Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Morto Riccardo Pazzaglia


  • Please log in to reply
4 replies to this topic

#1 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 04 ottobre 2006 - 19:23

Immagine inserita

Morto a Roma Riccardo Pazzaglia

ROMA, 4 OTT - E' morto a Roma Riccardo Pazzaglia, attore, regista e conduttore radiofonico: aveva 80 anni. I funerali si terranno domani in forma privata. Nel 1985 fu scoperto dal grande pubblico come 'filosofo' nel salotto di 'Quelli della notte' di Renzo Arbore, dove discorreva della teoria del 'brodo primordiale'. E' stato anche regista del film 'Separati in casa', con Simona Marchini, tratto dal suo libro omonimo. Ha scritto molti dei testi delle canzoni di Domenico Modugno.


  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#2 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 04 ottobre 2006 - 20:45

Se può interessare a qualcuno, ma non credo, era compagno di scuola di mio nonno.Erano molto amici e si frequentavano.
  • 0

#3 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 05 ottobre 2006 - 01:37

Se può interessare a qualcuno, ma non credo, era compagno di scuola di mio nonno.Erano molto amici e si frequentavano.


è vero che era un fascistone?
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#4 Chyro

Chyro

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 259 Messaggi:

Inviato 05 ottobre 2006 - 06:58


Se può interessare a qualcuno, ma non credo, era compagno di scuola di mio nonno.Erano molto amici e si frequentavano.


è vero che era un fascistone?


io ho letto che era Borbonico

memorabile la scena del "cavalluccio rosso" in  "Così parlò Bellavista" di De Crescenzo film del quale era anche sceneggiatore

R.I.P.
  • 0
ciò che è grande, ai mediocri appare oscuro
ma ciò che anche un idiota può afferrare non è degno di me.

#5 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 05 ottobre 2006 - 15:29


Se può interessare a qualcuno, ma non credo, era compagno di scuola di mio nonno.Erano molto amici e si frequentavano.


è vero che era un fascistone?


Beh anche mio nonno lo è quindi non so dirti.I racconti che mi ha fatto parlano di un uomo con un carattere di merda.Tipo mi dice che una volta passeggiavano per strada, nell'immediato dopo guerra loro due e un paio di amici.Ad un certo punto si unisce a loro uno che praticamente non veniva troppo cagato, e dopo qualche passo Pazzaglia lo fa una schifezza con cose tipo:"chi ti vuole, chi ti ha mai visto, chi ti ha invitato".Più volte mio nonno si è soffermato sulla scontrosità eccessiva ed ostentata di Pazzaglia.Inoltre, questa è proprio una chicca, non si chiamava Riccardo Pazzaglia, ma Nino Izzo e decise ad un certo punto di farsi chiamare Pazzaglia.Il fatto andò così, disse al professore, il quale lo voleva interrogare, che se non l'avesse chiamato Riccardo Pazzaglia non sarebbe andato all'interrogazione, e il professore gli chiese perchè non volesse essere chiamato Nino Izzo.E Pazzaglia: Perchè Izzo è il cognome di mio padre, ed io mi vergogno di lui perchè fa il ferroviere...
Quindi alla domanda:"E' vero che era un fascistone", la risposta non può che essere sì indipendentemente dal comune orientamento politico di tutte le persone della sua generazione cresciute in quel contesto napoletano.

Poi probabilmente conservò il nome per altri motivi ma l'evento testimoniato è quello.Non posso che dispiacermi della morte del Pazzaglia, non fosse altro per le 2 ore di racconti che mi sono dovuto sorbire con annessi documenti fotografici.Racconti per altro già narrati dalle trenta alle quaranta volte.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq