Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Alanis Morissette


  • Please log in to reply
25 replies to this topic

#1 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13938 Messaggi:

Inviato 13 aprile 2014 - 16:51

*
POPOLARE

unnamed.jpg

Quanto poco figo fa aprire un topic su Alanis Morissette?
E quanto romperanno i coglioni i miei aneddoti spiccioli sugli anni 90.
Beh, ecco che ne parte uno, perché davvero non saprei da dove partire per parlare di un disco come Jagged Little Pill.

'95 / '96
Alanis Morissette sta disintegrando le classifiche di mezzo mondo.
Persino mia mamma sa chi è e riconosce le sue canzoni.
Non la cago molto, conosco l'album perché è uno dei rarissimi ascolti condivisi con mio fratello.
Come tutti conosco a memoria i video trasmessi a ripetizione.
Mi piaciono quelli di Hand In My Pocket e Head Over Feet, mentre per qualche motivo che non ricordo mi sta sulle balle quello di You Oughta Know.

Un giorno sono in macchina con tre amiche, appena un po' più giovani di me, sui 19-20 anni.
Una di loro mette su la cassetta di Jagged Little Pill.
Quando parte Ironic si scatenano.
Improvvisamente è come se fossi stato proiettato nell'allora iper-stra-famosissimo video...
 

 
Non solo le tre sapevano a memoria il testo, ma replicavano alla perfezione ogni gesto e smorfia della Morissette.
Per quattro minuti, in una vecchia Renault 5 grigia, ho viaggiato con tre versioni italiane di Alanis Morissette.
E credo che nessuna delle tre fosse particolarmente fan della cantante.
Insomma, ho avuto in diretta la più perfetta rappresentazione di come una canzone e una cantante possono cristallizzarsi per un momento di vita in emblema culturale e frammento generazionale.

L'episodio mi divertì e colpì abbastanza. Tornato a casa presi il disco a mio fratello e lo ascoltai per la prima volta con attenzione.
Una cosa ottima dell'album è che conteneva un doppio libretto con le traduzioni in varie lingue dei testi, tra cui l'italiano.
Non divenni un fan della Morissette o dell'album. Mi piaceva, ne percepivo l'intelligenza, coglievo la potenza con cui il pubblico femminile poteva identificarcisi, ma dopo qualche ascolto piantai lì.

Poi come per tutti anche per me la Morissette fu quella di album via via sempre meno cagati.
Quando poi nel '98 uscì Supposed Former Infatuation Junkie dimostrava almeno dieci anni di più dei suoi 24. Una maturità ricercata anche con un certo orgoglio e coraggio, che però sembra proprio abbia influito negativamente sulla sua musica.
Già sul finire dei 90 aveva l'aria di una reduce di un'epoca lontana.
Ad un certo punto, in uno di quei patetici tentativi di purificazione dalle cose terrene che ogni tanto mi prendono, mi liberai anche del CD di Jagger Little Pill, rivendendolo o regalandolo. Cosa che ora mi dispiace parecchio.

Tutto ciò per dire che ovviamente l'ho appena riascoltato, dopo almeno 17 anni buoni dall'ultima volta.
E mi è esploso nelle orecchie come mai mi era successo.
Un disco praticamente perfetto, dove a livello di brani ad ogni classico istantaneo segue un altro classico istantaneo, su su fino alla bellissima e dolorosa ghost track a cappella “Your House”.
Dodici canzoni che senza che me ne accorgessi si erano trovate un posticino nella mia testa e non ne erano più uscite, perché anche quelle che non riascoltavo da allora mi sono sembrate note e presenti come se le avessi ascoltate il giorno prima.
Quante insulse e molto maschili menate mi facevo all'epoca. Appunti sulla mancanza di coerenza degli arrangiamenti, sul suo essere un'opera né grintosamente rock né soavemente pop.
Avevo per le mani il diario sonoro di una mia coetanea che si metteva a nudo attraverso una serie di canzoni micidiali e mi perdevo in sofismi di nessuna importanza.
Che poi è comunque un'opera che sotto la patina pop mette volutamente in conto un certo grado di sgradevolezza. La voce sguaiata e da bambina incazzata della Morissette, il ricorso a sonorità cheap e grezze, la metrica slabbrata dei ritornelli. E soprattutto quei bellissimi testi, di una sincerità e franchezza a volte persino imbarazzanti. Quasi doloroso leggerli ora che da ometto ho fatto esperienze che all'epoca evidentemente mi mancavano.

Non conosco bene altro della Morissette (forse ho sentito Supposed...) e non so se ho voglia di sentire altro, ma leggerò con interesse se qualcuno vorrà parlare anche del resto della sua discograffia.


  • 16

#2 userman*

userman*

    granita di gelsi rossi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7600 Messaggi:
  • Locationmediterranea

Inviato 13 aprile 2014 - 17:06

siii, Jagged è bellissimo! Supposed è bello, ma anche l'unplugged di mtv del 99.
  • 0

La tua firma può contenere:

  • • Fino a 1 immagini
  • • Immagini fino a 350 x 150 pixels
  • • Qualsiasi numero di URLs
  • • Fino a 12 linee

#3 avatar blackwolf

avatar blackwolf

    Traveling Theory

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7512 Messaggi:

Inviato 13 aprile 2014 - 17:19

Jagged è un disco gradevole. You learn è la mia preferita.
  • 0

#4 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11601 Messaggi:

Inviato 13 aprile 2014 - 17:42

Tom :wub:

Per ora ti metto tutti i + che posso. Poi più tardi, quando ho tempo, vi scrivo la mia storia sulla Morissette, il mio risveglio musicale a suon di Jagged Little Pill (avevo 11 anni quando uscì), e vi parlerò pure del fanclub al quale mi ero iscritto, il celeberrimo IIAM (Intellectual Intercourse Alanis Morissette Fanclub).
  • 0
OR

#5 Kerzhakov91

Kerzhakov91

    Born too late

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4459 Messaggi:
  • LocationSan Pietroburgo, Russia

Inviato 13 aprile 2014 - 18:39

Jagged Little Pill è un gran album, hai fatto bene a riscoprirlo. Supposed... non lo ascolto da una vita, all'epoca mi piaceva, nonostante fosse troppo lungo, con pezzi che abbassano la media, forse anche troppo ambizioso... Joining You la mia canzone preferita della sua seconda fatica. Posseggo anche il suo terzo disco, Under Rug Swept, ma ormai si era già persa (non si tratta comunque di una porcheria, si può ascoltare).
  • 1

#6 MilleLire

MilleLire

    IL MORALIZZATORE

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3882 Messaggi:
  • LocationFirenze

Inviato 13 aprile 2014 - 19:52

E soprattutto quei bellissimi testi, di una sincerità e franchezza a volte persino imbarazzanti.


Is she perverted like me?
Would she go down on you in a theater?


I hate to bug you in the middle of dinner
It was a slap in the face
How quickly I was replaced
And are you thinking of me when you fuck her?


La mia preferita, con il suo testo dissacrante e diretto era "You Oughta Know", una feroce invettiva contro l'ex fidanzato che lascia da parte pudori o giri di parole.
E però sul seguito della sua carriera sono sempre stato scettico: mi pare che la rabbia e le delusioni che sono state fonte dell'ispirazione che sta alla base dell'urgenza espressiva urlata a squarciagola nel primo disco, scompaiano, lasciando un vuoto artistico mai più colmato.
  • 3
Immagine inserita

#7 kyashan

kyashan

    80ista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1403 Messaggi:

Inviato 13 aprile 2014 - 23:58

Anche io sono fra quelli che erano rimasti entusiasti del debutto, ma poi ho vissuto un progressivo disinteresse per l' artista, che dopo un decennio a dire il vero mi era sembrata un po' sopravvalutata. Io però non ho affatto venduto Jagged little pill, ma è uno dei tanti CDs comprati negli anni 90 che avevo consumato a suo tempo ma che non ascolto più da un lustro, ma questo mi succede per tanti artisti che mi entusiasmavano in quel decennio, anche molto diversi, da Jeff Buckley ai Prodigy. Ora sembra iniziato un revival e quindi dobbiamo ridimensionare i 90 dopo il periodo di rigetto, ma io ancora non sono riuscito a reimmergermi con passione.
Alanis è stata la più famosa della notevole ondata di cantautrici dell' epoca, anche se le musiche non le scriveva lei: vedrò di riascoltarla. Ma con le sue seguaci Joan Osborne, Meredith Brooks ecc non credo di potercela mai più fare....
  • 0

#8 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 37086 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 14 aprile 2014 - 00:13

[m]http://www.youtube.com/watch?v=tA3dzBrXYtc[/m]
  • 0

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#9 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11601 Messaggi:

Inviato 14 aprile 2014 - 00:50

Alanis è stata la più famosa della notevole ondata di cantautrici dell' epoca, anche se le musiche non le scriveva lei


Kyashan, che peste ti colga!! Ti passo l'inettitudine di Britney ok, ma questa non si può proprio leggere :facepalm:
  • 0
OR

#10 Infinite dest

Infinite dest

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 28097 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 14 aprile 2014 - 09:13

siii, Jagged è bellissimo! Supposed è bello, ma anche l'unplugged di mtv del 99.


L'unplugged è bellissimo, 9/10
  • 0

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#11 jap zero

jap zero

    Banned in Spain

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3641 Messaggi:

Inviato 14 aprile 2014 - 12:11

La mia preferita, con il suo testo dissacrante e diretto era "You Oughta Know", una feroce invettiva contro l'ex fidanzato che lascia da parte


Basso e chitarra qui sono appannaggio di Flea e Dave Navarro ( narra la leggenda che il cachet dell'ex Jane's Addiction sia stato saldato in natura)
  • 0

#12 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11601 Messaggi:

Inviato 14 aprile 2014 - 12:33


La mia preferita, con il suo testo dissacrante e diretto era "You Oughta Know", una feroce invettiva contro l'ex fidanzato che lascia da parte


Basso e chitarra qui sono appannaggio di Flea e Dave Navarro ( narra la leggenda che il cachet dell'ex Jane's Addiction sia stato saldato in natura)


da Ballard asd
  • 1
OR

#13 Slowburn

Slowburn

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2049 Messaggi:

Inviato 14 aprile 2014 - 12:42

"Jagged Little Pill" e' un album super-fantastico, un must da avere nella propria discografia , una folgorazione che fulmino' non solo i giovani come me di allora ma veramente tutti al tempo in cui usci' :cool: . Un album-valanga lo definirei , che trascino' il mondo intero nel tortuoso , divertente, dissacrante, ironico, rabbioso e ribelle mondo di Alanis. Grandissima!
  • 3

#14 marz

marz

    in un romanticismo hegeliano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6844 Messaggi:

Inviato 14 aprile 2014 - 14:59

GRANDISSIMO TOM.
  • 0
Everybody needs a bosom for a pillow

#15 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11601 Messaggi:

Inviato 18 aprile 2014 - 18:27

*
POPOLARE

Vi racconto di me & Alanis.

Nel 1995 avevo 11 anni. Dormivo in camera con mio fratello più grande, che già adolescente usciva la sera e tornava a casa tardissimo. Solitamente si metteva a letto col walkman e ascoltava qualche cassettina delle sue ad alto volume (di solito erano i Nirvana, i Doors o gli AK 47).

Una sera ricordo che ero ancora sveglio, e da quelle cuffie scrause che usava lui sentii uscire - a massimo volume come al solito - una voce femminile che ruggiva incontrollabilmente. Era You Oughta Now. Non riuscii più a prendere sonno. La mattina dopo gli rubai il walkman con la cassetta ancora dentro - c'era scritto Jagged Little Pill - e me ne andai fuori a fare una girata (non che in casa mia fosse vietato ascoltare musica, ma i fratelli maggiori s'incazzano sempre quando quelli più piccoli gli prendono la roba).

Da lì ricordo solo che, camminando con quelle cuffie nelle orecchie in una giornata di vento e sole, mi si aprì un mondo. Non capivo una parola d'inglese, non sapevo chi fosse la ragazza né da dove venisse, ma quel suo modo di cantare così cazzuto, le chitarre, le tastiere di contorno, mi fulminarono. Non saprei come spiegarlo, ma se davvero c'è un momento in cui finisce l'innocenza dell'infante ed inizia la consapevolezza dell'adolescente, per me è stato quello.

Da lì, fu ossessione pura. Imparai tutti i testi a memoria (senza capirne il vero significato), e conoscevo ogni singolo suono. Alla fine del primo ritornello di Right Through You, per esempio, si sente un breve scampanellio che aveva lo stesso suono del mio campanello di casa ai tempi, ed io dovevo sempre andare alla porta a controllare che non ci fosse nessuno, magari avevano suonato proprio in quel passaggio...

Uno ad uno, mi misi a collezionare tutti i cd singoli (da Alberti li riordinavano periodicamente) e ancora li conservo gelosamente.

Tramite un trafiletto su Tutto Musica scoprii l'esistenza dell'I.I.A.M. (Intellectual Intercourse Alanis Morissette fanclub) e mi ci iscrissi al volo. A pensarci oggi era una roba imbarazzante; la tipa che lo gestiva (una di Roma) ti mandava la fanzine a casa ogni mese, fotocopiata in A4 dalla stampante della scuola in bianco e nero, e tenuta insieme da energici quanto imprecisi punti di spillatrice.
Però aspettarla trepidante tutti i mesi era una sensazione elettrizzante come poche! Sarà stata anche brutta, ma era genuina al 100%, un lavoro di amore puro fatto col cuore e che oggi, nell'era internet, non si fa più. Inoltre, sempre su tale fanzine, qualche anno dopo lessi una recensione di From The Choirgirl Hotel di Tori Amos (la correlazione tra le due era che lei ed Alanis stavano per fare un mini tour insieme in Usa), ed anche quello è diventato uno dei miei dischi preferiti di sempre.

L'uscita di Supposed Former Infatuation Junkie fu un trauma. Dopo l'attesa spasmodica (e la puntuale volata in negozio a comprare il singolo Thank U) arrivò il disco, ed era stranissimo, tosto e nevrotico. Non nego che, all'inizio, ci rimasi malissimo. Però col tempo me ne sono innamorato tanto quanto il primo, forse a periodi anche di più. Elettronica, trip-hop, chitarre ruvide e testi presi dagli appunti di uno psicanalista (tipo la sconclusionata raccolta di pensieri Front Row, o la storia di suo padre nella bellissima The Couch).
Francamente non conosco nessuno a cui piaccia veramente questo disco, ma rimane un discreto pezzetto della mia vita, e non lo darei mai via. Se non altro va dato credito alla Morissette che, dopo gli oltre 30 milioni di copie vendute da quello prima, ebbe un coraggio senza precedenti per uscirsene con un album così poco orecchiabile.

Under Rug Swept già mi prese meno, ma ormai ero anche cresciuto ed ascoltavo un sacco di roba diversa, avevo il verme della scoperta e non guardavo più alla musica in maniera univoca ed adorante verso il mio "idolo". Da So-Called Chaos in poi, il caracollo definitivo, e non solo per colpa mia perché c'erano davvero dei pezzi scadenti. Flavors Of Entanglement qualche bel pezzo l'aveva (Tapes su tutte), e la produzione di Sigsworth non era male. Sull'ultimo però preferisco non esprimermi, troppo il dolore.

Molto bello l'MTV Unplugged invece (lei dal vivo è sempre stata bravissima), ma anche il doppio Feast On Scraps aveva qualche pezzo da 90 (è un disco doppio: un cd live molto intenso, ed un cd con 9 tracce inedite tra le quali la splendida e lucida ballata Simple Together).

La canzone più bella di Alanis in assoluto per me? Ne ho due: Uninvited dalla colonna sonora di City Of Angels, e Pollyanna Flower, un'estatica sparata psichedelica/orientaleggiante inserita come b-side nel singolo Thank U.



ps: mi rendo conto che, come primo vagito adolescenziale, la Morissette non faccia proprio "fino", visto che in molti citano sempre i soliti monoliti velvet, pinfloid, secspistol e gimi, ma per me è andata così. Che ci devo fare?
  • 11
OR

#16 il mistico

il mistico

    proxima centauri

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11323 Messaggi:
  • Locationvia lattea

Inviato 19 aprile 2014 - 12:30

la raccolta the collection è ok, peccato che non c'è precious illusion che è una delle sue canzoni migliori, jagged little pill ce l'avevo, non lo ricordo bene, mi piaceva così così, la produzione del disco, specialmente il sound della batteria (elettronica?), sembra un po' datata e poco attuale.
  • 0

#17 Legolas

Legolas

    Appassionato di hair metal

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3880 Messaggi:
  • LocationNapoli

Inviato 19 aprile 2014 - 12:45

Nasce con Jagged Little Pill e muore con l'Unplugged, tutto quello che è venuto prima e dopo è francamente superfluo.
Molto più influente di quanto pensi la gente comunque, basta vedere come cantava in Jagged Little Pill e confrontarla con le imitazioni opache degli anni recenti (Avril Lavigne, Pink e tante altre), io ricordo ancora il video che passava a palla su MTV in cui lei cantava nuda in treno (Thank U giusto?)
  • 0
Immagine inserita

#18 Kerzhakov91

Kerzhakov91

    Born too late

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4459 Messaggi:
  • LocationSan Pietroburgo, Russia

Inviato 19 aprile 2014 - 12:48

il sound della batteria (elettronica?), sembra un po' datata e poco attuale.


Il batterista era lo scatenato Taylor Hawkins, che nel 1997 passò ai Foo Fighters.
  • 2

#19 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11601 Messaggi:

Inviato 19 aprile 2014 - 12:52

Sì, era il video di Thank U, bellissimo tra l'altro.

Visto che hai nominato lo scheletro nell'armadio, qualcuno (oltre a me asd ) per caso ha mai avuto il coraggio di ascoltare i due album prima di Jagged Littel Pill? Erano Alanis (1991) e Now Is The Time (1992). Furono stampati solo in Canada, ed il primo ebbe pure un discreto successo. Questo fu uno dei singoli di maggior successo, "Too Hot":

http://www.youtube.com/watch?v=ar7afdfBHj4

Occhio che fa paura :fear:


il sound della batteria (elettronica?), sembra un po' datata e poco attuale.


Il batterista era lo scatenato Taylor Hawkins, che nel 1997 passò ai Foo Fighters.


Sì ma in tour, non su disco
  • 0
OR

#20 Legolas

Legolas

    Appassionato di hair metal

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3880 Messaggi:
  • LocationNapoli

Inviato 19 aprile 2014 - 12:59

Visto che hai nominato lo scheletro nell'armadio, qualcuno (oltre a me asd ) per caso ha mai avuto il coraggio di ascoltare i due album prima di Jagged Littel Pill? Erano Alanis (1991) e Now Is The Time (1992). Furono stampati solo in Canada, ed il primo ebbe pure un discreto successo. Questo fu uno dei singoli di maggior successo, "Too Hot":

http://www.youtube.com/watch?v=ar7afdfBHj4


No dai, Alanis con i capelli cotonati e quel sound dance anni '80 non si può vedere\sentire asd
  • 0
Immagine inserita




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq