Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Noi (Peele, 2019)


  • Please log in to reply
5 replies to this topic

#1 Conato

Conato

    Roadie

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 773 Messaggi:

Inviato 08 aprile 2019 - 15:28

Tormentata da un trauma irrisolto del suo passato e sconvolta da una serie di inquietanti coincidenze, Adelaide sente crescere e materializzarsi la sua ossessione e capisce che qualcosa di brutto sta per accadere alla sua famiglia.

Dopo un’intensa giornata trascorsa in spiaggia con i loro amici, i Tyler (l’attrice vincitrice dell’Emmy Elisabeth Moss, Tim Heidecker, Cali Sheldon e Noelle Sheldon), Adelaide e la sua famiglia tornano a casa. Quando cala l’oscurità, i Wilson vedono sul vialetto di casa la sagoma di quattro figure che si tengono per mano.

Noi traccia la contrapposizione fra un’affettuosa famiglia americana e un terrificante e misterioso avversario: i sosia di ciascuno di loro.

 

noi_locandina.jpg

 

http://www.ondacinem.../noi-peele.html


  • 0
Ogni uomo nella culla
succia e sbava il suo dito
ogni uomo seppellito
è il cane del suo nulla

#2 Cliff

Cliff

    utente col favore delle tenebre

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11016 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 27 agosto 2020 - 14:03

Inspiegabile la balla di fieno per questo film. L'ho visto un paio di giorni fa e mi è rimasto addosso, nonostante per 3/4 di film ho pensato "ma che cazzo sto guardando?", "ma perché la tizia parla in questo modo?" e altre decine di interrogativi che non otterranno risposta.

Ma la potenza e l'impatto di questo film non è nel "parziale rigetto della verosimiglianza" quanto nel messaggio intrinseco che (per quanto mi riguarda) è arrivato dopo la visione, specie grazie a quel finale che per me è già un cult.


  • 3
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]


Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


non vorrei sembrare pedante


#3 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19313 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 28 agosto 2020 - 10:36

Come horror è stupendo, uno dei migliori degli ultimi anni (lo metterei insieme ad Hereditary che ha magari una fotografia più artistica). Inquietante, solidissimo nello sviluppo, personaggi interessanti e chiusura per nulla banale. Ci sono anche considerazioni razziali non sciocche, veramente un gran film. 


  • 0

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#4 Fidelio

Fidelio

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1119 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2020 - 16:44

Molto molto interessante. Jordan Peele è un gran bel regista.


  • 0

#5 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4327 Messaggi:

Inviato 30 gennaio 2021 - 19:58

L’ho appena recuperato e davvero ti si appiccica addosso. Mi aspettavo un altro film sul rapporto tra razze e mi ritrovo Parasite versione USA. Forse è anche vero che c’è un eccesso di simbolismi, forse è anche vero che dell’horror sposa spesso la versione da b-movie, ma io, da non esperta di horror, l’ho trovato magnetico e inquietante per quella lucida esposizione della lotta di classe impietosa e radicalmente individualista ed egoista.
  • 3

#6 maun

maun

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 19 Messaggi:

Inviato 18 maggio 2021 - 13:11

incredibile come peele riesca a confermarsi ad altissimi livelli dopo scappa! per ora sono in 3 peele appunto aster ed eggars. cmq film tesissimo horror politico magistrale. chi sta sotto vuole salire in superficie e chi sta sopra "giustamente" non vuole scendere...


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq