Vai al contenuto


* * * - - 2 Voti

Werner Herzog


  • Please log in to reply
194 replies to this topic

#181 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7409 Messaggi:

Inviato 14 novembre 2019 - 21:58

Le scene migliori sono palesemente herzoghiane invece.
  • 0

#182 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3916 Messaggi:

Inviato 14 novembre 2019 - 21:59

Le scene migliori sono palesemente herzoghiane invece.


la soggettiva dell'iguana? asd

mi sembra di rileggere le recensioni dell'epoca che cercavano di legittimare il prodotto
  • 0

#183 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7409 Messaggi:

Inviato 14 novembre 2019 - 22:04

Non solo quella, praticamente tutto il film, a cominciare dalla percezione continuamente alterata che lo caraterizza, poi capisco che Herzog non ti piace quindi nella tua solita visione manichea non può aver fatto nulla di buono ma pensare che si sia limitato a dirigere il traffico vuol dire proprio conoscerlo poco secondo me.
  • 1

#184 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3916 Messaggi:

Inviato 14 novembre 2019 - 22:39

basta con questa politica degli autori! non può mai essere che un attore faccia il film più di un regista? io non conoscerò bene herzog, ma il film è comunque poca cosa, mentre l'interpretazione di cage è memorabile
  • -1

#185 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 37181 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 14 novembre 2019 - 22:49

cine,ora che si è dato alla fregna lo puoi amare!

 

https://www.ilpost.i...ian-kardashian/


  • 0

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#186 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7409 Messaggi:

Inviato 14 novembre 2019 - 23:46

basta con questa politica degli autori! non può mai essere che un attore faccia il film più di un regista? io non conoscerò bene herzog, ma il film è comunque poca cosa, mentre l'interpretazione di cage è memorabile


Va beh sei ripartito a inseguire i tuoi fantasmi, comunque se leggi un po' di interviste dell'epoca sia di Herzog che di Cage ti risulterà abbastanza chiaro quello che intendo.
  • 0

#187 cinemaniaco

cinemaniaco

    FЯEAK ON A LEASH

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3916 Messaggi:

Inviato 15 novembre 2019 - 06:33

cine,ora che si è dato alla fregna lo puoi amare!
 
https://www.ilpost.i...ian-kardashian/


insomma lo fa per cercare di capire gli usi e i costumi di quella strana specie animale chiamata umanità del XXI secolo… lo fa per la scienza! :facepalm:

anche lui ne ha tanto di tempo libero
  • 0

#188 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2385 Messaggi:

Inviato 15 novembre 2019 - 12:47

 

cine,ora che si è dato alla fregna lo puoi amare!
 
https://www.ilpost.i...ian-kardashian/


insomma lo fa per cercare di capire gli usi e i costumi di quella strana specie animale chiamata umanità del XXI secolo… lo fa per la scienza! :facepalm:

anche lui ne ha tanto di tempo libero

 

Beh ma ha pure 77 anni, secondo me è ammirabile che voglia ancora mantenere un contatto con i gusti del pubblico generalista che in media ha 40-50 anni meno di lui.
Tempo libero a quanto pare si visto che non guarda film  asd


  • 0

#189 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14127 Messaggi:

Inviato 16 luglio 2020 - 12:53

queen-of-the-desert.jpg
 

2015 Queen of the Desert

 

Il film inizia con una scena che sembra una barzelletta: Churchill, Lawrence d'Arabia e altri tizi in una tenda che introducono la protagonista parlandone in maniera ultra-didascalica come in una ricostruzione da documentario: manca solo l'intervento dallo studio di Piero Angela. La seconda scena sembra anche peggio. Si torna indietro nel tempo e vediamo una Nicole Kidman che andava gia' per i 50 che interpreta una giovane ragazza che polemizza coi genitori che vorrebbe trovasse marito. Penso: Ok, o Herzog si e' bevuto il cervello o ha fatto la marchettona senza vergogna. 
 
Segue storia d'amore tra la "giovane" Kidman e James Franco, con citazioni di poesie guardandosi negli occhi e gente agli scrittoi che scrive lettere filmata attraverso vetrate piene di romantici riflessi. Dopo due minuti di cigni che nuotano in un aulico laghetto mentre la voce fuori campo della Kidman ci informa dei suoi struggimenti sentimentali, penso: Ok, o Herzog si e' bevuto il cervello o sta facendo la parodia del film che gli hanno commissionato.
 
Ma poi iniziano le riprese dei deserti e penso: Ok, e' Herzog.

E non e' solo una questione che, ovviamente, resta un genio assoluto nel saper filmare la natura, sia negli incredibili paesaggi che trovando la poesia in una scena i cui dei cammelli si abbeverano, ma perche' finalmente mi si chiarisce l'intento romantico e classico del film. Non di parodia si tratta, ma di sentito omaggio a un cinema esotico, e a tutto un sentimento esotico in generale, ormai scomparsi. Un film che va visto con gli occhi con cui si guardano "Lawrence d'Arabia", "Marocco" di Von Stenberg, "Lo Sceicco" con Rodolfo Valentino. Per cui anche gli sdilinquimenti sentimentali, l'affettazione ancronistica dei dialoghi e pure i cigni sui laghetti diventano parte del gioco. Una rievocazione al massimo affettuosamente ironica nell'apparente aderire di Herzog a una certa retorica colonialista insita nel genere. Si sorride quando la protagonista inglese ringrazia il cielo di non essere tedesca.

 

E' ovviamente il film piu' convenzionale mai girato da Herzog, ma di sicuro non "commerciale", tanto e' al di fuori di ogni moda; infatti non solo e' stato un mega-flop, ma come notava Harry una pagina fa non se l'e cagato proprio nessuno, manco per stroncarlo.

Non so bene come spiegare come un film patinatissimo come questo riesca alla fine a non compromettersi anche da un punto di vista visivo, tipo che e' un film tutto costruito di lunghe, languide e larghissime inquadrature, con rari primi piani. Basti pensare che prima di Herzog per dirigerlo era stato pensato Ridley Scott per cogliere cosa sarebbe stato in praticamente qualsiasi altre mani che non fossero quelle del tedesco. Poi, oh, se volete vedere qualcosa di simile non dico a "Aguirre", ma anche a "Cobra Verde", lasciate tranquillamente perdere, e' tutto un altro sport.

 

Il film e' anche se non soprattutto un monumento alla Kidman. Herzog la usa e illumina come Von Sternberg usava e illuminava la Dietrich, quindi come un'attrice-regina con il resto del cast che rimpicciolisce davanti a lei: anche letteralmente in questo caso, visto che Herzog la circonda di un cast di tappi che in molte scene la fanno sembrare una gigantessa. Non so come riesce persino a far sparire o a far dimenticare il butolino e la plastica, facendola ritornare una delle donne piu' belle del mondo, com'era quindici anni fa, pima delle follie con gli estetisti. Isomma l'arcigno autore europeo insegna come si filma una diva, una capacita' che i registi di Hollywood, in teoria la patria del divismo, sembrano avere perso da decenni.

 

In quanto all'anacronismo di farle interpretare un personaggio molto piu' giovane di lei, beh, poi si vanno a vedere le foto della vera Gertrude Bell e si nota che, oltre a essere racchietta, a trent'anni sembrava gia' una cinquantenne di oggi. Nel film l'hanno paradossalmente ringiovanita.

 

2d6b52cb0b8929fa3c9a0e93316c8c04.jpg

La Bell e Lawrence d'Arabia nella realta' e nel film: aggiungere alla voce "accuratezza storica".


  • 6

#190 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12319 Messaggi:

Inviato 24 ottobre 2020 - 06:52

Qualcuno è andato a vedere Nomad, il film sulle tracce di Bruce Chatwin? Se posso andrò mercoledì, ultima proiezione che fanno da queste parti.

 

Qui i cinema in cui è programmato: http://wantedcinema....-bruce-chatwin/


  • 0

#191 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23759 Messaggi:

Inviato 24 ottobre 2020 - 09:08

Qualcuno è andato a vedere Nomad, il film sulle tracce di Bruce Chatwin? Se posso andrò mercoledì, ultima proiezione che fanno da queste parti.

 

 

Sì, è un bel docu pieno di aneddoti e disavventure herzoghiane, alla fine Chatwin è quasi un pretesto per raccontare i soliti viaggi estremi di wernerone.


  • 1

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#192 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 5919 Messaggi:

Inviato 24 novembre 2020 - 12:29

41yoI0993eL._SY445_.jpg

 

 

Mi sto guardando e riguardando Diamante Bianco (vedi thread il genitore ondarocker). 

È sempre stato uno dei miei preferiti, forse perché tra i suoi capolavori uno dei meno conosciuti. 

 

È stupefacente secondo me come Herzog riesca a creare una connessione empatica così potente con i soggetti dei suoi film e con lo spettatore, quasi ad abbattere lo schermo (del cinema, come se io fossi dentro quella storia lì). A diventare invisibile, pur essendo invece così potente ed evidente la sua mano (sia nel girare, sia  banalmente nella sua meravigliosa voce che racconta tutto). 

Herzog è un intellettuale. Ma allo stesso tempo uno che si sporca le mani (la scena in cui vuole salire sul dirigibile e fa il discorso sulla "stupid stupidity" è eccezionale). Anzi, il suo essere intellettuale parte proprio da lì, dal fare. Ha un impianto teoretico che è tutto incentrato sul fare. E l'essere sempre riuscito a trovare quelle storie da raccontare lo rende una persona dalla sensibilità sopraffina.

 

Poi però è il cinema che parla, son le immagini. E pure lì, è incredibile di come riesca sempre a stupire. Al di là della sua particolare tecnica di interviste... e proprio quando poi deve mettere in scena la natura che esplode ogni cosa, perché quell'uomo ha delle capacità straordinarie. Gli uccelli in volo che diventano pennellate rapide con la cascata come quinta. Quella roba lì è divina.

 

In più, su tutto (o sotto tutto), la colonna sonora di Ernst Reijsiger e Eric Spitzer da lacrime.

 

 

 

Voto 9+


  • 7

#193 neuro

neuro

    king (beyond the wall)

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3721 Messaggi:
  • Locationqua

Inviato 24 novembre 2020 - 19:49

Io mi sto guardando riguardando tutti gli solo Herzog ultimamente. Aguirre, Kaspar Hauser, Nosferatu, Cave of forgotten, Apocalisse nel deserto, Into the Abyss ... Mi viene il dubbio che sia il più grande.... mo mi guardo pure il diamante
  • 0
apri apri, apri tutto!

#194 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 5919 Messaggi:

Inviato 24 novembre 2020 - 22:04

Mah, io ho sempre difficoltà a dire il più di tutti... che poi mi viene sempre il nome di qualcun altro. Con lui devo dire che in quello che è la sua parte documentaristica no. Non mi viene in mente nessuno che possa giocare il suo campionato.


  • 0

#195 neuro

neuro

    king (beyond the wall)

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3721 Messaggi:
  • Locationqua

Inviato 25 novembre 2020 - 06:41

e mi ero pure dimenticato Grizzly Man che è uno degli apici.

nei documentari in specifico ammetto che avendo visto un solo Wiseman mi è difficile sbilanciarmi. Se per Natale mi voleste regalare il cofanetto di Wiseman ve ne sono grato.

Herzog è proprio un folle genio completo anche per questo voluto fottersene del discrimine tra documentario e fiction sia passando dall'uno all'altro sia sporcandoli l'uno con laltro.
  • 0
apri apri, apri tutto!




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq