Vai al contenuto


Foto
* * * * - 4 Voti

[Pietra Miliare] Burial - Untrue (Hyperdub, 2007)


  • Please log in to reply
35 replies to this topic

#1 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15621 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 11:36

*
POPOLARE

Va beh, dopo il domandone di Pitchfork e le varie risposte all'unisono, a partire da Reynolds, questa storia del disco elettronico del secolo è ormai sulla bocca di tutti. E' soprattutto l'hype di quelli che non c'erano, e che oggi fanno gli scemi hipster trend setter interessati sui social per darsi un tono accendendo solo la questione. Per quanto sia risaputa la mia venerazione per Bevan e per l'album in questione, trovo tutto questo interrogarsi solo pura provocazione, tesa in realtà a osannare e "promuovere" un lavoro clamoroso a dieci anni dalla sua uscita; un'opera unica che ha comunque definito, per i motivi talvolta più bizzarri, gran parte di questi primi anni "elettronici" del secolo. Alla fine è rimasto il disco "pop" di Burial, o quantomeno la summa delle sue inclinazioni r&b/soul mainstream da stropicciare poi in una formula ovviamente tutta sua, vicina al 2-step, garage e tutto quel filone ritmico lì. Senza contare la buona dose di nerdismo come la scelta di omaggiare Metal Gear Solid 2 etc., che lo hanno reso ancora più particolare e per certi aspetti amabile. Ricordo però anche tutto lo scetticismo della prima ora, i dinosauri che tiravano fuori sempre Tricky e il trip hop come paravento della loro mancata connessione con questa roba. Poi qui piacque poco, o almeno solo ai soliti truzzi poetici. Cioè bebo, matt, kebab, il sottoscritto, smog e pochissimi altri. E comunque sia resta un disco che continua a dividere. Così come meravigliare i più giovani. Aspetto comunque ogni giorno un album capace di stendermi allo stesso modo. Il secolo è iniziato da poco, in fin dei conti. 

 

Detto ciò, la pietra miliare era a dir poco doverosa. Ed è stato un piacere coinvolgere il giovanissimo Deep e scriverla assieme a lui. Angelo mi ha sempre parlato di Burial come la sua prima e assoluta venerazione, insomma il suo più grande amore:

 

http://www.ondarock....rial-untrue.htm


  • 11

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#2 Feynman

Feynman

    Homeless

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1902 Messaggi:
  • LocationBrissie

Inviato 20 novembre 2017 - 12:14

Volevo aprire io :wub:  :wub:  :wub:  :wub:  :wub:  :wub:

Album della vita.


  • 0
Without examples, without models, I began to believe voices in my head – that I was a freak, that I am broken, that there is something wrong with me, that I will never be lovable… Years later I find the courage to admit that I am transgender and this doesn’t mean that I am unlovable… So that this world that we imagine in this room might be used to gain access to other rooms, to other worlds previously unimaginable.”

#3 strafanich

strafanich

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3575 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 12:20

[...]

Poi qui piacque poco, o almeno solo ai soliti truzzi poetici. Cioè bebo, matt, kebab, il sottoscritto, smog e pochissimi altri. E comunque sia resta un disco che continua a dividere. Così come meravigliare i più giovani. Aspetto comunque ogni giorno un album capace di stendermi allo stesso modo. Il secolo è iniziato da poco, in fin dei conti. 

 

http://www.ondarock....rial-untrue.htm

Non ero attivo sul forum ma mi iscrivo nella lista, pur non avendo radici truzze, Untrue all'epoca mi aveva veramente rapito, e riascoltandolo ora mi sta dando ancora le stesse sensazioni di 10 anni fa, son quasi commosso  ashd

 

Scheda molto bella, bravi entrambi!


  • 1

#4 Ɲ●†

Ɲ●†

    Haunted

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11624 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 12:21

Leggerò con dovizia, è talmente un disco "manifesto" (e la cosa più peculiare è che l'abbia fatto un solipsista come Bevan) che se ne può dire e leggere di ogni, giusta o sbagliata che sia.

 

Mi sfugge un po' il lato polemico nel post di Vuvu (sono d'altronde al corrente solo dell'ottimo pezzo di Reynolds su P4K, non di tormentoni o tormentini social) ma ci sarà tempo per recuperare questo aspetto di "rivendicazione". In generale non non ne farei una questione di "io c'ero"; per motivi principalmente anagrafici non tutti avevano la possibilità di scoprirlo in diretta. Dal punto di vista personale io Burial l'ho scoperto con l'esordio (che non è sacrilegio preferire ad Untrue, viva le spaccature in questo caso) ma Untrue fu una botta colossale, da subito.

 

Vuvu ha scaldato i motori recensendo in poco tempo le ultime emissioni del Nostro, che spero anche alla luce di questa pietra guadagnino un po' di luce; in generale tutto il post Untrue è da considerare per bene, perché è un ulteriore sviluppo (sonoro, umano e "anti-socializzante") in una carriera - ma meglio sarebbe dire storia, avventura - personale che è ormai tanto archetipica quanto unica, in primis proprio per il fatto di negare un terzo album ma di lavorare su formati più brevi che senz'altro Bevan sentirà più congeniali al suo viaggio.


  • 0
A chemistry of commotion and style

#5 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15621 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 12:30

 

 

Mi sfugge un po' il lato polemico nel post di Vuvu (sono d'altronde al corrente solo dell'ottimo pezzo di Reynolds su P4K) ma ci sarà tempo per recuperare. In generale non non ne farei una questione di "io c'ero"; per motivi principalmente anagrafici non tutti avevano la possibilità di scoprirlo in diretta. Dal punto di vista personale io Burial l'ho scoperto con l'esordio (che non è sacrilegio preferire ad Untrue, viva le spaccature in questo caso) ma Untrue fu una botta colossale, da subito.

 

 

 

Bello il pezzo di Reynolds, trovo invece tanta spocchia di circostanza in molti articoletti che girano in rete, condivisi sui social dai soliti hipster che fanno di tutta l'erba un fascio, senza però tirare in ballo qualcosa di costruttivo, qualche ulteriore spunto. Ci sono giovanissimi, ad esempio, con cui è meraviglioso parlare di dubstep e Burial, non è una faccenda anagrafica, "io c'ero" è in fondo legato più al ricordo di quelli che lo massacrarono con la solita scusa del rimando. Ciò che mi fa "sorridere", è più che altro un "situazionismo" che riguarda non solo Burial, ma qualsiasi evento/analisi/ricorrenza che diventi hype con tutto il suo carico di trafiletti inesatti e considerazioni superficiali. E' quello il dramma. Comunque chi se ne frega. Era giusto una cosa che mi era venuta mentre scrivevo il post, proprio dopo aver letto una serie di cose superficiali a riguardo. 


  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#6 Ɲ●†

Ɲ●†

    Haunted

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11624 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 12:39

No, ok, quello l'avevo capito e immagino (non essendo su FB posso solo immaginare) che tu abbia tutte le ragioni del mondo. Mi chiedevo solo se ci fosse stato qualche altro motivo scatenante un po' più "ufficiale" che mi fosse sfuggito.

 

Però guarda, queste code qui che dici tu, se sposti un attimo la prospettiva sono proprie di quei dischi veramente "epocali" (per usare un epiteto abusatissimo, ma che qui ci sta tutto).


  • 0
A chemistry of commotion and style

#7 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15621 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 12:43

No, ok, quello l'avevo capito e immagino (non essendo su FB posso solo immaginare) che tu abbia tutte le ragioni del mondo. Mi chiedevo solo se ci fosse stato qualche altro motivo scatenante un po' più "ufficiale" che mi fosse sfuggito.

 

Però guarda, queste code qui che dici tu, se sposti un attimo la prospettiva sono proprie di quei dischi veramente "epocali" (per usare un epiteto abusatissimo, ma che qui ci sta tutto).

 

Sì, ma senza dubbio. Poi, a dire il vero, sono davvero contento che finalmente venga riconosciuto come un album seminale un po' da tutti. Ovviamente ci sono anche quelli che non la pensano così. Ci mancherebbe.  


  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#8 slothrop

slothrop

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7349 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 14:04

Va beh, dopo il domandone di Pitchfork e le varie risposte all'unisono, a partire da Reynolds, questa storia del disco elettronico del secolo è ormai sulla bocca di tutti. E' soprattutto l'hype di quelli che non c'erano, e che oggi fanno gli scemi hipster trend setter interessati sui social per darsi un tono accendendo solo la questione. Per quanto sia risaputa la mia venerazione per Bevan e per l'album in questione, trovo tutto questo interrogarsi solo pura provocazione, tesa in realtà a osannare e "promuovere" un lavoro clamoroso a dieci anni dalla sua uscita;

 

 

però! La tocchi piano, eh...


  • 0

#9 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15621 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 14:17

 

Va beh, dopo il domandone di Pitchfork e le varie risposte all'unisono, a partire da Reynolds, questa storia del disco elettronico del secolo è ormai sulla bocca di tutti. E' soprattutto l'hype di quelli che non c'erano, e che oggi fanno gli scemi hipster trend setter interessati sui social per darsi un tono accendendo solo la questione. Per quanto sia risaputa la mia venerazione per Bevan e per l'album in questione, trovo tutto questo interrogarsi solo pura provocazione, tesa in realtà a osannare e "promuovere" un lavoro clamoroso a dieci anni dalla sua uscita;

 

 

però! La tocchi piano, eh...

 

 

Sì, perché in dieci anni molti di questi (che tra l'altro seguo per ben altri generi) non hanno mai speso una parola a riguardo. Non dico una recensione, ma una parola che sia una sul fenomeno, su qualche producer, niente. Poi ci sono tante considerazioni che veramente ti fanno capire che mancano le basi. E' come se chiedessero a me un parere sul disco death metal più importante degli ultimi vent'anni. Magari conosco quello considerato più importante e ti rispondo pure, ma senza spostarmi di un centimetro. Per la maggiore, è pura spocchia da trend setter social portami via, secondo me. Poi lo sai che a me piace toccarla forte. Ma questa è comunque un'altra storia.  asd


  • 2

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#10 Ɲ●†

Ɲ●†

    Haunted

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11624 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 14:30

Scusate ma il domandone di P4K in cosa consisteva? Io ho solo letto il pezzo di Reynolds. Era una cosa tipo "il disco più rappresentativo degli '00"?


  • 0
A chemistry of commotion and style

#11 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15621 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 14:33

Sì, più o meno sì. In ambito elettronico, ovviamente. So che non ci crederai, ma non seguo Pitchfork. Praticamente zero da sempre. A parte alcuni casi che mi interessano, come questo ad esempio.   


  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#12 Ɲ●†

Ɲ●†

    Haunted

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11624 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 14:38

Oh beh, io non avrei neanche letto il pezzo di Reynolds se non fosse stato segnalato qui.


  • 0
A chemistry of commotion and style

#13 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23113 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 14:39

Non mi torna il fatto che all'uscita fosse un disco per pochi: esattamente nel 2007 cominciavo ad affacciarmi sulla musica post-2000 (che prima quasi del tutto ignoravo per scelta) e mi pare che all'uscita "Untrue" fosse già tra i dischi assolutamente da ascoltare; in ogni caso dava già l'idea di qualcosa di nuovo e non così tanto assimilabile al trip-hop – indubbiamente un buon appoggio per cercare di definire qualcosa che non aveva ancora un suo genere così definito.

Insomma, in tutta la storiella mi sento solo di contestare che dai più sia stato riscoperto a posteriori: è fuori da dieci anni e per tutto il tempo non è mai stato meno che un cult, per chi mastica davvero l'elettronica come per chi non.


  • 2

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#14 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15621 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 14:51

Non mi torna il fatto che all'uscita fosse un disco per pochi: esattamente nel 2007 cominciavo ad affacciarmi sulla musica post-2000 (che prima quasi del tutto ignoravo per scelta) e mi pare che all'uscita "Untrue" fosse già tra i dischi assolutamente da ascoltare; in ogni caso dava già l'idea di qualcosa di nuovo e non così tanto assimilabile al trip-hop – indubbiamente un buon appoggio per cercare di definire qualcosa che non aveva ancora un suo genere così definito.

Insomma, in tutta la storiella mi sento solo di contestare che dai più sia stato riscoperto a posteriori: è fuori da dieci anni e per tutto il tempo non è mai stato meno che un cult, per chi mastica davvero l'elettronica come per chi non.

 

Più che per pochi, fu apprezzato da pochi, e ricordo benissimo che il trip hop era sempre dietro l'angolo. Un parallelo che diventò quasi snervante nei primissimi tempi del dubstep. Poi la riscoperta graduale nel tempo, con l'hype revival del momento come fuoriuscita definitiva dal culto. Ovviamente, tutto questo non riguarda gli amanti del settore. Ma va da sé. Restano di certo anche molti apprezzamenti trasversali, forniti all'epoca dai più impensabili, da Yorke a Tiziano Ferro (!). Giusto per capacitarci dell'ampiezza. 


  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#15 Domenico Ayuara

Domenico Ayuara

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 191 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 14:58

Lettura davvero piacevole, ma alla luce dell'assenza di album che sono considerati universalmente pietre miliari, non è prematuro considerare tale questo di Burial?

Non è mia intenzione sminuire il disco e nemmeno la recensione, ma per rimanere nell'ambito della musica elettronica, stupisce non vedere dischi come Map Of What Is Effortless e Fahrenheit Fair Enough dei Telefon Tel Aviv e Mirror Conspiracy dei Thievery Corporation (mi sapete dire se sono in programma?)


  • 0

#16 Giubbo

Giubbo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3887 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 15:15

nella mia vita vera, quella social-fisica, mi definiscono un polemico duro e puro verso tutto e tutti, roba che la sto pagando a duro prezzo da anni ormai, e mi toccherà pure andare dallo psicologo.

 

eppure per Untrue invece ho visto una speranza fin da subito: perchè fin dalla sua uscita ho visto il mondo innamorarsi della stessa musica di cui io mi ero innamorato. anzi, faceva di più: questa musica mi faceva sentire non innamorato di lei, ma di qualcosa che neanche comprendevo. penso sia il concetto più puro di innamoramento che una persona può provare: non verso qualcuno, ma verso il mondo.

 

e vedevo questa luce nel cuore di molti, almeno a leggere i loro commenti.

 

ed il coronamento più meraviglioso di questa poesia è l'inesistenza della parte social della faccenda: Di Burial sappiamo il nome ed abbiamo presente una fotografia, che lui stesso ha fatto girare quando ormai aveva capito che nel nascondersi aveva creato un effetto Batman / Bruce Wayne, di cui "l'artista moderno tipico" andrebbe fierissimo. ma lui in realtà, che potrebbe essere un timido messia (ma questa è solo una mia supposizione, la realtà è che non si può sapere), avendo capito che l'attenzione si stava spostando verso il personaggio, ha spiazzato tutti dicendo "eccomi qua, contenti? ora continuate pure ad ascoltare la musica e non fate i cretini dai".

 

un vero anti-social insomma.

 

e ancora oggi, dopo 10 anni, Reynolds e Pithcfork gli dedicano articoli, i quali, con o senza la malizia dell'hipsterismo, non fanno che aumentare la vicinanza al mondo che noi futu-romantici credevamo di non avere.


  • 5

#17 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15621 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 15:34

Sì, Giubbo, la mia "considerazione era giusto riferita a quei quattro hipster social, figurati. E per fortuna che uscì in un periodo ancora pulito da tutta questa feccia "trend setter". Un anti social come lui non avrebbe di certo apprezzato. Comunque, che sia anti sociale non sappiamo più come scriverlo dal 2006. Però non mi pare proprio di ricordare così viva e luminosa la speranza diffusa nei cuori degli ascoltatori all'epoca, anzi spesso si confondeva tutto questo suo nichilismo con ben altro. Le cose sul suo conto sono cambiate una volta apparsa la sua immagine, con quel trafiletto così umile e sincero che rincuorò un po' tutti, fornendo una risposta ai tanti interrogativi confortante e serena. Poi magari avrai scambiato pareri con tutti quelli che lo hanno apprezzato fin da subito, e che hanno trovato la sua musica come un faro di speranza già al secondo brano. Mentre a me è capitato il contrario. Ricordo davvero quasi tutti pareri distorti, con riferimenti tesi a sminuire tutto veramente improponibili. Probabile che io sia stato solo sfortunato, eh. Nessuno lo mette in dubbio.   


  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#18 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23113 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 16:01

Lettura davvero piacevole, ma alla luce dell'assenza di album che sono considerati universalmente pietre miliari, non è prematuro considerare tale questo di Burial?

 

 

Vedo che sei nuovo e quindi ti aggiorno sul fatto che da tempo le pietre miliari non hanno strettamente il significato di "dischi fondamentali e universalmente considerati tali", ma semplicemente di dischi memorabili o importanti per un motivo o per l'altro. E per fortuna, dato che così ci si può spingere oltre l'idea di "oggettività del giudizio" e parlare di ciò che più ci piace, o di qualcosa che non mette d'accordo tutti ma che ha una sua rilevanza per la storia della musica.


  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#19 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15621 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2017 - 16:12

Lettura davvero piacevole, ma alla luce dell'assenza di album che sono considerati universalmente pietre miliari, non è prematuro considerare tale questo di Burial?

 

Oltre alle sacrosante parole di Paloz, aggiungo che nulla vieta di poter inserire anche dischi di elettronica antecedenti lo stesso Burial. Non c'è una linea temporale precisa, anzi. Quindi, non temere. 


  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#20 Wriss

Wriss

    もののあはれ

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 780 Messaggi:
  • LocationNapoli

Inviato 20 novembre 2017 - 16:38

 

eppure per Untrue invece ho visto una speranza fin da subito: perchè fin dalla sua uscita ho visto il mondo innamorarsi della stessa musica di cui io mi ero innamorato. anzi, faceva di più: questa musica mi faceva sentire non innamorato di lei, ma di qualcosa che neanche comprendevo. penso sia il concetto più puro di innamoramento che una persona può provare: non verso qualcuno, ma verso il mondo.

Questo secondo me è il frutto della questione.

Per me la critica di Untrue o di Burial stanno a zero, il suo personaggio è tutto valore aggiunto.
Prendere i sample dai videogiochi, non farsi mai vedere, la questione del miglior disco del secolo sono tutti surplus che, per quanto mi riguardano, lasciano il tempo che trovano. 
Per me è una cosa che si basa completamente sul piano emotivo e sentimentale e si scinde da tutto il resto.
Chiunque avrebbe potuto fare un disco del genere ed il mio pensiero non sarebbe cambiato di una virgola, davvero non ha alcuna importanza per me, me ne frego. 
Un disco che mi ha fatto amare e disperare, sentire euforico e distrutto allo stesso tempo io non l'ho mai più sentito e non credo lo sentirò mai più, sicuramente non con tale potenza.
Poi mi auguro con tutto il cuore che venga qualcun altro e faccia una una cosa del genere così posso smetterla di essere ossessionato da quest'uomo.


  • 0

RYM





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq