Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Eric Chenaux - Slowly Paradise


  • Please log in to reply
3 replies to this topic

#1 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18832 Messaggi:

Inviato 13 marzo 2018 - 19:09

Forse andava aperto nell'altra sezione ma già non sono sicuro che ci saranno commenti qua, figuriamoci di là asd

 

C'è la recensione di paloz  :OR:  che se da un lato ascolta tantissime cose a cui non mi sono mai avvicinato, dall'altro, appena arriva in zona cantautorato o perfino (certamente non stavolta) pop, è molto in linea con la mia sensibilità.

In questo caso però penso che il passo più lungo l'ho fatto io, perchè si tratta di un disco incrocio tra un soft-jazz rarefatto e un cantautorato delicato e sorprendente melodico. Funziona a meraviglia, il perchè magari ve lo spiega direttamente paloz in recensione.

 


  • 5

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

 

 


#2 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22580 Messaggi:

Inviato 13 marzo 2018 - 19:53

Autore unico nel suo genere, quasi incredibile per la spontaneità con cui tiene i piedi nelle staffe del cantautorato/chitarra-voce e nella sperimentazione, sempre delicata, mai eccedente. Il precedente "Skullsplitter" era già una delizia, ma questo sinora è probabilmente il disco migliore che ho sentito quest'anno.

Ascoltate che è veramente per tutti.


  • 3

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#3 Gonzalo Pirobutirro

Gonzalo Pirobutirro

    Tony Nelli

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1265 Messaggi:
  • LocationMaledetta Toscana

Inviato 13 marzo 2018 - 20:28

Davvero contento per questa nuova uscita; non sapevo neanche dovesse uscire un suo nuovo disco.

"Skullsplitter" mi era piaciuto molto, ma i precedenti li conosco poco. Se con questo la sua musica ha assunto una forma più accessibile, potrebbe potenzialmente garbarmi ancor di più.

Potrei anche prenderlo a scatola chiusa, cosa che ogni tanto va fatta per principio.

 

Intanto, bella recensione: di sicuro invoglia all'ascolto.


  • 1

#4 xtc

xtc

    Gianfranco Marmoro

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10471 Messaggi:

Inviato 14 marzo 2018 - 09:38

visto dal vivo dopo l'uscita di Skullsplitter e mi aveva colpito per la qualità della resa live, lui è una persona straordinaria e le premesse per questo colpo di genio c'erano già nei capitoli precedenti


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq