Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Tame Impala - InnerSpeaker (Modular, 2010)


  • Please log in to reply
24 replies to this topic

#1 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15957 Messaggi:

Inviato 24 luglio 2010 - 12:06

Immagine inserita

O sono impazzito a causa del calore asfissiante, o questi quattro australiani di Perth che mescolano Beatles, Cream e dilatazioni floydiane a valanga, sono bravi per davvero. Regna un climax terribilmente polveroso, gli accordi sono spesso imprevedibili, così come le distorsioni sparse qua e là senza mai infastidire. Abbondano melodie trasognate al punto giusto, e cambi di direzione mai banali. Ogni traccia ha un'evoluzione a sé stante, talvota progressiva (!). Magnetici.

Aiuto.
  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#2 sfos

sfos

    utente unisalento

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4116 Messaggi:

Inviato 24 luglio 2010 - 14:02

Ma sai che invogliato da te l'ho ripreso e mi sta piacendo da matti? Quando uscì mi sembrava un disco scialbo, senza personalità. Ora mi sta esaltando, ci vedo tanti colori, tanti passaggi irresistibili. Sarà la stagione, forse  :)
  • 0
"The sun was setting by the time we left. We walked across the deserted lot, alone. We were tired, but we managed to smile."

#3 Norman Bombardini

Norman Bombardini

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7165 Messaggi:

Inviato 24 luglio 2010 - 16:53

me l'ha giusto consigliato un amico qualche giorno fa, promette bene...

è stranissimo, mischia una paccata di roba, sempre in bilico tra roba psichedelica o rock duro fine '60 tipo Cream, Kinks, Pink Floyd, Jefferson Airplane e melodie pop, come scrive giustamente vuvu, alla Beatles, ma direi, guardando più vicino, anche alla Verve (che avevano un discreto tocco psichedelico).
C'è anche un pezzo gagliardamente stoner verso la fine.
Si potrebbero tirare in ballo cento nomi diversi, spesso i pezzi hanno un tema hard-rock/progghetto e poi parte l'inciso invariabilmente psichedelico e un po' pop.
  • 0

#4 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15957 Messaggi:

Inviato 24 luglio 2010 - 17:02

Ma sai che invogliato da te l'ho ripreso e mi sta piacendo da matti? Quando uscì mi sembrava un disco scialbo, senza personalità. Ora mi sta esaltando, ci vedo tanti colori, tanti passaggi irresistibili. Sarà la stagione, forse  :)


Sicuramente il clima focoso influisce di brutto. Non so spiegartelo, ma per adesso funziona così. Inoltre, ogni traccia ha una sua accattivante dilatazione, persi come sono tra scarafaggi, re cremisi (!), sporcizia aussie, evolversi psichedelico e accordi sabbiosi. E' sorta un'inaspettata sintonia. Pazzesco.

Sono contento che sia rientrato positivamente nei tuoi radar.


  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#5 cray

cray

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1158 Messaggi:

Inviato 29 luglio 2010 - 07:56

anche io è un bel po' che sono in fissa con sto disco. d'accordo con tutto quello che avete detto.. aggiungo che è anche registrato da dio, sporco/caldissimo, a partire dalle distorsioni delle chitarre, ma sopratutto il suono della batteria vagamente saturo (o ben compresso che sia) mi fa impazzire.
la copertina è uno spettacolo  :-*

  • 0

#6 Paz

Paz

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 869 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 06 agosto 2010 - 11:06

sopratutto il suono della batteria vagamente saturo (o ben compresso che sia) mi fa impazzire.


sembrerebbe saturazione da nastro...
  • 0
« Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum » (F. Nietzsche, Götzen-Dämmerung, 1888, cap. I, af. 33).

#7 sfos

sfos

    utente unisalento

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4116 Messaggi:

Inviato 08 agosto 2010 - 09:20

Questi ragazzi australiani dimostrano davvero di conoscere bene i trucchi della psichedelia, ma non ne ripropongono i soliti clichè, al contrario, il loro è un sound fresco e orignale, perennemente sospeso tra una componente dreamy, paradisiaca e una più heavy, particolarmente evidente nella sezione ritmica. E sanno azzeccare anche delle melodie perfette, come in It's Not Meant To Be (una delle canzoni migliori dell'anno). Altri capolavori: Make Up Your Mind, Jeremy's Storm e Runway, Houses...Forse l'unico difetto è che alcune tracce sono un po' simili (e mi riferisco al tratto dalla traccia 2 alla 4). Comunque, applausi. Bravi davvero. 7
  • 0
"The sun was setting by the time we left. We walked across the deserted lot, alone. We were tired, but we managed to smile."

#8 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21332 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 08 agosto 2010 - 13:25

Concordo: un gran bel disco davvero. Fresco, vitalissimo. I ragazzi conoscono a memoria tanta di quella roba targata Sixties e frullano il tutto con gusto e buonissima ispirazione. "Desire Be Desire Go" è un pezzo straordinario, uno dei migliori ascoltati quest'anno. Ma anche "Lucidity", "Jeremy's Storm", "Expectations", "Runway, Houses, City, Clouds" e "I Don't Really Mind".
Bravi, bravi!
  • 0

#9 Norman Bombardini

Norman Bombardini

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7165 Messaggi:

Inviato 08 agosto 2010 - 20:06

questo finirà nei miei dischi preferiti dell'anno!
ma, svariati pezzi - nella prima parte del disco - non assomigliano ai (mitici) Charlatans, nelle loro canzoni più psichedeliche?
  • 0

#10 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21332 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 09 agosto 2010 - 18:42

Discussione da spostare...

http://www.ondarock...._tameimpala.htm
  • 0

#11 music won't save you

music won't save you

    reprobo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8758 Messaggi:

Inviato 09 agosto 2010 - 20:38

svariati pezzi - nella prima parte del disco - non assomigliano ai (mitici) Charlatans, nelle loro canzoni più psichedeliche?


Se proprio uno vuol farceli rientrare, possono anche starci, ma ammetto che se non li avessi citati non sarebbero certo stati tra le prime band alle quali avrei pensato. Qualcosa ci può essere, però a livello di attitudine più che non di suono.

Disco comunque molto godibile, scritto più che discretamente e arrangiato con misura. Una bella scoperta.
  • 0
in eremitaggio su http://musicwontsaveyou.com

#12 Bandit

Bandit

    Lorenzo Righetto

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10766 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 25 agosto 2010 - 16:46

Un disco che ha decisamente qualcosa da dire. Il video del singolo di lancio, il suo titolo - nonchè quello del disco - spiegano il motivo di questa uscita: una psichedelia rivolta verso l'interno invece che viceversa, un rimbozzolamento progressivo in una claustrofobia interiore.

Fino a scacciare il mondo al grido: You will never come close to what I feel.
  • 0

Immagine inserita


#13 Leif

Leif

    Leif Eriksson

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1026 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2010 - 23:43

Non so se sia proprio fresco, o forse non so cosa s'intenda per fresco.
Forse non so nemmeno se mi interessi più di tanto, ora come ora, ascoltare roba "fresca".
Una cosa è certa, è il disco 2010 che ho ascoltato di più, dopo quello dei Chemical Brothers.

I loro meastri secondo me diventano un gioco...è incredibile quanto la prima canzone mi ricordi gli Aerovons (gruppo letteralmente clone dei Beatles in tempi antichissimi)...ma molto più garage, più sporco...e quanto la quarta mi ricordi invece i Tomorrow.
Altra cosa che fa venire i brividi: mi sembra cantato da George Harrison.

Il fuzz sia con voi.
  • 0

#14 Ciscoteque

Ciscoteque

    utente 'patafisico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 547 Messaggi:

Inviato 04 settembre 2010 - 14:34

Ripreso in mano oggi: mi ha conquistato! Lo ascolto in loop da stamattina. Per il momento da Top 10.  :-*


...ascoltando Lucidity mi è venuto in mente Revolver e in particolare Taxman asd
  • 0

#15 Plozzer

Plozzer

    Haddaway

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5394 Messaggi:

Inviato 22 settembre 2010 - 09:43

Ieri sono finalmente riuscito ad ascoltarlo bene dopo ripetuti assaggi e l'ho trovato un disco con un gran bel suono: batteria mono, chitarre senza ambiente e molto effettate, basso pastoso ma senza attacco, amalgama impeccabile con quei delay o effetti in primo piano che sbucano ogni tanto a confondere un'immagine altrimenti omogenea e compatta. Anche il cantato non è male. L'unica cosa che non mi convince sono le canzoni e i riff, bellini ma raramente pazzeschi (c'è persino un semi-plagio di Manic Depression di Hendrix), tutto mi sembra sbilanciato in favore del suono, il che in un disco psichedelico non è neanche male, però a metà scaletta inizio ad annoiarmi un po'. (Poi vabbé, questa è roba che mi piace a prescindere quindi credo che lo riascolterò parecchio).

Mi hanno fatto ripensare ai (e riascoltare i) Dungen, che più o meno fanno la stessa cosa (suoni e tecniche di produzione obsolete, taglio smaccatamente psichedelico) ma con un po' di jazzettino loffio in più, e cantando in norvegese.
  • 0

Whatever you do, don't


#16 Yuza delle nuvole

Yuza delle nuvole

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 147 Messaggi:

Inviato 23 settembre 2010 - 16:48

A me non è piaciuto.

Che barba, che noia.
  • 0

#17 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23324 Messaggi:

Inviato 12 settembre 2012 - 10:14

Tame Impala - Lonerism (2012)

Immagine inserita


Altro disco interessante dopo il fortunato "Innerspeaker". Ma mentre il precedente, anche dopo diversi ascolti, mi lasciava in qualche modo perplesso sul risultato finale, quest'ultimo mi ha preso un po' più da vicino. Sono rimasto colpito specialmente da "Apocalypse Dreams", primo brano uscito per presentare il disco. Ve lo propongo di seguito.

http://www.youtube.com/watch?v=KQH2Kq1QXaI

Qualcun altro ha sentito e apprezzato (o meno)? Il mio giudizio ovviamente è sospeso.
  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#18 LukakuFakeTroll

LukakuFakeTroll

    TOPAZIO

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10791 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 12 settembre 2012 - 10:43

Apocalypse è diventata facilmente la mia nuova canzone preferita del loro repertorio, l'altro singolo (Elephant) riprende uno schema abusato nel rock 60/70 più riffettaro, non mi fa impazzire ma non sminuisce la mia fiducia nell'album, il che da parte di una band comunque molto orientata verso il passato è notevole, sarà che tante teste di serie della psichedelia moderna hanno cominciato proprio ad uscire dai binari si cui viaggerei più volentieri...
In pratica loro si mostrano molto fattoni (lo sono proprio), ma con mestiere e cognizione almeno quando scrivono e suonano
  • 0

A proposito del Maurizio Costanzo show, a me l'ospitata del Joker al programma del personaggio di De Niro ha ricordato una di Aldo Busi, ma proprio uguale, compreso il balletto con cui si presenta al pubblico. Dubito che Phoenix si sia ispirato a quella, ma in certe parti, quando si mette a checcheggiare, la somiglianza era impressionante.

il primo maggiorenne che vedrò vestito da joker a carnevale, halloween o similia lo prendo per il culo di brutto
minimo un A STRONZOOOO, ANCORA STU JOKER? STRONZOOOO, vieni a casa mia che ho bisogno di una mano a sgomberare la mansarda, STRONZOOOO

There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you


#19 Norman Bombardini

Norman Bombardini

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7165 Messaggi:

Inviato 12 settembre 2012 - 20:09

bello, hanno spinto verso lo psichedelico ancora di più, più solito pezzo (blues) col chitarrone stoner
mi piace molto anche il cantante, la cui voce mi ricorda un po' quella di Jon Anderson degli Yes
  • 0

#20 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23324 Messaggi:

Inviato 12 settembre 2012 - 20:39

Più che Anderson, a me è sembrato John Lennon ben più d'una volta! All'inizio pensavo avesse campionato un suo pezzo misconosciuto. asd
  • 4

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq