione (di quanto non mi piace) in forte ribasso, oramai non porto a termine … boh, la lettura di 1 libro su 2?

Ehm … a ben pensarci, tutti sintomi dell’invecchiamento! asd


  • 1

#16 Dudley

Dudley

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1860 Messaggi:

Inviato 16 dicembre 2020 - 16:04

Stavo per dare un "-" al buon Azevedo ... ma poi ho pensato che probabilmente, digitando la posizione in classifica del Tuena, gli è scappato un "3" di troppo ...
Azevedo, correggere im-me-dia-ta-men-te!!!!!!!!!!!   asd

Scherzi a parte 1: bella lista, la tua

Scherzi a parte 2: il Tuena come sapete è un mio chiodo fisso ... :P


  • 0

#17 azevedo

azevedo

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 620 Messaggi:

Inviato 16 dicembre 2020 - 17:51

:)

Mi è piaciuto molto il Tuena, tanto che l'ho consigliato a destra e a manca. La posizione è indicativa, avevo l'imbarazzo della scelta quest'anno.
  • 0

#18 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7297 Messaggi:

Inviato 18 dicembre 2020 - 21:23

Liste bellissime Greed, anche solo per i titoli (delle liste, non dei libri (cioè belli anche quelli, poi molti in wishlist, ma ecco insomma hai capito)).

Mi piace che vai molto ad autore, anch'io quando mi prendo bene faccio così, possibilmente in ordine cronologico, ma quando vedo bibliografie come quella di Celati (per dire) un po' mi sconforto e so già che andrò a prendere i titoli più noti (e reperibili).

Domanda più o meno related: ma tu, Nori?

 

@duck: mi hai ricodato che mi ero dimenticato di mettere Morselli: Dissipatio H.G. uno dei libri dell'anno, sicuramente.


  • 0

#19 Duck

Duck

    Professionista della malafede

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21556 Messaggi:

Inviato 19 dicembre 2020 - 10:24

@duck: mi hai ricodato che mi ero dimenticato di mettere Morselli: Dissipatio H.G. uno dei libri dell'anno, sicuramente.

 

Anch'io ci sono arrivato per quella via lì ma poi mi son detto che non era periodo e quindi ho cambiato libro asd Questo veramente una sorpresa e fin troppo di attualità.

 

Per il resto c'è Landolfi, che m'ha proprio rimescolato con tutti quei personaggi solitari, incattiviti, in preda alle loro ossessioni (la maggior parte veramente inquietanti). Essendo un'antologia, selezionata da Calvino, si riesce a godere di tante cose diverse, compresi i racconti sul gioco d'azzardo e quelli più filosofici (terribile quello con gli "alieni" che non conoscono la morte). Ora comincio Racconto d'autunno, un suo breve romanzo, a conferma di quanto mi sia piaciuto.

Poi vabbeh ci sono i cattivi: Easter Parade di Yates è un pugno allo stomaco ogni pagina che passa per come distrugge qualsiasi forma di felicità, Waugh era uno stronzo perfino coi figli, figuriamoci coi personaggi. Compulsion di Levin è una godibilissima versione romanzata del delitto del secolo: due ragazzini minorenni ne uccidono un altro poco più giovane di loro semplicemente per provare che (imbevuti di stronzate superomistiche) semplicemente lo possono fare alla luce della loro superiorità intellettuale. Una storia malatissima ma che tiene incollati. Di Boll ne ho già parlato nel thread ed è un romanzo in cui filtra qualche speranza nonostante la distruzione post-bellica della Germania.

Meno male che c'è stato un po' di sollievo asd I racconti di Dahl sono imperdibili nel loro mix di sorpresa, piccineria umana e elementi inquietanti presi dalla vita di tutti i giorni. Wodehouse (qui ho riportato Right ho, Jeeves ma ne ho letti altri 5...) diverte sempre e meno male che c'è lui.


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Duck tu mi consigliasti di molto bello Delitto e Castigo, che nonostante la lunghezza (per me quello è gia parecchio lunghino) mi piacque parecchio e mi permise anche di fare un figurone con mia cognata in una discussione in cui credeva di tagliarmi fuori.


#20 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7297 Messaggi:

Inviato 19 dicembre 2020 - 11:08

Volevo giusto chiederti del Comunista, perché Dissipatio clamoroso ma anche molto sui generis, non sono sicuro di voler proseguire con Morselli su altri temi ma sono tutt'orecchi.

Landolfi devo ancora capirlo: ho letto Ombre e il Mar delle blatte e non so bene cosa pensarne: alcuni racconti (Il mar delle blatte appunto) fantastici (in tutti i sensi), altri mi hanno colpito molto meno.


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq