Vai al contenuto


Foto
* * * - - 2 Voti

La Migliore Politica


  • Please log in to reply
43 replies to this topic

#1 suche

suche

    Goonie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23236 Messaggi:

Inviato 05 luglio 2020 - 19:10

Quali sono stati secondo voi i migliori politici della Repubblica italiana? Quelli importanti nel bene e nel male, ma soprattutto sottolinerei quelli proprio virtuosi e costruttivi. Anche i fatti principali connessi alla loro figura non sarebbe male ricordare.
Se c'è interesse si potrebbe aprire un sondaggio.
  • 0

Caro sig. Bernardus...

Scontro tra Titanic


"Echheccazzo gdo cresciuto che nin sei altro."

#2 script of the bridge

script of the bridge

    Scienziologo in quarantena a Casalpusterlengo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2680 Messaggi:
  • LocationTorino

Inviato 06 luglio 2020 - 08:40

Senza dubbio alcuno direi Roberto Fico, il nuovo Aldo Moro.
  • 1

#3 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17846 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 06 luglio 2020 - 09:30

domanda interessante, visto che si rimpiange sempre un passato migliore ma poi non si capisce bene esattamente a quale periodo ci si riferisca. L'ultimo governo da cui mi sono sentito rappresentato è stato il primo governo Prodi. E' durato due anni c'erano personaggi di assoluto rilievo dentro, tra cui Ciampi. Avessimo continuato su quella strada, probabilmente il nostro paese avrebbe ben altro peso in Europa. Rimpiango onestamente quell'idea di fondo per cui un governo doveva avere ministri autorevoli in grado di guidare il proprio ministero. E' diverso da avere un medico alla sanità (visione tecnicista) come se dovesse fare lui le operazioni, oppure chiunque a fare questo o quello tanto basta essere vicini al popolo (visione successiva). Proprio venerdì ho avuto la fortuna di parlare con un professore che a suo tempo ha curato le privatizzazioni (inizio anni 90) mi raccontava di quanto fosse importante sedersi al tavolo con le varie banche d'affari avendo una preparazione di livello, quanto fosse importante guadagnarsi il rispetto dell'interlocutore, che fa lo squalo finchè glielo permetti. Tra le altre cose, mi ha ricordato come uno dei più grandi statisti di oggi, fosse a bordo del britannia a dare il via alla svendita dei principali asset italiani in nome dell'efficienza, del mercato che tutto aggiusta salvo poi ignorare come funziona il mercato (vedi Autostrade). Poi il tizio in questione mi ha detto il prof., ha fatto carriera a quanto pare proprio nelle banche interessate dall'operazione per poi ritornare come eroe della patria in panchina, pronto ad entrare. Sarà vero? La morale è che in Italia bravo o non bravo, c'è una mancanza assoluta di senso dello Stato. Non c'è alcuna squadra, c'è sempre e solo la carriera personale o della propria piccola tribù. 


  • 1

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#4 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7328 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 09:47

De Gasperi, Moro, Zaccagnini, Berlinguer, Spinelli. Poi ce ne saranno altri ma non li conosco sufficientemente bene. 


  • 1

Statisticamente parlando, non lo so.


#5 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17846 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 06 luglio 2020 - 11:07

De Gasperi, Moro, Zaccagnini, Berlinguer, Spinelli. Poi ce ne saranno altri ma non li conosco sufficientemente bene. 

 

il più recente è morto daa 40 anni?


  • 0

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#6 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7328 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 11:16

E quindi?
  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#7 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17846 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 06 luglio 2020 - 11:17

quindi allegria.


  • 0

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#8 userman*

userman*

    granita di gelsi rossi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7804 Messaggi:
  • Locationmediterranea

Inviato 06 luglio 2020 - 11:26

Elly Schlein ed Enrico Letta
  • -1

La tua firma può contenere:

  • • Fino a 1 immagini
  • • Immagini fino a 350 x 150 pixels
  • • Qualsiasi numero di URLs
  • • Fino a 12 linee

#9 Feynman

Feynman

    Homeless

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2476 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 11:51

La Bonino.
  • 0
Without examples, without models, I began to believe voices in my head – that I was a freak, that I am broken, that there is something wrong with me, that I will never be lovable… Years later I find the courage to admit that I am transgender and this doesn’t mean that I am unlovable… So that this world that we imagine in this room might be used to gain access to other rooms, to other worlds previously unimaginable.”

#10 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17846 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 06 luglio 2020 - 12:52

La Bonino.

 

I radicali hanno avuto un ruolo importantissimo in italia, da 20 anni a questa parte sono semplicemente una fucina di trasformisti senza alcuna decenza. La Bonino l'ho vista ovunque, in qualsiasi governo, non si è fatta mancare davvero nulla.


  • 1

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#11 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 35350 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 06 luglio 2020 - 12:59

De Gasperi, Moro, Zaccagnini, Berlinguer, Spinelli. Poi ce ne saranno altri ma non li conosco sufficientemente bene.

 
A proposito del fatto che "si rimpiange sempre un passato migliore ma poi non si capisce bene esattamente a quale periodo ci si riferisca": io ho un vago ricordo delle vicende di alcuni di loro (Moro, Zaccagnini, Berlinguer) e posso testimoniare che erano costantemente sotto accusa, criticatissimi su più fronti. In un eventuale forum di OR dell'epoca, con ogni probabilità, sarebbero stati massacrati anche loro. Ricordo anche Prodi, oggi celebrato come una specie di padre costituente del centrosinistra, e sbeffeggiato all'epoca. Evidentemente serve del tempo per cristallizzare un giudizio politico, oggi è facile dire questi nomi, sarebbe più interessante forse capire chi salvare dal 1990 in poi, parlando però di persone che hanno avuto esperienze di governo. Quello che è stupefacente è come il tempo renda tutti migliori: l'altra sera sentivo parlare Rutelli di Chernobyl e in confronto a molti leader attuali sembrava Willy Brandt.


  • 0

#12 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12361 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 13:13

 

De Gasperi, Moro, Zaccagnini, Berlinguer, Spinelli. Poi ce ne saranno altri ma non li conosco sufficientemente bene.

 
A proposito del fatto che "si rimpiange sempre un passato migliore ma poi non si capisce bene esattamente a quale periodo ci si riferisca": io ho un vago ricordo delle vicende di alcuni di loro (Moro, Zaccagnini, Berlinguer) e posso testimoniare che erano costantemente sotto accusa, criticatisismi su più fronti. 

 

ricordo l'affettuoso omaggio di Gaber a Moro:

 

E se al mio Dio che ancora si accalora 

gli fa rabbia chi spara

gli fa anche rabbia il fatto

che un politicante qualunque

se gli ha sparato un brigatista 

diventa l'unico statista!

 

Io se fossi Dio, 

quel Dio di cui ho bisogno come di un miraggio,

c'avrei ancora il coraggio di continuare a dire

che Aldo Moro insieme a tutta la Democrazia Cristiana

è il responsabile maggiore di trent'anni di cancrena italiana.

 

Io se fossi Dio,

un dio incosciente enormemente saggio,

avrei anche il coraggio di andare dritto in galera

ma vorrei dire che Aldo Moro resta ancora

quella faccia che era!


  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#13 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7328 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 13:17

Mettiamoci anche Prodi e la Bonino, ma i politici attuali più giovani come si fa a metterli, voglio dire bisogna vederli a fine carriera per poterli paragonare a quelli del passato, è inevitabile, vale per gente che sembra sicuramente forte come Elly Schlein. E' come paragonare in musica gente che ha fatto 15 dischi con una carriera di 40 anni a gente che ne ha fatti 3 negli ultimi 10 anni, non lo fai mica perché ritieni di default il passato migliore. 

 

Non capisco cosa c'entri il fatto che siano criticabilissimi, quello che mi piace dei politici di quel periodo è che pur essendo storicamente vicini al mio tempo (e quindi a me più comprensibili), alcuni di loro sembravano ancora immuni alle regole di esposizione mediatica e di spettacolarizzazione della politica legate ai mezzi di comunicazione attuali, e quantomeno si mostravano meno cinici di gente come Andreotti o Cossiga, il che vuol dire che non lo fossero poi realmente, per carità.


  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#14 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 35350 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 06 luglio 2020 - 13:23

Non capisco cosa c'entri il fatto che siano criticabilissimi, quello che mi piace dei politici di quel periodo è che pur essendo storicamente vicini al mio tempo (e quindi a me più comprensibili), alcuni di loro sembravano ancora immuni alle regole di esposizione mediatica e di spettacolarizzazione della politica legate ai mezzi di comunicazione attuali, e quantomeno si mostravano meno cinici di gente come Andreotti o Cossiga, il che vuol dire che non lo fossero poi realmente, per carità.

 

Ma anche a me piacciono, a scanso di equivoci, solo che era curioso ricordare come pure loro, all'epoca, non sfuggirono alla gogna, come un qualsiasi politicante d'oggi. Il tempo, per fortuna, serve proprio a rendere giustizia.
 


  • 0

#15 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7328 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 13:24

dal 1990 in poi, parlando però di persone che hanno avuto esperienze di governo. Quello che è stupefacente è come il tempo renda tutti migliori: l'altra sera sentivo parlare Rutelli di Chernobyl e in confronto a molti leader attuali sembrava Willy Brandt.

 

Vabbè, ma chi rivaluta Rutelli dai. Il problema dal 1990 in poi è che c'è stata Tangentopoli e poi è arrivato Berlusconi che è stato purtroppo una sorta di rullo compressore della politica per quasi 20 anni. 


  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#16 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12361 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 13:27

 

Non capisco cosa c'entri il fatto che siano criticabilissimi, quello che mi piace dei politici di quel periodo è che pur essendo storicamente vicini al mio tempo (e quindi a me più comprensibili), alcuni di loro sembravano ancora immuni alle regole di esposizione mediatica e di spettacolarizzazione della politica legate ai mezzi di comunicazione attuali, e quantomeno si mostravano meno cinici di gente come Andreotti o Cossiga, il che vuol dire che non lo fossero poi realmente, per carità.

 

Ma anche a me piacciono, a scanso di equivoci, solo che era curioso ricordare come pure loro, all'epoca, non sfuggirono alla gogna, come un qualsiasi politicante d'oggi. Il tempo, per fortuna, serve proprio a rendere giustizia.
 

 

 

o forse serve a smussare il ricordo con la tv che molla ogni critica e fa semplici celebrazioni. Che è esattamente quel che fa la Rai.


  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#17 userman*

userman*

    granita di gelsi rossi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7804 Messaggi:
  • Locationmediterranea

Inviato 06 luglio 2020 - 13:28

tra quelli del passato Giorgio La Pira potrebbe andar bene?
  • 0

La tua firma può contenere:

  • • Fino a 1 immagini
  • • Immagini fino a 350 x 150 pixels
  • • Qualsiasi numero di URLs
  • • Fino a 12 linee

#18 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 35350 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 06 luglio 2020 - 13:30

 

dal 1990 in poi, parlando però di persone che hanno avuto esperienze di governo. Quello che è stupefacente è come il tempo renda tutti migliori: l'altra sera sentivo parlare Rutelli di Chernobyl e in confronto a molti leader attuali sembrava Willy Brandt.

 

Vabbè, ma chi rivaluta Rutelli dai. Il problema dal 1990 in poi è che c'è stata Tangentopoli e poi è arrivato Berlusconi che è stato purtroppo una sorta di rullo compressore della politica per quasi 20 anni.

 

Io: miglior sindaco di Roma per distacco degli ultimi 30 anni (grazie anche alla giunta che aveva e ai fondi del Giubileo, probabilmente, poi è chiaro che i successori sono stati quelli che conosciamo). Ma anche quando era leader dei Verdi aveva buone armi dialettiche e perfino qualche idea. Poi è imploso nella sua vanità piaciona e democristiana.
 


  • -1

#19 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7328 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 13:32

 

Non capisco cosa c'entri il fatto che siano criticabilissimi, quello che mi piace dei politici di quel periodo è che pur essendo storicamente vicini al mio tempo (e quindi a me più comprensibili), alcuni di loro sembravano ancora immuni alle regole di esposizione mediatica e di spettacolarizzazione della politica legate ai mezzi di comunicazione attuali, e quantomeno si mostravano meno cinici di gente come Andreotti o Cossiga, il che vuol dire che non lo fossero poi realmente, per carità.

 

Ma anche a me piacciono, a scanso di equivoci, solo che era curioso ricordare come pure loro, all'epoca, non sfuggirono alla gogna, come un qualsiasi politicante d'oggi. Il tempo, per fortuna, serve proprio a rendere giustizia.

 

Intanto bisogna capire da chi arrivano le critiche. Chiunque, anche la persona più virtuosa del mondo, viene criticata quando si espone e acquisisce potere, poi figurati, le virtù sono per molte persone una caratteristica di una noia mortale, uno più è tranquillo e privo di vizi e più è noioso, specialmente in questi tempi in cui ci si accorge meno dei danni che si provocano perché non è che si muore per carestie o si subiscono guerre, in Italia almeno. Poi a me sembra che tra la fine degli anni '80 e l'inizio degli '90 si sia fatta strada progressivamente una sensazione generale di disillusione e sfiducia nei confronti delle istituzioni e del sistema, una sfiducia generale che oltrepassa qualsiasi ceto, cementificata dal fatto che sono morte male un sacco di persone che sembravano poter dire qualcosa dal punto di vista etico pur essendo persone molto pragmatiche e attive, e dal fatto che si stava bene in una situazione di stallo e crisi crescente, poi esplosa definitivamente con la congiuntura economica negativa del 2008. 


  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#20 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7328 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 13:36

 

 

dal 1990 in poi, parlando però di persone che hanno avuto esperienze di governo. Quello che è stupefacente è come il tempo renda tutti migliori: l'altra sera sentivo parlare Rutelli di Chernobyl e in confronto a molti leader attuali sembrava Willy Brandt.

 

Vabbè, ma chi rivaluta Rutelli dai. Il problema dal 1990 in poi è che c'è stata Tangentopoli e poi è arrivato Berlusconi che è stato purtroppo una sorta di rullo compressore della politica per quasi 20 anni.

 

Io: miglior sindaco di Roma per distacco degli ultimi 30 anni (grazie anche alla giunta che aveva e ai fondi del Giubileo, probabilmente, poi è chiaro che i successori sono stati quelli che conosciamo). Ma anche quando era leader dei Verdi aveva buone armi dialettiche e perfino qualche idea. Poi è imploso nella sua vanità piaciona e democristiana.

 

Chiaramente io parlo sempre per quello che mi comunica il personaggio dal punto di vista umano, escludendo quindi ciò che può essere realmente la persona - impossibile capirlo se uno non la conosce o frequenta realmente - ed escludendo anche un computo generale sulla politica del fare. Io rispetto a Rutelli preferisco anche la Raggi. Le valutazioni in funzione di quante cose uno è riuscito a fare dovrebbero anche tenere conto del bias che provocano congiunture economiche positive o negative.


  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq