Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Up (Pixar)


  • Please log in to reply
89 replies to this topic

#41 dirac

dirac

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1782 Messaggi:

Inviato 22 ottobre 2009 - 09:16

Ho anche delle perplessità su quanto un film del genere possa piacere ad un pubblico infantile, dato che le tematiche affrontate sono decisamente adulte (morte, abbandono, solitudine, vecchiaia...).



i bambini se ne fottono delle tematiche asd
  • 0

#42 Abe

Abe

    Sharing Passions

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12134 Messaggi:
  • LocationKBH V, Danmark

Inviato 22 ottobre 2009 - 12:12


Ho anche delle perplessità su quanto un film del genere possa piacere ad un pubblico infantile, dato che le tematiche affrontate sono decisamente adulte (morte, abbandono, solitudine, vecchiaia...).



i bambini se ne fottono delle tematiche asd


Pixar non fa film per bambini ma per adulti nostalgici.
I momenti goliardici/divertenti (stupidi a volte) quelli fatti a posta per strappare qualche risata sono assolutamente in minoranza se confrontati con le serie tematiche e la tristezza di fondo che accompagna ogni singolo movimento, gesto e sguardo del signor.Carl Fredricksen, che non sono mai casuali.
  • 0

#43 dirac

dirac

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1782 Messaggi:

Inviato 22 ottobre 2009 - 12:42

Pixar non fa film per bambini ma per adulti nostalgici.
I momenti goliardici/divertenti (stupidi a volte) quelli fatti a posta per strappare qualche risata sono assolutamente in minoranza se confrontati con le serie tematiche e la tristezza di fondo che accompagna ogni singolo movimento, gesto e sguardo del signor.Carl Fredricksen, che non sono mai casuali.


sì, può essere. io in realtà quale sia l'obiettivo della Pixar non lo so.

so che alcuni dei loro film piacciono ai bambini, altri no.

a vedere Up era pieno di bociasse, e dal casino che facevano mi pare si siano divertiti. (molti anticipavano pure le battute, miracoli di youtube e p2p!... o banalmente erano alla 2a visione.)

ma, per contro-esempio, a mio nipote (4 anni all'epoca) gli Incredibili non era piaciuto, per via del ragno meccanico che gli faceva paura.

ma di sicuro non sono le tematiche a infastidirli, di quelle manco si accorgono. loro guardano le gag, le battute, le "cose fighe" tipo la casa che la manovri dal camino...
  • 0

#44 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12065 Messaggi:

Inviato 22 ottobre 2009 - 12:57

Da grande appassionato di commedia statunitense dico che i tempi comici di "Up" sono assolutamente magistrali, maiuscoli.

Nella screwball comedy i personaggi sono spesso svitati (pazerelli, appunto), quasi come in una regressione bambinesca.

Questa sequenza (che consiglio di vedere esclusivamente a chi ha visto il film, anche perchè estrapolata dal contesto generale direbbe poco), ad esempio, è degna delle migliori scene delle più belle screwball comedy di sempre:
http://www.youtube.c...h?v=ndJZ2m1_3wA

Che poi possa divertire i bambini a me va benissimo ed, anzi, è un bene, ma a me regala soddisfazioni cinematografiche enormi (oltre che grandi risate).
  • 0

#45 Norman Bombardini

Norman Bombardini

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7159 Messaggi:

Inviato 22 ottobre 2009 - 13:02

magari vi può interessare la rece di una settimana fa del Fatto...

da vedere

Fantastico
Up
Usa/ 2009. Di Pete Doctor

Dopo l??apertura di Cannes e il passaggio
in Laguna per omaggiare il
Leone d??Oro alla carriera John Lasseter,
Up è finalmente nelle nostre
sale. Diretto dal 40enne Pete Docter
(Monsters & Co.) con Bob Peterson,
mette subito in campo una
scelta coraggiosa: il protagonista è
un arzillo ma acciaccato 78enne, caso
unico più che raro nell'animazione
mondiale. Con l'indomito baby-
esploratore Russell, Carl prenderà
il volo per realizzare finalmente
il suo sogno: raggiungere un fantomatico
paradiso perduto
nell??America del Sud?Tra i punti di
forza, la consueta perfezione estetica
di casa Pixar: il 3D è di qualità
superiore ?? non c??è storia con Mostri
contro Alieni della rivale
DreamWorks - a tal punto, vedere
per credere, da provocare vertigini
nelle sequenze aeree. Inoltre, sia
Carl che Russell, ma ancor più i cani
parlanti e il pennuto gigante, sono
esiti felicissimi degli studios di Emeryville,
capaci di strappare risate irrefrenabili
e sorrisi arguti, con il citazionismo
colto tra Chaplin e Capra.
Ma c'è anche spazio per la commozione,
con un ritratto della vecchiaia
che echeggia Gran Torino: l'analogia
tra Carl e il Walt di Eastwood,
entrambi freschi vedovi e costretti
a bilanci poco esaltanti, non è
peregrina. Capolavoro. (Fed. Pon.)
  • 0

#46 Uma

Uma

    Praxis Makes Perfect

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1358 Messaggi:
  • LocationNew York

Inviato 24 ottobre 2009 - 08:31

SCOIATTOLO!
O_O

  • 0
Nancy: "How should I sing this?"
Lee: "Like a 16 year old girl who's been dating a 40 year old man, but it's all over now"

#47 untore

untore

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 256 Messaggi:

Inviato 24 ottobre 2009 - 17:55

Vale la pena di spendere quei 3-4? in più per vederselo in 3D?
  • 0

#48 Mia

Mia

    Non sono bionda.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3392 Messaggi:
  • LocationCork, Ireland

Inviato 24 ottobre 2009 - 18:28

Vale la pena di spendere quei 3-4? in più per vederselo in 3D?


A me di questa storia del 3D non potrebbe fregare di meno. Sono stupida?
  • 0

#49 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12065 Messaggi:

Inviato 24 ottobre 2009 - 22:47


Vale la pena di spendere quei 3-4? in più per vederselo in 3D?


A me di questa storia del 3D non potrebbe fregare di meno. Sono stupida?


Non sei stupida, tantopiù che io stesso ero semi-nauseato dall'idea del 3-D. Non so se il mio era un ragionamento da purista o meno, ma ammetto che dopo un paio di recenti visioni, ho parzialmente cambiato opinione.
Purchè non se ne abusi (che senso ha "San Valentino di Sangue in 3 D"?) sarebbe ingiusto ignorare queste nuove tecniche visive. Soprattutto perchè, in molti casi, le pellicole stesse sono pensate per essere viste cosi' (quando uscirà "Avatar" se ne riparlerà).
La profondità di campo che offre "Up" in 3 D è straordinaria, e il fatto che il film sia stato presentato anche al Festival di Cannes poprio in queste vesti, dimostra ancor di più che l'opera ne guadagna. Io lo consiglio eccome!
  • 0

#50 popten

popten

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4675 Messaggi:
  • LocationCampania

Inviato 05 novembre 2009 - 09:28

finalmente son riuscito a vederlo anche io!
in  2d.
molto molto bello. e completo, come già stato detto drammatico ma anche a tratti molto divertente, insomma molto bene!
postazione privilegiata, davanti a me erano seduti 4 bambini :)
e altri 3 alla mia destra, non molto lontani.

alcuni di questi bambini anticipavano dei dialoghi, non sò se perchè già avessero visto il film, o per il trailer.però insomma mi faceva piacere!
devo però dire che non sempre li vedevo entusiasti, attenti ecc
questo confermerebbe che forse è un film più per adulti che per bimbi.

qualche scena intensa la ricordo e mi è piaciuta anche per la 'leggerezza'(il non indugiare troppo) con cui veniva presentata,ma nessuno ha pianto,evidentemente qui siamo mostri :)

ah,sì il combattimento tra vecchi è clamoroso!
  • 0

#51 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21453 Messaggi:

Inviato 09 novembre 2009 - 10:35

Non avevo ancora scritto nulla, ma tanto tutto è stato già detto. Dico solo che sì, ci si rimette a non vederlo in 3d.
  • 0

#52 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4156 Messaggi:

Inviato 09 novembre 2009 - 15:48

Visto piatto, in due D.

Premetto: il livello pixar è pienamente cinematografico, là dove molti ancora dividono e suddividono in film per bambini o altro.
Mi è piaciuto di più Wall e con tutti i suoi squilibri.
In questo film tutto è molto più controllato, tutto così equilibrato da rasentare un po' di freddezza.
L'incipit è Pixar, perchè è un corto, pochissime parole, ma l'apice emotivo è muto solo immagini e musica, sembra che in questo ambito pixar dia il meglio di sè e riconosca pienamente in esso il suo dna. Un incipit che è il riassunto di una vita baciata dalla fortuna, Carl è una persona fortunata, anche senza bimbi, anche con il lutto, quale vita può dire di non toccare il lutto? Mi colpisce che in questo riassunto di felicità non ci sia spazio per il lavoro (sì ok, Carl lavora, ma non c'è la minima idea di carriera, competizione, obiettivi etc), ma venga tutto dal privato, la realizzazione dell'uomo è nel suo privato e nei suoi sogni che sono tutt'altro che legati alla realizzazione lavorativa. Un'idea controcorrente ad oggi, ma molto battuta dal cinema classico americano del dopo '29.

Poi l'avventura: se oggi vogliamo fare le veline e i calciatori Carl vuole esplorare il mondo, nella sua infanzia quello era il sogno e, come a specchio, a lui manca un bambino, ecco un bambino senza babbo (non tecnicamente, ma a livello affettivo) che ancora mastica un po' di avventura ideale, per quanto ironicamente non abbia mai montato una tenda e, assurdamente, possegga un aggeggio satellitare per non perdersi: gli autori sanno davvero di che mondo è fatto il mondo dei bambini, led, virtualismo, tecnologia e nessun vissuto.

Poi l'avventura esplode, con il portentoso volo della casa che è sì Ellie, ma è soprattutto il passato di Carl, tutto, è il suo peso che Carl porta letteralmente sulle spalle, lo trascina, ormai aiutato da Russell, con i ricordi e tutte le cose fatte e non fatte (infatti alla fine la svuota questa casa), con dentro i miti che si devono abbattere. Perchè Muntz è un mito infantile che viene spodestato, un'idea romantica che si rivela nella realtà sadico, pieno di sè, disposto ad immolare il senso dell'avventura per la gloria: è per questo che non merita il dirigibile, Muntz ha tradito lo spirito dell'avventura.

Il rapporto Carl-Russell è un rapporto classico di respingimento-riconoscimento, Carl si apre all'altro che può comunicare con lui attraverso gli unici codici validi: l'altruismo, il disinteresse, un rinnovato idealismo, insomma salvare Kevin a costo di tutto.
Due storie di crescita che portano a costruire un rapporto famigliare, benchè noi sappiamo che Russell almeno un genitore ce l'ha, ma la sua assenza continua imperterrita, la morale Pixar non è mai semplicistica, anche le cose più belle non risolvono automaticamente i problemi della vita.

Il corto iniziale è spettacolare, fra i migliori, la nuvole che piange mi ha stregata! E poi anche i cuccioli di squalo devono pur nascere!

Mi spiegate chi è infine la donna alla premiazione?? Russell spiega che la mamma è morta, c'è una donna in casa...la compagna del padre? Non si sa, ma ecco spuntare la signora che ha gli stessi tratti somatici di Russell. Misteri del doppiaggio???

Ah, Muntz è K. Douglas!
  • 0

#53 popten

popten

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4675 Messaggi:
  • LocationCampania

Inviato 09 novembre 2009 - 16:07


1.Premetto: il livello pixar è pienamente cinematografico, là dove molti ancora dividono e suddividono in film per bambini o altro.

2.In questo film tutto è molto più controllato, tutto così equilibrato da rasentare un po' di freddezza.

3.Mi colpisce che in questo riassunto di felicità non ci sia spazio per il lavoro (sì ok, Carl lavora, ma non c'è la minima idea di carriera, competizione, obiettivi etc), ma venga tutto dal privato, la realizzazione dell'uomo è nel suo privato e nei suoi sogni che sono tutt'altro che legati alla realizzazione lavorativa. Un'idea controcorrente ad oggi, ma molto battuta dal cinema classico americano del dopo '29.


purtroppo non sò esserti d'aiuto sul quesito finale, mi spiace.

sul punto 1, d'accordo.

sul punto 2, ci può stare ma, non sò te, non lo vedo un difetto,anzi.

sul punto 3, beh direi una scelta degli autori, che mi è piaciuta!
  • 0

#54 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4156 Messaggi:

Inviato 09 novembre 2009 - 16:14



1.Premetto: il livello pixar è pienamente cinematografico, là dove molti ancora dividono e suddividono in film per bambini o altro.

2.In questo film tutto è molto più controllato, tutto così equilibrato da rasentare un po' di freddezza.

3.Mi colpisce che in questo riassunto di felicità non ci sia spazio per il lavoro (sì ok, Carl lavora, ma non c'è la minima idea di carriera, competizione, obiettivi etc), ma venga tutto dal privato, la realizzazione dell'uomo è nel suo privato e nei suoi sogni che sono tutt'altro che legati alla realizzazione lavorativa. Un'idea controcorrente ad oggi, ma molto battuta dal cinema classico americano del dopo '29.


purtroppo non sò esserti d'aiuto sul quesito finale, mi spiace.

sul punto 1, d'accordo.

sul punto 2, ci può stare ma, non sò te, non lo vedo un difetto,anzi.

sul punto 3, beh direi una scelta degli autori, che mi è piaciuta!


Sul punto 2, mah! Io non ho avuto picchi di emotività forte, molta dolcezza, divertimento sì, ma non così tanta poesia pura: insomma c'è un po' di ovvietà nel gigante delle costruzioni che si vuole mangiare la casa! Però è completamente sensata sul lato sceneggiatura, è quella diade vecchio/nuovo, piccolo/grande, umanità/disumanità etc che taglia trasversalmente tutta la storia.

Sul 3, devo ancora rifletterci, istintivamente mi è piaciuta, ma...devo rifletterci
  • 0

#55 popten

popten

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4675 Messaggi:
  • LocationCampania

Inviato 09 novembre 2009 - 21:14

come ho scritto, in effetti neppure io ho provato forti emozioni. però ho comunque apprezzato lo stile tutto sommato sobrio. detto questo,comunque alcune sequenze le ho trovate bellissime davvero!
sostanzialmente penso che siamo d'accordo, solo che io per contratto ho sempre il bicchiere mezzo pieno :)
  • 0

#56 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20003 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 11 novembre 2009 - 17:19

L'ho visto e non mi sono addormentato. Effettivamente è molto bello, anche con gli occhialini ;)
  • 0

#57 Guest_Bronco Billy_*

Guest_Bronco Billy_*
  • Guests

Inviato 12 novembre 2009 - 10:19

Visto ieri... che bello! O_O
(anche se gli ho preferito la compagnia :-* )

Puro genio comico, gag magnifiche, personaggi di contorno meravigliosi.

E che poesia! Persino da una cassetta della posta se ne riesce a trarre un grande momento.

C'è di tutto, la screwball comedy, Gran Torino e Million Dollar Baby, i b-movies d'avventura, le storie per bambini (a me ha ricordato molto certi libri che mi leggeva il nonno) e tanti sogni.
E che attenzione ai particolari... il disegno dei personaggi è stilizzato (notare però la barba di Carl che cresce lungo la vicenda), ma la meraviglia visiva è affidata a oggetti e paesaggi.

#58 steinbeck

steinbeck

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 419 Messaggi:

Inviato 16 dicembre 2009 - 13:38

Sulla questione dei film per bambini che si rivolgono anche agli adulti
http://news.bbc.co.u...ine/8415003.stm
  • 0
Get real black people get real
Do it for a cause
Cause we're not all gathering together and fighting for a cause
We're running down Foot Locker and teefin shoes
http://www.youtube.c...player_embedded

#59 demon

demon

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1819 Messaggi:

Inviato 16 dicembre 2009 - 14:51

è un bellissimo film senza dubbio, però io ho un problema con tutto quello che è disney e che ha tratti drammatici. E' più forte di me
  • 0

#60 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 09 febbraio 2010 - 20:32

la sequenza più bella e commovente del 2009

http://www.youtube.c...h?v=9yjAFMNkCDo

:( :-*
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq