Vai al contenuto


- - - - -

Rainer Werner Fassbinder


  • Please log in to reply
83 replies to this topic

#61 Reynard

Reynard

    No OGM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10125 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 30 novembre 2010 - 13:52

Vantatene in pubblico e preoccupati in privato.
  • 0
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#62 Armonica

Armonica

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 276 Messaggi:

Inviato 30 novembre 2010 - 13:58

è diventato ufficialmente il regista preferito della mia ragazza.
non so se vantarmene o preoccuparmi  asd


Ti è andata male, il regista più prolifico degli anni Settanta  asd

Quale film ha determinato l'innamoramento, se posso chiedere?
  • 0

#63 Ian Smith

Ian Smith

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6643 Messaggi:

Inviato 30 novembre 2010 - 14:04

"Martha", e ho detto tutto asd
  • 0

#64 Man-Erg

Man-Erg

    Quando sulla riva verrai

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11689 Messaggi:

Inviato 30 novembre 2010 - 14:07

http://www.youtube.c...h?v=TKfdyAnf3mw
  • 0

Trema la mano che insegue il sole, fino a sparire.


#65 Armonica

Armonica

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 276 Messaggi:

Inviato 30 novembre 2010 - 14:07

"Martha", e ho detto tutto asd


Porca miseria  O_O

Certo, la scena del gattino farebbe a pezzi l'emotività di chiunque  ;D
  • 0

#66 dazed and confused

dazed and confused

    festina lente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6082 Messaggi:

Inviato 30 novembre 2010 - 14:09

Vantatene in pubblico e preoccupati in privato.


In effetti, è cosi.
  • 0

#67 Ian Smith

Ian Smith

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6643 Messaggi:

Inviato 30 novembre 2010 - 14:13

asd

cmq scherzi a parte è la volta buona che (anche grazie a lei) finisco finalmente la sua sterminata filmografia, di cui mi mancano ancora tanti tasselli fondamentali (tipo Angst Essen Sehle Auf)
  • 0

#68 Çorkan

Çorkan

    Utente onicofago con ghiri in culo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7752 Messaggi:
  • LocationBorgo San Lorenzo, Firenze

Inviato 30 novembre 2010 - 21:16

asd

cmq scherzi a parte è la volta buona che (anche grazie a lei) finisco finalmente la sua sterminata filmografia, di cui mi mancano ancora tanti tasselli fondamentali (tipo Angst Essen Sehle Auf)


Dai, allora sparatevelo e poi dimmi tu che ne pensi. Intanto stasera mi sparo "Germania In Autunno"
  • 0
"La legge non dovrebbe imitare la natura, dovrebbe correggerla"

Dekalog 5

#69 reese

reese

    moriremo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5669 Messaggi:

Inviato 01 dicembre 2010 - 00:14


asd

cmq scherzi a parte è la volta buona che (anche grazie a lei) finisco finalmente la sua sterminata filmografia, di cui mi mancano ancora tanti tasselli fondamentali (tipo Angst Essen Sehle Auf)


Dai, allora sparatevelo e poi dimmi tu che ne pensi. Intanto stasera mi sparo "Germania In Autunno"

per me è un'opera incredibilmente potente: se guardato quando si è fragili e vulnerabili emotivamente e spiritualmente, è capace di annientarti. A me fece quasi più male di Mouchette, colpisce direttamente in zone oscure e lo fa senza pietà: il modo in cui la vecchietta Emmi dona e riceve amore mi commuove in maniera straziante, è la ricerca e trasfigurazione umana di concetti astratti come "bontà" e "felicità"; Ali è la forza di un Io fiero che si rifiuta di contaminarsi con inutili pensieri di senso comune. Si percepiscono veri e propri spiriti umani che escono dal film e si forzano dentro di te. vabbé
  • 0

#70 Armonica

Armonica

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 276 Messaggi:

Inviato 01 dicembre 2010 - 11:24



asd

cmq scherzi a parte è la volta buona che (anche grazie a lei) finisco finalmente la sua sterminata filmografia, di cui mi mancano ancora tanti tasselli fondamentali (tipo Angst Essen Sehle Auf)


Dai, allora sparatevelo e poi dimmi tu che ne pensi. Intanto stasera mi sparo "Germania In Autunno"

per me è un'opera incredibilmente potente: se guardato quando si è fragili e vulnerabili emotivamente e spiritualmente, è capace di annientarti. A me fece quasi più male di Mouchette, colpisce direttamente in zone oscure e lo fa senza pietà: il modo in cui la vecchietta Emmi dona e riceve amore mi commuove in maniera straziante, è la ricerca e trasfigurazione umana di concetti astratti come "bontà" e "felicità"; Ali è la forza di un Io fiero che si rifiuta di contaminarsi con inutili pensieri di senso comune. Si percepiscono veri e propri spiriti umani che escono dal film e si forzano dentro di te. vabbé


Ali è bellissimo tra l'altro.
  • 0

#71 Çorkan

Çorkan

    Utente onicofago con ghiri in culo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7752 Messaggi:
  • LocationBorgo San Lorenzo, Firenze

Inviato 01 dicembre 2010 - 14:21




asd

cmq scherzi a parte è la volta buona che (anche grazie a lei) finisco finalmente la sua sterminata filmografia, di cui mi mancano ancora tanti tasselli fondamentali (tipo Angst Essen Sehle Auf)


Dai, allora sparatevelo e poi dimmi tu che ne pensi. Intanto stasera mi sparo "Germania In Autunno"

per me è un'opera incredibilmente potente: se guardato quando si è fragili e vulnerabili emotivamente e spiritualmente, è capace di annientarti. A me fece quasi più male di Mouchette, colpisce direttamente in zone oscure e lo fa senza pietà: il modo in cui la vecchietta Emmi dona e riceve amore mi commuove in maniera straziante, è la ricerca e trasfigurazione umana di concetti astratti come "bontà" e "felicità"; Ali è la forza di un Io fiero che si rifiuta di contaminarsi con inutili pensieri di senso comune. Si percepiscono veri e propri spiriti umani che escono dal film e si forzano dentro di te. vabbé


Ali è bellissimo tra l'altro.


Ho visto solo metà di Germania in Autunno ieri sera e posso stabilire che Fassbinder è il creatore della cazzavanguardia. asd
  • 0
"La legge non dovrebbe imitare la natura, dovrebbe correggerla"

Dekalog 5

#72 Abe

Abe

    Sharing Passions

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12625 Messaggi:
  • LocationKBH V, Danmark

Inviato 01 dicembre 2010 - 14:25

Immagine inserita
''Risultato pesante, come un film di Fassbinder''  asd

A me lui piace eh ma non ho potuto fare a meno di piazzare la citazione, ogni volta mi spanzo dal ridere.
  • 0

#73 Auguste

Auguste

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 191 Messaggi:

Inviato 09 febbraio 2011 - 10:35

Visto che non c'era un topic specifico su questa perla di film, ho deciso di aprirne uno.
E' l'unico film di R.W. Fassbinder che finora ho visto e credo che in questo caso si possa tranquillamente parlare di capolavoro maledetto, incompreso al più dalla critica, al punto che quando fu presentato al Festival di Venezia a difenderlo e volerlo premiare fu il solo Marcel Carné, che rimase voce unica nel coro.
Il film tratto dall'omonimo romanzo di Genet narra le avventure di Querelle, affascinante marinaio - interpretato a sua volta da un attore maledetto(il grande Brad Davis, che già aveva dato prova di essere un ottimo attore in "Midnight Express") - che sbarca a Brest, dove c'è un famoso bordello.
Il proprietario di questo bordello, Nono, dà ai marinai la possibilità di possedere sua moglie Lysianne(interpretata da una imbellettata e invecchiata, quasi irriconoscibile, Jeanne Moreau)solo se riescono a vincere una sfida con lui. In caso di sconfitta, i marinai prima di possedere la moglie saranno sodomizzati dall'energumeno Nono!
La storia è articolata intorno alle vicende di vari personaggi: il capitano della nave, segretamente innamorato di Querelle; il fratello di Querelle, amante di Lysianne ed infine l'operaio Gil(interpretato dallo stesso attore che interpreta il fratello di Querelle), macchiatosi di omicidio.
Querelle è al centro di tutte queste vicende, come oggetto del desiderio di ciascuno. Il film si presenta quasi come un percorso di purificazione e di perfezionamento interiore da parte di Querelle attraverso il peccato, compiendo simultaneamente crimini e atti di purificazione(la sodomizzazione da parte di Nono è stata vista da alcuni come una sorta di auto-punizione). Alcuni hanno visto nelle vicende di Querelle un percorso salvifico cristologico per antitesi: la redenzione sarebbe possibile attraverso il peccato ed il ritrovamento dell'identità è allora garantita da una radicale svalutazione dei valori morali, che porteranno Querelle ad "uccidere ciò che ama"(come recita la bella e significativa canzone cantata da Lysianne).
In un mondo in cui la donna è esclusa e respinta(vi è la sola Lysianne che a poco a poco perderà anche il suo fascino e il suo dominio sul genere maschile), gli uomini si amano e si combattono a vicenda, e gli scenari estremamente suggestivi sono il teatro ideale per lo svolgersi di queste azioni che sembrano fuori dal tempo e dalla realtà.
Bellissime sono infatti le scenografie(ricche di simboli fallici)e la scelta dei colori(tendenti perlopiù all'arancione e al blu), nonché l'accompagnamento musicale e l'abbinamento di commenti testuali alla narrazione: si tratta di un film visivamente bellissimo ed estremamente poetico.
Gli attori sono tutti estremamente bravi. Tralasciando Brad Davis e la Moreau(è abbastanza inutile ripetere che la scelta di truccare e camuffare l'attrice in quel modo era di un'importanza fondamentale), tutti gli attori si mostrano funzionali alla vicenda, a partire da Franco Nero, attore che spesso compariva nei western, che qui interpreta molto bene il marinaio invaghitosi di Querelle e che sembra volergli autenticamente bene, al di là della passione carnale. E' poi una scelta particolarmente significativa quella di far interpretare sia Gil(l'operaio di cui Querelle si innamorerà)che il fratello di Querelle(cui è legato da uno strano rapporto di amore ed odio)dallo stesso attore, Hanno Poschl.
Per concludere, una piccola curiosità: il testo della canzone intonato dalla Moreau è tratta da una poesia di Oscar Wilde.
  • 0

#74 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12568 Messaggi:

Inviato 09 febbraio 2011 - 10:40

Visto che non c'era un topic specifico su questa perla di film, ho deciso di aprirne uno.


C'era già un thread dedicato a Fassbinder: ho unito i topic.
Per i vecchi film sempre meglio utilizzare le discussioni dedicate agli autori.
  • 0

#75 Çorkan

Çorkan

    Utente onicofago con ghiri in culo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7752 Messaggi:
  • LocationBorgo San Lorenzo, Firenze

Inviato 09 febbraio 2011 - 11:16



Bella analisi Auguste. Io mi soffermerei però ancora sull'atmosfera creata dalle folli scenografie e dai toni di colore.
Il film ha un aspetto surreale e pacchiano al contempo. Non so, non sono esperto di pittura ma quel cielo sempre pervaso di nebbia rossastra mi ha ricordato De Chirico.  Dall'altro lato però si percepisce la finzione, le pietre ei bastioni del porto son di cartapesta e si vede benissimo. La simbologia fallica è esagerata, disturbante, e anche la fisicità degli attori è ipertrofica, quasi caricaturale.
Fra quelli ch ho visto di Fass  per ora il mio preferito rimane comunque "La Terza Generazione"
  • 0
"La legge non dovrebbe imitare la natura, dovrebbe correggerla"

Dekalog 5

#76 Auguste

Auguste

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 191 Messaggi:

Inviato 10 febbraio 2011 - 01:16

L'atmosfera di "Querelle" è unica, si tratta di un film quasi espressionista nell'uso dei colori, quasi come se attraverso le scelte cromatiche il regista avesse voluto dipingere un ritratto surreale, volutamente "patetico"(non nel senso dispregiativo del termine), per rendere il film un'esperienza total(izzant)e ed estrema.
Condivido molto quello che dici: è quasi come se il regista avesse volutamente esagerato, proponendo un'atmosfera sfalsata, teatrale(credo sia il termine giusto).
Stesso discorso per i personaggi, teatrali, quasi interpreti di una farsa fin troppo sentita, quindi a metà strada tra la realtà e la luce sfalsata della finzione(ripeto, l'uso dei colori - come se fossero dei pennelli - contribuisce molto).
Io di Fassbinder non ho visto nulla a parte questo, quindi non saprei, anche se detto in maniera spicciola, non credo di esagerare nel definire Querelle un capolavoro incompreso(nonché uno dei film che sto amando di più).
Dovrò vedere "Le lacrime amare di Petra von Kant", "Veronika Voss", "Il matrimonio di Maria Braun" e "Un anno con 13 lune", tanto per cominciare!
  • 0

#77 wong73

wong73

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1207 Messaggi:

Inviato 28 marzo 2011 - 15:57

la scorsa settimana ho rivisto QUERELLE...sono passati 30 anni ed è rimasta un'opera forte e abbastanza unica. manca il coraggio di Fassbinder!
  • 0

#78 wong73

wong73

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1207 Messaggi:

Inviato 03 settembre 2011 - 07:21

ROSEL ZECH (1942–2011)

v=[m]http://www.youtube.com/watch?v=R3WRy-QuYTU&feature=related[/m]


Aufwiedersen Veronika!
  • 0

#79 wong73

wong73

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1207 Messaggi:

Inviato 17 febbraio 2012 - 17:27

trent'anni fa moriva il grande regista tedesco, ogni tanto fa bene ricordare questo grande talento che è venuto a mancare troppo presto:

v=[m]http://www.youtube.com/watch?v=8z0tVsI-63g[/m]
  • 3

#80 Paz

Paz

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 869 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 12 aprile 2012 - 12:38

Segnalo che inizia oggi, alla Cineteca di Bologna, la rassegna I film liberano la testa. Il cinema di Rainer W. Fassbinder.
  • 2
« Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum » (F. Nietzsche, Götzen-Dämmerung, 1888, cap. I, af. 33).




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq