Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Il potere femminile.


  • Please log in to reply
56 replies to this topic

#41 Brucaliffa

Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 22 novembre 2006 - 22:47

Tu probabilmente Sloth hai semplicemente paura del potere femminile, proprio perché sai benissimo di cosa si tratta! No a parte scherzi, tu dai una spiegazione personale, avendo la sindrome del soccorritore frustrato ti esponi a batoste che il ruolo che hai assunto ti impone di incassare senza fare troppe storie, e io in questo ti capisco. Anch'io a tratti credo di aver interpretato questo ruolo in rapporti che sono diventati sentimentali solo nel lungo periodo, però fa parte delle mie strategie di gioco - anche se non dovrei svelarle, ma le migliori le terrò per me - incassare certi colpi fingendo di essere superiore. In certe coppie il membro apparentemente più fragile ha bisogno che l'altro incassi e faccia il superiore, e così si assume effettivamente il potere del "forte" della coppia, anche se poi più che di potere si tratta di pesanti responsabilità. Questa strategia l'ho svelata perchè di fatto è una strategia perdente, e in questi casi faccio anche fatica a definire il rapporto "sentimentale". 
Per venire alla fantapolitica, se dobbiamo prendere come esempio l'ambiente del lavoro anch'io ho delle generalizzazioni da fare, e credo che più o meno l'ambiente di cui parliamo sia lo stesso. E' vero, le donne sono più nervose e lavorare con i maschi è più bello, sono più cazzoni e rilassati - ma io penso la stessa cosa anche nelle amicizie, ho bisogno di sfogare un lato cazzone e lo faccio con gli amici, in questo le amiche in media non regalano molte soddisfazioni  -  infatti mi sembra anche che le donne siano molto più organizzate e produttive sul lavoro, anche se poi per le decisioni importanti si sentono sempre più sicure se è un uomo ad assumersi la responsabilità di decidere. Io però penso che lavorativamente parlando gli uomini siano ancora oggi più ambiziosi delle donne, gli uomini che vedo sono più interessati a crescere, mentre le donne lavoratrici hanno secondo me un senso del dovere ossessivo, e puntano soprattutto a fare bella figura e ad avere la coscienza pulita - per questo, più che per ambizione, arrivano a fare le stronze e a gettare merda sugli altri. La posizione che occupano nelle aziende che ho visto di fatto è quella del grande esercito operativo che sta al centro della piramide gerarchica, mentre gli uomini si trovano o in basso - fra i tecnici - o in cima alla piramide - fra i capi. Poi gli uomini saranno più cazzoni e tranquilli ma anche questo può essere un limite quando è necessario finire in fretta un lavoro. Per fare un esempio concreto della cazzoneria vs l'operatività, l'altro giorno al lavoro dovevamo consegnare entro pochi minuti un lavoro scritto, e i miei colleghi maschi continuavano a pontificare su come doveva essere fatto e nessuno scriveva niente, allora io ho rinunciato al ruolo decisionale e mi sono messa a scrivere quello che emergeva dai loro discorsi dando una forma decente e comprensibile al discorso, per poi riuscire a consegnarlo in tempo. Un'altra cosa che può dare fastidio è che gli uomini non rinunciano mai alla battuta volgare e a guardarti il culo quando passi, si vede dagli specchi dalle porte a vetri ecc, e di fatto purtroppo capita che alcuni prendano meno sul serio le donne, sembra che le prendano sul serio più per paura che si innervosiscano e diventino cattive che per effettivo rispetto professionale.
Poi vabè, comunque hai ragione, le donne sul lavoro in media sono più nervose, e si mangiano vivi i loro sottoposti, proprio quelli che sono troppo educati e timidi per rispondere male, ma spesso queste squale non le sopporta nessuno e non vanno da nessuna parte. Io nella mia esperienza vedo anche donne serene, lucide e potentissime, e non a caso diventano capi.

Per quanto riguarda invece la domanda di vuvu, sottoscrivo la risposta di Nekokuma.



  • 0
Better Call Saul!

#42 scirocco

scirocco

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2016 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2006 - 16:07

Discorso molto interessante facilmente (ma inevitabilmente, direi) suscettibile di pericolose e banali generalizzazioni (che, ahimè, nemmeno io riuscirò a evitare..). Per la mia personalissima esperienza, credo che il potere più grande che abbiano le donne sia quello di saper simulare o dissimulare perfettamente un interesse (con tutte le conseguenze del caso!). Noi maschi, in questo, siamo dei veri pivelli. Quest'arte (omissioni più o meno calibrate, accenni, stimolazioni e fughe, ecc) tocca, con voi, vertici sublimi e ineguagliabili: riuscite a "iniettare", in pochi secondi, quella magica e perversa sensazione (quel "veleno"...) per cui l'uomo, inevitabilmente, "si accende" cominciando a "credere o sperare che..." anche in situazioni che, spesso, non hanno nulla che possa lontanamente evocare derive stuzzicanti o ambigue. Come lo scorpione che repentinamente punge e si ritrae, voi liberate (magari anche inconsciamente, eh!) ambigui frammenti di desiderio che penetrano sguardi generando, molto spesso, franintendimenti. Insomma, riuscite spesso a cavarci fuori molte più informazioni di quante noi riusciamo a strapparvi. Incredibile! Interrogata in proposito, una mia cara amica mi rispose, un giorno, che: "tante volte lo si fa così.... solo per vedere come sei....". Esterrefatto e sempre più confuso chiedo gentili delucidazioni all'altro lato del forum. Grazie!
  • 0

#43 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17004 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2006 - 16:27

....guarda che sono permalosissime quando dici la verità, cominciano a mettere in ballo altre cose ovvie deviando clamorosamente il tutto, facendosi anche aiutare, quindi "be careful"... ;D...però in fondo...che possiamo farci, le donne sono così ;)
  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#44 Guest_PadovaScoppia_*

Guest_PadovaScoppia_*
  • Guests

Inviato 23 novembre 2006 - 17:31

Premettendo che io non sono mai riuscito a guardare la realtà con tutta questa ossessione per i rapporti di forza e per il "potere" come alcuni di voi fanno (per l'appunto soprattutto la ragazza più coinvolta nella discussione  :P )...

Per venire all'interrogativo di Angela, io, parlando di fantapolitica, non mi riferivo tanto alle donne che vanno a rimorchiare o a vedere gli spogliarelli (comportamenti che comunque non ritengo particolarmente brillanti) quanto a certe robe che ho visto sul lavoro, specie campo editoria, pubblicità, carrierismo e simili. Vedo spesso nervosismo a go-go, voglia di inculare di prossimo per avere l'esclusiva (e parlo di ambiti realmente infimi, per giunta) e mai un momento di rilassamento. Nulla di simile a quell'atteggiamento, in definitiva, più riconciliato e fraterno che, in queste situazioni (certo più rilevanti del sesso brado in termini di fantapolitica), caratterizza i rapporti maschili.


Molto semplicemente la donna che vuol essere uomo è frustrata sia nelle storie che a lavoro, è condannata all'infelicità come tutti coloro che vivono pensando di poter migliorare sempre, di poter salire ogni giorno uno scalino in più, di poter cambiare qualunque cosa negando qualsiasi dato di fatto biologico.

La donna secondo me vince quando è donna, quando fa come Brucaliffa e comportandosi in modo semplice e pratico risolve un problema, quando attrae quanti più ammiratori possibile e poi sceglie come la stragrande maggioranza dei mammiferi femmina, quando ad un un uomo fallocentrico contrappone la solidità e la maturità del rapporto come garanzia per il futuro.




#45 Brucaliffa

Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2006 - 19:46

Discorso molto interessante facilmente (ma inevitabilmente, direi) suscettibile di pericolose e banali generalizzazioni (che, ahimè, nemmeno io riuscirò a evitare..). Per la mia personalissima esperienza, credo che il potere più grande che abbiano le donne sia quello di saper simulare o dissimulare perfettamente un interesse (con tutte le conseguenze del caso!). Noi maschi, in questo, siamo dei veri pivelli. Quest'arte (omissioni più o meno calibrate, accenni, stimolazioni e fughe, ecc) tocca, con voi, vertici sublimi e ineguagliabili: riuscite a "iniettare", in pochi secondi, quella magica e perversa sensazione (quel "veleno"...) per cui l'uomo, inevitabilmente, "si accende" cominciando a "credere o sperare che..." anche in situazioni che, spesso, non hanno nulla che possa lontanamente evocare derive stuzzicanti o ambigue. Come lo scorpione che repentinamente punge e si ritrae, voi liberate (magari anche inconsciamente, eh!) ambigui frammenti di desiderio che penetrano sguardi generando, molto spesso, franintendimenti. Insomma, riuscite spesso a cavarci fuori molte più informazioni di quante noi riusciamo a strapparvi. Incredibile! Interrogata in proposito, una mia cara amica mi rispose, un giorno, che: "tante volte lo si fa così.... solo per vedere come sei....". Esterrefatto e sempre più confuso chiedo gentili delucidazioni all'altro lato del forum. Grazie!


Cavoli le cose che descrivi mi sembrano verissime, potrei fare l'ipocrita e dire che questi "ambigui frammenti di desiderio" che noi liberiamo sono solo negli occhi e nel cuore (chiamiamolo così... ) dell'uomo, ma in realtà sinceramente ammetto che invece condivido la risposta della tua amica.
  • 0
Better Call Saul!

#46 Nekokuma

Nekokuma

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1197 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2006 - 19:55

Infatti non a caso si dice che siete tutte zoccole.
  • 0

#47 Brucaliffa

Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2006 - 20:23

Infatti non a caso si dice che siete tutte zoccole.


AHUBAHUABHAUbhuabHUABHUbahuBAHUBhua.
  • 0
Better Call Saul!

#48 Guest_Enrico_*

Guest_Enrico_*
  • Guests

Inviato 23 novembre 2006 - 20:39


AHUBAHUABHAUbhuabHUABHUbahuBAHUBhua.


Che cazzo ridi, è vero.

#49 Nekokuma

Nekokuma

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1197 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2006 - 20:41



AHUBAHUABHAUbhuabHUABHUbahuBAHUBhua.


Che cazzo ridi, è vero.


vedi? vedi? vedi chi sono i veri retrogradi talebani?

Io invece non credo assolutamente che sia vero.
  • 0

#50 Guest_Enrico_*

Guest_Enrico_*
  • Guests

Inviato 23 novembre 2006 - 20:47

Ma tu in che cazzo credi? Tu credi solo nella camorra e in quel signorotto che ti sei fatto amico questa estate. In cosa credi tu che non hai neanche il coraggio di parlare quando vai a Milano?

#51 Brucaliffa

Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2006 - 21:07

Io volevo spiegare meglio cosa penso della cosa di cui parlava scirocco e invece adesso mi sono chiusa perché avete già tirato fuori lo spettro dell'accusa di zoccolaggine.
  • 0
Better Call Saul!

#52 Nekokuma

Nekokuma

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1197 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2006 - 21:08

Finchè non ci vedi zoccolaggine tu, dovresti fottertene.
  • 0

#53 mongodrone

mongodrone

    post-feudatario

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10525 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2006 - 22:58

mah, per me uomini e donne sono uguali... le uniche differenze sono il fatto che le donne hanno un corpo diverso dal mio (e che quindi mi attrae e interessa di più, che vedo come un completamento)... e poi le differenze formative, sociali... è chiaro che ci sono comportamenti e capacità più femminili che maschili (perchè siamo stati abituati dai genitori così), ma suppongo che poi quando arriva il momento di convivere si cerca di bilanciare i comportamenti che prima erano appannaggio di un genere piuttosto che dell'altro. in questo senso vedo la coppia come un unico organismo che continua ad evolversi come facevano i due singoli precedenti, e più completo ed attivo perchè due persone comunicano (e quindi hanno campi di possibilità aperti) più di una persona con se stessa. a quel punto l'unica differenza che rimane è quella per cui io non posso mettermi le gonne o il reggiseno...e certo... non me li posso mica permettere, ho pur sempre il mio di corpo...
  • 0

#54 Brucaliffa

Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 24 novembre 2006 - 01:50

Finchè non ci vedi zoccolaggine tu, dovresti fottertene.


Sì, io in effetti non ce la vedo. Mi ha colpito scirocco perché anche a me nella vita in certe situazioni capita di sentire quel tipo di potere e nemmeno io so descriverlo razionalmente. Senza dire o fare nulla, mi sento in uno stato particolare, mi sento una calamita che attira proprio la persona che voglio conquistare, mi sembra di mandargli dei messaggi solo standogli vicina, con prudenza, senza dovermi spingere a mandare segnali espliciti che chiariscano se si sta sognando tutto lui o se lo sto facenco apposta io. In questa condizione raccolgo molte informazioni sul carattere e sull'interessamento della persona: capisco innanzitutto se è interessato o meno, se coglie o se magari ci vuole di più, se capisce e me lo fa capire subito o se capisce e inizia a fare lo stesso gioco ambiguo e dissimula anche lui l'interesse, se si trova a suo agio o meno, se è vanitoso, timido, se ama scoprire le carte e sdrammatizzare esplicitamente ecc ecc. Io ancora in quel momento non so quanto la persona mi piaccia veramente, è solo curiosità e attrazione e voglia di giocare, devo appunto vedere che tipo è e come reagisce, magari poi mi fermo e si può anche creare il fraintendimento di cui parla scirocco, e a quel punto quando mi accorgo mi dispiace pure ma non è che mi sento in colpa perché comunque di fatto non ho fatto nulla né ho promesso alcunché a nessuno, ho solo fatto le mie indagini. Poi secondo me anche gli uomini lo sanno fare questo gioco.
  • 0
Better Call Saul!

#55 Guest_Eugenetic Axe_*

Guest_Eugenetic Axe_*
  • Guests

Inviato 24 novembre 2006 - 10:48

Passo :( . St(av)o scrivendo un commento lungo come quello di Albufaki in SCARUFFI RELOADED sui temi iniziali del thread (le teorie della prof.ssa Gimbutas, le mie sull'affaire matriarcato pre-arrivo degli Indoeuropei, il due e il tre, e altre cose zeppe di OT, anche se partono dal discorso di base, compreso sul perché i gatti siano stati perseguitati, il nazismo, cosa fossero le streghe in origine e il sati in India), che IMO spiegano anche molte cose da un punto di vista storico-politico-religioso-sociale, poi ho visto che ci si è spostati ad argomenti più vicini alla vita di tutti i giorni non so se continuare con la redazione del polpettone ::) ...

Insomma, cosa mim consigliate, continuo o lascio perdere?

#56 Nekokuma

Nekokuma

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1197 Messaggi:

Inviato 24 novembre 2006 - 11:00

Passo :( . St(av)o scrivendo un commento lungo come quello di Albufaki in SCARUFFI RELOADED sui temi iniziali del thread (le teorie della prof.ssa Gimbutas, le mie sull'affaire matriarcato pre-arrivo degli Indoeuropei, il due e il tre, e altre cose zeppe di OT, anche se partono dal discorso di base, compreso sul perché i gatti siano stati perseguitati, il nazismo, cosa fossero le streghe in origine e il sati in India), che IMO spiegano anche molte cose da un punto di vista storico-politico-religioso-sociale, poi ho visto che ci si è spostati ad argomenti più vicini alla vita di tutti i giorni non so se continuare con la redazione del polpettone ::) ...

Insomma, cosa mim consigliate, continuo o lascio perdere?


scrivi eugene, che fa se si sviluppano due binari paralleli di discussione, io sono molto interessato.
  • 0

#57 Guest_Eugenetic Axe_*

Guest_Eugenetic Axe_*
  • Guests

Inviato 24 novembre 2006 - 11:54

Divido in puntate, va.

Quelle che son passate ala storia come streghe erano, in realtà resti d'un'antico corpo sacerdotale a base non dico matriarcale ma comunque matrifocale che era riuscito a sopravvivere per sincretismo anche dopo l'arrivo delle popolazioni Indoeuropee, che conoscevano il cavallo e il carro da guerra, erano nomadi e vagavano alla ricerca di nuovi territori da colonizzare e di nuovi pascoli da conquistare. Alla faccia di molte teorie femministe ( :P) è pressoché certo che esistesse anche una sorta di élite guerriera formata da donne, di cui rimane traccia nel mito dele Amazzoni (---> lotta tra il potere matriarcale preindoeuropeo e il potere patriarcale dei Dani, Ari o come accidente si facevano chiamare, ma non solo in chiave ideologica, ma guerresca). Da quello che si deduce dai testi antichi, queste popolazioni dell'Europa erano più 'scure' dei biondi Indoeuropei e ciò si riflette in un personaggio come la Brunilde (già dal nome...) della mitologia tedesca, società maschilissima ma in cui queste sibille avevano forte ascendente religioso e politico. Gli indoeuropei credevano nel principio purificatore del fuoco e nel sole, mentre nelle religioni agricole si tendeva ovviamente a basarsi sui cicli lunari e sulle acque: tanto che i Celti, popolo che maggiormente s'integrò con la situazione preesistente (per tornare a Brunilde, gli appartenenti alle comunità celtiche erano stati descritti come un alternarsi di persone dolicocefale bionde o rosse e brachicefale brune), presentavano nella loro cultura elementi in forte contrasto con quella tipica aria, si dichiaravano figli della Luna, ad esempio. Riguardo i gatti (swcusate il parziale OT), gli antichi Indoeuropei non conoscevano tale animale, così come le popolazioni pre-arie mai avevano visto il cavallo. Ciò si riflette nel fatto che nel Medioevo, il micio era associato alle streghe, di cui ormai erano state dimenticate le origini sacedotali, perseguitate dalla Chiesa che dopo i primi secoli di vita era diventato un organismo di stampo patriarcale (anche per via della misoginia di certi padri fondatori, come San Girolamo ---> vedere la sua traduzione della Bibbia e la storia della 'vulva insanziabile'). L'abitudine di mangiare i gatti, prima inesistente, viene dai Barbari scesi dall'Europa orientale, che prima non conoscevano tale bestia; in zone poco indoeuropeizzate o dove s'era ttenuato molto l'elemento di base nomade tipicamente indoario che portava quasi avenerare tale animale, nacque, a sua volta, l'abitudine di mangiare il cavallo (cosa che, per fare un esempio, le popolazioni anglosassoni rifuggono), come ad esempio in parte dell'Europa sudoccidentale. A dimostrare la mia tesi sul perché certi animali si mangiano e altri no, racconterò l'esperienza cinese, che conobbero i cani tramite i Tocari, altra popolazione d'origine indoeuropea, tanto che ancora oggi il cane si chiama 'kwon', presero l'abitudine di mangiarlo.

E dopo l'OT sugli animali (scusatemi, ma tendo ad essere un po' una sorta di Martin Mystère ::) ) che è partito dal gatto, vi rimando alla prossima puntata ;D .




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq