Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Ezra Pound


  • Please log in to reply
7 replies to this topic

#1 Colonna Infame

Colonna Infame

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 453 Messaggi:

Inviato 01 novembre 2006 - 22:12

Il 1° Novembre del 1972 muore il grande poeta americano Ezra Pound.

Nato il 30 ottobre del 1885 a Hailey, Idaho , ha amato profondamente l'Italia e la nostra Civiltà, riposa sull' Isola di San Michele a Venezia.

Di seguito alcuni suoi pensieri:


"La tradizione è una bellezza da conservare, non un mazzo di catene per legarci"

"Le idee sono vere quando si trasformano in azioni"

"L'Italia ha vissuto più compiutamente delle altre nazioni, perchè ha conservato l'abitudine di posare le statue nei giardini"

"Lo schiavo è quello che aspetta qualcuno a liberarlo"

"Il Rinascimento non è un'epoca, ma un temperamento"

"Nessuno stato perfetto può essere fondato sulla teoria o sull'ipotesi di lavoro che tutti gli uomini siano uguali"

"L'America è quasi un continente e non può ancora dirsi una nazione, perchè nessuna nazione può storicamente essere chiamata tale finché non abbbia costruito al suo interno una città a cui tutte le vie conducano e dalla quale promani Autorità"

"Un uomo di genio non può fare a meno di nascere dove nasce"

"La gloria dell'anschauung politeistico è che non ha mai asserito un solo e obbligato sentiero per ogni persona"

"Rimpiazzare la dea di marmo sul piedistallo a Terracina vale molto di più di un qualsiasi argomento metafisico"

"La fonte del valore è l' EREDITA' CULTURALE"

"Quanto alla psicoanalisi, essa non è nè più nè meno che un ricatto"

"Ci sono voluti due secoli di Provenza e uno di Toscana per sviluppare i mezzi del capolavoro di Dante"

"Tu non puoi fare una buona economia con una cattiva etica"

"Un sistema economico in cui è più proficuo produrre fucili per fare a pezzi gli uomini, che coltivare il grano o costruire delle macchine utili è un'oltraggio, e chi lo sostiene è nemico della razza"

"Non usate alcuna parola superflua, alcun aggettivo che non riveli qualcosa"

"La visione di Dante è reale, perchè egli la vide"

"Si legge Catullo per evitare di essere avvelenati dalle menzogne degli eruditi"

"Omero aveva il vantaggio di scrivere per un auditorio in cui ogni membro sapeva qualcosa circa una nave o una spada. Poteva così alludere a cose che tutti comprendevano"

"Roma sorse con l'idioma di Cesare, Ovidio e Tacito... il linguaggio del "dotto" per nascondere il pensiero... l'incompetenza si manifesta nell'uso di troppe parole"

"Il temperamento monoteistico è stato la maledizione del nostro tempo"

"La maggior parte delle tirannie della vità moderna, oppure almeno un sacco di stupidità, sono basate sui tabù cristiani"

"Solo in Italia, fondamentalmente pagana, il cristianesimo è riuscito a non diventare una seccatura"


Figura singolare nel panorama letterario del secolo scorso, Ezra Pound è ricordato sopratutto per le sue manifeste simpatie verso il Fascismo. Cosa che troppo spesso ha adombrato le sue grandi capacità artistiche. In ogni caso è e rimane uno dei più grandi Poeti del '900.
Personalmente ho letto soltanto i suoi "Canti Pisani" di cui serbo un ricordo appassionato. Mi fecero compagnia in un tiepido settembre di due anni fa.
Mi sembra giusto ricordarlo.
  • 0

#2 Godot

Godot

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 11 Messaggi:

Inviato 03 novembre 2006 - 17:24

Finalmente qualcuno che lo conosce...Io mi trovo in una classe di gente che sconosce Pound...per fortuna c'è qualcuno...ciao  :)
  • 0

#3 Debord

Debord

    Everyday people

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 243 Messaggi:
  • LocationMarche

Inviato 08 novembre 2006 - 17:26

Un grandissimo, e purtroppo per le sue simpatie destrorse il più delle volte guardato con un certo distacco (paura?).
Per affrontarlo ci vuol coraggio, ma è straordinario.
  • 0

#4 Colonna Infame

Colonna Infame

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 453 Messaggi:

Inviato 08 novembre 2006 - 17:49

Un grandissimo, e purtroppo per le sue simpatie destrorse il più delle volte guardato con un certo distacco (paura?).
Per affrontarlo ci vuol coraggio, ma è straordinario.


Dici bene Debord. E pensare che Ezra Pound è stato fonte di riferimento costante per i poeti della Beat Generation e non solo. Ne tessero le lodi Montale, Emingway, Pasolini che disse di lui: << Pound chiacchiera nel cosmo. Ciò che lo spinge lassù con le sue incantevoli ecolalie è un trauma che lo ha reso perfettamente inadattabile a questo mondo. L??ulteriore scelta del fascismo è stata per Pound un modo sia per mascherare la sua inadattabilità, sia un alibi per farsi credere presente. In che cosa è consistito questo trauma? Nella scoperta di un mondo contadino all??interno di un mondo industrializzato, di molti decenni in anticipo sull??Europa. Pound ha capito, con abnorme precocità, che il mondo contadino e il mondo industriale sono due realtà inconciliabili: l??esistenza dell??una vuol dire la morte (la scomparsa) dell??altra>>.
Un poeta ricordato, che non è finito nel dimenticatoio, ma al quale forse non si tributano le giuste lodi.

LA SOFFITTA

Vieni, compiangiamoli quelli che stan meglio di noi.
Vieni, amica,e ricorda
che i ricchi han maggiordomi e non amici,
e noi abbiamo amici e non maggiordomi.
Vieni, compiangiamo gli sposati e i non sposati.

L'aurora entra a passettini
come una dorata Pavlova,
e io son presso al mio desiderio.
Nè ha la vita in sè qualcosa di di migliore
che quest'ora di chiara freschezza,
l'ora di svegliarsi in amore.
  • 0

#5 Merlo

Merlo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3967 Messaggi:
  • LocationItalia

Inviato 08 novembre 2006 - 18:00

Se non sbaglio è anche uno degli idoli di Bob Dylan.
Ma è vero che gli alleati lo chiusero in una gabbia dello zoo? Avevo letto qualcosa del genere...  ???
  • 0
"Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace"

Ricette Veg

#6 Debord

Debord

    Everyday people

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 243 Messaggi:
  • LocationMarche

Inviato 08 novembre 2006 - 18:12

Pasolini che disse di lui: << Pound chiacchiera nel cosmo. Ciò che lo spinge lassù con le sue incantevoli ecolalie è un trauma che lo ha reso perfettamente inadattabile a questo mondo. L??ulteriore scelta del fascismo è stata per Pound un modo sia per mascherare la sua inadattabilità, sia un alibi per farsi credere presente. In che cosa è consistito questo trauma? Nella scoperta di un mondo contadino all??interno di un mondo industrializzato, di molti decenni in anticipo sull??Europa. Pound ha capito, con abnorme precocità, che il mondo contadino e il mondo industriale sono due realtà inconciliabili: l??esistenza dell??una vuol dire la morte (la scomparsa) dell??altra>>.



Perfetto.


  • 0

#7 Colonna Infame

Colonna Infame

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 453 Messaggi:

Inviato 08 novembre 2006 - 19:57

Se non sbaglio è anche uno degli idoli di Bob Dylan.
Ma è vero che gli alleati lo chiusero in una gabbia dello zoo? Avevo letto qualcosa del genere...  ???


Si è vero.
Qui sotto riporto alcune descrizioni di cosa fu costretto a subire.

Considerato traditore fu rinchiuso in una gabbia di filo spinato senza copertura e servizi il mangiare veniva passato fra i fili e durante il giorno si teneva le mani sulla testa per non essere bruciato dal sole...». Dopo una quindicina di giorni di «gabbia » fu trasferito nel campo di punizione PWE 335 per ordine del Disciplinary Training Center e come criminale di guerra chiuso in una gabbia due metri per due realizzata in legno e ferro, recintata da una pesante rete metallica, con un tetto di carta catramata e un pavimento cementato, esposto alle intemperie: bruciato dal sole, bagnato dalla pioggia, illuminato notte e giorno da grandi fari. Nel novembre del 1945 venne trasferito negli Stati Uniti e, senza che gli venisse fatto alcun processo, fu rinchiuso per dodici anni nei manicomi criminali di Howard Hall e St. Elisabeth a Washington «in una corsia senza finestre, le porte chiuse con i lucchetti, perché lì erano confinati i pazzi criminali...

L??apologìa ed interesse di Pound per Mussolini ed il Fascismo non fu superiore a quella di moltissimi uomini importanti del tempo, ed inferiore alla totalità degli intellettuali italiani e di coloro che, caduto il Regime, si trovarono poi al potere. Nelle ferme prese di posizione poundiane contro le guerre volute dagli usurai ed i signori del denaro (frutto dello studio dell??origine della Bank of England e della stima per gli ??eretici dell??economia?) fu, da malinformati ed in malafede, imbastita la taccia di radicale antisemitismo, accostata alla non solitaria (Charles Lindberg, Joseph Kennedy, padre di J.F.K.) posizione avversa a Roosevelt, per le non mantenute promesse sociali e per la seconda guerra mondiale in corso, garantita come estranea agli USA. Nella primavera 1939, a proprie spese, tornò in Patria per tentar di convincere il presidente Roosevelt a non fomentare e scatenare l??aleggiante conflitto, necessario a corollario della ripresa produttiva ed economica americana, dopo la depressione del 1929. Nel 1942, interrotti i discorsi, in lingua inglese, alla radio italiana,contro usurai e guerre, le autorità consolari statunitensi in Italia non gli concessero di rimpatriare con le famiglie, propria e paterna. Durante la R.S.I. (ottobre 1943-aprile 1945) pubblicò scritti di etica, economia, moneta, morale anche su giornali, e compose gli unici due Cantos Italiani: 72°, dedicato alla morte di F.T.Marinetti, e 73°, dedicato a Guido Cavalcanti (sul quale aveva approntato la seconda opera musicale, eseguita postuma a San Francisco dal Maestro Robert Hughes nel 1983) ed alla ??Eroina di Rimini?, giovane donna italiana che fece olocausto della vita per la Patria, conducendo in campo minato un drappello di militari Alleati intenti alla conquista di Rimini, completamente distrutta, anche nell??amato (da Pound) Tempio Malatestiano. Consegnato da due opportunisti italiani (miraggio di taglia) ai militari USA il 3 maggio 1945, dopo un mese di incertezze, fu recluso nel campo di sterminio DTC di Metàto, presso Pisa, ove per 25 giorni riuscì a sopravvivere in gabbia per condannati a morte, esposto alle intemperie, ed alimentato come una bestia. Crollato fisicamente, accudito in infermeria, per oltre 4 mesi fu scrivano per i compagni americani di reclusione. Concessogli il testo degli ??Analetti Confuciani?, che aveva in mano al momento della cattura in casa, si applicò alla traduzione dal cinese, a memoria, ed alla formulazione dei Pisan Cantos (dal 74° al 84°). A fine novembre, con un estenuante viaggio in aereo su mezza Europa, Atlantico Centrale, Caraibi, fu trasferito a Washington, ove l??istruttoria di un procedimento giudiziario - sotto il pretesto indimostrato di ??tradimento della patria? - lo obbligò ad un anno di isolamento tra pazzi furiosi in manicomio criminale, e ad altri 12 anni di reclusione manicomiale, senza mai regolare processo e sentenza.

Al St. Elisabeth Hospital di Washington
A sua insaputa, in singolare coincidenza con l??arresto di Mussolini, 25 luglio 1943, fu formulata a Washington accusa di tradimento a carico di Pound, col pretesto dei discorsi alla radio italiana. Finito nelle mani delle forze armate del suo paese, Pound fu costretto a 13 anni di reclusione rieducativa in manicomio criminale, senza processo formale e sentenza di condanna. Certamente non caso isolato per poeti e pensatori. In Norvegia Knut Hamsun e L.F.Celine in Danimarca subirono identica sorte. In Italia fu assassinato Giovanni Gentile e in Francia fucilato Robert Brasillach. Nell??URSS la situazione fu più radicale, per ??purghe? precedenti di decenni la seconda guerra mondiale. Tutti per le loro opinioni. Pound ebbe condotta lineare : criticò fermamente il governo di Roosevelt, cui addebitava la connivenza con i produttori di acciaio e fabbricanti d??armi, per risollevare gli USA dalla depressione monetaria del 1929, e cui rinfacciò (anche Prezzolini, residente a New York, espresse identico indirizzo) il tradimento della piattaforma elettorale del 1940 (??non una goccia di sangue americano verrà versata nella guerra in corso in Europa?). In realtà, la dura opposizione allo strapotere bancario, gestito da individui senza patria, fu costo addebitato a Pound da quel sistema [??le guerre le vogliono gli usurai?], che, nel frattempo, ferveva anche nel progetto di arma atomica da usare nel corso del conflitto (progetto Manhattan). Giuridicamente, oggi si accerta che Pound fu recluso per differenti motivi da quelli addebitatigli dalla faziosità superficiale di chi, a vittoria concretata, sposò la causa dei vincitori. Tra questi, l??equivoco che, alla stregua di F.T.Marinetti e di Carlo Alberto Biggini (ministro dell??Educazione Nazionale nella RSI) Pound possedesse documenti mussoliniani, che, per il ruolo marginale avuto nelle cose italiane, mai avrebbe potuto custodire. L??antisemitismo è ancora arma facile di chi nulla studiò dell??opera di Pound, e, nel calderone dei luoghi comuni, attinge in tal direzione, confondendo ad arte la lotta poundiana contro le oligarchie di usurai e prevaricatori (protestanti, cattolici, islamici, buddisti, ebrei, ecc.), con le etnie più adiacenti a tali nemici dell??umanità. Gli ??economisti ortodossi? ignorano l??opera ed il pensiero di Pound, e, pappagalli, ripetono anatemi ridicoli e risibili. Ma l??insistenza perdura, solo per assecondare, nella realtà, i monopolisti del denaro oltre ogni morale. Nel 1948, recluso in manicomio, i ??Pisan Cantos? (sezione concepita e redatta nell??inferno di Metàto, a Pisa)ricevettero il Premio Bollingen della Library of Congress USA. La sezione pisana dei Cantos è vetta e paradigma della poesia moderna, in sintonia con le tecniche letterarie di Celine e di Joyce. Rotto il ghiaccio, Pound poté ricevere, nella reclusione, visita di artisti, studiosi, seguaci, amici: Eliot, Cummings, Williams, Marianne Moore, e tra i giovani: Robert Lowell, James Laughlin (che, con ??New Directions?, fu suo editore), Sheri Martinelli, e molti altri. Mai s??interruppe la stesura dei Cantos, cui s??affiancò intensa opera di traduzioni. Va ricordato che, nel 1948, appena eletto al Parlamento italiano, lo scrittore Dino Del Bo presentò al governo una interrogazione sulla prigionìa negli USA di Pound, e fu apostrofato da Giancarlo Pajetta, ignorante qualità e valore del Grande. Una campagna in favore di Pound fu attivata dalla Radio Vaticana da un commentatore portoghese, raccolta nel mondo da molti uomini di cultura di animo libero. L??amministrazione Eisenhower fu costretta a render libertà al Poeta il 18 aprile 1958, ma, con perfidia burocratica, lo privò dei diritti civili, affidandolo in custodia e tutela, a 73 anni, alla moglie. In luglio poté abbandonare gli USA per l??Italia, commentando: ??In quale altro luogo si sarebbe potuto vivere in America, se non in manicomio?? Sbarcò a Napoli, non immaginando che gli italiani si erano adeguati, opportunisticamente, a convenienze nuove.



  • 0

#8 Basilide

Basilide

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 160 Messaggi:

Inviato 09 novembre 2006 - 11:34

Mi ci ero appassionato studiando per un esame che lo includeva tra le fonti, effettivamente spiazzante.
D'altra parte, una delle letture più faticose che abbia mai intrapreso, considerando la mole di note da leggere per capire anche solo qualcuno dei riferimenti che fa.
Un anno in isolamento totale è secondo me l'unico modo per dar fondo ai Cantos nella loro interezza.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq