Vai al contenuto


- - - - -

[Monografia] Ingmar Bergman


  • Please log in to reply
48 replies to this topic

#21 Syddharta

Syddharta

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4869 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 05 ottobre 2006 - 17:24

Qualche anno fa  "Il posto delle fragole" era uno dei miei film preferiti. Ora come ora non lo rivedrei. Preferisco al Bergman trasognante la crudezza di un film come "Persona". Anche se credo che il suo capolavoro sia "Il Settimo Sigillo", in cui sono marcati tutti gli elementi tipici del regista.
Da tempo mi riprometto di guardare "Sussurri e Grida", mi attira parecchio.

m.
  • 0

M.

 


#22 DONBRIZIO

DONBRIZIO

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 588 Messaggi:

Inviato 09 ottobre 2006 - 10:19

Ammetto tutta la mia ignoranza cinematografica... Non ho ancora visto un film di Bergman. Ma sto seguendo un corso universitario di Storia e critica del cinema in cui è obbligatoria la visuone di almeno 5 film di Bergman... Spero di colmare almeno in parte le mie lacune...
  • 0

#23 Ejzenstejn

Ejzenstejn

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 98 Messaggi:

Inviato 09 ottobre 2006 - 11:21

Ammetto tutta la mia ignoranza cinematografica... Non ho ancora visto un film di Bergman. Ma sto seguendo un corso universitario di Storia e critica del cinema in cui è obbligatoria la visuone di almeno 5 film di Bergman... Spero di colmare almeno in parte le mie lacune...


Ti consiglio di iniziare da quello che ha fatto con Scarlett Johansson, forse vedrai un Bergman sottotono, ma l'attrice solleva di molto il film!
  • 0

#24 Zarathustra

Zarathustra

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 183 Messaggi:

Inviato 09 ottobre 2006 - 16:25


Ammetto tutta la mia ignoranza cinematografica... Non ho ancora visto un film di Bergman. Ma sto seguendo un corso universitario di Storia e critica del cinema in cui è obbligatoria la visuone di almeno 5 film di Bergman... Spero di colmare almeno in parte le mie lacune...


Ti consiglio di iniziare da quello che ha fatto con Scarlett Johansson, forse vedrai un Bergman sottotono, ma l'attrice solleva di molto il film!

Dai, non c'è bisogno di essere così acidi...

Ne approfitto per segnalare l'iniziativa di Sky Cinema world, che ogni domenica pomeriggio di ottobore propone 3 film di Bergman in sequenza cronologica. Si trovano tutte le informazioni su cinemavvenire.it ...
  • 0

#25 Ejzenstejn

Ejzenstejn

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 98 Messaggi:

Inviato 10 ottobre 2006 - 07:40



Ammetto tutta la mia ignoranza cinematografica... Non ho ancora visto un film di Bergman. Ma sto seguendo un corso universitario di Storia e critica del cinema in cui è obbligatoria la visuone di almeno 5 film di Bergman... Spero di colmare almeno in parte le mie lacune...


Ti consiglio di iniziare da quello che ha fatto con Scarlett Johansson, forse vedrai un Bergman sottotono, ma l'attrice solleva di molto il film!

Dai, non c'è bisogno di essere così acidi...


Faccio il mea culpa, ma la battuta è stata provocata dalla lettura dei commenti su Scoop...
  • 0

#26 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22437 Messaggi:

Inviato 10 ottobre 2006 - 09:26


Ammetto tutta la mia ignoranza cinematografica... Non ho ancora visto un film di Bergman. Ma sto seguendo un corso universitario di Storia e critica del cinema in cui è obbligatoria la visuone di almeno 5 film di Bergman... Spero di colmare almeno in parte le mie lacune...


Ti consiglio di iniziare da quello che ha fatto con Scarlett Johansson, forse vedrai un Bergman sottotono, ma l'attrice solleva di molto il film!


Ma come siamo spiritosi!
  • 0

#27 Ejzenstejn

Ejzenstejn

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 98 Messaggi:

Inviato 11 ottobre 2006 - 08:32

Ma come siamo spiritosi!


Battute acide a parte, sono sicura che la Johansson sarebbe piaciuta al Bergman prima maniera. Un incontro cinematografico purtroppo precluso dal destino.
  • 0

#28 Zarathustra

Zarathustra

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 183 Messaggi:

Inviato 11 ottobre 2006 - 13:56


Ma come siamo spiritosi!


Battute acide a parte, sono sicura che la Johansson sarebbe piaciuta al Bergman prima maniera. Un incontro cinematografico purtroppo precluso dal destino.

Non ve la vedete sulla spiaggia in occhiali scuri e costume da bagno rosso che gioca a scacchi con la morte? Fantastico!
  • 0

#29 DONBRIZIO

DONBRIZIO

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 588 Messaggi:

Inviato 08 gennaio 2007 - 22:45

Sto studiando una parte monografica su Bergman in Storia e critica del cinema, e cerco recenzioni, descrizioni e commenti, anche sui vari simboli usati, sulle scene e su tutto dei seguenti film di Bergman: Il settimo sigillo, Sussurri e grida, Persona, Il silenzio, Il posto delle fragole. Grazie in anticipo!!!
  • 0

#30 Dean Moriarty

Dean Moriarty

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 25 Messaggi:

Inviato 02 febbraio 2007 - 10:29

Vedi un po' se ti può essere utile:

http://www.geocities.../bergmanit.html
  • 0

#31 Guest_eustache_*

Guest_eustache_*
  • Guests

Inviato 02 febbraio 2007 - 10:40

O. T: per Dean Moriarty: la tua immaggine è Cat Power? l'hai scattata veramente tu la foto? ad Urbino?

#32 Dean Moriarty

Dean Moriarty

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 25 Messaggi:

Inviato 02 febbraio 2007 - 12:28

OT:Affermativo (su tutta la linea)
  • 0

#33 ReineMetal

ReineMetal

    non morto nostalgico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2699 Messaggi:
  • LocationTorino

Inviato 02 febbraio 2007 - 13:56

Sto studiando una parte monografica su Bergman in Storia e critica del cinema, e cerco recenzioni, descrizioni e commenti, anche sui vari simboli usati, sulle scene e su tutto dei seguenti film di Bergman: Il settimo sigillo, Sussurri e grida, Persona, Il silenzio, Il posto delle fragole. Grazie in anticipo!!!

Spero che il topic appena aperto dal sottoscritto possa esserti in qualche maniera utile. Comunque ritengo che il film più simbolico di Bergman sia Vargtimmen("L'ora del Lupo"), che peraltro non sembra entrare in contraddizione con l'idea bergmaniana di un "cinema puro". Buona ricerca !
  • 0

Tutto quel che è di moda sarà presto fuori moda. [...] Occupa meglio il tuo tempo.

Robert Schuhmann – Musikalische Haus- und Lebensregeln

 

Youtube : musica = pornografia in rete : amore

 

(quindi gentilmente niente musica su YouTube o attraverso FB: li ho bloccati. Contatto personale e scambio di dati non massificato)

 

In culo al commerciale, in culo ai fighetti. State fuori, state contro.

 

Lemmy è morto, Dio è morto, e nemmeno io mi sento troppo bene...


#34 popten

popten

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4675 Messaggi:
  • LocationCampania

Inviato 13 aprile 2007 - 08:05

In questi giorni ho rivisto il posto delle fragole, che film stupendo.
E ieri ho visto Sorrisi di una notte d'estate,devo dire che mi è piaciuto molto! una bellissima commedia a tratti deliziosa e a tratti se vogliamo un po' scura nel riflettere sull'amore.
Di Bergman ho visto un bel po' di film(il settimo sigillo,luci d'inverno,persona,monica e il desiderio,un'estate d'amore,sussurri e gradia,la fontana della vergine,il volto), tutti mi sono piaciuti, dal molto buono in su!

aggiungo : Ho poi visto il Rito, un film abbastanza sperimentale(diviso in capitoli, un po' come in Vivre sa vie) e comunque interessante sul tema arte e morale, non foss'altro per gli attori davvero ottimi.

ne approfitto e vi chiedo un parere su Donne in attesa,Sinfonia d'autunno, Lezione d'amore,A proposito di tutte queste signore!

  • 0

#35 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 35754 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 21 novembre 2007 - 10:04

PERSONA

? stato il primo film di Bergman che ho visto in prima visione; in precedenza avevo visto in retrospettiva la sua filmografia fino a luci d??inverno; enorme l??impressione che mi suscitò; che diavolo era successo al mio più che amato Bergman perché facesse un film così?
Un film glaciale, ieratico, asciutto, tutto dialogo e primi piani.
Credo che Bergman debba molta parte della sua fama di regista palloso a questo film.
Un film sul cui valore non si può discutere, ma il modo di fare cinema lascia perplessi; un cinema azzerato, ridotto alle ossa, una sublimazione che elimina ogni elemento spettacolare, ogni elemento ludico.
Una storia di due donne; Elisabeth attrice diventata improvvisamente muta durante una rappresentazione di Elettra ed Alma è l??infermiera che la prende in cura.
Elisabeth non soffre di alcuna patologia, semplicemente tace; parla sempre Alma; ne nasce un dialogo asimmetrico nel quale le due diventano amiche e confidenti ed in cui Elisabeth si esprime solo con l??accondiscendenza della sua espressione.
Alma, sicura di se ed estroversa, parla, parla racconta tutto di se, si addentra nella propria intimità e alla fine la sua diventa una confessione di cui Elisabeth prende nota e ne fa oggetto di studio.
Si rovescia il rapporto tra paziente ed infermiera ed Alma si identifica nella sua assistita.
Quando Alma si rende conto della situazione si ribella e tra le due è crisi; Alma la insulta, la picchia e quando fa il gesto di versarle addosso acqua bollente, Elisabeth sbotta ??no, sei pazza?.
Si è rotto l??incantesimo adesso le due donne si specchiano l??una nell??altra e si sovrappongono, tanto che quando il marito di Elisabeth arriva in visita, abbraccia Alma al posto di sua moglie.
Alla fine di un violento sfogo in cui Alma mette a nudo l??anima di Elisabeth, ripetuto due volte da due diverse angolature per confondere Alma con Elisabeth, questa dice ??nulla?.
Si sono dette tutto e possono tornare a casa ciascuna per conto proprio.
Forse Elisabeth ha ritrovato il coraggio di vivere ed Alma ha perso un po?? della sua sicurezza e del suo ottimismo.

? un film che va visto con lo stato d??animo giusto.
? un capolavoro di regia di Bergman.


Rivisto ieri sera, e ancora una volta impressionante, nel suo asciutto conflitto d'emozioni palpitanti. Regia geniale, ricca di trovate memorabili. Liv Ullman e Bibi Andersson straordinarie...

Sarebbe interessante dedicare un thread al cinema del "doppio", a tutti quei film che hanno affrontato il tema dello scambio di personalità, che Bergman riesce a sublimare in modo così stupefacente in "Persona".
Sul film, c'è una pagina interessante qui.


Devo dire che il ciclo dedicato a Bergman da RaiSat Cinema è formidabile, me li sto vedendo e rivedendo tutti, ed è una incredibile sequenza di capolavori.
Lancinante anche "Sussurri e grida", che non avevo ancora mai visto e che mi ha lasciato il magone per giorni.
  • 0

#36 popten

popten

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4675 Messaggi:
  • LocationCampania

Inviato 21 novembre 2007 - 10:17

Lancinante anche "Sussurri e grida", che non avevo ancora mai visto e che mi ha lasciato il magone per giorni.

si, un film doloroso.
ricordo anche un finale stupendo e ,correggetemi se la memoria mi inganna, 'sereno'.
  • 0

#37 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 21 novembre 2007 - 13:47


Lancinante anche "Sussurri e grida", che non avevo ancora mai visto e che mi ha lasciato il magone per giorni.

si, un film doloroso.
ricordo anche un finale stupendo e ,correggetemi se la memoria mi inganna, 'sereno'.


Non ricordo con esattezza il finale.
So solo che dopo averlo visto la prima volta, è forse l'unico film che non ho il coraggio di rivedere (non manca tanto la voglia, proprio il coraggio!): un film duro, doloroso è la parola giusta.
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#38 popten

popten

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4675 Messaggi:
  • LocationCampania

Inviato 21 novembre 2007 - 14:18



Lancinante anche "Sussurri e grida", che non avevo ancora mai visto e che mi ha lasciato il magone per giorni.

si, un film doloroso.
ricordo anche un finale stupendo e ,correggetemi se la memoria mi inganna, 'sereno'.


Non ricordo con esattezza il finale.
So solo che dopo averlo visto la prima volta, è forse l'unico film che non ho il coraggio di rivedere (non manca tanto la voglia, proprio il coraggio!): un film duro, doloroso è la parola giusta.


si, in questo momento mi vengono in mente solo due film che ho 'portato a termine' con maggior difficoltà, direi MOLTO maggiore : Salò di Pasolini e Anche i nani di Herzog, 2 film stupendi tra l'altro.
eh beh diciamo che in certi casi tocca soffrire và..!
  • 0

#39 Theredroom

Theredroom

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 219 Messaggi:

Inviato 21 novembre 2007 - 17:50

Anche io come Claudio sto seguendo lo speciale su sky dedicato a Bergman.
Avevo gia visto in precedenza 'Il settimo sigillo','Il posto delle fragole' e 'Sinfonia d'Autunno'.
Mi aveva molto colpito 'il posto delle fragole',un film perfetto a mio parere. :-*
Dopo pero' aver visto 'Persona'',mi son totalmente innamorato di questo regista,vi sono delle seqeunze di primi piani davvero da lasciare il fiato,penso che nessuno come lui abbia mai saputo render cosi bene qeusto tipo d'inquadratura..
E' vero il primo piano e' una prerogativa di molti film dello svedese,pero' in quest'opera raggiunge il suo piu alto livello.
Atmosfera claustrofobica,a tratti vuota che allo stesso tempo e' riempita dall'intensita drammatica delle due protagoniste in modo magistrale.'
Senza dimenticare certe soluzioni di regia davvero indimenticabili,come quella che apre e che chiude il film,del bambino girato di spalle alla macchina da presa che davanti a lui ha il viso della donna ingigantito come su di uno schermo..
Voi cosa ne pensate?
Devo ancora vedere 'Sussurri e grida' ma credo lo faroì al piu presto..:)
  • 0

#40 Guest_miamotutti_*

Guest_miamotutti_*
  • Guests

Inviato 21 novembre 2007 - 19:06

Anche io come Claudio sto seguendo lo speciale su sky dedicato a Bergman.
Avevo gia visto in precedenza 'Il settimo sigillo','Il posto delle fragole' e 'Sinfonia d'Autunno'.
Mi aveva molto colpito 'il posto delle fragole',un film perfetto a mio parere. :-*
Dopo pero' aver visto 'Persona'',mi son totalmente innamorato di questo regista,vi sono delle seqeunze di primi piani davvero da lasciare il fiato,penso che nessuno come lui abbia mai saputo render cosi bene qeusto tipo d'inquadratura..
E' vero il primo piano e' una prerogativa di molti film dello svedese,pero' in quest'opera raggiunge il suo piu alto livello.
Atmosfera claustrofobica,a tratti vuota che allo stesso tempo e' riempita dall'intensita drammatica delle due protagoniste in modo magistrale.'
Senza dimenticare certe soluzioni di regia davvero indimenticabili,come quella che apre e che chiude il film,del bambino girato di spalle alla macchina da presa che davanti a lui ha il viso della donna ingigantito come su di uno schermo..
Voi cosa ne pensate?
Devo ancora vedere 'Sussurri e grida' ma credo lo faroì al piu presto..:)


Penso che sia uno dei suoi film più riusciti a livello figurativo, insieme a Il posto delle fragole e Sussurri e grida, che ti consiglio di vedere al più presto (ha un finale che non si dimentica facilmente :-*). Il suo capolavoro è forse Fanny e Alexander ?? l'epitome di tutta la sua opera ??, mentre Il settimo sigillo a mio avviso è il suo film più sopravvalutato. Tra gli altri ti consiglio di vedere Il volto, il suo film più affascinante e suggestivo, nonché la trilogia: Luci d'inverno, Come in uno specchio e Il silenzio (la Thulin vale da sola tutto il film). Nonostante sia uno dei miei registi preferiti, penso che una parte della sua filmografia sia tediosa, specie quando insiste su certi argomenti (morte, religione, ecc.); pertanto non spingerti troppo oltre, ma se sei curioso fai pure...
Buona visione  ;)




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq