Vai al contenuto


Foto
* * * - - 1 Voti

[Monografia] David Cronenberg


  • Please log in to reply
338 replies to this topic

Sondaggio: Il capolavoro cronenberghiano (161 utente(i) votanti)

Il capolavoro cronenenberghiano

  1. Il demone sotto la pelle (4 voti [2.33%])

    Percentuale di voti: 2.33%

  2. Rabid - Sete di sangue (0 voti [0.00%])

    Percentuale di voti: 0.00%

  3. Veloci di mestiere (0 voti [0.00%])

    Percentuale di voti: 0.00%

  4. Brood - La covata malefica (2 voti [1.16%])

    Percentuale di voti: 1.16%

  5. Votato Scanners (3 voti [1.74%])

    Percentuale di voti: 1.74%

  6. Votato La zona morta (5 voti [2.91%])

    Percentuale di voti: 2.91%

  7. Videodrome (52 voti [30.23%])

    Percentuale di voti: 30.23%

  8. La mosca (16 voti [9.30%])

    Percentuale di voti: 9.30%

  9. Votato Inseparabili (17 voti [9.88%])

    Percentuale di voti: 9.88%

  10. Il pasto nudo (10 voti [5.81%])

    Percentuale di voti: 5.81%

  11. M. Butterfly (4 voti [2.33%])

    Percentuale di voti: 2.33%

  12. Votato Crash (15 voti [8.72%])

    Percentuale di voti: 8.72%

  13. eXistenZ (11 voti [6.40%])

    Percentuale di voti: 6.40%

  14. Spider (5 voti [2.91%])

    Percentuale di voti: 2.91%

  15. Votato A History of Violence (19 voti [11.05%])

    Percentuale di voti: 11.05%

  16. La promessa dell'assassino (7 voti [4.07%])

    Percentuale di voti: 4.07%

  17. A Dangerous Method (0 voti [0.00%])

    Percentuale di voti: 0.00%

  18. Cosmopolis (2 voti [1.16%])

    Percentuale di voti: 1.16%

  19. Maps to the Stars (0 voti [0.00%])

    Percentuale di voti: 0.00%

Voto I visitatori non possono votare

#321 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 5847 Messaggi:

Inviato 24 marzo 2016 - 13:47

Regista di superculto per la mia giovinezza.

Uno di quelli che fino a un certo punto non faceva che rilanciare e diventare sempre più bravo e interessante... Per me una parabola ascendente pazzesca. Dovrei rivedere tutta la sua prima produzione che per me sta a venti anni fa. Però i ricordi sono abbastanza nitidi.

Insomma, fino a Scanners il Cronenberg cazzuto, underground, di quelli che creano il proprio mito. 

Poi La Zona Morta, che ricordo come un buon film, ma molto alimentare (nel senso che l'ha fatto per magnà).

E poi giù, i capolavori, pietre miliari: Videodrome, La mosca, Inseparabili e già con quest'ultimo il suo stile si ripiana, raggela, da motosega diventa un bisturi affilatissimo.

Il Pasto nudo, altro film strano, che ricordo fuori da questo percorso. 

Due capolavori ancora, immensi, M.Butterfly (film culto per eccellenza per me ragazzo) e Crash, l'apice assoluto per me. Il regista è compiuto, l'equilibrio fra messa in scena e materia trattata è perfetta, ogni suo aspetto è qui maestosamente gestito. Ci sono i suoi temi, le sue ossessioni, un mondo che ha creato in tanti anni. Film della vita. 

 

Existenz bellissimo, ma l'equilibrio è saltato, Cronenberg fa vedere cosa fa Cronenberg, il corporaledisumanodigitale i computeranimale le armicorpo, Allegra Geller però è tanta roba.

Spider, per me è un ricordo, io al cinema e di fianco una famigliola con bambini piccoli. Loro credevano fosse Spiderman (che usciva in quei stessi giorni). Ecco per me quel film è legato a quello che ho immaginato per anni... il futuro di quei due bimbetti.

 

Poi?

Niente altro da dire, il resto di Cronenberg è ottimo cinema, non s'è rincoglionito il ragazzo, ma svuotato. Nessuno dei film successivi riuscirà a eguagliare i precedenti, ma nemmeno da lontanissimo. Anche se son sempre in alta considerazione.

Me ne sono persi pure due, senza farne tragedie, Dangerous Method e Maps... Affettivamente Cronenberg per me è morto, non sto in attesa fervente per il suo prossimo, ma rimarrà sempre lui. 

 

 

L'ho amato così tanto.


  • 4

#322 avatar blackwolf

avatar blackwolf

    Traveling Theory

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7569 Messaggi:

Inviato 24 marzo 2016 - 15:58

ho visto solo la  Zona morta (bellissimo) e eXistenz ( caruccio).


  • -1

#323 pooneil

pooneil

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5758 Messaggi:

Inviato 24 marzo 2016 - 19:27

cose ovvie che ho appena realizzato, in eXistenZ non recita Jennifer Jason Leigh. :o :o

 

Videodrome film assoluto per me, forse addirittura tra i dieci migliori di sempre: c'è un rigorosità nella trattazione mai raggiunta prima nel cinema.

The Fly bel filmone da seconda serata su Italia Uno, Dead Ringers, Crash e Cosmopolis più o meno bei film ma molto lontani dalla perfezione di Videodrome. Mi sembra di non averne visti altri, il periodo splatter non mi interessa, forse uno lo avevo cominciato a vedere però.


  • 0

#324 Man-Erg

Man-Erg

    Quando sulla riva verrai

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11284 Messaggi:

Inviato 24 marzo 2016 - 19:33

cose ovvie che ho appena realizzato, in eXistenZ non recita Jennifer Jason Leigh. :o :o

 

Videodrome film assoluto per me, forse addirittura tra i dieci migliori di sempre: c'è un rigorosità nella trattazione mai raggiunta prima nel cinema.

The Fly bel filmone da seconda serata su Italia Uno, Dead Ringers, Crash e Cosmopolis più o meno bei film ma molto lontani dalla perfezione di Videodrome. Mi sembra di non averne visti altri, il periodo splatter non mi interessa, forse uno lo avevo cominciato a vedere però.

 

¿Que?

 

 

Per il resto, ALMENO Scanners te lo devi spara'. Che poi vabè.... "splatter", c'è tanto altro, anzi: soprattutto altro. E Naked Lunch, soprattutto se hai letto il libro e ci stai dentro al clima di tossicodipendenza generato, è un daje fortissimo: filmone per davvero (e tirare fuori un filmone da un libro così, non era per niente scontato).


  • 1

Trema la mano che insegue il sole, fino a sparire.


#325 pooneil

pooneil

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5758 Messaggi:

Inviato 24 marzo 2016 - 19:39

Ah, ma quindi Allegra Geller è il nome del personaggio :facepalm:

 

Mi vado a sotterrare.


  • 1

#326 avatar blackwolf

avatar blackwolf

    Traveling Theory

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7569 Messaggi:

Inviato 24 marzo 2016 - 20:21

asd


  • 0

#327 Matthew30

Matthew30

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3748 Messaggi:

Inviato 24 marzo 2016 - 20:26

A me del primo periodo (quello "grezzo", se così possiamo chiamarlo) piace molto The Brood

 

L'idea di fondo del film è a dir poco grandiosa e servirà anche a Zulawski come spunto per la realizzazione di Possession


  • 0

#328 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 5847 Messaggi:

Inviato 25 marzo 2016 - 07:47

Ah, ma quindi Allegra Geller è il nome del personaggio :facepalm:

 

Mi vado a sotterrare.

:monk:


  • 0

#329 nobody

nobody

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 138 Messaggi:

Inviato 25 marzo 2016 - 10:29

Non riesco a decidere a chi dare il voto tra "Videodrome", "La mosca" e "Inseparabili".


  • 0

#330 Fidelio

Fidelio

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 997 Messaggi:

Inviato 26 marzo 2016 - 08:54

Ho votato Videodrome, ma per me la quadrilogia Videodrome-The Dead Zone-The Fly-Naked Lunch rappresenta l'apice della produzione di Cronenberg. Con Naked Lunch che probabilmente è il suo capolavoro.


  • 0

#331 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3916 Messaggi:

Inviato 13 luglio 2018 - 20:23

MV5BMTU2MTE4MzQwMV5BMl5BanBnXkFtZTgwMDU5

devo ammettere che alla sua uscita avevo snobbato maps to the stars, mi sembrava un altro film , dopo gli ultimi due, che esulava il cinema cronenberghiano come lo avevo amato, quello carne e sangue. l'ho rivisto e mi sono ritrovato di fronte un capolavoro sottovalutato, sicuramente il miglior cronenberg del decennio. è un ritorno alla forma per il regista canadese, ma è anche un ritorno all'horror. brutale, feroce, sgradevole come i suoi vecchi film, ma senza orrori farmacologici, mutazioni, teste che esplodono e quant'altro: un film semmai iperrealistico sul lato scandaloso e fucked-up del mondo dello spettacolo. sembra un tema distante da lui, ma in verità ci sono dentro coerentemente molte delle sue ossessioni: perversioni sessuali (l'incesto accomuna più personaggi e va bene sarà un tema abusato - scusate il gioco di parole ashd - quando si tratta di ricchi, stronzi e drogati, ma ci sta; c'è anche un threesome girato benissimo), deformazioni fisiche (in questo caso le cicatrici lasciate dalle ustioni), il tutto ripreso e raccontato in uno stile "clinico", controllato, gelido, che è quello che abbiamo imparato a conoscere almeno dai tempi dei capolavori della maturità negli anni 90

i personaggi sono radicalmente sgradevoli, cinici, spregiudicati, eppure mai bidimensionali, emerge sempre l'umanità anche dai personaggi che sembrerebbero più rivoltanti. a tal proposito per carità straordinaria julianne moore e tutto, ma per me semplicemente memorabile il ragazzino che interpreta il teen idol benjie, figura secondo me paradigmatica. un 13enne che ha già vissuto almeno 2 vite, parla come un adulto, si comporta come tale, un perfetto prodotto alienato di quel mondo, che ha davanti a se come unica via (di fuga) l'autodistruzione. può essere vista come una satira acida e crudele verso quel lato stupidamente commerciale del cinema (e della tv) che cronenberg in 40 anni di carriera ha sempre evitato, ma in verità verso questi personaggi - disperati, fottuti - emerge anche una vena di compassione come il finale testimonia
  • 7

#332 Giubbo

Giubbo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3985 Messaggi:

Inviato 18 luglio 2018 - 13:18

MV5BMTU2MTE4MzQwMV5BMl5BanBnXkFtZTgwMDU5

devo ammettere che alla sua uscita avevo snobbato maps to the stars, mi sembrava un altro film , dopo gli ultimi due, che esulava il cinema cronenberghiano come lo avevo amato, quello carne e sangue. l'ho rivisto e mi sono ritrovato di fronte un capolavoro sottovalutato, sicuramente il miglior cronenberg del decennio. è un ritorno alla forma per il regista canadese, ma è anche un ritorno all'horror. brutale, feroce, sgradevole come i suoi vecchi film, ma senza orrori farmacologici, mutazioni, teste che esplodono e quant'altro: un film semmai iperrealistico sul lato scandaloso e fucked-up del mondo dello spettacolo. sembra un tema distante da lui, ma in verità ci sono dentro coerentemente molte delle sue ossessioni: perversioni sessuali (l'incesto accomuna più personaggi e va bene sarà un tema abusato - scusate il gioco di parole ashd - quando si tratta di ricchi, stronzi e drogati, ma ci sta; c'è anche un threesome girato benissimo), deformazioni fisiche (in questo caso le cicatrici lasciate dalle ustioni), il tutto ripreso e raccontato in uno stile "clinico", controllato, gelido, che è quello che abbiamo imparato a conoscere almeno dai tempi dei capolavori della maturità negli anni 90

i personaggi sono radicalmente sgradevoli, cinici, spregiudicati, eppure mai bidimensionali, emerge sempre l'umanità anche dai personaggi che sembrerebbero più rivoltanti. a tal proposito per carità straordinaria julianne moore e tutto, ma per me semplicemente memorabile il ragazzino che interpreta il teen idol benjie, figura secondo me paradigmatica. un 13enne che ha già vissuto almeno 2 vite, parla come un adulto, si comporta come tale, un perfetto prodotto alienato di quel mondo, che ha davanti a se come unica via (di fuga) l'autodistruzione. può essere vista come una satira acida e crudele verso quel lato stupidamente commerciale del cinema (e della tv) che cronenberg in 40 anni di carriera ha sempre evitato, ma in verità verso questi personaggi - disperati, fottuti - emerge anche una vena di compassione come il finale testimonia

 

per me il personaggio più rivoltante è quello di John Cusack, veramente da stargli lontano.

 

Juliane moore grandissima, sia come scrittura del personaggio che come interpretazione.

 

film grandioso, sottovalutatissimo, forse il miglior di Corenenberg del XXI secolo, al pari di Spider.


  • 0

#333 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10510 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 19 luglio 2018 - 12:47

Proprio Spider e Maps sono i suoi peggiori per me.
  • 0

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#334 Marco Conteverde

Marco Conteverde

    Villan

  • Members
  • Stelletta
  • 10 Messaggi:

Inviato 09 novembre 2018 - 22:54

Ho sempre pensato che se gli alieni , o chi per loro , venisse incaricato di rapire una personalita' del ns mondo , utile per carpire i segreti piu' oscuri della natura umana , credo che da tutte le costellazioni si metterebbero , senza esitazione sulle tracce del regista canadese.

E tra tutte le sue opere , analizzerebbero con tutte le loro sovrumane capacita’ , ma senza esito certo , ExistenZ , un film capace di anticipare con una disinvoltura inquietante una pluralita ‘ di temi , nel 1999 , che ora sono cruciali e quanto mai attuali , la perdita della percezione della realta’ , l’inserimento di chip / bioporte sul ns corpo , per controllarne impusi ...performances...e pilotare in via piu’ esplicita sensi e percezioni , sono tappe di un prossimo futuro gia’ annunciato.

Il viaggio di Existenz e’ circolare , la velocita’ quantica che lo caratterizza permette uno spostamento dinamico in un futuro/passato indefinito come i luoghi che circondano il film , paesaggi e luoghi desolati , chiese abbandonate e suggestive locations vintage come ritrovo di appassionati del gioco , manierismo non gotico /cyberpunk ma rapporto causa / effetto di una evoluzione della carne , che diventa applicazione/App sulla quale inserire bio porte e organi animali che possono portare la mente ad una nuova esperienza sensoriale .

Sesso come relazione biologica con corpi animali estranei che conducono ad un nuovo nirvana , del quale non se ne puo’ fare a meno ed il cui grado di eccitazione puo’ essere pericoloso e contagioso…

 

Credo che sia il film piu’ ricco di citazioni e riferimenti , da Dick ad Orwell una infinita' di rimandi ,ma non per questo dotato di una personalita' singolare ed una potenza visionaria raramente cosi' toccante ,  con  la capacita’ di penetrare come una lama affilata nel futuro , scherzando sul passato , continuo talvolta a rivederlo e mi lascia sempre piu’ pensieri , riflessioni , dubbi , sulla evoluzione della esistenza umana.


  • 1

#335 kristofferson

kristofferson

    Giù la testa, coglioni

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 846 Messaggi:

Inviato 15 ottobre 2019 - 10:55

Non ha fatto Joker, ma il Maestro torna al lavoro: serie tv per Netflix tratta dal suo romanzo Divorati 
https://www.taxidriv...uo-romanzo.html

E in più: trailer del remake di Rabid

  • 1

#336 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7137 Messaggi:

Inviato 15 ottobre 2019 - 11:21

Se Netflix mi rovina anche Cronenberg smetto di pagare anche quei 2€ al mese all'amico che me lo condivide.


  • 1

#337 Matthew30

Matthew30

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3748 Messaggi:

Inviato 27 aprile 2020 - 21:02

Cavolo, questo Rabid mi son sempre promesso di buttarci un occhio (c'è integrale anche su Youtube), ma non l'ho mai guardato.

 

Tra l'altro non conoscevo questo dettaglio:

 

carbie-at-one-point-in-rabid-1977-marily

 

Nulla contro Spacek, anzi come attrice direi che è un bel po' superiore alla Chambers. Però la nota star del porno qua è perfetta in questa parte e anche conturbante il giusto.


  • 0

#338 Eugene

Eugene

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4214 Messaggi:
  • LocationSassari, 08/09/1980

Inviato 28 aprile 2020 - 10:48

Cosa si sa della serie per Netflix?
  • 0
Immaginate che abbia messo in firma qualcosa di interessante

#339 Signor Armando

Signor Armando

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 123 Messaggi:

Inviato 28 aprile 2020 - 12:13

Cosa si sa della serie per Netflix?

Era in trattative per l'adattamento del suo romanzo Consumed, a sua volta scritto riciclando parecchi elementi di una sua vecchissima sceneggiatura ("Painkillers", che doveva diventare un film con Ralph Fiennes e Nicolino Cage), ma mi è parso di capire che non se ne farà nulla. Nell'improbabile eventualità che la cosa vada in porto (ma a Netflix, stando alle sue dichiarazioni, sono molto riluttanti, e ormai lui ha pure una certa età, gravata pure da una non indifferente sfiducia nei confronti del cinema), comunque, dirigerebbe giusto tre-quattro episodi.


  • 0

"Tu pensi che la storia abbia le sue eccezioni; invece non ne ha nessuna. Pensi che la razza abbia le sue eccezioni; neanche per sogno.

  Non esiste alcun particolare diritto alla felicità, né esiste un diritto alla sventura. Non esiste tragedia, non esiste genio.

  La tua sicurezza e i tuoi sogni non hanno fondamento. Se su questa terra appare qualcosa di eccezionale, una particolare bellezza o una particolare

  manifestazione del male, la natura lo scova subito e lo estirpa."





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq