Vai al contenuto


Foto
* * * * - 3 Voti

Woody Allen


  • Please log in to reply
176 replies to this topic

#161 George Kaplan

George Kaplan

    Giraghiere a tradimento

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1320 Messaggi:

Inviato 17 aprile 2021 - 18:42

Questo personalmente l’ho sempre visto come l’omaggio di un maestro a una voce indubbiamente storica e che per la sua riconoscibilità ha contribuito alla popolarità di Allen in un paese in linea di principio non proprio in sintonia col suo tipo di umorismo, istituendone l’icona al pari degli occhiali a montatura spessa e del ciuffo spelacchiato. Però che l’abbia reso un attore migliore direi proprio di no, anzi, a parer mio gli ha tolto parecchio, talvolta deviando in senso troppo caricaturale il personaggio.

 

Però è vero che passare all’Allen originale dopo essere cresciuti con l'audio della tv italiana è una bella frattura e all’inizio non proprio semplice da mandare giù.


  • 0

#162 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19317 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 17 aprile 2021 - 19:24

Solo io preferisco vedere Woody Allen (attore) doppiato, piuttosto che in lingua originale?

Ci provo ogni volta, ma poi dopo 20 minuti metto il film in italiano, Oreste mi fa ridere di più, c'è poco da fare. Ho fatto più volte la prova empirica: ho visto la stessa scena una dietro all'altra, prima in inglese e poi in italiano, e trovo sempre Oreste molto più divertente e efficace - atque alleniano, per come è rappresentato Allen nella mia mente -, pur dicendo le stesse cose. Sarà che non sono abbastanza anglosassone dentro per apprezzare l'umorismo understatement e preferisco l'enfasi terrona mediterranea.

So che in questi tempi di talebani della lingua originale è un messaggio forte, ma mi assumo i rischi del pubblico ludibrio. asd

 

anche per me è lo stesso


  • 0

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#163 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16894 Messaggi:

Inviato 17 aprile 2021 - 20:42

Questo personalmente l’ho sempre visto come l’omaggio di un maestro a una voce indubbiamente storica e che per la sua riconoscibilità ha contribuito alla popolarità di Allen in un paese in linea di principio non proprio in sintonia col suo tipo di umorismo, istituendone l’icona al pari degli occhiali a montatura spessa e del ciuffo spelacchiato. Però che l’abbia reso un attore migliore direi proprio di no, anzi, a parer mio gli ha tolto parecchio, talvolta deviando in senso troppo caricaturale il personaggio.
 
Però è vero che passare all’Allen originale dopo essere cresciuti con l'audio della tv italiana è una bella frattura e all’inizio non proprio semplice da mandare giù.


Diciamo che è na cazzata (quella di Lionello meglio dell'originale), dai. Lionello ha trovato una bella chiave per adattare Allen ma l'ha appiattito a una pigra macchietta. L'Allen di Annie Hall, di Zelig, di Harry a pezzi, di Anything else non è sempre uguale come lo interpreta Lionello.
  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#164 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14602 Messaggi:

Inviato 17 aprile 2021 - 22:47

Però è vero che passare all’Allen originale dopo essere cresciuti con l'audio della tv italiana è una bella frattura e all’inizio non proprio semplice da mandare giù.

 

Il punto, credo, e' tutto qua. Per noi Allen si identifica con la voce di Lionello come mi sembra non sia mai accaduto per nessun altro attore straniero e relativo doppiatore nostrano. Una cosa talmente iconica da creare casi grotteschi come la trovata di far doppiare Allen da Lionello anche quando intervistato da Biagi negli anni 90. Ora poi c'e' Gullotta che imita l'amico in modo talmente mimetico e "sacrale" che quasi non ci si e' accorti del cambio. Non solo il personaggio, ma anche tutta la sua comicita' per noi passa da quella voce. Credo che non abbia neanche senso parlare di "migliore" o "peggiore", e' che in Italia abbiamo creato proprio un Allen alternativo, quindi andare a scoprire l'originale vuol proprio dire confrontarsi con un personaggio completamente diverso.

 

Certo che quando in qualche film mi capita di vedere invece comici stand up (quindi molto simili a Allen) di cui conosco bene la voce originale e' sempre un pugno in un orecchio. Restando al cinema di Allen, Louis CK in Blue Jasmine con la voce del ciccione di Una notte da leoni e' qualcosa a cui il mio cervello non si e' voluto adattare...


  • 2

#165 bluetrain

bluetrain

    Fourth rule is: eat kosher salamis

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7204 Messaggi:

Inviato 18 aprile 2021 - 09:36

 

Questo personalmente l’ho sempre visto come l’omaggio di un maestro a una voce indubbiamente storica e che per la sua riconoscibilità ha contribuito alla popolarità di Allen in un paese in linea di principio non proprio in sintonia col suo tipo di umorismo, istituendone l’icona al pari degli occhiali a montatura spessa e del ciuffo spelacchiato. Però che l’abbia reso un attore migliore direi proprio di no, anzi, a parer mio gli ha tolto parecchio, talvolta deviando in senso troppo caricaturale il personaggio.
 
Però è vero che passare all’Allen originale dopo essere cresciuti con l'audio della tv italiana è una bella frattura e all’inizio non proprio semplice da mandare giù.


Diciamo che è na cazzata (quella di Lionello meglio dell'originale), dai. Lionello ha trovato una bella chiave per adattare Allen ma l'ha appiattito a una pigra macchietta. L'Allen di Annie Hall, di Zelig, di Harry a pezzi, di Anything else non è sempre uguale come lo interpreta Lionello.

 

 

In linea teorica hai sicuramente ragione tu, poi io mica volevo fare un discorso del tipo "ce l'ha più lungo Lionello", figuriamoci. Siamo nel soggettivismo più totale, viziato come hanno ricordato George e Tom dal fatto di essere nati e cresciuti con quell'Allen alternativo non anglofono creato in Italia.

 

Ciò non toglie però, per scendere nel concreto, che ad esempio proprio Anything Else, da te citato, sia il classico film in cui per me la macchietta Orestiana è un valore aggiunto e mi fa ridere di più quando bisogna ridere, e chi se ne frega della sfumature.

 

 

 

Il punto, credo, e' tutto qua. Per noi Allen si identifica con la voce di Lionello come mi sembra non sia mai accaduto per nessun altro attore straniero e relativo doppiatote nostrano. Una cosa talmente iconica da creare casi grotteschi come la trovata di far doppiare Allen da Lionello anche quando intervistato da Biagi negli anni 90. Ora poi c'e' Gullotta che imita l'amico in modo talmente mimetico e "sacrale" che quasi non ci si e' accorti del cambio. Non solo il personaggio, ma anche tutta la sua comicita' per noi passa da quella voce. Credo che non abbia neanche senso parlare di "migliore" o "peggiore", e' che in Italia abbiamo creato proprio un Allen alternativo, quindi andare a scoprire l'originale vuol proprio dire confrontarsi con un personaggio completamente diverso.

 

Assolutamente d'accordo, caso assolutamente unico. Essendo nato e avendo largamente vissuto, filmicamente, con il cinema doppiato, ho poi fatto i conti in un secondo momento con le voci originali di molti attori che identificavo con quella del doppiatore storico, ma tolto il fugace sconcerto iniziale, mi sono sempre abituato rapidamente e quasi sempre ho preferito, per vari motivi, la voce originale.

 

Che poi, a latere, il discorso di enfatizzare la recitazione nel doppiaggio italiano (in particolare nei film di lingua inglese dove il divario in questo senso è evidente) non esiste solo per Allen, c'è quasi sempre, proprio per motivi culturali e linguistici. 


  • 0

#166 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16894 Messaggi:

Inviato 18 aprile 2021 - 09:58

Comunque, bluetrain, tornando al tuo discorso su sottotitoli v. doppiaggio, ho letto un articolo sul Post.it dove si asseriva che anche gli americani si stavano abituando ai prodotti doppiati grazie a Netflix e alle altre piattaforme. Mi sa che quella dei talebani dei sottotitoli sia stata una breve utopia asd
  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#167 bluetrain

bluetrain

    Fourth rule is: eat kosher salamis

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7204 Messaggi:

Inviato 18 aprile 2021 - 10:48

Purché non si abituano al doppiaggio gli spagnoli, quando mi sono imbattuto in doppiaggi in lingua iberica (dal porno a Bergman) la sensazione è che ci sia un unico doppiatore stacanovista e monocorde (anzi 2, un uomo e una donna), che fa tutto e malissimo e dà a ogni film quell'aura killer da telenovela regionale a basso budget tipo quelle di mai dire gol.


  • 5

#168 pasquale

pasquale

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2593 Messaggi:

Inviato 19 aprile 2021 - 16:04

Allen odiava il doppiaggio come concetto, eppure che Lionello lo avesse reso un personaggio migliore, lo ha detto Allen stesso, non io o qualcun'altro, quindi derubricare il tutto a cazzata mi lascia perplesso.
Inoltre Allen ha spiegato anche i motivi. Quando il suo film incassava male in tutto il mondo, c'era un solo Paese in cui andava bene, ed era l'Italia. E lui ha dato il merito di tutto ciò a Lionello
  • 1
Concerto di Bruce Springsteen a Roma, Ippodromo Capannelle - 11.07.2013, in audio e video, il link alla playlist apposita è questo

http://www.youtube.c...feature=mh_lolz

#169 unterwelt

unterwelt

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 150 Messaggi:

Inviato 20 aprile 2021 - 19:36

Non dubito anche io che Lionello a volte abbia snaturato il lavoro di Allen, ma non si possono nemmeno negare i suoi meriti. Come è impossibile che fosse Allen in tutto, è anche innegabile che abbia fatto comunque un ottimo lavoro (come sempre poi, mica solo per Allen), anche al di là delle dichiarazioni di Allen.
Da buon italiano non posso non essere affezionato alla sua voce italiana, che per me è inscindibile dal personaggio di Woody Allen.

Poi la questione del doppiaggio è sempre la stessa e per tutti si dicono sempre le stesse cose. Purismo o no, io ritengo che la pratica vada considerata parte integrante del mezzo, con i pro e i contro che ne derivano.

 

Comunque mi avete messo voglia di rivedere Café Society, di cui non ho un ricordo ben preciso.


  • 0

#170 Sandor Krasna

Sandor Krasna

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 408 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 08 maggio 2021 - 20:44

Visto Rifkin's Festival. Nulla aggiunge e nulla toglie alla carriera del Nostro, anzi probabilmente è un film col pilota automatico, ma è un BEL pilota automatico. Wallace Shawn immenso come sempre.

Visto anche io. Mi ha colpito molto la lentezza dei campo-controcampo nei dialoghi, quasi fosse stanco, senile. È una cosa che ha sempre fatto (almeno da una certa età in poi) o è una prerogativa di questo film? Perché i suoi del nuovo millennio li ho visti tutti ma non mi ricordo questa cosa sinceramente.

Per il resto sin troppo ovvia la lettura metacinematografica del mondo del cinema festivaliero (quindi per antonomasia progressista) che lo tradisce
  • 0

#171 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2477 Messaggi:

Inviato 09 maggio 2021 - 16:22

Si l'ho trovato un po' stanco anche io ma con al solito qualche spunto divertente, perlomeno tutte le varie citazioni (Persona, Settimo Sigillo, Angelo Sterminatore e non mi ricordo quali altri), grande Waltz nei panni della morte, che consiglia al protagonista di fare esercizio e mangiare verdura  asd  asd 

Protagonista sbagliato a mio avviso, ma credo che Allen si sia dovuto accontentare visto che nessuno vuole più fare i film con lui come scrive nel libro. Alcuni lo considerano un pedofilo, altri invece ci lavorerebbero pure ma hanno paura di conseguenze per la carriera


  • 0

#172 Kerzhakov91

Kerzhakov91

    X Offender

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4648 Messaggi:
  • LocationSan Pietroburgo, Russia

Inviato 09 maggio 2021 - 16:37

 

 

Per noi Allen si identifica con la voce di Lionello come mi sembra non sia mai accaduto per nessun altro attore straniero e relativo doppiatore nostrano. 

 

Magari non a quei livelli, però anche John Wayne in quei pochi film in cui non è doppiato da Emilio Cigoli... non è lui, da bambino addirittura mi rifiutavo di vederli  asd Idem Sean Connery-Pino Locchi. 


  • 0

#173 lazlotoz

lazlotoz

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 6180 Messaggi:

Inviato 04 giugno 2021 - 11:40

Comunque pian piano mi sto guardando e riguardando tutto Allen. Che alla fine ha pochi pari.

 

Già detto, credo, ma l'Allen dopo gli anni '90 credo sia molto sottovalutato. Alcuni titoli già li ho citati prima.

Un film come Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni così perfetto nell'incastro e nel suo evaporare nel finale (a proposito, Allen sa quasi sempre chiudere i film alla perfezione) inserito in una filmografia come la sua è un magnifico tassello. Per altro fotografato da quel fenomeno di Vilmos Zsigmond.

I suoi temi forse manco han bisogno delle microvariazioni sul tema, girano sempre lì. E io più li guardo e più ho la sensazione di un'opera enorme, frutto di uno dei più grandi fenomeni del cinema che ultimamente viene un po' lasciato in disparte e ricordato tanto per le cose del passato e poco per quelle del presente. Ma che forse alla fine ha mantenuto un livello abbastanza costante, solo che è più facile pensare alle cose di un tempo come migliori.


  • 2

#174 Fidelio

Fidelio

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1121 Messaggi:

Inviato 05 giugno 2021 - 07:37

Ho provato a guardare qualche film di Allen in lingua originale ma non ci riesco. Guardo tutti i film in lingua originale, ma con lui non ci riesco. Ho interrotto Manhattan a metà e ripreso dall'inizio doppiato. Non mi è mai successa una roba simile. Riguardo la sua filmografia l'unica parte che non mi piace è la primissima parte, i film dell'esordio. Lo slapstick è invecchiato malissimo per me. Da Love And Death in poi ha sbagliato pochissimo, rinnovando il suo personaggio milioni di volte e trasmettendolo anche ad altri attori.

Tra i film anni novanta cito Manhattan Murder Mystery e Deconstructing Harry, due film clamorosi.


  • 0

#175 frank98

frank98

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 2 Messaggi:

Inviato 06 giugno 2021 - 15:08

Ho provato a guardare qualche film di Allen in lingua originale ma non ci riesco. Guardo tutti i film in lingua originale, ma con lui non ci riesco. Ho interrotto Manhattan a metà e ripreso dall'inizio doppiato. Non mi è mai successa una roba simile. Riguardo la sua filmografia l'unica parte che non mi piace è la primissima parte, i film dell'esordio. Lo slapstick è invecchiato malissimo per me. Da Love And Death in poi ha sbagliato pochissimo, rinnovando il suo personaggio milioni di volte e trasmettendolo anche ad altri attori.

Tra i film anni novanta cito Manhattan Murder Mystery e Deconstructing Harry, due film clamorosi.

 

La penso al contrario direi: i suoi film slapstick da quello che ricordo reggono ancora. Probabilmente nulla di straordinario ma godibili e un buon omaggio ai vari Chaplin e Keaton. La sua fase "drammatica" (pressapoco da Io e Annie in poi) la reggo poco, mi sa di pseudo-intellettualismo mascherato da commedia per borghesi, oltre ad essere molto derivativo da altri registi e scrittori.

 

Ho notato che la qualità dei suoi film tende ad essere inversamente proporzionale alla quantità di dramma o serietà che inserisce (o pensa di inserire): film come Interiors o Match Point li trovo alquanto imbarazzanti, specie nei dialoghi e nelle metafore utilizzate (anche se almeno il secondo è un buon thriller) e anche quelli che mischiano dramma e commedia come Hannah e le sue sorelle o crimini e misfatti non mi convincono appieno. Negli ultimi anni anche i suoi film più leggeri non sembrano essere privi di una certa dose di pretenziosità.


  • 0

#176 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19317 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 06 giugno 2021 - 17:29

Comunque quelli che non vogliono lavorare con lui andrebbero impalati.
  • 2

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#177 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6782 Messaggi:

Inviato 06 giugno 2021 - 20:21

frank ma non fai prima a dire che non ti piace?

 

:D


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq