Vai al contenuto


* * - - - 5 Voti

Nu Metal


  • Please log in to reply
307 replies to this topic

#301 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3591 Messaggi:

Inviato 06 settembre 2019 - 12:42

Recensiscilo


non sono interessato a recensire i dischi che non mi entusiasmano
  • 0

#302 Connacht

Connacht

    :.::

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1339 Messaggi:
  • LocationWhere I end and you begin

Inviato 06 settembre 2019 - 12:43

Allora lo recensisco io e ci sbatto 8 e mezzo solo per farti dispetto.


  • 0

Last.fm

 

aretha-2.jpg 

 

There is no theory. You have only to listen. Pleasure is the law. I love music passionately. And because l love it, I try to free it from barren traditions that stifle it. It is a free art gushing forth — an open-air art, boundless as the elements, the wind, the sky, the sea. It must never be shut in and become an academic art.

  • Claude Debussy
    quoted in An Encyclopedia of Quotations About Music (1981) by Nat Shapiro, p. 268

#303 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3591 Messaggi:

Inviato 06 settembre 2019 - 12:45

Allora lo recensisco io e ci sbatto 8 e mezzo solo per farti dispetto.


sai che cazzo me ne frega ^_^
  • 0

#304 Connacht

Connacht

    :.::

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1339 Messaggi:
  • LocationWhere I end and you begin

Inviato 06 settembre 2019 - 12:48

Vedrai vedrai asd


  • 0

Last.fm

 

aretha-2.jpg 

 

There is no theory. You have only to listen. Pleasure is the law. I love music passionately. And because l love it, I try to free it from barren traditions that stifle it. It is a free art gushing forth — an open-air art, boundless as the elements, the wind, the sky, the sea. It must never be shut in and become an academic art.

  • Claude Debussy
    quoted in An Encyclopedia of Quotations About Music (1981) by Nat Shapiro, p. 268

#305 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3591 Messaggi:

Inviato 06 settembre 2019 - 12:52

amico caro, tutto questo risentimento perché ho osato ironizzare sul 6,5 all'ultimo degli slipknot?

e pensare che ti volevo anche fare i complimenti per la monografia…
  • 0

#306 Connacht

Connacht

    :.::

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1339 Messaggi:
  • LocationWhere I end and you begin

Inviato 06 settembre 2019 - 12:56

????

Quale risentimento? Di che parli? O.o

Era una battuta madò 


  • 0

Last.fm

 

aretha-2.jpg 

 

There is no theory. You have only to listen. Pleasure is the law. I love music passionately. And because l love it, I try to free it from barren traditions that stifle it. It is a free art gushing forth — an open-air art, boundless as the elements, the wind, the sky, the sea. It must never be shut in and become an academic art.

  • Claude Debussy
    quoted in An Encyclopedia of Quotations About Music (1981) by Nat Shapiro, p. 268

#307 Pancakes

Pancakes

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 749 Messaggi:

Inviato 07 settembre 2019 - 10:27

non so voi, ma io dopo un paio di ascolti mi appare come un passo indietro rispetto alla ritrovata solidità e compattezza di the serenity of suffering. mi sembra l'ennesimo disco davis-centrico dei korn. i loro album sono sempre stati un mezzo di catarsi per il loro frontman, ma erano anche l'espressione congiunta di una band. qua sento parecchi echi dell'esordio solista di jon (c'è pure un vero e proprio outtake, can you hear me) e di the paradigm shift (the ringmaster ricicla spudoratamente l'incedere panzer di prey for me) che è ben lontano dall'essere uno dei miei dischi preferiti dei korn... il suono è potente come nella tradizione korn, ma non è particolarmente heavy. ma il problema per me è che molti dei pezzi non sono per nulla memorabili e non impressionano

 

 

 

 

è leakato il nuovo Korn

 

Cine dice che incrocia TSOL con TPOT ma secondo me invece è un mischio moderno degli ultimi tre grandi dischi con la line up originale: Issues, Untouchables e TALITM. Sono un pò perplesso dal penultimo pezzo che sembra quasi un gioco da parte loro, ma per il resto raggiunge livelli che anni fa non avrei mai pensato raggiungibili da loro.

 

 

A me ha ricordato Untouchables, See You on the Other Side e The Paradigm Shift. In generale sembrano avere molto spazio le varie influenze dark ed elettroniche a trazione davisiana. La prima metà dell'album a spanne mi sembra un po' più discontinua, mentre la seconda parte mi è parsa per ora più coesa e a fuoco, anche se meno variopinta. La mia impressione è che Davis sia ancora un eccellente e versatile vocalist ma:

1) ricicli cliché giovanili in maniera abbastanza spudorata;

2) tenda a essere staccato dagli arrangiamenti, eccedendo con linee vocali melodiche quando il brano sembra chiamarne di aggressive, e viceversa ruggendo in momenti dove mi pare inopportuno.

Brani che mi convincono di più dopo un paio di ascolti dell'album fino a questo momento: You'll Never Find Me (gotica e allucinata, ma con un ritornello che secondo me non si abbina), The Darkness Is Revealing (oscura e pesante, più che altro mi piace la coda semi-rappata su distorsioni dissonanti), Idiosyncrasy (mix di riff groove, effetti industriali, melodie catchy). Brani peggiori l'intro che è solo un fanservice, la centrale Finally Free che inizia come power-ballad atmosfera per poi esplodere con riffacci tamarri che stonano moltissimo per me, e la conclusiva Surrender to Failure che mi sembra troppo piatta.

 

Comunque per ora non mi è sembrato brutto ma nemmeno mi ha catturato, con più ascolti magari ingrana appieno.

 

 

Nell'ordine:

 

- Can You Hear Me mi piace perchè nel ritornello sembra quasi It's Been A While, non fatico a immaginarla nel disco di Davis solista ma sicuramente non sarebbe stata così heavy come arrangiamento e produzione

- il collegamento Ringmaster - Prey for Me non è così grave alla fine, considerato quanto rimestino nella roba loro e quanto appunto sia roba loro

- l' intro è estremo fan service ma ovviamente mi gusta

- Finally Free quando si appesantisce sembra veramente uno di quei pezzi torbidissimi di TALITM, quindi promossa

- Surrender To Failure è l'ottima coda finale / luce in fondo al tunnel [per modo di dire, perchè è un pezzo leggero come strumentazione ed etereo nei toni ma comunque tetro]

 

l'unica che ancora mi perplime è sempre This Loss, o perlomeno quella parte centrale che non ha quel tipo di melodie che mi aspetto da loro. Sugli scudi invece assolutamente Gravity of Discomfort, che inizia con la mia bussata tipica alle porte ma poi svela subito che ha un incastro ritmico meno banale, e poi ovviamente un ritornello epico.


  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#308 Pancakes

Pancakes

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 749 Messaggi:

Inviato 07 settembre 2019 - 10:53

questi sono del filone più oltranzista del nuovo nu metal - che dal deathcore di emmure e attila arriva al nu metalcore dei cane hill - hanno all'attivo un EP e quest'anno dovrebbero esordire con il primo LP. bombetta

 

Doppio post per segnalare che alla batteria cè un tale Max Portnoy, figlio dell' ex Dream Theater asd


  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq