Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Stagione 2006/2007: quello che ci aspetta


  • Please log in to reply
87 replies to this topic

#41 nuovelle_vacuo

nuovelle_vacuo

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 27 Messaggi:

Inviato 20 settembre 2006 - 05:49

il nuovo di Tarantino e Rodriguez (già sulla carta pare una minchiata, crescere un po' no?).


madonna...
  • 0

#42 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 20 settembre 2006 - 06:58

nessuno ha citato due perle in uscita proprio in questi giorni che hanno incantato il pubblico di Venezia 63:
Nuovomondo di Ciarlese
Il diavolo veste Prada di Frankel

del primo è stato scritto:

Emanuele Crialese ha in mano le chiavi del futuro della cinematografia italiana. "Nuovomondo" ne è la dimostrazione.


mentre del secondo:

Quando una commedia americana con tutte le caratteristiche del blockbuster, e senza alcun vezzo autoriale, viene accolta con unanime favore ad un Festival, significa che è davvero ben fatta.
...
A guidare le danze è la sempre straordinaria Meryl Streep, modello coscientemente inarrivabile dell'alta moda newyorkese - tutta la sua essenza si racchiude nella frase: "...mia cara, tutti vorrebbero essere noi!"


QUA trovate una bella intervista a Ciarlese, nei giorni successivi al festival lagunare.
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#43 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 20 settembre 2006 - 13:21


il nuovo di Tarantino e Rodriguez (già sulla carta pare una minchiata, crescere un po' no?).


madonna...


Ieri, al Tg5 ho visto un servizio in cui si diceva che Tarantino ha voluto (non so se per un suo film o per un film da lui prodotto; se non ho capito male si parlava di Hostel 2, ma prendete la cosa con le pinze prima di inorridire di fronte ad un possibile sequel!) la Fenech. Nell'intervista lei ha dichiarato che quando Tarantino l'ha chiamata, le citava film che lei nemmeno si ricordava di aver fatto.

Visto che notizione che vi dò?  ;D
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#44 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21872 Messaggi:

Inviato 20 settembre 2006 - 13:52

Non solo...la Fenech ha raccontato che mentre le ricordava le varie scene Tarantino rideva e strillava come un bambino divertito...

E comunque piantiamola col pensare che Tarantino non cresce, che è immaturo o tutte queste cose che non mi pare proprio il caso..
  • 0

#45 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 20 settembre 2006 - 17:01

Non solo...la Fenech ha raccontato che mentre le ricordava le varie scene Tarantino rideva e strillava come un bambino divertito...


Ci sono davvero film che piacciono solo a Tarantino.  ;D

E comunque piantiamola col pensare che Tarantino non cresce, che è immaturo o tutte queste cose che non mi pare proprio il caso..


Mah, bisogna vedere come sarà il suo prossimo film.
Non basta continuare ad omaggiare i propri generi cinematografici preferiti: ci vorrebbe qualcosina di più ora. No?
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#46 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21872 Messaggi:

Inviato 20 settembre 2006 - 18:19

Ma non mi pare che Tarantino si sia limitato a ciò che dici tu..
  • 0

#47 Guest_Mia_*

Guest_Mia_*
  • Guests

Inviato 20 settembre 2006 - 18:47

Secondo me è sbagliato dire che Tarantino debba "crescere". Tarantino è Tarantino perchè ha girato Le Iene, Pulp Fiction e Kill Bill. Senza contare quella perla di film che è Jackie Brown , film decisamente "sottotono" rispetto ai precedenti, in cui svela il suo lato malinconico e intimista , e in cui dimostra di essere molto più eclettico e "maturo" di quanto non sembri.

#48 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 21 settembre 2006 - 09:38

Jackie Brown , film decisamente "sottotono" rispetto ai precedenti, in cui svela il suo lato malinconico e intimista , e in cui dimostra di essere molto più eclettico e "maturo" di quanto non sembri.


infatti è il suo film che preferisco.

Peccato che dopo se ne sia uscito con gli insulsi Kill Bill...

#49 Guest_eustache_*

Guest_eustache_*
  • Guests

Inviato 21 settembre 2006 - 09:40


Jackie Brown , film decisamente "sottotono" rispetto ai precedenti, in cui svela il suo lato malinconico e intimista , e in cui dimostra di essere molto più eclettico e "maturo" di quanto non sembri.


infatti è il suo film che preferisco.

Peccato che dopo se ne sia uscito con gli insulsi Kill Bill...


sono d'accordo con la prima parte. ma che i kill bill siano insulsi......

#50 nuovelle_vacuo

nuovelle_vacuo

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 27 Messaggi:

Inviato 21 settembre 2006 - 10:18

E comunque piantiamola col pensare che Tarantino non cresce, che è immaturo o tutte queste cose che non mi pare proprio il caso..



"dalla semplice voglia di sorridere e divertire è maturato passando a..."
quel che scrivi accade (anche) perché l'approccio nei confronti dell'ironia, della comicità e della voglia di divertirsi prima che di divertire è sciocco. la frase virgolettata è abusata e sottintende una disparità di considerazione tra il comico e il resto. per far capire, trovo sciocco considerare maturo/cresciuto un artista perché smettere di far ridere. è come dire a carpenter che con vampires dimostra di non esser cresciuto perché è ancora lì che si diverte. questa è una banalità a caso, so che hai ben presente miliardi di esempi in tal senso. "non è ora di qualcosa in più?": c'è già il "qualcosa in più", non lo si nota perché l'approccio non lo permette. se tarantino mentre parla con la fenech freme e viaggia pensando ad un film che ha bisogno di realizzare in primis per se stesso, sta già dando qualcosa in più. quando un artista è mosso dalla passione e dal bisogno è già "maturo". quando è mosso dal calcolo e dalla furbizia non lo è. purtroppo constato che 'la maturazione' spesso coincide con il calcolo e la voglia di strappar consensi. forse s'è capito: la penso così perché sono un romantico. non posso sentir dire "herald tribune... herald tribune" senza un fazzoletto in mano.
  • 0

#51 Guest_Mia_*

Guest_Mia_*
  • Guests

Inviato 21 settembre 2006 - 12:00


Jackie Brown , film decisamente "sottotono" rispetto ai precedenti, in cui svela il suo lato malinconico e intimista , e in cui dimostra di essere molto più eclettico e "maturo" di quanto non sembri.


infatti è il suo film che preferisco.

Peccato che dopo se ne sia uscito con gli insulsi Kill Bill...


Che dire? De gustibus. Personalmente io metto i due Kill Bill sullo stesso piano di Pulp Fiction.O meglio quasi.

#52 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 21 settembre 2006 - 12:04

Beh l'intervento di Nouvelle_vacuo è sicuramente molto pertinente e mi va per questo di aggiungere qualcosa.Esiste sicuramente un cinema del compromesso, ma è quel cinema in cui un autore (che nasce come cinephile) finisce a negarsi per il grande pubblico, mi vengono in mente una serie di cineasti giapponesi, come Kurosawa. Ma poi esistono parallelamente dei cineasti che trovano nel pubblico e solo nel pubblico la loro consacrazione (oltre che in se stessi), e questo non vuol dire che debbano essere considerati inferiori.E sinceramente Tarantino mi sembra appartenere molto più a questo gruppo che non al primo.E' questo poi uno dei motivi del frequente accostamento a Kubrick(oltre che nel regime musicale, nella messinscena napoleonicamente vistosa).Il cinema di Tarantino è un cinema furbo, è sicuramente un cinema furbo (se per furbo si intende capace di adescare, anche se è un termine brutto ma è proprio questo che va usato, le grandi masse) ma lo era anche quello di Kubrick, di Hitchcock, se dieci critici danno un premio a Quentin se ne sbatte la minchia, ma vedere la gente che riempie le sale di Kill Bill lo emoziona.
Pensare a Tarantino come un regista passionale va bene, ma non va confusa questa passione con quella della politique, per intenderci.
Kill Bill è indubbiamente il vertice della produzione tarantiniana, ne coniuga perfettamente tutti gli elementi principali. Verrebbe quasi da chiedersi cosa si inventerà ora.(Ma uno se lo chiedeva anche dopo 2001, ma tant'è).

E Herald Tribune fa piangere anche me.
  • 0

#53 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21872 Messaggi:

Inviato 21 settembre 2006 - 14:15

Perchè qualcuno non si decide ad aprire un bel thread su Tarantino? Un forum di cinema che non ha una discussione del genere...e poi dove li stronchiamo quelli che osano definire insulso Kill Bill?
  • 0

#54 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 21 settembre 2006 - 14:45

...e poi dove li stronchiamo quelli che osano definire insulso Kill Bill?


infatti...non vedo l'ora! 8)

#55 Guest_Stipe_*

Guest_Stipe_*
  • Guests

Inviato 21 settembre 2006 - 16:20


...e poi dove li stronchiamo quelli che osano definire insulso Kill Bill?


infatti...non vedo l'ora! 8)


Tanto saremmo solo io e te a stroncare sti due film  ;D

#56 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 21 settembre 2006 - 17:11



...e poi dove li stronchiamo quelli che osano definire insulso Kill Bill?


infatti...non vedo l'ora! 8)


Tanto saremmo solo io e te a stroncare sti due film  ;D


è una cosa con cui convino da tempo ormai...tutti a lapidarmi, dai miei amici, a gente di forum sul cinema, passando per chiaccheratori occasionali, quando dico che Kill Bill non mi ha detto nulla...

e che palle! Ragazzi guardate, io adoro i primi tre film di Tarantino...ma con questi ultimi due film, a cui aggiungerei la partecipazione a "Sin City" e la produzione di quell'idiozia di Hostel, mi ha perso parecchi punti.

#57 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 21 settembre 2006 - 17:43

Ma non mi pare che Tarantino si sia limitato a ciò che dici tu..


No, assolutamente, non si è limitato solo a quello, anzi.
Però, seconso me in Kill Bill (che comunque mi è piaciuto, anche se non come Pul Fiction) a volte si fà sfuggire un pò la cosa di mano (nel senso: a volte rischia di fare solo quello).
Senza nulla togliere la bellezza di alcune scene in particolare: nel primo, il combattimento nel ristorante (soprattutto il momento in cui combattono sullo sfondo blu, sembrano quasi danzare); nel secondo l'allenamento e il discorso finale sui supereroi.
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#58 Guest_Mia_*

Guest_Mia_*
  • Guests

Inviato 21 settembre 2006 - 17:48

E dell'evasione di Black Mamba dalla tomba? Ne vogliamo parlare? E tutta le sequenza dell'addestramento da Tai Pei? Anche se continuo a dire che di quel film si potrebbe prendere davvero una scena a caso. Sono tutte straordinarie.

#59 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 21 settembre 2006 - 18:10

comunque preciso che per me "Kill Bill Vol. 2" è un discreto film...non il capolavoro che molti dicono, ma nemmeno una ciofeca.

Certo, aspettandomi forse troppo, sono rimasto deluso.

#60 Guest_verdoux_*

Guest_verdoux_*
  • Guests

Inviato 21 settembre 2006 - 22:07

comunque preciso che per me "Kill Bill Vol. 2" è un discreto film...non il capolavoro che molti dicono, ma nemmeno una ciofeca.

Certo, aspettandomi forse troppo, sono rimasto deluso.


su su, non essere reticente; è brutto forte, senza se e senza ma; .... e non mi ha nemmeno deluso .... tarantino è questo;




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq