Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Boris - Habemus Monografia


  • Please log in to reply
40 replies to this topic

#21 Plozzer

Plozzer

    Haddaway

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5394 Messaggi:

Inviato 06 marzo 2008 - 13:20

black implication flooding?


è una cazzo di tamarrata, nel bene e nel male.
  • 0

Whatever you do, don't


#22 Plozzer

Plozzer

    Haddaway

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5394 Messaggi:

Inviato 11 marzo 2008 - 16:49

Puntualizzazione: trovo "Smile" davvero bello, ma soltanto perché riproduce alla perfezione la formula hard rock/pop/psichedelica messa a punto dai Motorpsycho negli anni d'oro (1992-1995), con quel briciolo di irrequietezza creativa nipponica che fa sempre bene. A orecchie meno appassionate di certi suoni potrebbe suonare decisamente sciapo e raffazzonato.
  • 0

Whatever you do, don't


#23 starmelt

starmelt

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4742 Messaggi:

Inviato 12 aprile 2008 - 08:45

E' un po' che l'ascolto e Smile mi sta piacendo sempre più. Ottima la canzone di partenza (che a me tanto ricorda l'ultimo Sightings), davvero splendida Nex Saturn. Anche il resto regge bene, ad esempio la Flower Sun Rain, discendente diretta dei momenti di quiete-psych dei Rallizes o i classici assalti Buzz-In e Dead Destination. Chiude la lunghissima Your Point Is The Umbrella divisa in due parti (unico momento sul quale ho qualche perplessità).


Sì è un po' quello che i Motorpsycho non sanno più fare (tra l'altro sull'ultimo ho deciso: bocciato).


Per il resto W i Boris!
Ho eletto gli Archive (il terzo) a culto assoluto. Forse anche più di Absolutego.


  • 0

#24 Plozzer

Plozzer

    Haddaway

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5394 Messaggi:

Inviato 22 aprile 2008 - 08:20

Your Point Is The Umbrella divisa in due parti (unico momento sul quale ho qualche perplessità).


Idem: annacqua un disco che per il resto è riuscitissimo, mi piacciono soprattutto le esagerazioni nel mix, con voci e strumenti sparati a sorpresa in primo piano e poi reimmersi nell'impasto, oppure certi edit grossolani e molto "concreti". L'interminabile coda fa dimenticare l'efficacia dell'attuale formula sonora dei tre - che sono impaziente di vedere dal vivo, anche per sciogliere il secondo dei tuoi dubbi.

Fra l'altro, scopro ora che l'album circola in due versioni, giapponese (su etichetta Diwphalanx)e americana (su Southern Lord), diverse per scaletta e a quanto pare anche per mix. Quella che ho ascoltato io è la giapponese.
  • 0

Whatever you do, don't


#25 sandoz

sandoz

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 251 Messaggi:

Inviato 22 aprile 2008 - 11:24


- come sono le tette della chitarrista (o bassista o quello che è)?


Brutte e flaccide (credo non la toccherei neanche con un ramo), e lei è un cesso (posso capire l'attrazione per la donna rocker, ma è un cesso credimi).

E i Motorpsycho (per quanto oramai si facciano un po' il verso, + su Black Hole che sull'ultimo perlatro) dal vivo a mio avviso sono acora meglio....ma alla fine sono ben poco paragonabili. I Boris possono sembrare i MP di Lobotomizer.

Però il disco con Kurihara è stato uno dei miei favoriti dello scorso anno, sfrontatamente hendrixiano ma bellissimo.
  • 0

#26 Plozzer

Plozzer

    Haddaway

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5394 Messaggi:

Inviato 22 aprile 2008 - 14:11

I Boris possono sembrare i MP di Lobotomizer.


A me, forse l'ho già scritto, soltanto l'ultimo dei Boris ricorda certi pastiche di epoca "Demon Box", per il resto che siano due gruppi diversi è un dato di fatto e va bene così.

Kurihara suona anche in questo.

E ho ascoltato anche la versione USA di "Smile": decisamente peggiore, perché di "Messeeji", il primo brano della scaletta giapponese, c'è una versione molto ordinaria e hard-rock, anziché il mix avventuroso e claustrofobico riservato agli orientali; idem un altro pezzo di cui non ricordo il titolo, mixato in maniera molto più ordinaria. Come se fuori dal giappone fossimo tutti metallari che si accontentano di poco.
  • 0

Whatever you do, don't


#27 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12568 Messaggi:

Inviato 04 maggio 2008 - 18:57

Mentre prima ascoltavo, per la prima volta, l'ultimo "Smile", come per magia mi è apparsa la breve recensione in home page.
Non era forse meglio recensire la versione giapponese? E' quella che generalmente si prende in considerazione (copertina compresa, che cambia radicalmente), considerata migliore (e l'unica ascoltata da me, devo dire).
Il primo impatto, ad ogni modo, mi è sembrato positivo.
  • 0

#28 Perfect

Perfect

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2708 Messaggi:

Inviato 05 maggio 2008 - 08:06

gran bel disco Smile ( la versione giapponese  asd )
  • 0

#29 Perfect

Perfect

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2708 Messaggi:

Inviato 05 maggio 2008 - 09:08

non  male anche la versione americana  anche se preferisco la versione giapponese ,in particolare Statement rende molto di più nella prima release.



  • 0

#30 Plozzer

Plozzer

    Haddaway

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5394 Messaggi:

Inviato 05 maggio 2008 - 13:21

Certo, Pitchfork non è un granché, ma qui, al di là dei voti e di certe conclusioni, si spiega in cosa differiscano le due versioni: per la giapponese pare che i Boris abbiano concesso carta bianca al loro fonico, libero di mixare i pezzi come diamine volesse. Lode a lui, perciò.
  • 0

Whatever you do, don't


#31 Hybris

Hybris

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 411 Messaggi:

Inviato 09 luglio 2008 - 11:54

Scusate se riesumo, ma a chi interessa volevo segnalare che ho appena pubblicato su RYM una lista

http://rateyourmusic...ris_discography

Contenente il mio personale punto di vista sulla discografia dei Boris, di cui bene o male ho sentito la maggior parte degli album (ma mi mancano praticamente tutti gli split e le collaborazioni, eccetto Altar).

Spero che a qualcuno che sia incuriosito dalla band possa risultare utile.


ps Wata è vecchia. Lasciate perdere
  • 0

#32 cicciopettola

cicciopettola

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 767 Messaggi:

Inviato 25 febbraio 2009 - 16:34

leggo e riapro questa discussione dopo l'ascolto di FLOOD, più per presentare questa perplessità.....

in flood c'è un riff di chitarra stile caverna dei Flintstones che dura poco più di 5' nella seconda metà della terza traccia, 5' su più di un ora di musica dell'intero album. il resto sono quietissimi drones, e la traccia 2 è anzi un lungo incantevole fraseggio di chitarra ipnotica, alla Gilmour giovane mi verrebbe da dire, su una base ritmica tiepida, appena accennata e di gusto assai minimalista.

qualcuno aveva scritto che c'è una discografia minore non meno importante di quella principale: mi chiedo solo a quale parte delle opere dei Boris appartenga questo splendido disco che ho ascoltato con grande piacere

(solo per dire: Flood sarebbe uno dei primissimi dischi pubblicati, precedente ai vari Smile, Dronevil, Pink e Vein che qui sono stati citati ..ma di hard rock ripeto, 5' o poco più!  :o)



Scusate se riesumo, ma a chi interessa volevo segnalare che ho appena pubblicato su RYM una lista

http://rateyourmusic...ris_discography


grazie, utile ma non del tutto esaustiva per i miei dubbi.
  • 0

#33 starmelt

starmelt

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4742 Messaggi:

Inviato 25 febbraio 2009 - 16:53

Mah la distinzione che avevo fatto all'inizio riguardava la distribuzione/reperibilità non la qualità. In questo senso Flood lo metterei tra la minore, ma resta un discorso un po' del piffero.


(solo per dire: Flood sarebbe uno dei primissimi dischi pubblicati, precedente ai vari Smile, Dronevil, Pink e Vein che qui sono stati citati ..ma di hard rock ripeto, 5' o poco più!  :o)


Non capisco, perplessità per il fatto che ti è piaciuto anche se non è hard rock?
  • 0

#34 cicciopettola

cicciopettola

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 767 Messaggi:

Inviato 25 febbraio 2009 - 16:57

Mah la distinzione che avevo fatto all'inizio riguardava la distribuzione/reperibilità non la qualità. In questo senso Flood lo metterei tra la minore, ma resta un discorso un po' del piffero.



(solo per dire: Flood sarebbe uno dei primissimi dischi pubblicati, precedente ai vari Smile, Dronevil, Pink e Vein che qui sono stati citati ..ma di hard rock ripeto, 5' o poco più!  :o)


Non capisco, perplessità per il fatto che ti è piaciuto anche se non è hard rock?


no anzi!!!!!  :) :) :)

in realtà ho ascoltato il disco con l'idea che fosse musica d'ambiente, minimal o come vuoi chiamarla mi va bene.
ma non hard-rock.
poi ho fatto la ricerca sul forum ed a questa discussione si parlava di hard rock, heavy, clangore, metallo pesante e stridore di denti...  e quasi ho creduto che non si trattasse dello stesso gruppo Boris!  asd asd
(davvero.. e credimi che a sciogliere il dubbio su un'ipotetica omonimia mi ha soccorso rateyourmusic!)

Flood mi è piaciuto da matti comunque.. e quei 5' di hardrock vanno benissimo così dove sono. DELIZIA.  :-*
  • 0

#35 starmelt

starmelt

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4742 Messaggi:

Inviato 25 febbraio 2009 - 17:03

Ah ok. Comunque, non so se volontariamente o meno, hai beccato il più calmo e pulito. Ascolta Pink e beccati 40 minuti di tamarrate atroci.
A me Flood non piace granchè, è spettacolare invece la resa live nel terzo Archive.
  • 0

#36 cicciopettola

cicciopettola

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 767 Messaggi:

Inviato 25 febbraio 2009 - 17:06

Ah ok. Comunque, non so se volontariamente o meno, hai beccato il più calmo e pulito. Ascolta Pink e beccati 40 minuti di tamarrate atroci.
A me Flood non piace granchè, è spettacolare invece la resa live nel terzo Archive.



volontariamentissimo.
se m'avessero solo detto che era un disco minimal suonato da una band heavy-metal, già per la mia proverbiale diffidenza l'avrei by-passato!  asd asd

(meglio non informarsi mai troppo)
  • 0

#37 Hybris

Hybris

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 411 Messaggi:

Inviato 26 febbraio 2009 - 21:43

Boris appartiene alla discografia diciamo 'sperimentale', o minore che dir si voglia, del gruppo (i dischi 'boris', con il nome minuscolo).

Nella prima fase di vita del gruppo (diciamo quella fino a Pink) i due lati (boris e BORIS) si sono più o meno bilanciati, anche se già con i vari Akuma No Uta e Heavy Friends e poi l'exploit di Pink c'è stato un notevole sbilanciamento verso BORIS, in realtà più in termini di fama che in termini di interesse del gruppo ad esplorare il loro lato ambient/sperimentale... infatti nel periodo Pink escono i tre The Things Which Solomon Overlooked (il vol.2 contiene la fantastica Leviathan), gli Archive di cui si è già parlato (e che tra l'altro mi mancano), e soprattutto Dronevil, un doppio monumentale fatto per essere suonato in sincronia. Evil Wave Form (il pezzo 'duro' di Dronevil) lo sento come una specie di Flood 2.0, più astratto e meno oceanico ma ugualmente affascinante. Il lato drone ascoltato da solo non ha senso.

Poi da segnalare assolutamente un altro pezzo 'minore', Soundtrack for the film Mabuta No Ura: i Boris si immaginano un film e ci costruiscono una colonna sonora. A Bao a Qui è uno dei pezzi più 'totali' della band, il resto del disco è costituito da meritevoli (e brevi) acquerelli/impressioni musicali. Molto evocativi e di sicuro interesse a chi cerca il lato più ambientale e meno rumoroso del gruppo.
  • 0

#38 dimensionidol

dimensionidol

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2230 Messaggi:

Inviato 27 febbraio 2009 - 13:08

Il lato drone ascoltato da solo non ha senso.


e perche' scusa?
  • 0

#39 Cliff

Cliff

    utente col favore delle tenebre

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10968 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 01 maggio 2015 - 15:44

Proprio una bellissima scoperta, ho ascoltato la collaborazione con i sunn O))), Flood e soprattutto quel capolavorone di -feedbacker- dove ho trovato gli episodi più riusciti part II & part III su tutte.

Sto ascoltando in questo preciso momento pink che invece percorre strade diverse e più lineari ma non meno meritevoli di attenzione, anche se credo mi piacciano di più quando droneggiano 


  • 0
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]


Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


non vorrei sembrare pedante


#40 Life Is Insignificant

Life Is Insignificant

    Deadman

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3003 Messaggi:

Inviato 01 maggio 2015 - 16:48

Proprio una bellissima scoperta, ho ascoltato la collaborazione con i sunn O))), Flood e soprattutto quel capolavorone di -feedbacker- dove ho trovato gli episodi più riusciti part II & part III su tutte.
Sto ascoltando in questo preciso momento pink che invece percorre strade diverse e più lineari ma non meno meritevoli di attenzione, anche se credo mi piacciano di più quando droneggiano 

Prosegui con Absolutego allora
  • 1




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq