Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Sto Pensando Di Finirla Qui (Kaufman, 2020)


  • Please log in to reply
24 replies to this topic

#1 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6364 Messaggi:

Inviato 14 settembre 2020 - 07:46

sto-pensando-di-finirla-qui-locandina.jp

 

la recensione: http://www.ondacinem...inirla-qui.html

 

 

I'm thinking of ending things. Ho grossi, grossi problemi con quei dialoghi.

 

ps. color grading devastante.


  • 3

#2 thom

thom

    The infrared insert of memory encouragement immersion

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2815 Messaggi:

Inviato 14 settembre 2020 - 10:30

ps. color grading devastante.

 

ah, ecco - ti tengo d'occhio


  • 1

#3 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16384 Messaggi:

Inviato 14 settembre 2020 - 12:53

Aprite il thread che Kaufman lo merita ;)
  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#4 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18104 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 16 settembre 2020 - 07:35

bella la fotografia!

 

I'm thinking of ending things. Ho grossi, grossi problemi con quei dialoghi.

 

ps. color grading devastante.

 

 

 

 

L'ho visto con grandissimi problemi anche io, ne ho capito il senso (onanismo del regista sul tempo che passa) ma troppe parole diosanto, statevi zitti un attimo.


  • 0

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#5 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6364 Messaggi:

Inviato 16 settembre 2020 - 08:03

L'ho visto con grandissimi problemi anche io, ne ho capito il senso (onanismo del regista sul tempo che passa) ma troppe parole diosanto, statevi zitti un attimo.

 

 

Spoiler

  • 3

#6 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14067 Messaggi:

Inviato 16 settembre 2020 - 09:46

Per me gran film e basta. 

 

La ricostruzione a posteriori alla Lynch (che leggo essere la chiave del libro da cui e tratto) e' uno sterile specchietto per le allodole, di cui secondo me lo stesso Kaufman si prende gioco nell'ultimo quarto d'ora meta-tutto, con i suoi cinque o sei finali sempre piu' "finti". Finale brovvoggadorio che comunque ha messo alla prova la mia pazienza. Mi ha ricordato gli ultimi venti minuti di autodistruzione di "Takeshi's" di Kitano, film con cui, a pensarci, ha anche altri punti in comune. Comunque, fosse finita con l'incontro nel corridoio per me era Capolavoro secco. Anche cosi' film "solo" molto divertente, molto inquietante, molto personale. Mi basta.

 

Io ho preso il tutto molto piu' semplicemente come la cronaca di una serata su una coppia gia' finita, in cui la realta' e' continuamente deformata dal continuo mutare degli stati d'animo e da tutto quello che passa normalmente in testa alle persone: ricordi, paure, entusiasmi, preoccupazioni, mescolati a frammenti di libri, articoli, studi, film, canzoni. Davvero importa a chi vanno attribuiti quegli stati d'animo? Anzi e' proprio l'ambiguita' non risolta il succo di tutto. Per dire, i monologhi interiori di lei sono davvero suoi o di lui che glieli attribuisce, che infatti pare sentirli? Ridurre tutto alla fantasia di un terzo e' sminuente.

 

Facile stimare Kaufman negli anni zero, quando era cool farlo. Ora che e' meno di moda da piu' soddisfazione.


  • 2

#7 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18104 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 16 settembre 2020 - 11:16

Per me gran film e basta. 

 

La ricostruzione a posteriori alla Lynch (che leggo essere la chiave del libro da cui e tratto) e' uno sterile specchietto per le allodole, di cui secondo me lo stesso Kaufman si prende gioco nell'ultimo quarto d'ora meta-tutto, con i suoi cinque o sei finali sempre piu' "finti". Finale brovvoggadorio che comunque ha messo alla prova la mia pazienza. Mi ha ricordato gli ultimi venti minuti di autodistruzione di "Takeshi's" di Kitano, film con cui, a pensarci, ha anche altri punti in comune. Comunque, fosse finita con l'incontro nel corridoio per me era Capolavoro secco. Anche cosi' film "solo" molto divertente, molto inquietante, molto personale. Mi basta.

 

Io ho preso il tutto molto piu' semplicemente come la cronaca di una serata su una coppia gia' finita, in cui la realta' e' continuamente deformata dal continuo mutare degli stati d'animo e da tutto quello che passa normalmente in testa alle persone: ricordi, paure, entusiasmi, preoccupazioni, mescolati a frammenti di libri, articoli, studi, film, canzoni. Davvero importa a chi vanno attribuiti quegli stati d'animo? Anzi e' proprio l'ambiguita' non risolta il succo di tutto. Per dire, i monologhi interiori di lei sono davvero suoi o di lui che glieli attribuisce, che infatti pare sentirli? Ridurre tutto alla fantasia di un terzo e' sminuente.

 

Facile stimare Kaufman negli anni zero, quando era cool farlo. Ora che e' meno di moda da piu' soddisfazione.

 

per carità, però magari un pò di ironia e sintesi avrebbe aiutato lo spettatore a guardare il film. Ho trovato più divertente il settimo sigillo o il cavallo di torino.


  • 0

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#8 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14067 Messaggi:

Inviato 16 settembre 2020 - 12:11

Di ironia ce ne' a badilate. Come del resto pure nel Settimo sigillo (non a badilate, ma ce n'e').


  • 1

#9 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7137 Messaggi:

Inviato 19 settembre 2020 - 06:42

Visto.
A parte che mi viene da difendere Kaufman a prescindere, per me buono e anche molto più esplicito/chiaro degli altri film.
Di ironia ne vedo tanta, e la prima parte non mi sembra così calcata sul thriller, anzi mi sembra quasi subito chiaro che il genere sia uno specchietto per le allodole di cui sfruttare gli stilemi per dire altro (la cantina da non visitare per non vedere la "triste verità"). Le citazioni sì alcune un po' macchinose ma niente di così fastidioso per me. Le due ore abbondanti non sono risultate pesanti e, considerato anche cosa si vede alla fine (cioè per quasi un'ora due in macchina), forse è addirittura merito dei dialoghi.
Le fantasie infine non sono di un terzo ma di lui, invecchiato e sovra-acculturato come dice solar, ma pur sempre solo un bidello/essere umano che sognava di diventare altro. Il classico quello che avrebbe potuto essere se (posto che anche il "se" se lo immagina lui).
  • 0

#10 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6364 Messaggi:

Inviato 19 settembre 2020 - 08:20

Ripensandoci, si sono smussati gli spigoli ed è cresciuto il senso, ma la visione in sé non è stata un piacere per me. Forse davvero l'italiano ha inciso troppo. Devo comunque ammettere di non amare i film a piece teatrale borghese solo dialoghi, per dire pur amando Polanski non mi è piaciuto nemmeno Carnage.

 

p.s. per i posteri: non m'ha fatto così cagare da aprirci un topic, l'han fatto i moderatori :D


  • 0

#11 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16384 Messaggi:

Inviato 19 settembre 2020 - 09:09

 la prima parte non mi sembra così calcata sul thriller, anzi mi sembra quasi subito chiaro che il genere sia uno specchietto per le allodole di cui sfruttare gli stilemi per dire altro (la cantina da non visitare per non vedere la "triste verità").

 

interessante notare in giro per l'internet la gente che è cascata nel tranello di Kaufman e parla di film sullo stupro o giù di lì


  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#12 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7137 Messaggi:

Inviato 19 settembre 2020 - 09:34

Immagino siano la stessa gente di quell'altro topic là sugli americani.


  • 0

#13 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16384 Messaggi:

Inviato 19 settembre 2020 - 09:36

ahahah immagino di sì


  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#14 pooneil

pooneil

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5758 Messaggi:

Inviato 19 settembre 2020 - 14:49

Appena visto, una visione piacevole e rilassante in questo pigro pomeriggio di fine estate, nonostante qualche momento di imbarazzo e di fastidio. credo comunque che la cuteness della protagonista durante le scene dentro la casa di campagna mi abbiano aiutato a considerare il film più godibile di quanto lo sia in realtà. per il resto, l'ingarbugliamento finale, i poco accattivanti indizi sparsi qua e là, una certa puerilità e la generale auto-commiserazione sono marchi di fabbrica di Kaufman, autore bravo ma troppo tentennante e che ha fatto dei passi indietro rispetto a Synecdoche, New York a livello cinematografico (non ho visto Anomalisa, direi che non mi perdo niente).

 

se vi interessa il tema di una vita vissuta attraverso i media vi consiglio* What Happened was... (1994), di quel Tom Noonan presente nei due film di Kaufman prima di questo (andava in Corrispondenze), opera più incisiva e senza il bisogno di avere strutture metafisiche a sostegno

 

*tranne che a Solaris, dato che è film dall'impianto molto teatrale


  • 1

#15 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14067 Messaggi:

Inviato 19 settembre 2020 - 16:09

se vi interessa il tema di una vita vissuta attraverso i media vi consiglio* What Happened was... (1994), di quel Tom Noonan presente nei due film di Kaufman prima di questo (andava in Corrispondenze)

 

Interessante, non conoscevo l'esistenza di una carriera registica del grande (in tutti i sensi) Noonan.


  • 0

#16 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7137 Messaggi:

Inviato 19 settembre 2020 - 17:00

Però se ti piace Kaufman, Anomalisa recuperalo. Per me meglio di questo (che difendo, ma comunque mi sembra il più debole dei film di Kaufman da regista).
  • 1

#17 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22151 Messaggi:

Inviato 20 settembre 2020 - 09:26

Anomalisa penso sia la cosa più brutta di sempre ashd
  • 1

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#18 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23715 Messaggi:

Inviato 20 settembre 2020 - 09:35

No dai, decisamente meglio questo di Anomalisa.

Ci sono tutti i tic e le assurdità di Kaufman, svolazzi poetici a non finire: ancora un film da far decantare e rivedere tra 5-10 anni. Sperare ancora in qualcosa al livello di Synecdoche sarebbe ingiusto.


  • 1

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#19 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7137 Messaggi:

Inviato 20 settembre 2020 - 11:14

Boh, non capisco il vostro astio per Anomalisa.
Però ok, l'importante è che almeno non si tocchi Synecdoche.
  • 0

#20 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16384 Messaggi:

Inviato 20 settembre 2020 - 11:24

Anomalisa è un bel film. Più piccolo e per certi versi più compiuto, usa la tecnica della stop motion in maniera acutissima. Magari manca l'ambizione di "Sto pensando di finirla qui", non invita alla revisione, però i brutti film sono altri.
  • 2
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq