Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Lo Scrittore Che Leggo Solo Io


  • Please log in to reply
22 replies to this topic

#1 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20473 Messaggi:

Inviato 09 ottobre 2014 - 17:28

Mi pare ci sia un thread simile anche in Rock e dintorni e l'idea del fondo è: ci sarà pure qualche autore che abbiamo scoperto magari per caso, poco noto al pubblico e di cui magari abbiamo pure fatto fatica a recuperare qualche lavoro, che sentiamo nostro proprio per la soddisfazione di leggerselo alla faccia del mondo omologato che non se lo fila, preferendogli il nuovo libro di Carofiglio.

Qua di lettori seriali ce ne sono parecchi, chissà se riusciamo a tirar fuori qualche nome particolare.  :)

Spoiler

 

Io una decina di anni fa ho preso, spinto solamente dalla trama come facevo una volta, quel romanzo qua:

 

Ilnazistaeilbarbiere.jpg

 

E' la storia di Max Schulz, ariano purissimo ma con le classiche stimmate da stereotipo di ebreo, che fa carriera nelle SS, fino alla fine del 3° Reich. Accerchiato in Polonia, riesce miracolosamente a scampare ai sovietici e, trovatosi nella caotica Berlino occupata, ha il colpo di genio: si ricorda del suo vecchio amico ebreo Itzig Finkelstein e ne assume l'identità, passando dalla parte dei vincitori della guerra.

 

Edgar Hilsenrath, tedesco e di religione ebraica, ha scritto anche altro: La fiaba dell'ultimo pensiero (sempre Marcos y Marcos) sul genocidio degli armeni, Bronsky ricorda, storia di un sopravvissuto emigrato in America e Jossel Wassermann torna a casa (BCeD questi ultimi due).

Non ho mai trovato l'altro suo romanzo, Die Nacht.


  • 6

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

 

 


#2 Merlo

Merlo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3935 Messaggi:
  • LocationItalia

Inviato 10 ottobre 2014 - 07:31


nHqqEU5.png

 

(scusate, non ho resistito)


  • 1
"Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace"

Ricette Veg

#3 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6782 Messaggi:

Inviato 10 ottobre 2014 - 07:35

Non lo leggo di certo solo io, ma vista la vicinanza geografica ho avuto modo di andare a più di una sua presentazione, lo seguo e leggo (anche se scrive più velocemente di quanto io lo possa leggere, e sono molto indietro diciamo): Paolo Nori.

A me piace, ed è anche uno dei pochissimi scrittori italiani contemporanei che conosco/apprezzo.

 

Non insisto che temo di essere OT, ma il topic mi piace e ora come ora non mi viene in mente un altro autore di nicchia che apprezzo solo io.


  • 2

#4 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20473 Messaggi:

Inviato 10 ottobre 2014 - 08:18

Vabbeh tutto è letto per forza da qualcun altro (se no manco lo pubblicherebbero), però io per esempio questo Paolo Nori non l'ho mai sentito, per cui insisti pure :P


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

 

 


#5 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27564 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 10 ottobre 2014 - 09:04

Costui

 

http://it.wikipedia....n_Kennedy_Toole

 

Ho il forte sospetto che Neon Bible degli AF sia ispirata al suo secondo (ed ultimo) romanzo (che non ho letto; l'altro si, ed è delirante)

 

 

E poi (già segnalati mi pare, ma che ne so)

 

http://en.wikipedia..../The_Ginger_Man

 

ovvero: il libro che Bukowski non sarebbe mai stato capace di scrivere. Di costui ho letto solo questo (culto, cmq) e non so nemmeno se è stato tradotto altro

 

Inoltre

 

http://en.wikipedia....ki/Chuck_Kinder

 

Ce ne sono altri di disperati come questi, posto via via


  • 0

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#6 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4178 Messaggi:

Inviato 10 ottobre 2014 - 09:07

Non credo di essre l'unica ma amo molto Woolrich, non proprio diffusissimo.


  • 0

#7 Reynard

Reynard

    segno zodiacale: salamandra ascendente testadicazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9670 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 10 ottobre 2014 - 09:20

Non credo di essre l'unica ma amo molto Woolrich, non proprio diffusissimo.

Non sei l'unica


  • 0
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#8 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21877 Messaggi:

Inviato 10 ottobre 2014 - 09:24

Toole lo conosce anche mia nonna dai asd
  • 1

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#9 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6782 Messaggi:

Inviato 10 ottobre 2014 - 09:26

Vabbeh tutto è letto per forza da qualcun altro (se no manco lo pubblicherebbero), però io per esempio questo Paolo Nori non l'ho mai sentito, per cui insisti pure :P

 

Vabbè effettivamente non ho detto nulla oltre al nome.

È uno scrittore emiliano, amante della sua terra e della Russia (dal russo traduce anche), che scrive come parla (più o meno) e sostiene fieramente i libri "scritti male" e disprezza i "romanzi normali". Ha debuttato nel 1999 se non sbaglio e da allora pubblica tipo 2-3 libri l´anno, fra saggi, romanzi brevi, cose varie. Ama anche leggere ad alta voce opere sue o altrui, ha di recente realizzato un festival relativo durante il quale ha aperto leggendo Questa è l´acqua di DFW.

Insomma, ha una scrittura tutta sua che forse a me piace anche perché vicina, ma il modo migliore per farsi un´idea è cercare qualche quote o il suo blog. Butta fuori parole di continuo, ma allo stesso tempo fa molta attenzione a quali usa e come.


  • 1

#10 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13001 Messaggi:

Inviato 10 ottobre 2014 - 09:43

il libro che Bukowski non sarebbe mai stato capace di scrivere.


Mah.

Comunque Donleavy credo sia abbastanza noto almeno tra gli appassionati dei Pogues e di Shane McGowan.
Mai letto niente però, anche se sono anni che ce l'ho in lista.


  • 0

#11 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6782 Messaggi:

Inviato 10 ottobre 2014 - 09:49

Toole lo conosce anche mia nonna dai asd

 

Io non lo conoscevo. :(

 

EDIT: Una banda di idioti l´avevo sentito nominare, ma non altro.


  • 0

#12 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 5291 Messaggi:

Inviato 10 ottobre 2014 - 09:56

Non lo leggo di certo solo io, ma vista la vicinanza geografica ho avuto modo di andare a più di una sua presentazione, lo seguo e leggo (anche se scrive più velocemente di quanto io lo possa leggere, e sono molto indietro diciamo): Paolo Nori.

A me piace, ed è anche uno dei pochissimi scrittori italiani contemporanei che conosco/apprezzo.

 

Non insisto che temo di essere OT, ma il topic mi piace e ora come ora non mi viene in mente un altro autore di nicchia che apprezzo solo io.

Ma in questo thread si può dire che si legge quello che gli altri dicono di essere gli unici a leggere o c'è la pena dell'esclusione? asd

 

Nori mi piace tantissimo nei racconti e negli articoli. Leggo sempre il suo sito/blog e lo trovo eccezionale perché ha una cultura enorme (molto preparato sui russi, che traduce pure) e dall'altra parte fa pure scassare dal ridere. Dicono pure sia un tipo simpatico forte.


  • 2

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.


#13 satyajit

satyajit

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6747 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 10 ottobre 2014 - 10:19

Non lo leggo di certo solo io, ma vista la vicinanza geografica ho avuto modo di andare a più di una sua presentazione

 

 

 

Idem per me Carmine Abate, amico di famiglia. Ho visto due presentazioni e letto altrettanti libri.

Penso che sia abbastanza noto, specie dopo il Campiello.

 

Ho da poco scoperto che una persona che avevo consociuto ai tempi del liceo, Paolo Cognetti, è diventato scrittore professionista (dopo averci provato col cinema) ed è pure bravo.


  • 0

#14 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27564 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 10 ottobre 2014 - 10:24

 

il libro che Bukowski non sarebbe mai stato capace di scrivere.


Mah.

 

 

Spiega meglio codesto Mah


  • 0

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#15 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6782 Messaggi:

Inviato 10 ottobre 2014 - 10:43

 

Non lo leggo di certo solo io, ma vista la vicinanza geografica ho avuto modo di andare a più di una sua presentazione, lo seguo e leggo (anche se scrive più velocemente di quanto io lo possa leggere, e sono molto indietro diciamo): Paolo Nori.

A me piace, ed è anche uno dei pochissimi scrittori italiani contemporanei che conosco/apprezzo.

 

Non insisto che temo di essere OT, ma il topic mi piace e ora come ora non mi viene in mente un altro autore di nicchia che apprezzo solo io.

Ma in questo thread si può dire che si legge quello che gli altri dicono di essere gli unici a leggere o c'è la pena dell'esclusione? asd

 

Nori mi piace tantissimo nei racconti e negli articoli. Leggo sempre il suo sito/blog e lo trovo eccezionale perché ha una cultura enorme (molto preparato sui russi, che traduce pure) e dall'altra parte fa pure scassare dal ridere. Dicono pure sia un tipo simpatico forte.

 

 

Dalle presentazioni a cui ho assistito posso confermare.

Leggiti anche qualche libro allora, che vale. Per me già il suo primo "Le cose non sono le cose" è fantastico.

 

 

 

 

Non lo leggo di certo solo io, ma vista la vicinanza geografica ho avuto modo di andare a più di una sua presentazione

 

 

 

Idem per me Carmine Abate, amico di famiglia. Ho visto due presentazioni e letto altrettanti libri.

Penso che sia abbastanza noto, specie dopo il Campiello.

 

Ho da poco scoperto che una persona che avevo consociuto ai tempi del liceo, Paolo Cognetti, è diventato scrittore professionista (dopo averci provato col cinema) ed è pure bravo.

 

 

Cognetti è uno di quegli autori giovani italiani (vedi anche Fontana e altri del giro) che in teoria sarei curioso di leggere, ma poi i loro libri mi ispirano pochissimo. Avevo già chiesto altrove, ma ribadisco: qualcuno ha consigli/indicazioni al riguardo? (sono OTissimo, ma vabbè)


  • 0

#16 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 5291 Messaggi:

Inviato 10 ottobre 2014 - 11:10

 

 

Non lo leggo di certo solo io, ma vista la vicinanza geografica ho avuto modo di andare a più di una sua presentazione, lo seguo e leggo (anche se scrive più velocemente di quanto io lo possa leggere, e sono molto indietro diciamo): Paolo Nori.

A me piace, ed è anche uno dei pochissimi scrittori italiani contemporanei che conosco/apprezzo.

 

Non insisto che temo di essere OT, ma il topic mi piace e ora come ora non mi viene in mente un altro autore di nicchia che apprezzo solo io.

Ma in questo thread si può dire che si legge quello che gli altri dicono di essere gli unici a leggere o c'è la pena dell'esclusione? asd

 

Nori mi piace tantissimo nei racconti e negli articoli. Leggo sempre il suo sito/blog e lo trovo eccezionale perché ha una cultura enorme (molto preparato sui russi, che traduce pure) e dall'altra parte fa pure scassare dal ridere. Dicono pure sia un tipo simpatico forte.

 

 

Dalle presentazioni a cui ho assistito posso confermare.

Leggiti anche qualche libro allora, che vale. Per me già il suo primo "Le cose non sono le cose" è fantastico.

 

 

 

 

Sì sì, le presentazioni sue son sempre molto divertenti, l'ho visto un paio di volte ed è davvero bravo.

 

A pensarci ora... mi sa che è pure famoso, che aveva una rubrica in un programma di Fabio Volo  :fear:


  • 0

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.


#17 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6782 Messaggi:

Inviato 10 ottobre 2014 - 11:21

Oddio, questa mi mancava.

Sapevo solo che una volta è andato a quelli che il calcio come inviato (per il Parma ovviamente).

Il tutto non avendo la tv a casa.


  • 0

#18 pooneil

pooneil

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5251 Messaggi:

Inviato 10 ottobre 2014 - 11:45

Quello di Toole è l'ultimo libro che ho letto (Banda di Idioti) e che mai leggerò, troppo superiore rispetto al resto della letteratura mondiale.

 

"alternate between napping and furiously assaulting the sock".

 

Mi sembra che gli Arcade Fire negarono l'influenza di Neon Bible sul loro secondo disco comunque.


  • 0

#19 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13001 Messaggi:

Inviato 10 ottobre 2014 - 14:28

Spiega meglio codesto Mah

 

Che tutte le tante volte che mi è stato proposto un titolo in quel modo ho letto anche bei libri, ma che con Bukowski non c'entravano nulla.


  • 0

#20 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27564 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 10 ottobre 2014 - 14:32

asd

vabbè il livello è completamente diverso, ma si parla di questo (da IBS)

 

"Ginger Man" è la storia di un mostro senza tempo, un diavolo in carne e ossa, un angelo perfido e carismatico. Sebastian Dangerfield è un bel giovanotto e un insaziabile disgraziato, il maschio che ogni donna non può che odiare, con ogni vizio e pochissime virtù: seduttore, erotomane, ladro, imbroglione, violento, bevitore, ingordo - il tipo che abbandona la moglie con la bambina, ruba i soldi dalla borsetta e va a farsi il giro dei pub, invidiato da qualunque altro uomo perché riesce a farla franca, e a salvare la faccia. Sebastian è americano, ha ventisette anni, è andato a vivere a Dublino al termine della guerra e studia giurisprudenza al Trinity College; è padre e marito, adora blaterare di decoro e di successo, di famiglia e buone maniere, ma passa il tempo a sognare i soldi facili, a inseguire belle gambe e gonnelle, tra bevute, battute, accessi di rabbia, truffe e sconcezze, È un eroe comico e maledetto al tempo stesso, invaso dallo spirito irrefrenabile di una libertà dissennata, maligna, tragica. Ed è un anti-eroe di quel mondo che si andava formando dopo il conflitto, smanioso di dimenticare gli orrori, la fatica, il grande rumore della catastrofe, e insieme un simbolo dei nostri tempi, in fuga costante dalla realtà e dalla responsabilità, eterno egoista, eterno bambino, sperduto e sgomento di fronte al peso e al dolore insopportabile di una vita normale

 

Insoma, ci siamo capiti


  • 0

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq