Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Lo Scarico Per Jack Galanda Che È Un Buon Tiratore Da Tre, Ovvero L'angolo Dell'amarcord Cestistico


  • Please log in to reply
47 replies to this topic

#1 MarkRenton

MarkRenton

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6059 Messaggi:

Inviato 28 giugno 2015 - 14:49

I primi ricordi che ho riguardano un giocatore pugliese di grande talento che giocava nella squadra di Reggio, e tutte le ragazzine si bagnavano se solo lo nominavi.

 

Il primo evento seguito con passione invece è l'europeo vinto da noi nel 1999.

 

Ma la partita che ho più impressa nella memoria e ogni tanto mi piace anche riguardare è Italia - Lituania ad Atene2004 (la Grecia dieci anni fa organizzava persino un'olimpiade, pazzesco).

 

Ricordo anche che si invadeva la CHAT LITUANA DI SOULSEEK urlando in caps lock i nomi di quelli che bombardavano da tre.

 

[MarkRenton] JACK GALANDA.

[LituanoAcaso] STOMBERGAS.

 

 

Su youtube c'è ovviamente anche la partita intera¹: una cosa epica considerando gli avversari.

 

Il racconto del Poz, che penso molti abbiano già visto ma merita sempre:

 

 

 

¹: commentata su raisportsat (perché in chiaro per fortuna ci fu Franco Lauro) da un certo Renato Bianda in un modo che non so descrivere sufficientemente bene: Chiacig trattato come un ritardato del basket, gente offesa perché non aveva tirato quando era palesemente chiusa, nomi sbagliati, tutti anche quelli degl'italiani, mai una commento tecnico, non ci sono mai buoni tiri presi ma solo "ecco è così che bisogna fare" (quando va dentro), non c'è la zona, non ci sono i tagliafuori degli altri ma i nostri che non provano neanche ad andare a rimbalzo (perché erano a cinque metri dal canestro). 

Ah e per finire a condire il tutto quando ormai è palese la vittoria italiana il tono del commento vira su quello dell'ISTITUTO LVCE con robe tipo "e ora va a farsi friggere la baldanza lituana" solo perché Stombergas e compagni si erano gasati quando avevano fatto il controsorpasso in una gara davvero intensa. "Perché va bene la carica ma non irridere", eh già dei veri antisportivi, pensa se ci capitava Barkley.

Senza contare la chicca nell'intervallo dove James diventa il nome e Lèbron il cognome, ma quello è veramente il meno. Una roba incredibile, pietra miliare.


  • 4

#2 Guest_Michele Murolo_*

Guest_Michele Murolo_*
  • Guests

Inviato 29 giugno 2015 - 05:58

 

Ah e per finire a condire il tutto quando ormai è palese la vittoria italiana il tono del commento vira su quello dell'ISTITUTO LVCE con robe tipo "e ora va a farsi friggere la baldanza lituana" solo perché Stombergas e compagni si erano gasati quando avevano fatto il controsorpasso in una gara davvero intensa. "Perché va bene la carica ma non irridere", eh già dei veri antisportivi, pensa se ci capitava Barkley.

Senza contare la chicca nell'intervallo dove James diventa il nome e Lèbron il cognome, ma quello è veramente il meno. Una roba incredibile, pietra miliare.

In effetti ha scritto l'imprescindibile volume ATLETI IN CAMICIA NERA, LO SPORT CON MUSSOLINI, magari ha tratto ispirazione asd



#3 guast

guast

    Classic Rocker

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5252 Messaggi:
  • LocationMantova

Inviato 29 giugno 2015 - 06:07

Quando ho leggo "Chiacig" (ho le traveggole o il soprannome era "Ghiaccio"?  asd ) sono tornato improvvisamente quattordicenne. 

Di quell'Europeo ricordo soprattutto Fucka, che pesava probabilmente 10 kg ma aveva un'apertura alare che copriva mezzo campo. Pazzesco.

Poi vabbè Carlton Myers... che dire?


  • 0

#4 LM

LM

    Sono un uomo non sono un fake.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9955 Messaggi:

Inviato 29 giugno 2015 - 08:28

ATENE 2004: UNA NOTTE DA LEONI

http://lagiornatatip...notte-da-leoni/


  • 1

#5 geeno

geeno

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11715 Messaggi:

Inviato 29 giugno 2015 - 08:31

Dio, era praticamente la Fortitudo.


  • 0

#6 didestra

didestra

    zamenis situla

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1043 Messaggi:
  • Locationtra le frasche

Inviato 29 giugno 2015 - 09:22

I ricordi più vividi riguardano la bertolini (mi pare) brindisi con il fantastico duo toni zeno e otis howard. per non parlare del gettonaro dan caldwell che si rivelò un giocatore pazzesco. senza dimenticare la frenesia preacquisto di superbasket.

quelli più esilaranti , stefano rusconi  quando tirava i liberi.


  • 0

#7 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8341 Messaggi:

Inviato 29 giugno 2015 - 09:33

Dan Caldwell, un mito. Subito dopo la parentesi brindisina, venne a giocare a Reggio, guidando la squadra alla promozione in A1. Centoventuno partite, a quasi trentuno di media, in poco più di tre anni. Non credo si debba aggiungere altro. Fece parte della squadra capace di mandare definitivamente in pensione la pluriscudettata Philips di D'Antoni e McAdoo.


  • 1
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!

#8 OldfieldReturn

OldfieldReturn

    Progressivo

  • Moderators
  • 6589 Messaggi:
  • LocationVercelli

Inviato 29 giugno 2015 - 10:02

ovviamente non un ricordo in quanto avvenuto un anno prima che nascessi,ma una grande impresa

 

 

 

micidiale Dino commentando la rissa con la Jugoslavia asd


  • 2

#9 Trespassive-aggressive

Trespassive-aggressive

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16776 Messaggi:

Inviato 29 giugno 2015 - 10:08

A volte ci penso ed è davvero incredibile quanto sia considerata importante (anche da non prettamente amanti della pallacanestro) e quanto venga ricordata la semifinale contro la Lituania nel 2004 (semifinale, neanche finale, SEMIFINALE).

E' pazzesco. A tratti mi commuove.

Ricordo che ero in vacanza in montagna (sì, d'estate) con la mia ex. E riuscii a convincerla quella sera a rimanere a casa a guardare la partita. Per fortuna..


  • 0

#10 geeno

geeno

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11715 Messaggi:

Inviato 29 giugno 2015 - 10:31

Virtus-Paok Salonicco, semifinale di Coppa delle Coppe 1990, è stata la prima partita di basket che ho visto dal vivo. Una bolgia indescrivibile, i greci facevano un casino che non riesco a descrivere.

Il mio idolo era ovviamente Sugar Ray Richardson, scelta scontata ma come si faceva a non amarlo.

 

Sugar_Ray_Richardson_Virtus_Bologna.jpg


  • 0

#11 strafanich

strafanich

    .

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3968 Messaggi:

Inviato 29 giugno 2015 - 10:40


  • 1

#12 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22453 Messaggi:

Inviato 29 giugno 2015 - 12:32

dio che nervoso mi viene quando sento i narratori di "Sfide".
  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#13 Cyclo

Cyclo

    Palmen am balkon

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6370 Messaggi:

Inviato 29 giugno 2015 - 14:34

Indubbiamente l'argento olimpico del 2004 è importantissimo perchè è il massimo risultato raggiunto a livello mondiale dall'Italia (e, forse, un attimo superiore a quello ottenuto a Mosca 1980 perchè ottenuto in assenza degli Usa, di canada ed Argentina che boicottarono).

 

Però, sicuramente, Nantes 1983 è stato un evento importantissimo per quelli della mia generazione (o un poco più grandi): quella lì era una grande nazionale e quell'oro fu il naturale culmine di un ciclo con l'apporto di giocatori oramai "stagionati" come Marzorati e Meneghin ed altri nel pieno della loro carriera come Brunamonti, Sacchetti o Riva.

 

Godetevi le fasi finali della gara per l'oro contro i tradizionali avversari iberici. 

Bellissima la cronaca di Aldo Giordani. asd

 

 

Io ricordo che non potetti vedere la partita..... ero invitato al matrimonio di un bis-cugino.... :facepalm:


  • 0

ma che te ne frega dei meno o dei più sei grande ormai, è ora di pensare a una moto di grossa cilindrata.

 

#14 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8341 Messaggi:

Inviato 29 giugno 2015 - 14:55

 

Gianni Decleva. Mai sentito così emozionato come quella volta. E sembrava avesse commentato un tiro libero.


  • 1
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!

#15 jap zero

jap zero

    Banned in Spain

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3641 Messaggi:

Inviato 30 giugno 2015 - 11:39

 

 

Gianni Decleva.

 

 

quanto lo amavo.

 

purtroppo con l'ascesa del raccomandato Lauro fu esiliato in radio

 

Di Lauro ricordiamo la rosicata colossale in occasione del canestro vincente di Bodiroga (<3 ) a Bologna (sponda Fortitudo) nelle finali scudetto 96 ( non 95 come scritto nel filmato erroneamente)

 

 

 

 

non devono commettere fallo se non vogliono regala....   asd


  • 3

#16 Trespassive-aggressive

Trespassive-aggressive

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16776 Messaggi:

Inviato 30 giugno 2015 - 13:15

Mi ricordo che da piccolo avevo talmente un debole per "Picchio" Abbio che, per cercare di somigliargli, certe volte camminavo un po' storto come faceva lui  :wub:

 

ABBIO1.jpg


  • 1

#17 strafanich

strafanich

    .

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3968 Messaggi:

Inviato 30 giugno 2015 - 17:39

https://www.facebook...365142790334656

Questa pagina ha un sacco di chicche di amarcord cestistico triestino.
  • 0

#18 didestra

didestra

    zamenis situla

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1043 Messaggi:
  • Locationtra le frasche

Inviato 01 luglio 2015 - 09:10

Dan Caldwell, un mito. Subito dopo la parentesi brindisina, venne a giocare a Reggio, guidando la squadra alla promozione in A1. Centoventuno partite, a quasi trentuno di media, in poco più di tre anni. Non credo si debba aggiungere altro. Fece parte della squadra capace di mandare definitivamente in pensione la pluriscudettata Philips di D'Antoni e McAdoo.

Ragazzo quasi mi fai commuovere. tra l'altro almeno a brindisi quelle cifre le teneva tirando da 2 col 60- 65 % e da 3 col 50%. marziano


  • 0

#19 Embryo

Embryo

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 8341 Messaggi:

Inviato 01 luglio 2015 - 09:25

Appena arrivato a Reggio, le cifre calarono leggermente, pur restando ultraterrene. Paradossalmente, al terzo anno, salito di categoria, tornò a sfiorare il sessanta percento da due e il cinquanta da tre. All'inizio del quarto anno si ruppe e andammo a prendere Michael Young, un altro che non scherzava proprio.


  • 0
nobody knows if it really happened

At this range, I'm a real Frederick Zoller.

La birra è un perfetto scenario da sovrappopolazione: metti una manciata di organismi in uno spazio chiuso con più carboidrati di quanti ne abbiano mai visti e guardali sterminarsi con gli scarti che producono - nel caso specifico, anidride carbonica e alcol. E poi, alla salute!

#20 Jeffrey Lee

Jeffrey Lee

    Non parlate mai agli sconosciuti

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4132 Messaggi:

Inviato 01 luglio 2015 - 09:44

i primi ricordi cestistici sono legati proprio alla Viola ma stagione 92-93, quella con Charlie coach e gentaglia come Sconochini, Santoro, Bullara, Avenia, Volkov e Garrett sul parquet   :wub:


  • 0

You’ll be there. You’re the type. Who else would defend my right to be lonely?





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq