Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Mac Demarco - This Old Dog


  • Please log in to reply
16 replies to this topic

#1 Sleepyhead

Sleepyhead

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5457 Messaggi:

Inviato 05 maggio 2017 - 12:56

mac-demarco-this-old-dog-886x506.png

 

I singoli usciti erano tutte ballate d'agosto con calura e teste penzolanti che strabordano dal divano e quindi poteva dare l'idea un po' fuorviante per questo nuovo disco, e invece è esattamente ciò che vi aspetta anzi, il tutto viene accentuato da un utilizzo vetusto di synth, modulazioni naif e da un romanticismo slacker che riconfermano DeMarco come autentico bardo da parco dietro casa.

 

Gli estratti non rendono la piacevolezza dell'ascolto intero del disco:

 


  • 3

"Dovete vedere noi, perché la televisione non vi fo' far crescere quando fa le sue trasmissioni, ve vo' tene boni; la televisione non ve vo' fa capire, ve vo' addormentà. Questa trasmissione, discute e vi fa discutere dei vostri problemi perché vedete - guardate che bell'abito che c'ho, ho una casa al mare - HO mi guardate, o io me ne vado, ma me dovete guardà in tanti e vi dovete sentire il dovere IL DOVERE, perchè io a causa VOSTRA, c'ho rimesso MILIARDI per divve aaverità."


#2 Pancakes

Pancakes

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 660 Messaggi:

Inviato 05 maggio 2017 - 17:48

Da quando ha coverizzato I Was A Fool To Care era nell'aria un avvicinamento a James Taylor, e così è stato, insieme al sempre presente George Harrison e ad altri vari cantautori gentili dell'epoca, insieme a certe cose dell'Haruomi Hosono solista. Non cè più la sua chitarrina jangle effettata che ho sempre trovato formidabile sia per suono che per tecnica e melodie, ma qui DeMarco da prova di come riuscire a far suonare "demarchiano" qualsiasi strumento, proprio lavorando sulla pasta del suono diciamo. Per quanto ami alla follia Salad Days forse questo col tempo potrebbe essere il mio suo preferito.


  • 0

"If you ain’t got sauce then ya lost! But you can also get lost in the sauce"


#3 Sleepyhead

Sleepyhead

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5457 Messaggi:

Inviato 05 maggio 2017 - 18:20

 

 

Haruomi Hosono

 

Citato in una recente intervista dallo stesso DeMarco, oltre a ribadire la sua ossessione per gli Steely Dan.


  • 0

"Dovete vedere noi, perché la televisione non vi fo' far crescere quando fa le sue trasmissioni, ve vo' tene boni; la televisione non ve vo' fa capire, ve vo' addormentà. Questa trasmissione, discute e vi fa discutere dei vostri problemi perché vedete - guardate che bell'abito che c'ho, ho una casa al mare - HO mi guardate, o io me ne vado, ma me dovete guardà in tanti e vi dovete sentire il dovere IL DOVERE, perchè io a causa VOSTRA, c'ho rimesso MILIARDI per divve aaverità."


#4 Pancakes

Pancakes

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 660 Messaggi:

Inviato 05 maggio 2017 - 18:30

 

 

 

Haruomi Hosono

 

Citato in una recente intervista dallo stesso DeMarco, oltre a ribadire la sua ossessione per gli Steely Dan.

 

 

Gli Steely Dan in effetti li cita da una vita, però sinceramente non ce li ho mai visti tanto: cè qualcosa in comune come mood, ma per quanto sia loro che deMarco siano dei perfezionisti della produzione, ci sono scelte del secondo che sono sicuro farebbero inorridire dei "riccardoni" come loro [senza contare che avevano di frequente molte bizze strumentali che lui non ha; poi vabbè, erano già delle mosche bianche del West Coast Rock di allora e questo già spiegherebbe tutto]. Il suo disco preferito degli SD mi pare sia Aja, e lì forse forse ci sta.


  • 0

"If you ain’t got sauce then ya lost! But you can also get lost in the sauce"


#5 Sleepyhead

Sleepyhead

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5457 Messaggi:

Inviato 06 maggio 2017 - 01:44

No ora adora alla morte Pretzel Logic.

 

 

Il suo amore Steelydiano lo vedo più come un seme pronto a germogliare pian piano, non a caso tra l'ep precedente e questo nuovo si è reso più sobrio e raffinato, sempre nei limiti della cianfrusaglia sonora, ma i mezzi al momento sono questi.


  • 0

"Dovete vedere noi, perché la televisione non vi fo' far crescere quando fa le sue trasmissioni, ve vo' tene boni; la televisione non ve vo' fa capire, ve vo' addormentà. Questa trasmissione, discute e vi fa discutere dei vostri problemi perché vedete - guardate che bell'abito che c'ho, ho una casa al mare - HO mi guardate, o io me ne vado, ma me dovete guardà in tanti e vi dovete sentire il dovere IL DOVERE, perchè io a causa VOSTRA, c'ho rimesso MILIARDI per divve aaverità."


#6 xtc

xtc

    Gianfranco Marmoro

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10962 Messaggi:

Inviato 11 maggio 2017 - 21:56

ecco

http://www.ondarock....-thisolddog.htm


  • 0

#7 mr_tankian

mr_tankian

    Prossimamente nuovo avatar

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3161 Messaggi:

Inviato 22 ottobre 2018 - 09:50

E' un peccato che si sia parlato così poco di un album bellissimo come This Old Dog. Rispetto ai dischi precedenti, lo reputo un gigantesco passo in avanti. Mac DeMarco è uno che le canzoni le sa scrivere, eccome. Peccato solo che nei dischi precedenti la produzione non fosse all'altezza e i brani davano tanto l'idea di "buona la prima". Registrava 3-4 accordi in presa diretta o delle tastiere al volo e via! Per carità, i risultati erano comunque buoni a giudicare da pezzi come Freaking Out the Neighborhood e My Kind of Woman di 2 e Chamber of Reflection di Salad Days.

A questo giro stavolta, il buon Mac ha finalmente realizzato un capolavoro. A livello di suoni, c'è un netto dominio dei sintetizzatori rispetto alle chitarre, per quanto ovviamente non manchino pezzi acustici, a parte dal brano d'apertura My Old Man, che a giudicare dal titolo e dai suoni potrebbe piacere un sacco a 2 mostri sacri come Neil Young e Joni Mitchell (guarda caso anch'essi canadesi). In generale l'album l'ho trovato piuttosto pacato nei toni, ma si tratta di una pacatezza che funziona alla grande poiché i 13 brani sono tutti perfettamente distinguibili tra di loro. E questo a mio avviso è un aspetto estremamente positivo, in quanto ci ho visto tantissimo la volontà di pubblicare un disco solido e studiato a tavolino. I brani dell'album mi piacciono un po' tutti (forse giusto Sister eccede con qualche lamento di troppo, ma si tratta per fortuna di un pezzo da 1 minuto e 20) e dovendone segnalare qualcuno, oltre al già citato brano d'apertura, adoro tanto pezzi più acustici come This Old DogStill Beating, quanto pezzi ricchi di tastiere come For the First Time e l'accoppiata One More Love Song e On the Level. Degna di menzione, infine anche i 7 minuti di Moonlight on the River, canzone che parte con una delicata melodia, per poi sfociare in cupa coda strumentale.

 

Questo è un album che merita tantissimo. Non sarebbe male se guadagnasse qualche ascoltatore in più!  ^_^


  • 2

 


#8 slothrop

slothrop

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7349 Messaggi:

Inviato 22 ottobre 2018 - 09:58

ma sai che io ho un'impressione praticamente opposta!


  • 0

#9 xtc

xtc

    Gianfranco Marmoro

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10962 Messaggi:

Inviato 24 ottobre 2018 - 08:43

E' un peccato che si sia parlato così poco di un album bellissimo come This Old Dog. Rispetto ai dischi precedenti, lo reputo un gigantesco passo in avanti. Mac DeMarco è uno che le canzoni le sa scrivere, eccome. Peccato solo che nei dischi precedenti la produzione non era all'altezza e i brani davano tanto l'idea di "buona la prima". Registrava 3-4 accordi in presa diretta o delle tastiere al volo e via! Per carità, i risultati erano comunque buoni a giudicare da pezzi come Freaking Out the Neighborhood e My Kind of Woman di 2 e Chamber of Reflection di Salad Days.

A questo giro stavolta, il buon Mac ha finalmente realizzato un capolavoro. A livello di suoni, c'è un netto dominio dei sintetizzatori rispetto alle chitarre, per quanto ovviamente non manchino pezzi acustici, a parte dal brano d'apertura My Old Man, che a giudicare dal titolo e dai suoni potrebbe piacere un sacco a 2 mostri sacri come Neil Young e Joni Mitchell (guarda caso anch'essi canadesi). In generale l'album l'ho trovato piuttosto pacato nei toni, ma si tratta di una pacatezza che funziona alla grande poiché i 13 brani sono tutti perfettamente distinguibili tra di loro. E questo a mio avviso è un aspetto estremamente positivo, in quanto ci ho visto tantissimo la volontà di pubblicare un disco solido e studiato a tavolino. I brani dell'album mi piacciono un po' tutti (forse giusto Sister eccede con qualche lamento di troppo, ma si tratta per fortuna di un pezzo da 1 minuto e 20) e dovendone segnalare qualcuno, oltre al già citato brano d'apertura, adoro tanto pezzi più acustici come This Old DogStill Beating, quanto pezzi ricchi di tastiere come For the First Time e l'accoppiata One More Love Song e On the Level. Degna di menzione, infine anche i 7 minuti di Moonlight on the River, canzone che parte con una delicata melodia, per poi sfociare in cupa coda strumentale.

 

Questo è un album che merita tantissimo. Non sarebbe male se guadagnasse qualche ascoltatore in più!  ^_^

meno male pensavo di essere l'unico


  • 0

#10 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5478 Messaggi:

Inviato 24 ottobre 2018 - 11:19

Non conoscevo lui, m'è capitato per sbaglio dopo un video di Kurt Vile e l'ho ascoltato vista la citazione qui.

Molto –troppo?– morbido (e, per il mio tipo di ascolti, molto mattutino), non so se parlerei di capolavoro ma si fa ascoltare tutto, e per intero, con gusto. Piacevolissima sorpresa Moonlight on the river, una spanna sopra il resto per ambizione.


  • 0

#11 LurkerFakeTroll

LurkerFakeTroll

    Re (Salmone) di aringhe

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10618 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 24 ottobre 2018 - 13:36

Non conoscevo lui, m'è capitato per sbaglio dopo un video di Kurt Vile e l'ho ascoltato vista la citazione qui.

Molto –troppo?– morbido (e, per il mio tipo di ascolti, molto mattutino), non so se parlerei di capolavoro ma si fa ascoltare tutto, e per intero, con gusto. Piacevolissima sorpresa Moonlight on the river, una spanna sopra il resto per ambizione.

 

se conosci il "personaggio" ti butti nel Villoresi ashd


  • -1

Stamani sono stato al fucking gazebo della Lega.

ma secondo te ti credo?


There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you

#12 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5478 Messaggi:

Inviato 24 ottobre 2018 - 13:55

se conosci il "personaggio" ti butti nel Villoresi ashd


parlamene
  • 0

#13 LurkerFakeTroll

LurkerFakeTroll

    Re (Salmone) di aringhe

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10618 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 24 ottobre 2018 - 14:48

 

se conosci il "personaggio" ti butti nel Villoresi ashd


parlamene

 

A prima vista sembra proprio uno che se non si traveste da scemo e non fa le mossette ironiche (ma proprio da hipster a cavallo dei '10) non riesce a lasciar partire le canzoni genuine e sincere che compone. La fanbase di ondarock poi non è molto rappresentativa di quella esterna, americana.
Credo Sleepy e altri accennassero a certe pose in un altro topic su di lui, comunque forse con quest'album si è regolato anche nel modo di porsi all'infuori dell'esecuzione tecnica


  • -1

Stamani sono stato al fucking gazebo della Lega.

ma secondo te ti credo?


There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you

#14 slothrop

slothrop

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7349 Messaggi:

Inviato 24 ottobre 2018 - 15:30

 

 

se conosci il "personaggio" ti butti nel Villoresi ashd


parlamene

 

A prima vista sembra proprio uno che se non si traveste da scemo e non fa le mossette ironiche (ma proprio da hipster a cavallo dei '10) non riesce a lasciar partire le canzoni genuine e sincere che compone. La fanbase di ondarock poi non è molto rappresentativa di quella esterna, americana.
Credo Sleepy e altri accennassero a certe pose in un altro topic su di lui, comunque forse con quest'album si è regolato anche nel modo di porsi all'infuori dell'esecuzione tecnica

 

 

 

Non so con esattezza cosa intendi, ma l'unica volta che l'ho visto dal vivo, diversi anni fa al Covo, fu bravissimo ma cazzeggiò tutto il tempo baciandosi in bocca col bassista e facendo l'idiota finto-frocio, anche se ho il dubbio che sia gay davvero. Non me ne frega assolutamente nulla, il fatto è che davvero rischò di rovinare il concerto per quanto cercava di "lanciare messaggi" (?) facendo l'idiota di continuo.

 

Personalmente il suo secondo album fu una folgorazione, confermata poi da "Salad Days". Non ho capito davvero perchè nel disco di cui si parla in questo topic abbia praticamente abbandonato la chitarra slide e attenuato fortemente la componente Steely Dan/Little Feat che secondo me era preziosa come il platino in questi ingrati tempi.


  • 0

#15 Sleepyhead

Sleepyhead

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5457 Messaggi:

Inviato 24 ottobre 2018 - 17:46

E' il suo disco crepuscolare (dedicato al padre deceduto) e certi slanci melodici e certe atmosfere del passato sono rimaste un po' in disparte, ma lo spirito raffinato/sofisticato si è solo spostato alle ballate dei Prefab Sprout, a una malinconia appannata ma mai ai limiti del pietoso e in generale a un senso della misura che ha sempre avuto e che lo mantiene come autore pop-indie di assoluto avvenire.

 

Le cianfrusaglie elettro, i giri di chitarra, e l'immaginario da parcheggio dietro il supermercato rimane, a me piacerebbe molto ibernarmi per vent'anni e al mio risveglio vedere in che situazione è DeMarco.


  • 1

"Dovete vedere noi, perché la televisione non vi fo' far crescere quando fa le sue trasmissioni, ve vo' tene boni; la televisione non ve vo' fa capire, ve vo' addormentà. Questa trasmissione, discute e vi fa discutere dei vostri problemi perché vedete - guardate che bell'abito che c'ho, ho una casa al mare - HO mi guardate, o io me ne vado, ma me dovete guardà in tanti e vi dovete sentire il dovere IL DOVERE, perchè io a causa VOSTRA, c'ho rimesso MILIARDI per divve aaverità."


#16 slothrop

slothrop

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7349 Messaggi:

Inviato 24 ottobre 2018 - 17:58

E' il suo disco crepuscolare (dedicato al padre deceduto) e certi slanci melodici e certe atmosfere del passato sono rimaste un po' in disparte, ma lo spirito raffinato/sofisticato si è solo spostato alle ballate dei Prefab Sprout, a una malinconia appannata ma mai ai limiti del pietoso e in generale a un senso della misura che ha sempre avuto e che lo mantiene come autore pop-indie di assoluto avvenire.

 

beh, descrizione suggestiva. Magari lo riascolto anche per vedere se ci trovo sta roba.


  • 0

#17 xtc

xtc

    Gianfranco Marmoro

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10962 Messaggi:

Inviato 24 ottobre 2018 - 18:43

http://www.ondarock....-thisolddog.htm


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq