Vai al contenuto


Foto
* * * * - 8 Voti

[Disco Dell'anno?] Gezan - Klue


  • Please log in to reply
34 replies to this topic

#1 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18076 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2020 - 10:20

I Gezan sono questi qui. Finora non si erano distinti, ma il loro ultimo album per me fa il salto di qualita'. Linko la recensione di Ondarock  :OR:

 

 

np_file_1110.jpg

 

 

Disco impegnativo perche' va ascoltato tutto d'un fiato senza skippare. In sostanza e' un disco monotraccia diviso in 13 "canzoni". Virgolette d'obbligo perche' ogni pezzo sconfina nel successivo, dato che hanno tutti lo stesso bpm. La musica usa tecniche dub come i loop di voci campionate che diventano la base ritmica, o il rullante con l'eco, su cui si aggiungono strati e strati di suoni ambientali, altre voci cantate, urla o sfuriate varie.

Gli arrangiamenti sono piu' vicini al post-hardcore/j-rock contemporaneo, con chitarre effettate e volumi alti ma la varieta' e' tale che puoi tranquillamente finire per fischiettare un pezzo j-pop un po' decostruito appena dopo una jam o un vortice di distorsioni.

La voce puo' urtare ma si passa da sussurri a urla a vocine j-pop post-inalazione di elio, e questo senza contare le varie frasi campionate che creano giochi ritmici in sottofondo. C'e' varieta' insomma.

 

I testi e l'attitudine sono molto politici e critici - essendo per lo piu' in giapponese puo' passare inosservato ma l'atmosfera e' decisamente unsettling.

 

Per me tra le uscite piu' creative degli ultimi anni. 


  • 2

#2 PDeVo

PDeVo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3498 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2020 - 10:32

Sì direi che è già disco dell'anno


  • 1

#3 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18076 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2020 - 10:37

Comunque sono stato troppo cattivo. Erano bravi e particolari anche prima ma qui appunto c'e' il salto di qualita' e stilistico quindi possono piacere anche a chi non mastica il genere.


  • 0

#4 good vibrations

good vibrations

    Utente in cerca di nuovi stampi per il rock

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7644 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 12 agosto 2020 - 10:56

Sì direi che è già disco dell'anno


Tra questo, Fiona Apple, Protomartyr e Microphones direi che abbiamo già tutte le pietre miliari del decennio '20-'29
  • 0
Immagine inserita

#5 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22144 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2020 - 16:53

Disco Dell'anno?

 

Direi che la risposta è un no abbastanza secco. Un pastrocchio senza capo né coda, tipico esempio di quella che chiamo musica giapponese per occidentali: vocine, rumoretti, casino senza struttura, ecc. ecc.

Non c'è niente da fare, dai tempi del japanoise e dello Shibuya kei continuiamo a sbrodolare per il lato weird della loro musica (che in realtà è la copia esatta del lato weird della nostra) a discapito di coloro che davvero hanno rilevanza. È appena uscito un disco giapponese molto bello da un milione di copie in sette giorni, ma qui ce la meniamo per i Gezan: sintomatico è dir poco.

Chiedo scusa Bosforo, ma sto inveendo contro 'sta sozzeria da mesi (grazie Rym).


  • 1
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#6 servant

servant

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 440 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2020 - 17:05

A me ha lasciato freddino, troppo ripetitivo e, come dice gozer, anche per me inconclusivo. La voce pure mi è venuta presto a noia.

 

(Ma questo disco da un milione di copie qual'è?)


  • 0

#7 Dark Mavis

Dark Mavis

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1200 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2020 - 17:41

 È appena uscito un disco giapponese molto bello da un milione di copie in sette giorni, 

 

Ostrega. Che disco è?


  • 0

#8 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22144 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2020 - 19:23

Tate bboni, tanto esco la rece a breve, non intasiamo il topic della pietra miliare. :P


  • 1
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#9 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18076 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2020 - 21:35

Non c'è alcun nesso misurabile tra Gezan, il japanoise e lo shibuya-kei.

I Gezan sono un gruppo di nicchia ma il disco è prodotto bene e ben suonato; loro hanno radici nel post hardcore e qui hanno spaziato e fatto un discorso a parte ma come produzione e regia niente da dire. Anche le parti rumorose sono ben organizzate. Su RYM forse qualcuno ha idealizzato il lato polemico del disco ma penso abbia catturato anche per l'indiscutibile originalità (parliamo del disco dell'anno dopotutto!)

Il japanoise è una merda di genere ma trascurabile, lo seguono pochissimi appassionati a cui piace più l'idea che la musica (voglio sperare). I Gezan dimostrano di non snobbare anche il pop più orecchiabile nei pezzi melodici di quest'album ma anche in certe cose precedenti, quindi non è il solito weirdume che piace ai non giapponesi.

Lo shibuya-kei è un genere pop per nulla weird. Se piace anche in occidente è perché è il corrispettivo giapponese dell'ondata di pop citazionista postmoderno dei 90s alla Beck, Stereolab, Cardigans, ecc. Bella musica, bei suoni.

Anche se su RYM andasse solo un tipo di musica giapponese pazienza. È una community sempre meno rilevante (ammesso che lo sia mai stata).
  • 0

#10 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22144 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2020 - 22:01

Che lo Shibuya kei non sia weird lo dici tu: la sua estetica strampalata con colori eccessivi e acconciature ridicole parlava da sé: https://lastfm.freet...0f024391c7ced48

(Ma anche la musica direi: https://www.youtube....h?v=nbjKMxyayrE  :facepalm: )

 

Il nesso c'è eccome, nella misura in cui del Giappone sembra che dobbiamo sorbirci soltanto la musica strampalata: o il pop eccessivo e un po' ridicolo dello Shibuya kei, o il noise estremo, o i Gezan che sembrano una sorta di misto delle due cose (brani con rumori molesti più o meno indistinti con melodie basic cantate da vocine urticanti). 

Rym non è mai stata rilevante in assoluto, ma lo è qui dentro e di che tinta, tant'è vero che stiamo parlando di questo e non di altri dischi giapponesi del momento.

 

L'asse Beck-Stereolab-Cardigans temo che mi sfugga, ma non voglio indagare.


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#11 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18076 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2020 - 22:25

Non *dobbiamo* sorbirci niente, tantomeno in questo forum dove si è parlato di una marea di roba di ogni tipo dal Giappone.

Sei tu che scegli di parlare di questo disco che non ti piace invece di promuovere quello che ti piace eh
  • 0

#12 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22144 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2020 - 22:42

Veramente no, di quello che mi piace ho sempre parlato o ne parlerò a tempo debito. 

 

Sul "dobbiamo sorbirci" invece mi spiace, ma dobbiamo è il verbo giusto. Tu ci hai aperto il thread ma Good e PDevo già lo conoscevano, a riprova che si era già fatto notare (immagino il tramite sia stato RYM, da cui il fatto che qui dentro è rilevante eccome): così non è stato per qualsiasi altro disco giapponese significativo degli ultimi tempi. 

Ma non è il forum di Ondarock a essere strano, è il mondo dell'ascoltatore alternativo occidentale che verso il Giappone ha questo atteggiamento, qui dentro ne diamo solo la conferma, e il disco in questione ne è simbolo.

Precisato questo siete liberissimi di sciropparvelo, ci mancherebbe: se per te è la cosa più bella che hai sentito di recente non pretendo certo di farti cambiare idea. Mi interessava solo descriverne la fenomenologia, che personalmente trovo deleteria, tutto qui.


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#13 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18076 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2020 - 23:04

Non me lo sciroppo, me lo ascolto per scelta perché mi piace, come penso facciano Devo e Good che immagino abbiano apprezzato l'atmosfera tesa o la produzione o le canzoni. Più facile sia così che non l'influenza di ben 5 recensioni entusiaste di RYM e meno di mille voti e un 127esimo posizionamento in classifica. Ascolto con altrettanto piacere Suchmos, Indigo e roba del passato non necessariamente hip o sdoganata da un guru tipo Cope.
Vorrei farti capire che la categoria in cui li infili è semplicemente l'insieme 'musica_giapponese_che_non_piace_a_gozer' che racchiude tutta la musica dal Giappone con che non ti arriva, indipendentemente dal contenuto musicale (certa non arriva manco a me, tipo il japanoise ma non per questo metto dentro roba senza un collegamento dimostrabile - le vocine non hanno senso, mica parliamo dei melt banana ma di un disco con un uso molto variegato della voce umana).
  • 0

#14 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22144 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2020 - 23:14

La categoria in cui li infilo è "musica giapponese che non è rilevante", semplicemente perché... beh, non è rilevante. Non se la fila nessuno e non mi pare stia dettando particolari trend anche solo di nicchia (loro pubblicano da undici anni, direi che se dovevano smuovere qualche foglia, l'avrebbero già smossa). Che non mi piaccia c'entra ben poco, al massimo è una conseguenza, non una causa. Così come tu sei liberissimo di adorarla.

 

Quanto al resto, ti ringrazio perché vuoi "farmi capire". Se vuoi farmi capire allora è tutto un altro discorso. Del resto da ciò che dici mi appare palese che in queste cose non c'è affatto una fenomenologia ben precisa. Sono sicurissimo che questo disco è a mille voti su RYM (cifra notevolissima per un disco giapponese recente) perché tutti gli ascoltatori hanno un pensiero completamente indipendente e in-influenzabile e non esiste alcuna meccanica studiabile in questi casi. Gira gira si torna sempre lì: appena si fa un passo oltre il "mi piace"/"non mi piace" giù terrorismo (e buon meme idiota a chi vorrà farcene). Bona dai, che tanto su 'sto discaccio non ho altro da dire.


  • 1
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#15 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18076 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2020 - 23:19

Bona dai, che tanto su 'sto discaccio non ho altro da dire.


Eh sì, si è visto asd
  • 0

#16 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22144 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2020 - 23:25

Vabè, se trolli ovvio che ti rispondo, che pretendi?

"Vorrei farti capire" per poi negare robe come la fenomenologia della musica, che quando ti pare però sbandieri ai quattro venti lanciando anatemi che manco Khamenei, vedi i tuoi recenti strali acidissimi sui gruppi UK e il loro pubblico: lì però guai a dire che è solo perché rientrano nell'insieme "musica_britannica_che_non_piace_a_bosforo", vero? Lì i motivi sono reali e tangibili scommetto... beh, dunque forse lo sono anche qui riguardo a quello che ho detto io. 

Il che non c'entra niente col fatto che questo disco possa piacerti o meno, ripeto. Più che dirti "buon pro ti faccia" non posso fare eh. 


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#17 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18076 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2020 - 23:45

"trolli"

Stai andando avanti da 1 ora a parlare di un disco di cui apparentemente non ti interessa, lanciando a ogni post una scagazzatina passive aggressive (però non ti interessa eh), con tanto di uscita di scena drammatica per avere l'ultima parola. il tutto perché ti secca che il forum apprezzi un disco di nicchia anziché la *musica di rilievo* (peraltro per scelta di genere e stilistica non può che essere di nicchia, non è che han fatto un disco rap pop che ha floppato). Degli anni 90 UK come mai hai perso tempo coi Long fin killie, la cui esistenza non ha cambiato niente, quando potevi dedicarti ai rilevanti D-Ream?

Non ho negato alcuna fenomenologia, semplicemente sottolineato come tu faccia un calderone assolutamente arbitrario di musica che non ha niente in comune se non l'essere alternativa al mainstream e che non ti piace ma che piace ad appassionati di... musica alternativa al mainstream (shibuya-kei/japanoise/questo. Ora i Flippers Guitar fanno dub-hardcore?). L'indie UK attuale che odio è figlio di una manciata di etichette e di band tutte vicine, ed è agli effetti un genere con tratti stilistici simili non un insieme che esiste solo nella mia testa. Non mi sembra in topic, qui si parla di musica giapponese per occidentali.
  • 0

#18 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22144 Messaggi:

Inviato 13 agosto 2020 - 00:01

Aridaje: non sto parlando del disco, sto parlando di ciò che ci sta intorno, del disco in sé ho parlato nel primo post, più di quello non ho da dire. 

Riguardo al resto, la musica giapponese di cui sto parlando non esiste solo nella mia testa: penso di saperne distinguere la fenomenologia, ascoltandola da prima di te, conoscendone più dischi di te, conoscendone la storia più di te, ecc. ecc. Non ho messo nell'insieme tutta la musica giapponese alternativa al mainstream, ma solo una parte ben precisa, quella che estremizza determinate caratteristiche. E infatti quel "che piace ad appassionati di musica alternativa al mainstream" è errato: se fosse così, ci entrerebbe molta più gente, di cui invece qui in Occidente non frega una ceppa a nessuno. Quello è soltanto il primo filtro, poi ce n'è un secondo, ed è quello che dico io, per cui dal Giappone continuano ad arrivare, dopo quasi trent'anni, sempre la stessa tipologia di cose.

Che per la roba UK diventi magicamente tutto simile, perché ti fa comodo, si commenta ovviamente da sé.

Per me possiamo chiuderla qui e potete tornare a quant'è bello 'sto discone, ma se continui a rispondere millantando che mi invento le cose, non sono ovviamente disposto a mollartela. Fate vobis.


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#19 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18076 Messaggi:

Inviato 13 agosto 2020 - 00:23

E io nego che sia questo disco che lo shibuya kei corrispondono allo stereotipo che hai tratteggiato. Se per te le voci del primo e la sua estetica opprimente e dinamitarda sono paragonabili alla filosofia pop cut & paste archivista e postmoderna del secondo (che per la maggior parte è molto pop e melodico) ok, ma per me non esiste. Dello SK ricordo di averne parlato con un prof all'uni che ha vissuto in Giappone negli anni 80/..90 ma forse hai ragione, non colgo le sfumature" :rolleyes:

Magari lasciamo parlare chi ha apprezzato invece di dar loro delle pecore influenzabili. Possibile sia difficile capire perché un disco così intenso e particolare piaccia per motivi prettamente musicali?


*che poi sono concorde su una cosa : certi occidentali sono fissati col lato freaky del Giappone, le ragazze kawaii, le stramberie, gli eccessi e si aspettano di ritrovare quella sottocultura in tutto e c'è della musica che fa suo quel misto di chiasso assordante e cuteness spinta ma per me qua non è applicabile.
  • 0

#20 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22144 Messaggi:

Inviato 13 agosto 2020 - 00:52

Ah ma tu puoi negare quello che ti pare, figurati. Fatto sta che estetica opprimente e dinamitarda vuol dire tutto e niente: ci sono le linee vocali pop (nel senso più alternativo del termine per carità) deformate da timbriche urticanti. In questo l'elemento weirdness che in Occidente ricerchiamo obbligatoriamente in Giappone è pienamente rispettato.  

Poi io non ho detto che questo disco è Shibuya kei, quindi sottolineare le differenze fra i due, come se lo avessi fatto, è... com'è che ti piace tanto dire ultimamente? Ah sì, straw man argument

 

Bellissimo anche il "lasciamo parlare chi ha apprezzato invece di dar loro delle pecore influenzabili", visto che è subito seguito da "certi occidentali sono fissati col lato freaky del Giappone, le ragazze kawaii, le stramberie, gli eccessi e si aspettano di ritrovare quella sottocultura in tutto e c'è della musica che fa suo quel misto di chiasso assordante e cuteness spinta".

Curioso che tu non ti renda conto come, se ci fosse anche solo uno di questi fissati nel forum, gli avresti appena dato della pecora influenzabile: però in quel caso va bene perché fissato con cose che non ti piacciono, mentre chi ha amato questo disco non può rientrarci ed è per forza un grande pensatore.

In tutto questo, il piccolo particolare che io non ho dato della pecora influenzabile a nessuno (analizzare la fenomenologia di un disco non equivale a sminuire chi lo apprezza, mi spiace) e che non ho impedito a nessuno di parlare (nonostante quel vittimistico "magari lasciamo parlare": come se avessi potere di fermarli). Parlatene pure per dieci pagine, e ripeto buon pro vi faccia. 'Notte!


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq