Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Tara Jane O'Neil - In Circles


  • Please log in to reply
1 reply to this topic

#1 music won't save you

music won't save you

    reprobo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8758 Messaggi:

Inviato 23 settembre 2006 - 16:21

Dal suo retroterra fatto di esperienze decostruttive e fascinazioni orchestrali, Tara Jane O‚??Neil ha man mano ricostruito con una soave impronta personale un cantautorato al femminile dalle tinte smorzate, nonostante asprezze sempre latenti.
‚??In Circles‚?Ě fornisce un‚??ulteriore prova della sua sensibilit√† artistica e delle sue qualit√† compositive, mai come questa volta espresse in una forma canzone semplice e piana, cullante come in ‚??A Partridge Song‚?Ě e in ‚??A Sparrow Song‚?Ě, venata di folk in ‚??A Sparrow Song‚?Ě, oppure delicatamente ripiegata su se stessa come in ‚??Blue Light Room‚?Ě.
Tara Jane si esprime dolcemente, senza mai strafare, in ballate forse ora fin troppo convenzionali, ma nelle quali √® ancora dato riscontrare l‚??eredit√† di quella scena musicale di Louisville cui ha contribuito sotto forme e vesti sonore differenti, ma che come dimostrato gi√† in Sonora Pine e in parte anche in Retsin, hanno ritrovato nella melodia e nella discrezione dei toni il senso finale di un‚??esperienza artistica.
Senza pretese di assolutezza qualitativa, ‚??In Circles‚?Ě √® un disco gradevole, lento e delicato, che vale almeno la pena di essere scoperto e ascoltato, cogliendone le sottili sfumature che l‚??artista riesce a ‚??dipingere‚?Ě, nel suo caratteristico cantautorato intimista, asciutto e per nulla banale.   

  • 0
in eremitaggio su http://musicwontsaveyou.com

#2 whitekross

whitekross

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 156 Messaggi:

Inviato 23 settembre 2006 - 19:00

mi aspettavo molto da questo album della o'neil, chè avevo amato molto i suoi lavori precedenti (particolarmente peregrine). secondo me è un buon album, anche se forse è davvero fin troppo convenzionale a volte, come ha detto bene tu.
il problema per√≤ √® che i momenti migliori alla fine sono proprio quelli in cui lei riesce a modellare bene proprio la forma-canzone pi√Ļ classica, come "the louder" per esempio...boh, alla fine si fa ascoltare con piacere, come dici tu senza pretese forse, ma comunque di indubbio valore.

che poi per me √® ancora un mistero notare come molti esponenti di una certa scena "post-rock" (anche quella pi√Ļ violenta, penso proprio ai Rodan della o'neil,ai Bitch Magnet di grubbs, o alla carriera di david pajo) siano arrivati attraverso percorsi diversi a forme cantautorali di questo tipo...
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq