Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Qual È La Vostra Casa Editrice Preferita E Perché?


  • Please log in to reply
113 replies to this topic

#21 Thælly

Thælly

    mascellona da bukkake

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6913 Messaggi:

Inviato 12 ottobre 2015 - 21:44

Senza troppi fighettismi io ci metto Einaudi Tascabile e la (presumo odiata?) Universale Economica Feltrinelli. Motivi? identità grafica curata e copertine molto spesso di qualità.

<3<3<3<3<3


  • 0

Una tua action figure che quando la schiacci ti parla degli accordi.


#22 username

username

    granita di gelsi rossi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5826 Messaggi:
  • Locationmediterranea

Inviato 12 ottobre 2015 - 22:02

Sellerio


  • 1

La tua firma può contenere:

  • • Fino a 1 immagini
  • • Immagini fino a 350 x 150 pixels
  • • Qualsiasi numero di URLs
  • • Fino a 12 linee

#23 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5697 Messaggi:

Inviato 12 ottobre 2015 - 22:03

Sellerio

 

71V2JR56QuL.jpg

 

 

 

:wub:


  • 3

#24 Volpe

Volpe

    Sturm und Drang

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 363 Messaggi:

Inviato 12 ottobre 2015 - 23:30

Einaudi, per affezione e qualità. A livello grafico e di scelta cartacea è il libro che mi da maggiore piacere leggere, Universale Economica è il mio feticcio libresco. Mi piacciono molto anche i rilegati Einaudi Storia.

Tanto bella Adelphi, in tutte le sue forme e colori. 

Nel settore saggistica io ho un piccolo amore per le edizioni Sylvestre Bonnard. Ho perso il conto di quante volte sia fallita e secondo me lo hanno perduto anche loro. Ma io non smetto di tifare e sostenere.

Trovo godereccia la Pléiade della Gallimard perché sembra quasi di sfogliare una bibbia. Divertenti da cercare tra i bouquinistes, sperando in un accordo tra cuore e bancomat. 


  • 0

#25 Guest_Michele Murolo_*

Guest_Michele Murolo_*
  • Guests

Inviato 13 ottobre 2015 - 00:15

E la Newton Compton e i suoi Mammut? :wub:

3XrMwnd.jpg



#26 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5697 Messaggi:

Inviato 13 ottobre 2015 - 00:30

no dai


  • 0

#27 atlas

atlas

    perinde ac cadaver

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7426 Messaggi:

Inviato 13 ottobre 2015 - 07:27

Universale economica Feltrinelli ha carta e stampa top pleb, dai, ed è responsabile di crimini quali

9788807901638_quarta.jpg

però mi piacciono molto quelle di shakespeare

Spoiler


il crimine dell'anno, tuttavia, l'hanno portato a casa i meravigliosi ragazzi dello IED

Spoiler


tornando IT: Laterza :3
  • 2

#28 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5697 Messaggi:

Inviato 13 ottobre 2015 - 08:06

beh sì, qualcosa la scazzano pure loro. La carta non mi dispiace ti dirò, ruvida.

 

altra collana orrenda

 

$_35.JPG


  • 0

#29 Nijinsky

Nijinsky

    Señorito En Escasez

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13323 Messaggi:

Inviato 13 ottobre 2015 - 08:09

Comunque sono un mucchio di stronzi finché 1. non raccolgono tutte le poesie di Cattafi 2. non ristampano Cases. E tante altre cosine o cosone.
  • 0

Siamo vittime di una trovata retorica.


#30 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6782 Messaggi:

Inviato 13 ottobre 2015 - 08:20

Avete già detto tutto.

Mi sono sempre piaciuti istintivamente Einaudi Tascabili e Feltrinelli economica. Anche per via del prezzo, erano i miei due scaffali preferiti ai tempi in cui frequentavo assiduamente le librerie (arg).

Adelphi e Minimum Fax, sia per estetica che per garanzie, specie la prima (ma non per tutti i giorni/portafogli).

Come dicevo altrove, le Letture Einaudi hanno titoli bellissimi e copertine minimali, ma anche queste ci penso due-tre volte prima di lanciarmi (che poi le prenderei tutte).

 

Ogni tanto provo anche qualche piccola casa editrice tanto per, e qualche piccola bella sorpresa c'è, sia estetica che non, ma niente da strapparmi i capelli.


  • 0

#31 Reynard

Reynard

    segno zodiacale: salamandra ascendente testadicazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9670 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 13 ottobre 2015 - 09:07

Per il catalogo di saggistica mi piacciono Bollati Boringhieri, Il Mulino (più un tempo però), Einaudi. Adoro la Biblioteca Storica Einaudi, belli anche a vedersi. La Laterza ultimamente mi da l'impressione di decadenza irreversibile.

Mimesis sia per catalogo che per veste grafica.

Per quanto riguarda la filosofia, so che un giorno mi indebiterò tantissimo per riempirmi casa con i classici del pensiero occidentale Bompiani. (Poi perderò la vista nel leggerli).

 

Poi mi piacciono molto i classici pubblicati dalla Corbaccio (ho letto il loro Mann, Celine, Soseki). Ho un debole per i libretti della E/o, maneggevoli, belli a vedersi, pubblicano cose non scontate tra cui un bel po' dei miei cari mitteleuropei (perché l'Adelphi non ha il monopolio dell'impero asburgico), e tra i pochi che mettono il commento critico come postfazione, come dovrebbe essere giusto.

E a proposito di Adelphi: si, sono molto belli, e sanno di esserlo. Cominciano a starmi antipatici.

A nessuno piacciono I Grandi Libri Garzanti? Mi piaceva la classicissima vecchia veste grafica e mi piace quella nuova. Mi piacciono le loro interminabili prefazioni anche se le salto a pié pari, ma è bello sapere che ci sono e farsi tentare a leggerle dopo aver completato la lettura. L'unica pecca è il carattere un po' piccolo.

 

Poi, mi duole dirlo, ma devo parlare bene di Vita&Pensiero. Grafica molto curata, ottima carta, stampa leggibilissima, fatti molto bene, hanno anche delle perle nel catalogo. Tra una decina di pubblicazioni di teologia dei professori della Cattolica e un'altra.

 

Edit: mi son sbagliato, Soseki non era Corbaccio ma Neri Pozza


  • 0
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#32 signora di una certa

signora di una certa

    old signorona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18260 Messaggi:

Inviato 13 ottobre 2015 - 09:24

mi piacciono i mattoncini dell'Iperborea anche se poi di fa fatica ad aprirli


  • 1

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#33 atlas

atlas

    perinde ac cadaver

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7426 Messaggi:

Inviato 13 ottobre 2015 - 09:26

A nessuno piacciono I Grandi Libri Garzanti? Mi piaceva la classicissima vecchia veste grafica e mi piace quella nuova. Mi piacciono le loro interminabili prefazioni anche se le salto a pié pari, ma è bello sapere che ci sono e farsi tentare a leggerle dopo aver completato la lettura. L'unica pecca è il carattere un po' piccolo.


il recente restyling e il tier 4.90€ sono davvero la peggio cosa.
  • 0

#34 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23207 Messaggi:

Inviato 13 ottobre 2015 - 09:27

Sellerio non riesco a volerle bene perché pubblica tutto Montalbano e altre robe che legge solo mia mamma.

 

Newton è una casa più che onorevole per via del low cost ma graficamente è da piangere. Le caricature son simpatiche ma, appunto, fanno prendere poco sul serio l'edizione.


  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#35 username

username

    granita di gelsi rossi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5826 Messaggi:
  • Locationmediterranea

Inviato 13 ottobre 2015 - 09:33

Sellerio non riesco a volerle bene perché pubblica tutto Montalbano e altre robe che legge solo mia mamma.

 

 

:facepalm:


  • 1

La tua firma può contenere:

  • • Fino a 1 immagini
  • • Immagini fino a 350 x 150 pixels
  • • Qualsiasi numero di URLs
  • • Fino a 12 linee

#36 atlas

atlas

    perinde ac cadaver

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7426 Messaggi:

Inviato 13 ottobre 2015 - 09:40

comunque ecco, benché io abbia un discreto numero di oscar hardcover, non passa mese in cui non mi do il dormento per non aver acquistato "guerra e pace" diviso in 4 volumi: ciclicamente faccio ricerche infruttuose e mi dispero dell'eventualità del volume unico, che va per la maggiore nel panorama italiano. pls se qualcuno lo ha me lo venda, altrimenti prima o poi mi avrà sulla coscienza.

edit:

XnLK7yh.jpg

la ha Gianni, gli scriverò su fb minacciando il suicidio :^)
  • 0

#37 Thælly

Thælly

    mascellona da bukkake

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6913 Messaggi:

Inviato 13 ottobre 2015 - 11:34

Quello che cerchi tu ce l'ha mia madre, atlas :*


  • 0

Una tua action figure che quando la schiacci ti parla degli accordi.


#38 Volpe

Volpe

    Sturm und Drang

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 363 Messaggi:

Inviato 13 ottobre 2015 - 11:42

 La Laterza ultimamente mi da l'impressione di decadenza irreversibile.

 

 

 

Ho l'impressione che non sia un'impressione. Hanno fatto uscire volumi davvero interessanti, spartani come grafica e la gradivo. Vi era anche la Biblioteca Essenziale, con piccoli volumi da tasca. Pochi titoli invero ma scelti con cura. 

 

Avevo già segnalato, per gli amanti del libro in inglese, una serie fatta da Penguin. Casa editrice altalenante, alcuni volumi economici si spezzano appena li apri, altri solidi. Alcuni belli davvero, anche nella versione priva di rilegatura. Questa edizione invece si distingue sia per le copertine, che reputo splendide, sia per la carta, spessa, ruvida. Io li ho trovati da Feltrinelli.

 

9780141199603.jpg


  • 0

#39 Ɲ●†

Ɲ●†

    Haunted

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11640 Messaggi:

Inviato 13 ottobre 2015 - 11:53

E la Newton Compton e i suoi Mammut? :wub:

3XrMwnd.jpg

 

 

Newton Compton il male assoluto per quanto mi riguarda, in qualsiasi collana.

 

Anche ISBN mi piace esteticamente, a partire dall'idea di chiamarsi appunto ISBN. Però hanno dei prezzi davvero troppo alti.

 

La Pleaide di Einaudi quasi inaccessibile (mi son comprato i 2 volumi di Rilke quando lavoravo in libreria e me li sono fatti scalare dalla paga per sentire meno il colpo), però confermo quello che dice Gael, sembrano libri sacri.


  • 1
A chemistry of commotion and style

#40 auslöschung

auslöschung

    internal bio-reverb

  • Moderators
  • 3098 Messaggi:

Inviato 13 ottobre 2015 - 11:56

mi son comprato i 2 volumi di Rilke quando lavoravo in libreria e me li sono fatti scalare dalla paga per sentire meno il colpo)

 

li rivendi al doppio. 


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq