Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Boris - Habemus Monografia


  • Please log in to reply
40 replies to this topic

#1 starmelt

starmelt

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4732 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2007 - 09:59

Facendo una rapida ricerca vedo che del gruppo si è già discusso in diversi thread, ma l'universo Boris è molto più ampio di quello che può apparire ad una rapida occhiata.

Innanzitutto due parole sul gruppo, trio giapponese chitarra-basso-batteria che nel '96 debutta subito con un capolavoro: Absolutego, disco composto da un pezzo bestiale per un ora, poi a seguire Amplifier Worship (2001) e Akuma No Uta (2005), che si avvicinano ad uno standard hardrock urticante fino a Pink dello scorso anno. Questa la discografia "maggiore".

Poi ci sono le collaborazioni, da Sun Baked Cave Snow con Merzbow a quella coi Sunn O))), fino a Rainbow con Michio Kurihara (White Heaven, Ghost).

Ma le sorprese stanno in quella minore, i Boris infatti hanno la pessima abitudine di produrre uscite su uscite in edizioni limitate, vendute solo durante i tour ecc. Provate a cercare su Aquarius quante versioni di Pink esistono... Per queste minuzie affidatevi al download.
Personalmente in questi giorni sono rimasto fulminato da Vein e dagli Archive.
Il primo è uscito solo su vinile e con la furbata di fare due versioni con musica diversa: Heavy e Drone, la prima spedita negli States, la seconda in Europa. Heavy è un assurdo assalto di pezzi brevissimi: urla, feedback e percussioni senza senso alcuno. Drone, vabbè uno pezzo è effettivamente un drone, l'altro è come far durare un pezzo di Heavy per un quarto d'ora.

Gli Archive invece sono tre cd venduti durante il tour del 2005, rispettivamente intitolati: Live 96-98, Drumless Shows e infine Two Long Songs.
I titoli sono più che espliciti, il primo mette in fila pezzi più o meno convenzionali e fa intuire che da uno show dei Boris non è detto che si esca sani, in Drumless Shows il batterista passa alla seconda chitarra e ci si immerge nella solita palude di riff in slow motion, Two Long Songs ripropone una Absolutego in versione accorciata e Flood, che parte soffusa, con chitarra e voce pulite e malinconiche, per diventare la solita cascata di watt e proponendosi come uno dei vertici del gruppo.


  • 0

#2 Plozzer

Plozzer

    Haddaway

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5394 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2007 - 10:20

A questa puntuale e solleticante rassegna aggiungo Dronevil Final, uscito nel 2006, che nient'altro è se non l'espansione di una bonus track di Absolutego in due versioni parallele, appunto "Drone" e "Evil", cioè ambient sul cd1 e drone/doom sul cd2. Si possoo ascoltare come due facce della stessa medaglia, oppure contemporaneamente (ma le durate sono diverse, voglio vedervi, a sincronizzarle...).

Del cd con Michio Kurihara ho parlato brevemente nella playlist di questa settimana, e mi ci soffermo di nuovo volentieri: riprende le atmosfere quasi folk apocalittiche del celebrato disco con i Sunn O))), ma anziché mescolarle al drone metal le caccia dentro un'atmosfera psichedelico/ipnotica, con qualche punto di contatto con gli Jesu o con certe cose dei Ghost.

In rete si trovano anche un paio di live con Keiji Haino (metallozzo doom ignorantissimo).

Trovo che a farli spiccare sia l'atteggiamento "moderno" e poliedrico con cui affrontano certo rock/metal/doom eccetera.
  • 0

Whatever you do, don't


#3 starmelt

starmelt

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4732 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2007 - 10:33

Il merito del gruppo secondo me è soprattutto la capacità di essere riuscito prima di tutto a proporre qualcosa di interessante dopo l'esordio, e per il tipo di disco non è una cosa scontata. Io per primo non apprezzavo le uscite successive perchè le paragonavo ad Absolutego. Ma il gruppo ha saputo reinventarsi di continuo dal doom-drone a certo hard rock tamarrissimo, da certe derive post (?) tipo il primo pezzo di Pink o di  Rainbow a violenze insensate come il succitato Vein e molto altro ancora. E tutto questo riuscendo lo stesso a mantenere sound e stile riconoscibilissimi.
  • 0

#4 Von

Von

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 443 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2007 - 11:11

Ma secondo voi ha ancora senso parlare di metal nel prendere in esame un disco dei Boris? Nel senso, nella loro musica sono presenti tante di quelle influenze che il termine "metal" secondo me è riduttivo (non perchè il metal sia un genere povero, anzi di belle cose ne ha eccome). In realtà questo discorso potremmo poi allargarlo a molti altri artisti di molti altri "generi"...

P.S: Starmelt il tuo avatar è strabello  ;D
  • 0

#5 Plozzer

Plozzer

    Haddaway

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5394 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2007 - 11:48

Ma secondo voi ha ancora senso parlare di metal nel prendere in esame un disco dei Boris?


Direi di no, e hai spiegato bene tu il perché. Poi dipende da cosa si intenda per "metal", e qui il discorso è vastissimo. ? innegabile però, secondo me, che l'approccio estremista e violento a certi suoni e a certe composizioni venga dal metal.

Mi pare ci fosse stato uno scambio a proposito nel thread dedicato ai Khlyst.
  • 0

Whatever you do, don't


#6 starmelt

starmelt

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4732 Messaggi:

Inviato 03 febbraio 2007 - 12:16

Nei Boris conta molto la componente geografica, io ad esempio oltre alla componente metal sento molto l'influenza dei Les Rallizes Denudes, di Haino o di certo japanoise, artisti che dubito abbiano influenzato molti altri gruppi che partendo dal metal ne hanno allargato i confini.

Poi non saprei se sono metal o meno, sia perchè ho una conoscenza troppo superficiale del metal sia perchè trovare i confini di un genere è un'impresa improba, comunque anch'io propenderei per il no, infatti non ho usato il termine metal parlando di loro, certo è che è una componente molto forte nella loro proposta.


P.S: Starmelt il tuo avatar è strabello  ;D


E l'ho inserito sbagliando l'immagine da selezionare...
  • 0

#7 Farzan

Farzan

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4951 Messaggi:
  • LocationPr

Inviato 05 febbraio 2007 - 20:48

dei boris ho ascoltato solo Pink, che mi è parso una merda senza minimo ripensamento. a leggere le parole di starmelt, ora cercherò di procurarmi qualcos'altro, forse li ho cestinati troppo presto.
  • 0

#8 chien andalusia

chien andalusia

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 308 Messaggi:

Inviato 06 febbraio 2007 - 07:33

Ascoltato soltanto Pink e distrattamente anche.Da qualche parte per la rete mi pare l'abbiano definito il Loveless dei nostri giorni.Effettivamente la prima traccia la ricordo come fragorosa, prorompente e discretamente estatica; il resto mi è parso fin troppo caotico.
Esiste quindi un album o un percorso che tenda verso orizzonti un po' più post -del genere prima traccia di Pink- o quella era stata una deriva fugace?

  • 0

#9 starmelt

starmelt

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4732 Messaggi:

Inviato 06 febbraio 2007 - 08:35

Airfazan, Pink all'inizio fece piuttosto schifo anche a me, è tamarrissimo, caciarone, eccessivo. Prova piuttosto a sentire Absolutego o la collaborazione coi Sunn O))).

Chien, direi che le derive post in quel senso sono state fugaci, ma se vuoi una cosa meno casinara prova Rainbow, quello con Michio Kurihara.
  • 0

#10 Plozzer

Plozzer

    Haddaway

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5394 Messaggi:

Inviato 06 febbraio 2007 - 08:41

Se invece vuoi una cosa casinara procurati "Vein (hardcore)", che ho ascoltato giusto ieri e ho trovato di un'imbecillità assurda, di quelle che conquistano al primo ascolto. Pezzi brevi, velocissimi, registrati malissimo. Poco importante come uscita, forse, ma ottimo indizio nella ricostruzione dell'identità dissociata dei Boris.
  • 0

Whatever you do, don't


#11 Guest_Mattia_*

Guest_Mattia_*
  • Guests

Inviato 06 febbraio 2007 - 08:44

Qualcuno ha ascoltato Dronevil Final? E' una sorta di Zaireeka dei Flaming Lips, ma meno oneroso: bastano infatti soltanto due cd player per poterne godere appieno. Sono i soliti Boris, quelli di Dronevil Final: plumbei, fragorosi, blindatissimi. Per me, un gran disco (benchè ritenga che il genere di cui facciano parte - portato in alto, molto in alto, da formazioni quali Melvins, Sleep, Khanate, Sunn O))) e Om - sia giunto ad una sorta di capolinea espressivo).

#12 Plozzer

Plozzer

    Haddaway

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5394 Messaggi:

Inviato 06 febbraio 2007 - 08:58

Qualcuno ha ascoltato Dronevil Final? E' una sorta di Zaireeka dei Flaming Lips, ma meno oneroso: bastano infatti soltanto due cd player per poterne godere appieno.


Che cosa banale: ascolta i due cd in fila, vedrai che spasso :)

Comunque hai ragione: è un bel disco. E hai ragione anche a pensare che certo rock "denso" sia arrivato al proprio zenith stilistico. Lo credo anch'io, ma penso anche che questa sia la premessa per incorporare certi stilemi dentro altre musiche e magari spingersi più verso la psichedelia eccetera - cosa che i Boris già fanno in "Rainbow" (a ridaje).
  • 0

Whatever you do, don't


#13 Farzan

Farzan

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4951 Messaggi:
  • LocationPr

Inviato 14 febbraio 2007 - 19:47

Airfazan, Pink all'inizio fece piuttosto schifo anche a me, è tamarrissimo, caciarone, eccessivo. Prova piuttosto a sentire Absolutego o la collaborazione coi Sunn O))).


la collaborazione con i sunn o))) è molto bella, molto, direi che non ha sbavature ne limitazioni, asolutamente un bel disco, adesso vedo di cercare absolutego.
  • 0

#14 Farzan

Farzan

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4951 Messaggi:
  • LocationPr

Inviato 03 marzo 2007 - 13:54

devo ancora capire se absolutego è bello o no..ancora qualche ascolto..starmelt, cosa mi dici di black implication flooding?
ho visto che la collaborazione tra boris e keiji haino..
  • 0

#15 starmelt

starmelt

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4732 Messaggi:

Inviato 03 marzo 2007 - 14:45

Mi spiace, quello con Haino non lo conosco.
Per quanto riguarda Absolutego, nel dubbio basta alzare il volume ancora un po' O_O
  • 0

#16 Plozzer

Plozzer

    Haddaway

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5394 Messaggi:

Inviato 06 marzo 2008 - 11:28

In uscita (ma già si trova, che ve lo dico a fare) "Smile", nuovo album. Ne ho ascoltato solo metà, sembra molto eclettico, in linea con i momenti più psichedelici e rilassati, per così dire, delle collaborazioni con Sunn O))) e Kurihara. Speriamo in bene.
  • 0

Whatever you do, don't


#17 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 06 marzo 2008 - 12:21

dei boris ho ascoltato solo Pink, che mi è parso una merda senza minimo ripensamento. a leggere le parole di starmelt, ora cercherò di procurarmi qualcos'altro, forse li ho cestinati troppo presto.


speri che la merda si trasformi in fois gras? asd
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#18 Guest_Maedhros_*

Guest_Maedhros_*
  • Guests

Inviato 06 marzo 2008 - 12:46

Ascoltato soltanto Pink.Da qualche parte per la rete mi pare l'abbiano definito il Loveless dei nostri giorni.


proprio vero che ne girano di criminali per la rete.

#19 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 06 marzo 2008 - 12:56


Ascoltato soltanto Pink.Da qualche parte per la rete mi pare l'abbiano definito il Loveless dei nostri giorni.


proprio vero che ne girano di criminali per la rete.


vai mauriello, fulminali! :D
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#20 Plozzer

Plozzer

    Haddaway

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5394 Messaggi:

Inviato 06 marzo 2008 - 13:19

Quest'ultimo, completato un primo ascolto (attento), sembra il disco che i Motorpsycho non sono più riusciti a incidere. Psichedelico ma poco indebitato con la tradizione, ricco di momenti produttivamente sopra le righe (chitarre altissime e/o distorte direttamente nei canali del mixer, bordate di rumore che entrano ed escono da basi eteree, taglia-e-cuci un po' a cazzo etc) e una certa tendenza alla ricerca della melodia. Per ora mi piace, è eterogeneo ma meno logorroico e ingessato di altri dischi rock contemporanei che invece mi lasciano un po' perplesso (Black Mountain, Wildildlife e compagnia bella).
  • 0

Whatever you do, don't





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq