Vai al contenuto


Foto
* * * * - 1 Voti

Christopher Nolan


  • Please log in to reply
195 replies to this topic

#181 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3916 Messaggi:

Inviato 23 marzo 2020 - 11:21

ma sei cattivissimo, cazzo asd
  • 0

#182 Sandor Krasna

Sandor Krasna

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 307 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 26 agosto 2020 - 23:29

Spoiler

  • 0

#183 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6498 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2020 - 23:48

M'avrebbero dato noia gli spoiler se solo m'importasse ancora di queste cazzate di film. Su, chiamamole col loro nome. Cazzate. Non se ne può più della copertura e della considerazione che riscuotono, con la critica divisa tra chi li trova freddi e chi poco comprensibili, la realtà è che son giocattoloni con tanto di bugiardino e una costruzione arzigogolata frutto dell'illusione di un bimbo d'esser diventato un autore.


  • 6

#184 Sandor Krasna

Sandor Krasna

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 307 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 27 agosto 2020 - 00:06

Comunque l'idea di base è molto intrigante, la sensazione è quella di uno spreco di potenziale enorme. In mano a qualcun altro poteva essere interessantissimo (che ne so, un Garland o un autore europeo).

PS Non ho fatto spoiler perché che il tempo va indietro si vede anche nei trailer, anzi credo sia la cosa che incuriosisce ad andare a vedere il film. Comunque per evitare problemi metto in spoiler.
  • 1

#185 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6498 Messaggi:

Inviato 27 agosto 2020 - 00:12

Anche Inception dava la sensazione di spreco, insomma peccato quegli ultimi 30 minuti di Call of Duty e i continui spiegoni. Ultima mezz'ora sprecata anche nel miglior Dunkirk. Interstellar... voleva fare 2001, poverino.

Autore da due spicci che sa tenere la macchina in mano.


  • 1

#186 Sandor Krasna

Sandor Krasna

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 307 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 27 agosto 2020 - 00:21

Vabbè comunque lo vai a vedere sapendo a cosa vai incontro. Sicuramente non mi aspettavo Bela Tarr entrando in sala. Insomma alla fine ognuno è libero di non spendere i soldi del biglietto. Ci sono momenti per Satantango e momenti in cui si ha voglia di un giro in giostra.
  • 0

#187 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7221 Messaggi:

Inviato 27 agosto 2020 - 06:41

Sì, alla fine io sono d'accordo con solar, ma dipende principalmente dall'attesa messianica per ogni film di Nolan, quando in realtà basta chiamare le cose con il proprio nome: i suoi sono film action blockbuster che comunque si stagliano sul resto della merda autoironica quasi-consapevole volutamente-trash del resto della produzione americana. Niente di più niente di meno. Il gimmick infilato ogni volta è per creare un minimo di interesse/hype attorno a un prodotto che altrimenti non sarebbe veramente diverso da qualunque altro action big budget. Peccato poi che le premesse interessanti vengano tutte le volte sfruttate malissimo, sfumate nel vedi sopra. Da qui anche un po' la frustrazione e l'astio verso un prodotto puntualmente deludente.

Almeno da Inception in poi per me è: no grazie. (ma il "giro di giostra" come definizione e approccio alla visione ci sta)


  • 4

#188 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18957 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 28 agosto 2020 - 17:41

Ecco, poi di là mi si sfotte perché affermo che la fortuna di Nolan sono i suoi hater. È un regista di genere. È un fissato coi garbugli narrativi che vede ogni suo lavoro come un insieme di trovate a corredo di uno specifico groviglio. È un Borges tamarro che, in assenza di Borges non tamarri, non può che far impazzire chi dal cinema non vorrebbe altro che quello. Che sia esaltato dall'interwebz e dalla stampa scambiandolo per un jolly capace di mettersi in gioco magistralmente su ogni fronte — dal film di guerra all'hard sci-fi — è soprattutto un artefatto della concezione per cui "mindfuck" non sia un genere.

Se fosse riconosciuto per ciò che è, ovvero un impallinato che fa film a uso e consumo di impallinati similari, Nolan farebbe film con budget pari a frazioni centesimali delle montagne di soldi che invece ha a disposizione ora. Invece l'hype e la (sciocca?) testardaggine di un pubblico molto più ampio del suo pool naturale, che si approccia ai suoi film un po' per curiosità e un po' per noia, sperando forse ogni volta che no, che ci sarà qualcos'altro oltre al ghirigoro, fanno sì che gli incassi vadano a gonfie vele e che anche il successivo giocattolo possa godere di un altro budget faraonico. L'uomo è al centro di una bolla, e la cavalca. Chiamatelo scemo.

Poi per carità, qualcosa oltre al ghirigoro in genere c'è. Azione girata gran bene, per chi ama quel tipo di cose. Oppure sensazioni più oblique, come la pulsione all'esplorazione, il sentimento della "frontiera" che nessun film di fantascienza che abbia visto cattura bene come "Interstellar". Ma il presunto intenditore, che aborrisce il manierismo e classifica i film in "intellettuali" e "di intrattenimento" in base alla sobrietà o alla presenza/assenza di alcune ambizioni psicologiche, non riesce a vedere oltre alla frequente piattezza dei personaggi o ad accontentarsi del gusto in sé del bordello narrativo. Epperò a vedere il film ci va, se non con lo specifico fine di dirne poi male (cosa che potrebbe benissimo fare anche senza guardarlo) almeno con l'illusione di riuscire a cogliere qualcosa che per puro caso intercetti il suo radar e gli possa far dire "dai, non male questo, stavolta è piaciuto anche a me".

"Tenet" non mi è parso un gran film, anche da fan sfegatato (ma non acritico). Se sarà il titolo che farà scoppiare la bolla (anche per via di un hype dovuto a fattori contingenti e largamente extra-Nolan), in potenza sarà quasi un bene. Smetteremo di valutarlo come se fosse in gara con Kubrick, Lynch e Spielberg in non so quale ridicolo campionato e ricominceremo a prenderlo come un regista con un suo taglio, un suo filone e la tendenza a fare film da cui più o meno si sa cosa potersi aspettare. A dire in serenità "oh, che bello, ho proprio voglia di vedere il prossimo" o "sai che c'è? non me ne frega niente di quel tipo di roba lì", senza la sensazione di stare emettendo sentenze sulla Storia del Cinema. Poi magari lui coglierà l'occasione per abbassare un po' la cresta e tornare a investire sulla consistenza anziché sul solo shock and awe. Oppure no. Tutto sommato chissene, i suoi bei film li ha fatti e a conti fatti a me sta benissimo anche così.


  • 3

#189 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22294 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2020 - 18:36

Ma sì, ormai è da straight-to-streaming pure per me, e il tempo non lo aiuta (anzi).
La roba arzigogolata da impallinati va benissimo, ma deve essere fatta con la coerenza che gli impallinati si aspettano asd ha budget troppo grossi insomma.

(Però concordo con wago sulla difesa di Interstellar, è un film pieno di difetti ma c'ha un paio di momenti-meraviglia pazzeschi che valgono il prezzo del biglietto. Mentre Inception invece è proprio invecchiato male, quegli effetti speciali ormai li compri anche alla standa, e oltre a quello c'è davvero pochino.)
  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#190 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6498 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2020 - 21:30

Io sinceramente non mi ritengo un suo "hater". "Prendo" cose anche dai film che trovo non riusciti, mi formo idee anche dagli errori o dalle cose che non mi piacciono. Poi di autori contemporanei non è che ce ne siano a quintali. Se uno di questi mi si presenta con un film di fantascienza con ambizion Kubrickiane (e non ditemi che non le ha avute) è ovvio che gli do una chance, e se alla fine esco deluso comunque non sono stati soldi & tempo totalmente buttati. Quindi no, la cosa che lui debba il suo successo a "hater" come me non la sottoscrivo, anche perché credo siamo una vera minoranza. Semmai deve il suo successo all'aver azzeccato la formula giusta per i tempi giusti, e all'aver un gusto che si sposa bene col gusto popolare odierno, oltre alle paraculate che infila in ogni film (il finale di Interstellar, tutta la sequenza finale di Dunkirk...) che a quanto pare tranquillizzano il pubblico, e che per me segnano uno scarto insormontabile fra l'ottimo cinema e la paccottiglia. Tutto questo prende una grossa fetta di pubblico, appagato dal "meccanismo" cerebrale, dal gusto comunque pop, trasversale a cinefili e mainstream, che lo mette in una posizione commercialmente ideale. Non è un caso che Il Post ci faccia uno speciale al dì. Non è un Bay o uno Snider, i suoi film non sono solo azione, il layer cerebrale c'è e ha la pretesa di elevare i film a qualcosa di più di action movie, che infatti godono di una considerazione molto più alta.


  • 1

#191 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7221 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2020 - 21:32

Boh, non so se l'intervento di wago era in risposta a me, ma non sono d'accordo praticamente su nulla.
Amen. Continuerò a fare a meno di Nolan come faccio da qualche anno.
  • 1

#192 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7591 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2020 - 21:42

Boh, non so se l'intervento di wago era in risposta a me, ma non sono d'accordo praticamente su nulla.

 

Ma come, tutto fila liscio nel suo ragionamento, alla fine c'è Nolan in panciolle su un fenicottero gonfiabile in mezzo alla piscina acquistata coi soldi degli haters che vanno a vedere i suoi film, mentre si beve una birra ghiacciata e si legge divertito le recensioni negative dei poveracci che fanno solo gli impiegati. 

 

In sostanza, il potere vince sempre: se hai gransoldi e puoi spendere 200 milioni di dollari non tuoi per fare un tuo film, con i commenti di un appassionato di arte che scrive in un buco di culo di forum ti ci puoi fare le pippe. Buon prosieguo di discussione, ora vado un attimo su facebook a scrivere un post sul problema ambientale, anzi no sulla sinistra!  asd


  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#193 Signor Armando

Signor Armando

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 214 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2020 - 22:12

Sempre più spesso mi capita di associarlo mentalmente a Fincher, altro paraculo d'eccezione.


  • 0

"Tu pensi che la storia abbia le sue eccezioni; invece non ne ha nessuna. Pensi che la razza abbia le sue eccezioni; neanche per sogno.

  Non esiste alcun particolare diritto alla felicità, né esiste un diritto alla sventura. Non esiste tragedia, non esiste genio.

  La tua sicurezza e i tuoi sogni non hanno fondamento. Se su questa terra appare qualcosa di eccezionale, una particolare bellezza o una particolare

  manifestazione del male, la natura lo scova subito e lo estirpa."


#194 George Kaplan

George Kaplan

    Giraghiere a tradimento

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1285 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2020 - 22:36

c'è Nolan in panciolle su un fenicottero gonfiabile in mezzo alla piscina

Spero l'abbia preso senza ali, son le prime a venir via e mandano in malora il gonfiabile; ne abbiamo pensionati due in sette giorni per questo - uno era un pappagallo assai fico.

Comunque, che il pubblico di Nolan sia in parte fatto di gente che non vede l'ora di poterne parlare male mi pare quasi scontato (anche solo per le dimensioni del fenomeno), che poi siano questi luminari a fargli fare i gransoldi mi vien da dubitarne. Forse ci finisco dentro anch'io, che andrò a vedere Tenet, pur sapendo che quando si mette a fare montaggi ikea con gli intrecci mal lo sopporto. Del resto Inception (non piaciuto) era anche questo. E Interstellar (non piaciuto) era anche questo. Due momenti di cinema per me incantevoli (che non si trovano in giro), con un eccellente uso dei punti di vista e per i quali son comunque felice che gli abbiano dato i milioni per costruire un corridoio rotante (e spero, francamente, continuino a darglieli, a meno che non intendano riversarli tutti nelle tasche di Lynch e allora ben venga).
Che poi il rigore dell'economico Memento - a dispetto delle sfilacciature dei film successivi - deriva probabilmente dall'aver diviso la penna col fratello e dall'aver adattato un suo racconto. Con la letteratura non si scherza.


  • 0

#195 pooneil

pooneil

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5868 Messaggi:

Inviato 29 agosto 2020 - 17:53

Sempre del fratello è Person of Interest, serie tv da Italia 1 ma che personalmente trovo scritta da dio sia per quanto riguarda la sceneggiatura (fino alla quarta stagione, poi svacca per motivi esogeni -la maternità di una delle attrici protagoniste) che per la caratterizzazione dei personaggi.


  • 2

#196 Fidelio

Fidelio

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1012 Messaggi:

Inviato 29 agosto 2020 - 18:00

Mi sono innamorato di Nolan guardando Insomnia nel lontanissimo 2002. Quando seppi che si sarebbe occupato di Batman ero molto molto speranzoso. La sua filmografia la trovo perfetta anche se temo che con quest'ultimo stia entrando in una fase troppo complessa: vuol fare i film di azione/fantascienza ma poi li stravolge con spiegoni allucinanti. Dunkirk secondo me ha rappresentato l'apice: un po' perché la storia era lineare, un po' perché lui ci metteva del suo (lo stravolgimento del Tempo) che rendeva il film un'opera originale e complessa.

Una cosa ho notato però: sarò io ma l'impatto dei suoi film al Cinema è molto potente, quando però lo stesso film lo si guarda su un normale televisiore, il film perde non poco (impressione mia).

Dite che Nolan insegue Spielberg e Kubrick, forse è così ma io al posto suo inseguirei Hitchcock (Dunkirk è molto hitchcockiano) magari lavorando su thriller e gialli più classici.

Ah, Tenet per il momento non mi attira: ho paura di trovarmi a un film fastidiosamente complesso e io da Nolan adesso mi aspetto l'esatto contrario.


  • 1




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq