Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Le Parole Insostituibili


  • Please log in to reply
33 replies to this topic

#1 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6245 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2018 - 07:28

Thread in risposta a: Le parole andate a puttane.

 

Premesso che il mio accento è come quello di Blixa e non se ne va, il mio lessico con gli anni i trasferimenti le frequentazioni si è ampliato (o quantomeno modificato) e ha inglobato parole da varie lingue e dialetti delle quali ormai non riesco più a fare a meno, per un motivo o per l’altro. Più che intraducibili (che ci credo poco), queste parole sono insostituibili.

La prima e più ovvia è bazza. Letteralmente “colpo di fortuna”, ma che grazie alla sua pluralità di significati può essere adattata a vari contesti. A dirla tutta, questa è una parola che nel mio lessico personale può arrivare a ricoprire quasi qualunque ruolo, compreso l’opposto quello opposto all'originario, con accezione ironica.
Esempi:
“Oggi non ho studiato, ma la prof era malata” “Bazza!”
“Al lavoro mi hanno dato un aumento senza che lo chiedessi” “Bazza!”
“Che bazza l’aperitivo in quel locale: costa poco e si mangia tanto”
“Le bazze del mercato dei turchi”

 

Di altra origine e dal significato diametralmente opposto è cazzinculo. Anche questa parola racchiude una pluralità di significati, ma grosso modo sta per “cosa disagevole (da fare)”. Usato molto (non da me) anche come sinonimo di “oggetto” o qualunque cosa, direi.
Esempi:

“vedi che devi tornare al supermercato che ti sei scordato il pane” “che cazzinculo
“che cazzinculo la riunione condominiale”

"quel cazzinculo di mio cugino"

 

Tornando alle mie origini romagnole, una parola che non riesco a non usare è sporta. Questa volta non per le sue sfumature polisemantiche, ma proprio per la sua precisione. L’ambiguità di busta (della spesa) non mi ha mai soddisfatto e d’altronde sporta (almeno per me, ma credo per tutti i romagnoli (correggetemi se sbaglio)) vuol dire proprio solo quella cosa lì: la busta della spesa.
Direi che gli esempi non sono necessari.

 

Una parola che si è inserita relativamente di recente nel mio parlato, anche italiano, è la tedesca unangenehm. Il dizionario riporta “sgradevole, disarmonico, imbarazzante, antipatico, brutto”, io aggiungere “disagevole” che forse è la parola che rende meglio l’idea: è unangenehm una situazione sgradevole, imbarazzante, ma anche una sedia scomoda o può esserlo anche solo il clima (sia troppo caldo che troppo freddo, che troppo qualsiasi cosa).
Esempi:
“Andare al lavoro con questo caldo è unangenehm” (la metro non è unangenehm: è un girone infernale)
“Quelle situazioni alle feste in cui non conosci nessuno e non sai cosa dire sono unangenehm

 

Se/quando me ne verranno in mente altre le aggiungerò, intanto prego.

 

p.s.: invece odio arbitrariamente chi usa gli inglesismi da meme (wtf, lol, ...) nel parlato.


  • 6

#2 Cliff

Cliff

    utente con la pattumiera nel cuore

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8974 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 03 agosto 2018 - 07:52

Non proprio insostituibili ma un paio di termini che mi piace usare ironicamente sono: debbo, che è un termine orribile ma soprattutto antico, infatti i vecchi ne abusano (o almeno i vecchi che conosco io) e sempre rimanendo nei termini antichi mi piace dire pronunZia, denunZia, ecc...sempre perché mi fanno ridere.


  • 1
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]

#3 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21757 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2018 - 08:05

 sempre rimanendo nei termini antichi mi piace dire pronunZia, denunZia, ecc...sempre perché mi fanno ridere.

 


  • 1

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#4 Reynard

Reynard

    the scientifical truth which is much better

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9223 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 03 agosto 2018 - 08:14

Mi vengono in mente soprattutto esempi dalla filosofia. Come "Knowledge by acquaintance", che è "by acquaintance" anche in italiano, stop ("conoscenza diretta" sto par de palle).

 

Ultimamente mi è presa una fissa con la parola "cumbersome". Se devo spostare qualcosa di cumbersome, mi viene spontaneo lamentarmi che è troppo cumbersome. La parola stessa è cumbersome da dire e quindi rende bene l'idea di quanto è cumbersome sto coso che devo spostare.


  • 0
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#5 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6245 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2018 - 08:31

Allora, però.

1: spiegateli, se non le origini almeno il significato. Cazzo vuol dire DEBBO?

2: ok i termini tecnici, ma quello è tutto un altro campionato (e poi basta con sta weltanschauung&co (scherzo eh)), meno interessante (credo)

3: come si modificano i titoli dei thread? non volevo mettere tutte quelle maiuscole.


  • 0

#6 Cliff

Cliff

    utente con la pattumiera nel cuore

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8974 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 03 agosto 2018 - 08:37

Allora, però.

1: spiegateli, se non le origini almeno il significato. Cazzo vuol dire DEBBO?

2: ok i termini tecnici, ma quello è tutto un altro campionato (e poi basta con sta weltanschauung&co (scherzo eh)), meno interessante (credo)

3: come si modificano i titoli dei thread? non volevo mettere tutte quelle maiuscole.

 

http://www.treccani....tica-italiana)/(ho dato per scontato si capisse)

 

Le maiuscole del titolo invece sono un bug (io dico BAGGHE, romanizzandolo asd) del forum


  • 0
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]

#7 Greed

Greed

    take a sad song and make it sadder

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10746 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2018 - 08:44

Formattazione automatica 10. Moderatori nazistri.

Debbo è la variante di devo (più vicina al latino debeo).

Altro esempio di bazza: "Valerio ha delle bazze" (per trovare il posto di lavoro, per comprare qualcosa a prezzo conveniente ecc.)

Ci penso e rispondo.
  • 1

#8 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6245 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2018 - 08:45

Ah ok, io pensavo a un "debbo" sostantivo, ma è semplicemente italiano. Sei OT dai.

Bravo Greed invece, bazza termine definitivo e insostituibile, adottato da tutte le persone che mi conoscono un po', anche non romagnoli e persino stranieri.


  • 0

#9 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4833 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2018 - 08:46

La primissima, fondamentale, più che una parola è una modalità di creazione di espressioni istantanea che funziona al meglio in un ambiente ristretto dai riferimenti condivisi, una sorta di metonimia per cui la cifra di una persona diventa, nel definirla, il nome della persona stessa. Cruciale per la riuscita il non esplicitare mai la motivazione, l'origine o il significato: va capita in autonomia, senza guida, altrimenti muore.

 

Ha fatto una Mosca

La julian ross

 

 

Alcune delle espressioni così coniate sortiscono l'effetto ed esauriscono in quel momento il loro scopo, magari per riferimenti troppo stretti ad una situazione limitata.

Altre, per potere evocativo e precisione assoluta nel definire un concetto, rimangono nel lessico.

 

Tra queste, tengo a segnalarvi:

 

La fudo, fudare

da Fudo della Montagna, personaggio mitico di Ken il Guerriero.

Nel cartone Fudo, palesemente destinato a una morte straziante, non vuole cedere e impiega un'infinità di puntate prima a cadere in combattimento e poi, stramazzato a terra, a schiattare dopo infiniti dialoghi fra le lacrime dei suoi orfanelli.

Da qui, fudare: ritardare senza alcun motivo o speranza di ribaltare le cose l'inevitabile, fare attendere gli altri con o senza motivo, generando in questi un fastidio incontenibile.

 

Dai, fudo, scendi!

Compralo, basta fudare!

 

La pozzetto, di cui francamente non saprei l'origine, credo per i famosi mobili taaaac del ragazzo di campagna.

Indica qualsiasi situazione di confusione e imbarazzo nel manipolare / azionare / usare qualsiasi aggeggio, e il conseguente danno.

 

(in qualsiasi videogioco sbagli a schiacciare il tasto) Nooo la pozzetto!

Android fa cagare, quell'interfaccia è pozzettata

 

 

La new entry a cui tengo di più, e sinceramente non mi spiego come abbia fatto a vivere senza prima, è il verbo tristare. Che, tra l'altro, scopro esistere ufficialmente, fonte AdC.

È esattamente quello che avrete già intuito: un comportamento attivo che porta alla tristezza, a una condizione di finitezza, meglio se ingiustificata o facilmente riparabile (almeno secondo l'osservatore).

 

Basta accanirti, stai tristando


  • 3

#10 Reynard

Reynard

    the scientifical truth which is much better

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9223 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 03 agosto 2018 - 08:48

 

3: come si modificano i titoli dei thread? non volevo mettere tutte quelle maiuscole.

 

Le maiuscole vengono di default (parola insostituibile anche questa).

 

 

Un esempio dal tedesco: Stammtisch.

 

Cosa dico a chi conosce la parola: "Stasera vado allo Stammtisch di lingua uzbeka, vieni?".

Cosa dico a chi non conosce la parola: "Stasera c'è il gruppo di lingua uzbeka che si riunisce al solito bar, ti va di venire? No, non è un corso... siamo un gruppo di persone che si riunisce per chiacchierare in uzbeko... si, li conosco; cioè, non tutti... c'è sempre qualcuno di nuovo, qualche vecchio non viene più... ma no, non li devo avvisare, vieni e basta... non, non bisogna iscriversi, non è una cosa ufficiale... ufficiosa, diciamo... insomma, vieni o no?".

 

E poi una espressione che per me è insostituibile a livello puramente sonoro. Un giorno ero in un ristorante con alcuni amici, e una ragazza francese, al vedere la porzione monumentale che gli è stata messa davanti, se ne è uscita con un "es ist putain groß". Ecco, da allora putain esprime per me una precisa sfumatura dell'aggettivo 'groß', che si situa tra 'sehr groß' e 'unheimlich groß'.


  • 3
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#11 Greed

Greed

    take a sad song and make it sadder

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10746 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2018 - 08:54

Solar, come cazzo parli? Fudare è geniale (Grande Fudo <3)

Germanofoni: è possibile tradurre o sostituire Genau? Ok, è un'espressione asseverativa, ma non equivale a "certo".
  • 1

#12 geeno

geeno

    quick, clean & efficient since 1975

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11118 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2018 - 08:59

Vabbe adesso se bazza è un termine romagnolo, rubateci tutto.


  • 2

#13 Reynard

Reynard

    the scientifical truth which is much better

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9223 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 03 agosto 2018 - 09:04


Germanofoni: è possibile tradurre o sostituire Genau? Ok, è un'espressione asseverativa, ma non equivale a "certo".

 

Taaac! (pronunciata con la voce di Guido Nicheli)

 

Almeno in certi contesti.


  • 0
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#14 Spiritchaser

Spiritchaser

    underground nebulosa

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1661 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2018 - 09:33

Una parola che uso quotidianamente, perlopiù in senso figurato, è utrensning, che in svedese significa espurgazione. Se una persona mostra o confida di essere sovrappensiero per una preoccupazione o cose del genere, io dico semplicemente: utrensning. Di solito anche chi non conosce una parola di svedese (come me) capisce al volo quello che voglio dire (purgati, purificati dalle preoccupazioni) e me lo segnala con un'occhiata interrogativa o torva.

Altra parola di indispensabile uso quotidiano: apocolocintosi, usata ogni volta che qualcuno parla di apoteosi, di zucche o persino di cinte o cinti, semplicemente per far vedere che la conosco; il che diventa sempre più difficile, visto che ormai chi mi circonda evita accuratamente questo genere di parole.


  • 0

#15 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4833 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2018 - 09:36

Solar, come cazzo parli? Fudare è geniale (Grande Fudo <3)

 

Oddio, dai post qua attorno mi sembrano di gran lunga le più leggibili...


  • 0

#16 Matthew30

Matthew30

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2711 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2018 - 09:39

Ovviamente ghëddo, quando si dice a qualcuno: "Ma dai, mettici un po' di ghëddo!"

 

E' piemontese ed intraducibile, può voler dire brio/intensità, ma anche stile. 

 

http://www.gazzettad...montese-gheddo/

 

Il ghëddo, anch’esso solitamente accostato all’aggettivo “bel” (bello), è qualcosa di più: lo slancio, lo stile personale, il tono spiritoso, il timbro di autenticità che una persona, o un gruppo di persone possono dare ad una certa azione, sia essa artistica, professionale, sociale, quotidiana. Per tradurlo viene quasi da usare un’altra parola pseudo-piemontese che è “andi”.

Bèica ëd deje ‘n bel ghëddo (dagli un bello slancio!), per esempio, è una simpatica raccomandazione che mi si fa quando, con i bambini degli asili, prepariamo spettacoli teatrali e cantiamo brani di tradizione popolare.


  • 3

#17 Fox la testa parlante

Fox la testa parlante

    Flashes from the axis

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1797 Messaggi:
  • LocationGoing up

Inviato 03 agosto 2018 - 09:59

Più che insostituibili, due parole sostituite: Celebrissimo invece di celeberrimo, applaudibile al posto di plausibile. Le forme corrette suonano troppo ingessate.


  • 0
Death is centrifugal
Solar and logical
Decadent and symmetrical

#18 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6245 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2018 - 10:25

Solar, come cazzo parli? Fudare è geniale (Grande Fudo <3)

Germanofoni: è possibile tradurre o sostituire Genau? Ok, è un'espressione asseverativa, ma non equivale a "certo".

 

Bravissimo, almeno nell'accezione di risposta affermativa.

Letteralmente credo che lo tradurrei con "esatto" o "proprio così", ma mi è molto comodo e visto l'uso quotidiano finisco per dirlo a volte anche in italiano e soprattutto in inglese (dove credo si tradurrebbe con un "exactly" che però non mi viene mai).

 

@geeno: ma non eri romagnolo anche tu? e da dove viene bazza? sono ignorante, lo ammetto, ma io l'ho sempre sentito solo dai miei compaesani.


  • 0

#19 geeno

geeno

    quick, clean & efficient since 1975

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11118 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2018 - 10:58

 

 

 

@geeno: ma non eri romagnolo anche tu? e da dove viene bazza? sono ignorante, lo ammetto, ma io l'ho sempre sentito solo dai miei compaesani.

 

 

Boh, fa parte dello slang bolognese (allargato, quindi sicuramente anche zone della Romagna) almeno dagli anni 80 o forse prima quindi è stato inventato da gente che adesso ha almeno 60 anni.


  • 0

#20 Greed

Greed

    take a sad song and make it sadder

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10746 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2018 - 11:22

Bazza è bolognese, confermo. Qui in Romània si usa, ma non in maniera esagerata. Se devo essere sincero non mi piace.

 

Sul forum abbiamo parecchie espressioni nostre; più che intraducibili, sono caricate di sensi che non hanno nella vita quotidiana: seminale, seiemezzo, dramma, dio!, lobbista. Linguisticamente, è il nostro "idioletto".

 

Tra le parole italiane amo molto Sagoma usata per indicare persone dall'aspetto caratteristico, e particolari nel modo di comportarsi.

"Che sagoma, quel Paolo Conte"

"Vecchia sagoma!"

Io e un amico molisano, lui stesso sagoma, abbiamo pensato molto a cosa possa rendere le persone sagome, e abbiamo una sorta di elenco di sagome storiche/musicali, tra cui rientrano anche Buddy Holly e Giovanni Giolitti.

 

Aiutatemi anche a parafrasare Tüpflischiiser (è solo svizzero?).


  • 1




1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq