Vai al contenuto


Foto
* * * * - 5 Voti

L'horror che ho visto oggi


  • Please log in to reply
2348 replies to this topic

#2341 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3863 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2020 - 11:45

brightburn (2019) di d. yarovesky

MV5BNjZkNWU3MGMtNzg0OS00ZGI3LWJhMzctNGFk

james gunn produce, suo fratello brian e suo cugino mark scrivono la sceneggiatura, david yarovesky - anche lui già collaboratore di gunn - dirige. it's all in the family. nella fattispecie una famiglia di nerd che amano sia l'horror che i supereroi, e allora perché non mixare le due cose? cosa succederebbe se superman una volta arrivato sulla terra, invece di diventare il messia immaginato da siegel e shuster, si rivelasse essere l'anticristo?

il film è infatti l'incontro tra il film di supereroi e il filone horror dell'evil child: insomma il protagonista è un incrocio fra damien e superman. inutile dire che il film però funziona più come diversivo all'edulcorazione family-fiendly del cinema supereroistico mainstream, che come vero horror. come tale non è niente di che, convenzionale, zero tensione, gli omicidi sono poco fantasiosi (salvo giusto il cranio di papà spappolato dalla vista calorifica dell'evil superman: quello che ho sempre sognato facesse superman con i suoi nemici). funziona sicuramente meglio come ritratto metaforico della difficoltà di essere genitori oggi: quante sono le storie di famiglie che perdono il controllo sui propri figli, che magari non si trasformano in serial-killer, ma finiscono nella spirale della droga, dello spaccio, dei furti, genitori che si ritrovano ad aver paura dei loro figli, e arrivati allo stremo, sperano nascostamente che il figlio si tolga di mezzo o maledicono il giorno in cui hanno deciso di metterlo al mondo

e anche se questo è soltanto un film di supereroi, o supervillain fate voi, abbraccia in toto una conclusione nichilista , temperata soltanto da una scena post-credits che è chiaramente una parodia della moda dei cinefumetti di rilanciare al film successivo attraverso il primo mini teaser trailer, mostrando sulle note di bad guy di billie eilish il nostro eroe che si dà gioiosamente all'omicidio di massa tra aerei di linea abbattuti e palazzi distrutti, mentre il cameo di michael rooker ci informa che in giro per il mondo stanno spuntando altri superesseri interessati più a distruggerlo che a salvarlo, il mondo. se è tutto una trollata o meno lo scopriremo solo vivendo
  • 0

#2342 Sandor

Sandor

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4024 Messaggi:
  • LocationVersilia

Inviato 11 gennaio 2020 - 13:25

A me ha deluso parecchio,ha ottime idee male sviluppate e pochissima tensione.
Si può vedere se non si hanno aspettavi,poca roba.
  • 0

#2343 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16456 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 19 gennaio 2020 - 00:36

A me era piaciuto c'era dell ironia. Oggi ho visto the lodge che vi consiglio con cautela. La messa in scena è spettacolare, regia e fotografia sui livelli di hereditary che però richiedeva meno fiducia diciamo. C'è un personaggio il padre, che fa cose così ciniche e irresponsabili che lascia perplessi ecco. Però c'è gente che vota Salvini, quindi ok. Diverse scene davvero memorabili, comunque. È un film sulla totale mancanza di tatto coniugale e prudenza genitoriale diciamo. Molto bene anche il sonoro alla shining.
  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#2344 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13420 Messaggi:

Inviato 27 gennaio 2020 - 17:10

Oltre Il Guado (2013) di Lorenzo Bianchini (Col titolo Across The River sulla locandina e sulla copertina del dvd, credo solo per dargli un appeal commerciale, nei titoli di coda compare solo il titolo in Italiano).

Mi sembra strano che tutti vi siate fatti sfuggire questo gioiello horror italiano di un paio di anni fa, ma sono andato indietro di un bel po' di pagine e non l'ho visto citato.

Quasi perfetto esercizio di stile sulla costruzione dell'angoscia e della paura filmica. Fotografia, Regia, ambientazione (un vero paesino abbandonato nei boschi friulani), musiche, effetti visivi e soprattutto sonori (grandissimo lavoro di manipolazione di suoni in presa diretta). Gustosissimo per chi ama il genere. Un continuo accumulo di tensione che non sembra mai esplodere, ma solo crescere e crescere ancora fino ad angosciare. Il regista scrive e dirige avvalendosi di pochissimi collaboratori e scarso budget ma sa il fatto suo. Unico difetto (non grave): qualche ammiccamento un po' forzato a certi trend americani nella sceneggiatura e nello stile (Found fotage qua e là, comunque non così banale). Speriamo che questo Bianchini possa fare altri film.

Altri l'hanno visto?


Rispondendoti quasi cinque anni dopo.

Across-The-River-Oltre-il-Guado.jpg
 
2013 Oltre il guado Lorenzo Bianchini
Ne sentivo parlare bene da quando era uscito. Mi ci sono avvicinato con sospetto anche per quello.
Invece film davvero notevole, senz'altro il miglior horror italiano dall'epoca dell'Arcano incantatore di Avati (per quel che vuol dire).
Un film che risponde alla domanda che mi ero fatto (mi sembra) nel topic di The VVitch "perche' in Italia no un film cosi'?" Ecco, qui in Italia si', per una volta...anche se non c'entra nulla con The VVitch, siamo piu' dalle parti di Blair Witch Project, pero' - grazie al cielo - NON e' un mockumentary. 
Ed e' un bel film nonostante i suoi evidenti limiti produttivi e i suoi difetti. Nonostante duri poco poteva tranquillamente durare dieci - quindici minuti meno, e il livello "polanskiano" della storia non funziona come dovrebbe: dovremmo vedere un personaggio che man mano si fa avvolgere dalla atmosfera d'incubo in cui si ritrova, ma sembra piu' di vedere il classico protagonista di film horror aspirante suicida che resta quando qualsiasi persona al mondo sana di mente scapperebbe al primo segnale inquietante.
Pero' il film funziona da dio su altri livelli. Prima di tutto mette una strizza fottuta, con un magnifico uso delle atmosfere boschive e dei paesini abbandonati di montagne (siamo nel Friuli' ai confini con la Slovenia e buona parte dei rari dialoghi e' recitato in sloveno).
E funziona anche a livello "documentario", con appunto l'atmosfera dei borghi alpini abbandonati resa benissimo, anche se trasfigurata dal genere, tanto che in piu' momenti mi sembrava roba girata in posti che conosco qui vicino a casa mia, il che probabilmente ha aumentato la mia inquietudine.   
In piu' punti mi sono trovato a pensare a Louis Ck e le sue idee sulla "quiete e il mistero" della campagna. asd


  • 1

#2345 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16456 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 07 febbraio 2020 - 11:38

Consiglio anche questo: https://www.youtube....h?v=hneSjVtzrRs

 

"Finchè Morte non ci separi" è un horror e fin qui non ci piove. Tutti molto bravi, soprattutto immersi in una luce dorata che fa quasi Dogma, molto efficace anche la regia. La storia è quella di un rito di famiglia, c'è di mezzo il diavolo ovviamente e un tributo da pagare a spese della povera vittima di turno. In questo caso però, dopo un iniziale sgomento, il film grazie proprio alla protagonista diventa una specie di lotta per la sopravvivenza molto divertente. Alcuni piccoli momenti di stanchi, ma anche scene veramente stupende (ci ho visto qualcosa di lars von trier anche nell'incidente in auto al ralenty). Bello.


  • 1

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#2346 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13420 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2020 - 11:52

Forse a tratti vuole giocarsela su un piano raffinato che non puo' permettersi (certi anti-climax quasi da film "serio": ad esempio la protagonista che sembra sempre sul punto di diventare una badass spaccaculi e invece resta tutto sommato una normale ragazza), pero' concordo che e' molto carino e sicuramente da vedere, anche solo per arrivare a quel finale.

 

Lei poi e'... E'.

 

tumblr-pvvfq7-HTRH1x0bvwko2-500.gif


  • 1

#2347 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16456 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 07 febbraio 2020 - 12:13

Si ho notato anche io una leggera incertezza nel tono generale del film. Ma nel complesso mi è piaciuto molto. Lei bellissima e scena finale davvero gustosa, mi ha fatto pensare a tante cose (soprattutto ai parenti)


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#2348 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3863 Messaggi:

Inviato 15 febbraio 2020 - 10:33

auguri per la tua morte (2017) di c. landon

MV5BY2I0NDhiYTctZDIxMy00Njc5LWI0YTQtZWM0

lo hanno definito un mix tra scream e ricomincio da capo, è in effetti un meta-slasher che riflette sui meccanismi del genere innestando piano piano elementi da commedia e persino di film romantico, inserendosi secondo me in un filone che sta ritornando in auge ovvero quello dell'horror-comedy più o meno esibito (l'elemento comedy , intendo). tendenzialmente blasto senza appello gli horror PG-13, perdipiù qua si tratta di uno slasher, un genere inconcepibile privo di gore manifesto. per questo film ho fatto una eccezione in virtù della sua interessante premessa di fondo: la protagonista non è la final girl vergine a cui è demandato di affrontare il mostro , bensì è la tipica vittima di uno slasher, la gnocca sessualmente attiva, a cui piace sballarsi, stronza ed egocentrica, che la longa manus del puritanesimo americano incarnata dai vari jason, myers & co adora fare a pezzi. ed è significativo
Spoiler
. un ribaltamento delle regole dello slasher simile ad esempio a cabin in the woods dove l'eroe del film era quello che si scoppiava di canne . anche se una traccia di moralismo rimane pure in questo film perché la nostra protagonista attraverso questo percorso comprenderà che vivere da stronza festaiola non è un buon vivere e si fidanzerà con il bravo ragazzo del campus che non ha approfittato della sua ubriacatura per fare sesso con lei

e quindi sì, il film è interessante come meta-slasher che ironizza sulla ripetitività intrinseca di questo genere utilizzando la formula della commedia di harold ramis, ma come horror in sé è parecchio deboluccio, soft ed anemico, come in fondo lo sono molti degli horror della blumhouse, ne apprezzi l'intelligenza ma il loro target non sono di certo i fan hardcore del genere. in ogni caso è geniale il loro modello di produzione perché anche questo film, costato poco più di 4 milioni, ne ha incassati 120
  • 1

#2349 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16456 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 21 febbraio 2020 - 18:00

Carino, si. Ieri ho visto l esorcista 3, puro delirio. Da vedere, in particolare per alcune scene mitiche (quella delle forbici strepitosa) ottimi dialoghi e un generale clima psichedelico che rende tutto più gustoso
  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq