Vai al contenuto


* * * * - 1 Voti

[Monografia] Akira Kurosawa


  • Please log in to reply
74 replies to this topic

#61 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7295 Messaggi:

Inviato 22 aprile 2016 - 14:12

https://www.youtube....h?v=ar9PF1c0CRo


  • 0

#62 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20412 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 22 aprile 2016 - 14:12

Ci fu l'accordo
  • 0

#63 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7295 Messaggi:

Inviato 22 aprile 2016 - 14:18

Dopo


  • 0

#64 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20412 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 22 aprile 2016 - 14:20

Eh, ci ha provato, dopotutto il successo non era preventivato
  • 0

#65 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7295 Messaggi:

Inviato 22 aprile 2016 - 14:24

Se non sbaglio si beccò i diritti per la distribuzione del film di Leone in Giappone e ci fece pure un sacco di soldi.

Quindi alla fine tutti contenti, che è la cosa più importante.


  • 0

#66 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20412 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 22 aprile 2016 - 14:29

Sí, andó cosí, un happy ending
  • 0

#67 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7295 Messaggi:

Inviato 22 aprile 2016 - 14:32

bud-spencer-b%C5%B1nvad%C3%A1szok-animat


  • 0

#68 gwoemul

gwoemul

    #2020VISION

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 962 Messaggi:

Inviato 21 aprile 2020 - 07:56

redbeard.jpg
 
Barbarossa (1965)
Kurosawa è uno dei miei registi preferiti, ma quando guardo i certi suoi melodrammoni sociali a tesi inevitabilmente finisco per perdere interesse nel suo cinema.
Questa storia di medici e pazienti nel giappone dell'ottocento è permeata da un'ingenuità che farebbe sorridere se il film non durasse più di tre ore. La retorica e il didascalismo con cui si illustrano le motivazioni dei personaggi poteva funzionare per il pubblico degli anni 60, oggi lo fanno malissimo. A salvare parzialmente la baracca il solito Mifune (qui all'ultima collaborazione col regista) e la sua aura potentissima.
 
9c9a0bba2829a4d8a68110ff2064df38.jpg
 
Ovviamente di tanto in tanto emergono sprazzi di puro cinema (la visita alla casa di tolleranza con Barbarossa che alla fine mena tutti ( :wub:), i tentativi di dare la medicina alla piccola Otoyo, l'entrata in scena del Topino).

  • 0

#69 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16377 Messaggi:

Inviato 21 aprile 2020 - 18:59

 

Questa storia di medici e pazienti nel giappone dell'ottocento è permeata da un'ingenuità che farebbe sorridere se il film non durasse più di tre ore. La retorica e il didascalismo con cui si illustrano le motivazioni dei personaggi poteva funzionare per il pubblico degli anni 60, oggi lo fanno malissimo. A salvare parzialmente la baracca il solito Mifune (qui all'ultima collaborazione col regista) e la sua aura potentissima.
 

 

 

la parte  in grassetto è quasi identica a un commento che avevo letto su "I vitelloni" su letterboxd: in quel caso sono stato bravissimo a trattenermi e a non rispondere asd a parte la visione di questo pubblico di 50 anni fa, composto sostanzialmente da fessi che venivano perculati e manco se ne rendevano conto, mentre noi siamo più furbi e scafati e mica ci facciamo fregare da questi contaballe come Kurosawa (in quel caso era Fellini), mi chiedo - non ce l'ho con te, sia chiaro - se siamo davvero un pubblico migliore o se semplicemente abbiamo una sensibilità diversa in fatto di sospensione dell'incredulità. in che modo un film che voglia raccontare un percorso di formazione in chiave umanitaria e la creazione di un sentimento quale la compassione può non risultare in qualche modo ingenuo, soprattutto oggi? però un film è soprattutto la messa in scena* e ricordo distintamente delle sequenze in cui il giovane assiste uomini moribondi come davvero potenti e tutt'altro che stucchevoli, così come generalmente ricordo il film che scivola via nonostante le tre ore... per quanto sicuramente ci sia a tratti questa tendenza al patetico e alla retorica. 

 

* senza pensare che K. come suo solito ricostruisce puntigliosamente un microcosmo per affrescare un'epoca, e ricostruisce all'interno della grandeur di un'ambientazione da jidai-geki una piccola storia intima


  • 2
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#70 gwoemul

gwoemul

    #2020VISION

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 962 Messaggi:

Inviato 21 aprile 2020 - 22:57

Il pubblico di oggi è sicuramente più scafato e più consapevole del mezzo, questo non lo rende necessariamente migliore, al contrario spesso lo rende nolaniano asd. Io per fortuna mi faccio fregare puntualmente da contaballe anche molto meno illustri di Kurosawa. 
 
Detto ciò, mi rendo conto che quel passaggio, per come mi è uscito, è abbastanza fuori fuoco. Semplicemente, per quanto mi riguarda, trovo abbastanza goffo il Kurosawa più sociale di questo film o de "I cattivi dormono in pace", tanto per citare l'altro suo titolo che ho recuperato da poco e che non mi ha convinto. Non è tanto una questione di messa in scena (sempre clamorosa), quanto di scrittura, con sceneggiature troppo programmatiche nel voler seguire i propri intenti educativi o di denuncia. 
Hai ragione quando dici che per un film con tematiche del genere evitare le trappole della retorica è difficilissimo, soprattutto a rivederli oggi. Io ne prendo atto, ma continuo a preferire i film con le spadate  asd (per me K. rimane IL regista del cinema d'azione).

  • 1

#71 Eugene

Eugene

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4210 Messaggi:
  • LocationSassari, 08/09/1980

Inviato 28 aprile 2020 - 12:02

Gwoemul, quindi hai storto il naso anche per Anatomia di un rapimento ashd .
  • 0
Immaginate che abbia messo in firma qualcosa di interessante

#72 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2385 Messaggi:

Inviato 28 aprile 2020 - 17:02

Paul Schrader (per chi non lo sapesse regista e storico sceneggiatore di Taxi Driver, Toro Scatenato, Obsession di De Palma etc) ha scritto pochi giorni fa le seguenti parole su Anatomia di un Rapimento (in inglese High and Low)

 

Tonight's film was HIGH AND LOW. I'd remembered it as a very cool police procedural but hadn't realized how compositionally innovative it was. Kurosawa takes on wide screen and redefines it. Eight, ten or more characters in almost every frame, all posed, all ranked by wardrobe and attitude. A real brilliance. It must have been storyboarded to the nth degreee..


  • 2

#73 gwoemul

gwoemul

    #2020VISION

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 962 Messaggi:

Inviato 28 aprile 2020 - 17:22

Anatomia di un Rapimento filmone, non scherziamo! Tutto il primo atto di interni è impressionante, praticamente un manuale di costruzione della tensione e di composizione dell'inquadratura.

A fare il pignolo ricordo di aver trovato un filo meno convincente la descrizione dei tossici verso il finale ma non ricordo nemmeno perchè, immagino fosse più o meno per gli stessi motivi esposti sopra. Dettagli ad ogni modo, il film è un capo.

 

giphy-facebook_s.jpg


  • 1

#74 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2385 Messaggi:

Inviato 28 aprile 2020 - 17:27

Anatomia di un Rapimento filmone, non scherziamo! Tutto il primo atto di interni è impressionante, praticamente un manuale di costruzione della tensione e di composizione dell'inquadratura.

A fare il pignolo ricordo di aver trovato un filo meno convincente la descrizione dei tossici verso il finale ma non ricordo nemmeno perchè, immagino fosse più o meno per gli stessi motivi esposti sopra. Dettagli ad ogni modo, il film è un capo.

 

giphy-facebook_s.jpg

Boh a me quella specie di ghetto coi tossici che sembrano zombie prima degli zombie di Romero mi sembra uno dei momenti più alti del film, anche una delle descrizioni (senza parole solo immagini) più efficaci dei tossici se si considera il periodo in cui è stato girato


  • 0

#75 gwoemul

gwoemul

    #2020VISION

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 962 Messaggi:

Inviato 28 aprile 2020 - 17:33

Boh, in realtà davvero non mi ricordo, il film l'ho visto parecchio tempo fa. Sicuramente mi ricordo la rappresentazione graficamente potentissima del quartiere dei tossici (tipo gli occhiali a specchio, postati sopra). 


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq