Vai al contenuto


Foto
* * - - - 1 Voti

Nu Jazz & Dintorni


  • Please log in to reply
33 replies to this topic

#1 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19600 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 30 agosto 2020 - 18:00

*
POPOLARE

Come promesso qualche mese fa su queste pagine, ecco una sintesi di qualche anno di esplorazioni nu jazz in compagnia (virtuale) del nostro ormai quasi-lurker storico JackNapier, al secolo Flavio Del Prete:

https://www.ondarock...iali/nujazz.htm

 

Oltre a una sfilza di dischi e alcune cartelle di sproloqui introduttivi, ci trovate una playlist Spotify che immagino potrà essere per molti un'introduzione assai più efficace ai territori in questione.

 

Perché possiate poi continuare a sostenere serenamente che il jazz di oggi è soprattutto black power e spernacchiatori post-free, ma siate almeno al corrente di alcune delle alternative sulla piazza, magari più leggerine ma non per questo meno creative o rappresentative dello spirito del tempo.


  • 15

#2 vit vit

vit vit

    cap&cazz

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 243 Messaggi:

Inviato 30 agosto 2020 - 22:40

"è musica un po’ facilina, no? Sembra dance, roba da rave. Manca di spessore, di continuità coi grandi del passato… e poi che è sta storia che non sempre improvvisano?"
Minchia m'ha levato le parole di bocca
Sono sempre ben disposto ad ascoltare nuovi concetti,o nuovi(?!)modi di intendere.....ma ho sempre trovato questa musica insostenibilmente leggera e superficiale.....ci riprovo leggendolo a fondo la recensione.

Satelliti,li conosco e mi piacciono parecchio,ma nu jazz?boh!!
  • 0

#3 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19600 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 30 agosto 2020 - 22:50

Gli italiani sono tutti un po' borderline. Ci sembrava giusto includere anche band nostrane, soprattutto i Satelliti che da tempo sono fra i nostri pallini. Poi è chiaro che non possiedono tutte le caratteristiche delle band chiave, ma d'altra parte è sempre così per le formazioni che percorrono strade proprie, muovendosi alla periferia dell'impero.


  • 0

#4 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24027 Messaggi:

Inviato 31 agosto 2020 - 12:33

Mi lascia un po' interdetto l'assenza (nemmeno come citazione en passant) dei BADBADNOTGOOD. E' una dimenticanza o una vostra idiosincrasia?


  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#5 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19600 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 31 agosto 2020 - 13:25

Un po' e un po'. Rispondo a livello personale:

La premessa è senz'altro che, pur non spiacendomi affatto, non li inquadro nello stesso campionato. Li trovo, nonostante alcuni elementi comuni, nella sostanza piuttosto lontani dalle altre formazioni trattate, con una formula più legata all'hip-hop strumentale che agli altri stili chiave citati nell'articolo. Anche sul piano dell'approccio direi che hanno la tendenza a prendere di peso alcuni fraseggi dal jazz comunemente inteso e trasporli in un contesto ritmicamente più contemporaneo, una giustapposizione che mi sembra più caratteristica di altre fasi dell'evoluzione elettronica del jazz (acid, future) che del nu per come lo tratteggiamo nell'introduzione. Certamente si sarebbero potuti includere al posto di altri come "outsider" (sono sostanzialmente slegati da entrambi i giri londinesi che fanno da perno al discorso), e diversi criteri di selezione avrebbero tranquillamente trovato posto tanto per loro quanto ad esempio per i Melt Yourself Down o una quantità davvero ampia di altri nomi "sì, ma" che apprezziamo e abbiamo considerato, per poi scegliere però di non comprendere nella selezione perché troppo distanti dal discorso che abbiam cercato di portare avanti.

La mancanza di una citazione en passant è senz'altro una dimenticanza comunque (peraltro facilmente correggibile).


  • 0

#6 Fast_Forward

Fast_Forward

    >>

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 113 Messaggi:

Inviato 31 agosto 2020 - 16:54

complimenti per l'articolo innanzitutto, c'è un sacco di roba che non conoscevo (ci sono un po rimasto male per Shabaka & Co. ma vabbe). Volevo chiedere, ma i Polar Bear?


  • 1

#7 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19600 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 31 agosto 2020 - 17:13

Un po' come la Cinematic Orchestra, li abbiamo considerati precursori pre-2010 nonostante il periodo di attività si accavalli.
  • 1

#8 tonysuper

tonysuper

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3143 Messaggi:

Inviato 01 settembre 2020 - 18:48

Wago, un disco come In praise of dreams di Jan Garbarek come lo inquadri?
 

È nu jazz?


  • 0

#9 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19600 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 02 settembre 2020 - 11:44

Bel disco.

Direi che è Future Jazz: basi elettroniche e sovraimposta improvvisazione jazz.


  • 1

#10 vit vit

vit vit

    cap&cazz

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 243 Messaggi:

Inviato 02 settembre 2020 - 21:02

Basi elettroniche e improvvisazione?
Future?
Tipo John Surman con ostinati di synth?anno 1978 circa?😆
  • 0

#11 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19600 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 02 settembre 2020 - 22:05

Ué il nome non l'ho mica inventato io eh, prenditela con Nils Petter Molvaer e accoliti :D
  • 0

#12 vit vit

vit vit

    cap&cazz

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 243 Messaggi:

Inviato 02 settembre 2020 - 22:29

Ahahahah
L'anno scorso a Lisbona mi sono imbattuto in uno show di Theo Ceccaldi Freaks
Non sono molto avvezzo alle etichette e non so se è a tema,qua ci sento un suono più jazzistico ma anche influenze più trendy.

https://youtu.be/c36Z7FHD-vM
  • 0

#13 terminator

terminator

    Such a scemo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3323 Messaggi:

Inviato 04 settembre 2020 - 11:41

Ahahahah
L'anno scorso a Lisbona mi sono imbattuto in uno show di Theo Ceccaldi Freaks
Non sono molto avvezzo alle etichette e non so se è a tema,qua ci sento un suono più jazzistico ma anche influenze più trendy.

https://youtu.be/c36Z7FHD-vM

grandioso Ceccaldi, l'hai sentito il disco con Roberto Negro?


  • 0

#14 vit vit

vit vit

    cap&cazz

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 243 Messaggi:

Inviato 04 settembre 2020 - 12:34

Ahahahah
L'anno scorso a Lisbona mi sono imbattuto in uno show di Theo Ceccaldi Freaks
Non sono molto avvezzo alle etichette e non so se è a tema,qua ci sento un suono più jazzistico ma anche influenze più trendy.https://youtu.be/c36Z7FHD-vM

grandioso Ceccaldi, l'hai sentito il disco con Roberto Negro?
No,ma grazie della dritta.
Freaks da vivo mi ha emozionato,soprattutto quando il tenore si è lanciato in un assolo alla Brotzmann con il resto della band a supportarlo compostamente,quel video non rende al meglio però.
  • 0

#15 mongodrone

mongodrone

    post-feudatario

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10545 Messaggi:

Inviato 04 settembre 2020 - 13:33

finora ho ascoltato solo gli STUFF. e mi piacciono (del resto del jazz mi piace la fusion in particolare, appena letto slap bass sono andato a scaricare senza indugio).

ho notato che solo 7 dischi su 30 erano già stati recensiti, cosa forse non inusuale in questo tipo di articoli. considerata la mole di recensioni che ci sono su OR forse andrebbe fatta una cernita migliore a monte.


  • 0

#16 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19600 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 04 settembre 2020 - 14:19

Beh ma lì è colpa mia: non riesco a occuparmi con costanza durante l'anno di recensire le nuove uscite, quindi nel momento in cui riesco a ritagliarmi il tempo per sintetizzare le scoperte recenti in un settore poco seguito ciò che accade è che mancano le recensioni alle spalle.
Ma in fin dei conti è anche questa mancanza ad aver reso utile l'articolo, quindi credo che nel complesso non sia tutto sto male :D
  • 0

#17 mongodrone

mongodrone

    post-feudatario

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10545 Messaggi:

Inviato 04 settembre 2020 - 14:25

si certo, apprezzo l'intenzione di Claudio con questi speciali di tappare delle lacune anche grosse. ma forse per coprire alcuni settori poco battuti dal sito andrebbe fatta una campagna acquisti apposita


  • 0

#18 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19600 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 05 settembre 2020 - 06:41

Mah, non so se sarebbe una soluzione efficace. Ho provato a fare una ricerca in rete e osservato che, se effettivamente gli album dei GoGo Penguin e Yussef Kamaal hanno qualche recensione sul web italiano, per la gran parte degli altri titoli l'articolo appena pubblicato è l'unica hit.

 

Eccezioni:

Il disco degli Ambiq ha una recensione su S/A

Dell'album di Guiliana (un pezzo assai grosso peraltro) c'è un commento brevissimo su Jazzinfamily

Dei Kneedelus si è occupato VICE

Sugli italiani Tweeedo si trova qualcosa su siti locali

 

I Dawn of Midi hanno solo una recensione su Debaser, che si conclude con

 

E poi, cazzo, andare alla ricerca del pusher giusto e trovarsi di fronte a una gang che si fa chiamare Dawn Of Midi mi pare quasi che rasenti la perfezione. E poi, cazzo, andare alla ricerca di droga e trovarsi di fronte un pakistano, un indiano e un marocchino!

Io vi ho avvertito: questa è musica che può far star bene qualche tossico pesante ma che può far star male il ragazzino alla prime armi.

Attenzione, la droga fa male (a chi più, a chi meno).

Grande qualità insomma  asd

Sempre su Debaser poche righe sul disco dei Niechęć, meno di quante gliene dedichi l'articolo di OR

 

 

In conclusione: come specificato nei primi paragrafi, è un territorio che in Italia è davvero poco considerato. Esisteranno davvero, questi fantomatici "esperti" a cui OR dovrebbe affidarsi? O per coprirlo dovrebbe affidarsi a gente a cui questi artisti non piacciono, producendosi in una sfilza di valutazioni negative e commenti del tipo "ma dai mica è jazz sta robettina"?

 

Comunque se hai apprezzato gli STUFF. direi che ti tocca sentire Anton Eger, e se anche quello ti va giù bene puoi buttarti su questo, uscito da poco: https://www.ondarock...dsjo-yotis2.htm


  • 1

#19 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23555 Messaggi:

Inviato 05 settembre 2020 - 07:49

Sempre su Debaser poche righe sul disco dei Niechęć, meno di quante gliene dedichi l'articolo di OR

 

Loro però non è la prima volta che compaiono su Ondarock. https://www.ondarock...poloniarock.htm  ;)


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#20 mongodrone

mongodrone

    post-feudatario

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10545 Messaggi:

Inviato 05 settembre 2020 - 08:06

 

In conclusione: come specificato nei primi paragrafi, è un territorio che in Italia è davvero poco considerato. Esisteranno davvero, questi fantomatici "esperti" a cui OR dovrebbe affidarsi? 

 

hai ragione, davo troppo per scontato che cercando, magari anche su rym, ci siano in italia appassionati della nicchia x che sanno scrivere, saranno tutti analfabeti come me ashd


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq