Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Film Dimenticati/Sconosciuti (Thread Indie)


  • Please log in to reply
36 replies to this topic

#1 Selfon

Selfon

    Ondarocker Derivativo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2614 Messaggi:

Inviato 18 marzo 2013 - 17:22

Sebbene questo thread possa suonare un pò come una gara a chi c'è l'ha più lungo, non è esattamente questo il fine per cui lo sto aprendo (non solo almeno asd). Avrei potuto intolarlo "i film più sottovalutati", ma si sarebbe perso il senso del thread, ovvero di parlare di quei film che non sono valutati affatto, non hanno considerazione alcuna. Vorrei ovvero che venissero segnalati quei film (o anche autori) che sono stati dimenticati totalmente da critica e pubblico, o che non sono mai stati nemmeno conosciuti. Il succo è: vi ricordate quel film che avete apprezzato molto ma che probabilmente siete stati i soli a guardarlo in tutto il globo? Ecco qui potrete riaccenderne la memoria, quindi vorrei evitare semplici liste ma preferirei si parlasse davvero dei film, in modo da spingermi a cercarlo fino in capo al mondo.
In realtà tutto questo nasce da una chiaro e semplice quesito che mi sono posto: "Può un film bellissimo essere totalmente dimenticato?"
Io stesso, vi dirò, di capolavori totalmente dimenticati dal mondo non ne conosco, se un film è bello c'è sempre almeno un mini culto di seguaci che portano viva la memoria, esempio?
La ballata di Cable Hogue, praticamente il film di Peckinpah che nessuno guarda, io lo adoro, anche se pochissimi, i suoi sostenitori ci sono (se fosse stato di un altro regista sarebbe finito nell'oblio).
La condizione umana di Masaki Kobayashi, dimenticato no, ma decisamente poco conosciuto per essere la trilogia più epica e bella della storia del cinema (sul serio, guardatelo).

Non so se esiste già un topic simile.
  • 0

#2 Cliff

Cliff

    utente col favore delle tenebre

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10705 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 18 marzo 2013 - 17:38

Immagine inserita
  • 1
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]


Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


non vorrei sembrare pedante


#3 Selfon

Selfon

    Ondarocker Derivativo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2614 Messaggi:

Inviato 18 marzo 2013 - 17:57

Cliff tu devi avere una specie di ossessione per Velerio Mastandrea e per i film che ha fatto negli anni 90, sempre tu mi consigliasti Giù la testa, anche questo sembra carino (il bianco e nero e l'aromento mi fanno pensare a clerks).
  • 0

#4 Cliff

Cliff

    utente col favore delle tenebre

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10705 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 18 marzo 2013 - 18:00

Cliff tu devi avere una specie di ossessione per Velerio Mastandrea e per i film che ha fatto negli anni 90, sempre tu mi consigliasti Giù la testa, anche questo sembra carino (il bianco e nero e l'aromento mi fanno pensare a clerks).

Tutti giù per terra capra asd
  • 0
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]


Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


non vorrei sembrare pedante


#5 sfos

sfos

    utente unisalento

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4162 Messaggi:

Inviato 18 marzo 2013 - 18:05

Film che ho visto solo io non credo ci siano, comunque tra i miei preferiti ci sono certe cose poco conosciute, tipo:

Angel Dust (1994) - Mystery cibernetico dal Giappone, visivamente agghiacciante. Storia intricatissima che avanza spedita a ritmo di drum'n'bass.

Illuminazione (1973) - Oddio no questo non va tanto bene, vinse pure al Festival di Locarno, ma non credo che qui sia molto noto. Dramma psicologico made in Polonia che segue la vita turbolenta di un giovane scienziato alle prese con dubbi, paure sul futuro, lo spettro di una grave malattia che incombe sulla sua carriera.
  • 1
"The sun was setting by the time we left. We walked across the deserted lot, alone. We were tired, but we managed to smile."

#6 Selfon

Selfon

    Ondarocker Derivativo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2614 Messaggi:

Inviato 18 marzo 2013 - 18:06


Cliff tu devi avere una specie di ossessione per Velerio Mastandrea e per i film che ha fatto negli anni 90, sempre tu mi consigliasti Giù la testa, anche questo sembra carino (il bianco e nero e l'aromento mi fanno pensare a clerks).

Tutti giù per terra capra asd


Non so perchè avevo "in testa" giù la testa, che mi sa che è il film di Leone, scusa cliff asd
  • 0

#7 Cliff

Cliff

    utente col favore delle tenebre

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10705 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 18 marzo 2013 - 18:08



Cliff tu devi avere una specie di ossessione per Velerio Mastandrea e per i film che ha fatto negli anni 90, sempre tu mi consigliasti Giù la testa, anche questo sembra carino (il bianco e nero e l'aromento mi fanno pensare a clerks).

Tutti giù per terra capra asd


Non so perchè avevo "in testa" giù la testa, che mi sa che è il film di Leone, scusa cliff asd

E' un bel film sui gggiovani comunque, secondo me ti piace, è più cazzaro rispetto a giù la testa
http://www.youtube.com/watch?v=nE4sK_LP1gU
  • 0
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]


Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


non vorrei sembrare pedante


#8 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 18 marzo 2013 - 18:20

La ballata di Cable Hogue, praticamente il film di Peckinpah che nessuno guarda


da cosa lo avresti dedotto? se questo è un film sconosciuto/dimenticato allora crocevia per l'inferno di mcnaughton cosa è? asd

comunque io rilancio con john mcnaughton, di cui ho aperto anche un topic recentemente, regista - questo si - finito nel dimenticatoio, poco valutato dalla critica e anche poco amato dai cinefili (ad esclusione di henry).

#9 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23759 Messaggi:

Inviato 18 marzo 2013 - 18:29

Immagine inserita


Da notare l'ancora attualissimo refuso "MastRandrea". :D

Un bel film sconosciuto - dei pochi sconosciuti che ho visto:

Okasareta hakui [Angeli Violati] (1967)

Dramma da camera ben giostrato, meno hard/harsh di come appare nel seguente fotogramma ashd

Immagine inserita
  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#10 Selfon

Selfon

    Ondarocker Derivativo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2614 Messaggi:

Inviato 18 marzo 2013 - 18:37


La ballata di Cable Hogue, praticamente il film di Peckinpah che nessuno guarda


da cosa lo avresti dedotto?


Beh più che altro nessuno lo cita, insomma parlano sempre di altri (vedi mucchio selvaggio), comunque io l'ho detto, quelli meno conosciuti che ho visto sono comunque...conosciuti, come prova del fatto (forse?) che i film davvero meritevoli non vengono comunque dimenticati, ma al massimo cagati solo da pochi.
  • 0

#11 Selfon

Selfon

    Ondarocker Derivativo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2614 Messaggi:

Inviato 18 marzo 2013 - 18:41

comunque io rilancio con john mcnaughton, di cui ho aperto anche un topic recentemente, regista - questo si - finito nel dimenticatoio, poco valutato dalla critica e anche poco amato dai cinefili (ad esclusione di henry).

Sì infatti è stato anche quel tuo topic una delle cause che mi hanno spinto ad aprire questo, oltre al film segnalato da bluetrain (wake in fright).
  • 0

#12 cool as kim deal

cool as kim deal

    Utente contro le bonus track

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13025 Messaggi:
  • LocationLooking Corsica, Feeling Corsico

Inviato 18 marzo 2013 - 18:43

Immagine inserita


Film di merda,senza offesa. Niente a che vedere con questo:

Immagine inserita

Che mi è tornato in mente oggi senza motivo, di cui non ricordo niente se non i Dead Kennedys e che fosse bello
  • 0
Adescatore equino dal 2005

#13 bluetrain

bluetrain

    Fourth rule is: eat kosher salamis

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7063 Messaggi:

Inviato 18 marzo 2013 - 19:25

Copincollo quanto ho scritto ieri nel topic dedicato alla visioni settimanali, che questa mi sembra la discussione più adatta, a memoria dei posteri.

Wake in fright
(Ted Kotcheff, 1971. Con: Gary Bond, Donald Pleasence, Chips Rafferty, Sylvia Kay, Jack Thompson, Peter Whittle)

Immagine inserita

Inspiegabilmente misconosciuto capolavoro di Ted Kotcheff (si, quello del primo Rambo, ma qua si gioca davvero un altro campionato), che ha tutti i requisiti per essere il più classico dei film di culto. Tornato alla ribalta (si fa per dire) di recente a seguito del recupero e del restauro della pellicola dopo anni di totale oblio (è stato ripresentato al festival di Cannes per la seconda volta nel 2009, dopo esserci già stato nel 1971 e finalmente è poi stato pubblicato in DVD e Bluray) può essere senza troppo problemi considerato uno dei migliori film australiani di sempre (per quanto il regista sia canadese). Implacabile nel dipingere un outback australiano aspro, polveroso, inospitale come nessun altro luogo del pianeta (immortalandolo per altro con una magnifica fotografia, sabbiosa e carica di colori caldi ed appiccicosi), abitato da personaggi retrogradi (il classico redneck americano, a confronto, pare un illuminato intellettuale progressista), maschilisti oltre l'eccesso, i quali trovano nell'alcol l'unico rifugio dalla devastante, incontrollabile e totalizzante (per quanto affascinante) natura circostante.
Il passaggio di John Grant - maestro elementare di Sidney confinato nell'outback per ripagare un debito contratto con lo stato per ottenere la laurea - a Bundanyabba si trasforma in breve in una vera e propria discesa agli inferi, dominata da un costante annebbiamento alcolico (vero e unico collante dei rapporti umani tra gli ockers), che culmina nell'agghiacciante e spietatissima caccia al canguro e che porterà il protagonista alla totale lacerazione interiore.
Tra i personaggi che Grant incrocia sulla sua strada, è d'obbligo menzionare Doc Tydon, il medico alcolizzato (e va beh...), impersonato da un eccezionale Donald Pleasence, qua in un'interpretazione davvero maiuscola e carica di aura bituminosa, se non diabolica.
Bellissimo il tema musicale che accompagna l'incipit del film, impregnato di pesanti e stridenti umori dall'aroma bossanova, che ci introducono fin da subito in un'atmosfera straniante e lisergica, l'imbocco della strada per un viaggio verso un vero proprio girone infernale.
Voto: 9

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita

Immagine inserita
  • 3

#14 Reynard

Reynard

    We're not in Kansas anymore

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10033 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 18 marzo 2013 - 19:31

Treni strettamente sorvegliati di Jiri Menzel
Immagine inserita
Ha vinto pure un oscar, ma è pressocché scomparso dai radar. A me è piaciuto tantissimo.

Small Gods di Dimitri Karakatsanis
Immagine inserita
Questo mi sa che piace veramente solo a me. Neanche al regista piace altrettanto.

Femmine folli di Erich von Stroheim
Immagine inserita
Von Stroheim: quello di Greed. E basta. Poi avrebbe fatto anche questo gioiello, ma chi se l'incula...
  • 0
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#15 signora di una certa età

signora di una certa età

    old signorona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19275 Messaggi:

Inviato 18 marzo 2013 - 19:35

posto che dimenticato da chi, sconosciuto a chi... boh
segnalo il film che mi ha fatto piangere di più in assoluto
Immagine inserita
lo adoro
  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#16 Selfon

Selfon

    Ondarocker Derivativo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2614 Messaggi:

Inviato 18 marzo 2013 - 19:57

posto che dimenticato da chi, sconosciuto a chi... boh


In effetti c'è una contraddizione interna al ragionamento, ovvero anche se ci fosse un film bellissimo totalmente dimenticato, noi non potremmo comunque venirne a conoscenza perchè...beh perchè nessuno lo conosce, essendo stato dimenticato da tutti. Ciò vuol dire che in quest topic vanno postati film che conoscono in 4 gatti e che voi ritenete essere davvero meritevoli di attenzione, ma vedo comunque che lo avevate già intuito e avete postato titoli interessanti. Ergo mi sono risposto da solo ed il topic è abbastanza inutile visto che conviene aprire i topic dedicati o parlarne negli spazi appositi (es. le playlist), come ha ad esempio fatto Cine con John Mcnaughton.
Mi scuso per avervi reso partecipi delle mie improvvise follie lunatiche, perdonatemi e soprattutto guardatevi la trilogia della condizione umana, mi raccomando. asd (È un pò difficile da trovare purtroppo).
  • 0

#17 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 37181 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 18 marzo 2013 - 20:35

Hunted [2012]

Il Custode del Diavolo [2013]
  • 2

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#18 davidep

davidep

    attendente

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 217 Messaggi:

Inviato 18 marzo 2013 - 20:38

'una relazione privata'

Film della vita, domani vi incollo pure la locandina che ora sto dal phono


Immagine inserita
  • 0

#19 neuro

neuro

    king (beyond the wall)

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3721 Messaggi:
  • Locationqua

Inviato 18 marzo 2013 - 21:07

Immagine inserita

nessuno se l'è filato ma era piuttosto interessante - una versione italiana e in piccolo del miglior greenaway (quello di tulse luper e della reggia di venaria)
  • 0
apri apri, apri tutto!

#20 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12440 Messaggi:

Inviato 18 marzo 2013 - 22:12

Copincollo quanto ho scritto ieri nel topic dedicato alla visioni settimanali, che questa mi sembra la discussione più adatta, a memoria dei posteri.

Wake in fright


mi è venuta voglia di vederlo il prima possibile

non esattamente sconosciuto, ma certo nemmeno conosciuto come dovrebbe c'è l'assolutamente splendido Killer of sheep del 1977 di Charles Burnett, che per me se la potrebbe giocare per la vittoria con titoli come La morte corre sul fiume nella categoria "capolavori di registi che hanno fatto giusto quel film e poco altro"

Immagine inserita
  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq