Vai al contenuto


* * * * - 4 Voti

Nel nostro piccolo ARTE...


  • Please log in to reply
1691 replies to this topic

#1621 Syddharta

Syddharta

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4676 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 06 novembre 2017 - 16:20

Mi piacciono un casino paggè, ma proprio tanto


  • 0

M.

 


#1622 Pajje††

Pajje††

    Potere Al Propoli

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4162 Messaggi:
  • LocationValverde

Inviato 06 novembre 2017 - 16:36

Beh se piacciono tanto...je disdegn pas un like sulla pagina facebook.  :monk:


  • 1

miamusica
______________

And if I have some kind of need / Maybe the thing I need is the thing I've got
And if I look inside of me / I find the thing that can't be took or bought


Anytime you’re gonna grow, you’re gonna lose something. You’re losing what you’re hanging onto to keep safe. You’re losing habits that you’re comfortable with, you’re losing familiarity.


#1623 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11574 Messaggi:

Inviato 06 novembre 2017 - 17:51

 

 

è l'illuminazione di cui avevo bisogno. un utente ha scritto un paragone davvero molto giusto. io sono fermo all'espressionismo astratto distopico processato al computer, ma analogia più digitale forma l'imperium del misto che santo dio ci rende la vita topologicamente accettabile. un Van Gogh del ventiduesimo secolo, un Morton Feldman che opta per la pittura e lascia perdere la nota avvelenata, un turgore apocalittico, un marasma acido(?) che mi ha incantato dal primo sguardo. uno Schifano post droga nudo fino ai calcagni, solo con il suo mouse e un tritolo di antipsicotici di nuova generazione: l'avvenire, l'intuizione, il dopo trance che è tessitura celeste. capolavori assoluti.


  • 0

#1624 Pajje††

Pajje††

    Potere Al Propoli

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4162 Messaggi:
  • LocationValverde

Inviato 05 dicembre 2017 - 09:48

*
POPOLARE

o8yxBkF.jpg

 

 

RjMrMLk.jpg

 

 

TjNeaBI.jpg

 

 

bYb65hf.jpg

 

TboOteR.jpg

 

1UrXBAm.jpg

 

 

Ok0Wbct.jpg

 

 

2bIdc7g.jpg


  • 13

miamusica
______________

And if I have some kind of need / Maybe the thing I need is the thing I've got
And if I look inside of me / I find the thing that can't be took or bought


Anytime you’re gonna grow, you’re gonna lose something. You’re losing what you’re hanging onto to keep safe. You’re losing habits that you’re comfortable with, you’re losing familiarity.


#1625 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12110 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2017 - 00:25

s'i'fossi simon ti commenterei
ma non son da ciò le mie penne
  • 0

#1626 Pajje††

Pajje††

    Potere Al Propoli

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4162 Messaggi:
  • LocationValverde

Inviato 06 dicembre 2017 - 11:12

di' anche tre parole

sole

cuore

_ _ _ _ _ 


  • 0

miamusica
______________

And if I have some kind of need / Maybe the thing I need is the thing I've got
And if I look inside of me / I find the thing that can't be took or bought


Anytime you’re gonna grow, you’re gonna lose something. You’re losing what you’re hanging onto to keep safe. You’re losing habits that you’re comfortable with, you’re losing familiarity.


#1627 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12110 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2017 - 11:23

e tumore


  • 0

#1628 Folagra

Folagra

    young signorino di una certa età

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4282 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2017 - 11:53

s'i'fossi simon ti commenterei

 

così:

 

Forze cherubine che sprizzano dalla tela, pensieri disarticola(n)ti, morbida psichedelia '67 quasi da salotto rothkiano/rinascimentale, c(d)olori impressionanti, odori tra il sublime e la fogna tout court.
Dolore/piacere che diventa fonte primigenia della verità e il suo corrispettivo falsificante.
Un orrore che non sostituisce la realtà, è la violenza che matrimonializza mondi arcaici e l'urbanesimo dei primi settanta, condito dalla scoperta della musica progressiva, di un Zarathustra del Museo RosenBach.
Celebriamo un m o n o l i t e, che trasforma la banalità dell'osceno in virtù percettiva di stampo Barrettiano.

Opera in perenne divenire, entriamo psichicamente in contatto con un fuori oltre ogni confine del mondo interiore, la morte: L' A R T E. È la tua arte, È la mia festa.
Come posso io
Non celebrarti vita?
Oh vita
Oh vita


  • 3

When the seagulls follow the trawler, it is because they think that sardines will be thrown into the sea


#1629 Pajje††

Pajje††

    Potere Al Propoli

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4162 Messaggi:
  • LocationValverde

Inviato 04 febbraio 2018 - 15:42

quadro nuovo

sempre acrilico

 

https://www.facebook.com/may.namPJ/

 

phKZyIu.jpg


  • 8

miamusica
______________

And if I have some kind of need / Maybe the thing I need is the thing I've got
And if I look inside of me / I find the thing that can't be took or bought


Anytime you’re gonna grow, you’re gonna lose something. You’re losing what you’re hanging onto to keep safe. You’re losing habits that you’re comfortable with, you’re losing familiarity.


#1630 script of the bridge

script of the bridge

    Scienziologo in quarantena a Casalpusterlengo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2675 Messaggi:
  • LocationTorino

Inviato 04 febbraio 2018 - 22:01

Sono stupendi, Pajj.


  • 0

#1631 Pajje††

Pajje††

    Potere Al Propoli

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4162 Messaggi:
  • LocationValverde

Inviato 05 febbraio 2018 - 00:02

Sono stupendi, Pajj.

 

3.200 euro e sono tutti tuoi.


  • 0

miamusica
______________

And if I have some kind of need / Maybe the thing I need is the thing I've got
And if I look inside of me / I find the thing that can't be took or bought


Anytime you’re gonna grow, you’re gonna lose something. You’re losing what you’re hanging onto to keep safe. You’re losing habits that you’re comfortable with, you’re losing familiarity.


#1632 strafanich

strafanich

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3748 Messaggi:

Inviato 05 febbraio 2018 - 09:44

notthatbig x kindabig

 

ashd


  • 0

#1633 Pajje††

Pajje††

    Potere Al Propoli

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4162 Messaggi:
  • LocationValverde

Inviato 05 febbraio 2018 - 10:15

hey merdine ascose social-but-not-social vardé che se me assé un like su feisbu' a no me fa mia schifo


  • 0

miamusica
______________

And if I have some kind of need / Maybe the thing I need is the thing I've got
And if I look inside of me / I find the thing that can't be took or bought


Anytime you’re gonna grow, you’re gonna lose something. You’re losing what you’re hanging onto to keep safe. You’re losing habits that you’re comfortable with, you’re losing familiarity.


#1634 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12110 Messaggi:

Inviato 10 febbraio 2018 - 10:32

Romagna solatìa dolce paese


Non avevo mai montato un video. Non avevo neanche mai comprato una birra durante l'intervallo al cinema.


  • 3

#1635 il mistico

il mistico

    proxima centauri

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11323 Messaggi:
  • Locationvia lattea

Inviato 10 febbraio 2018 - 11:21

da un po' di tempo sto lavorando ad un romanzo, questo è un piccolo estratto:


....giunse il giorno della separazione e del sacrificio. immitigabile tristezza, amara malinconia respiravasi nell'atmosfera mattutina, una pioggia leggera scendeva dal cielo infelice.
una piccola stazione poco affollata, la cui sala d'aspetto era illuminata da una debole e fioca luce artificiale, il luogo del loro addio.
eugenia scese da una carrozza assieme alla sorella entrambe erano imbacuccate per benino visto che il freddo penetrava le ossa.
lucia era raggiante, le speranze vivevano nei suoi lineamenti, la fulva chioma boccoluta regnava nell'umida atmosfera.
il suo sguardo gaudente e giovine, ricco d'una molteplicità di raggi benevoli avrebbe messo tutti di buon umore.
la vera gioia è figlia dell'immaturità, tristezza e malinconia son prodotti del tempo o di lunghe riflessioni.
<<bene, è giunto il momento di separarci tesoro, ti lascio le chiavi di casa, in questo biglietto c'è l'indirizzo di un agente immobiliare, mi raccomando con questi furfanti bisogna aprire gli occhi, mi affido a te, conto di tornare tra due mesi...ecco il treno!>>.
una pesante locomotiva s'avvicinava assieme ad un vago senso di privazione, triste premessa di un rassegnato addio, ormai imminente e irrevocabile.
minet salì in carrozza per aiutare le sue amiche a sistemar le valige su delle disagevoli scaffalature poste mezzo metro sopra alle poltrone; una delle quali era occupata da un uomo dall'aria grossolana e poco rassicurante, dalle sue mani traspariva una stupefacente dedizione ai lavori più duri, mani ormai insensibili, indurite da una fatica logorante.
aveva un respiro rumoroso, quasi affannato, fomentatore d'ansia e tormento. il suo aspetto e i suoi abiti logori lo imprigionavano in un'insolita cornice di strazio. il suo volto paonazzo era un esempio di metamorfosi enologica compiutasi all'interno di taverne losche e maleodoranti.
dopo aver sistemato i bagagli in un altro scompartimento abbraccio' le donne con trasporto e amorevolezza, il composto dolore di eugenia non riuscì a ingannare minet che capì il vero stato d'animo della sua prediletta.
<<ciao ci rivedremo presto>> disse eugenia con una voce insolita, le sue parole echeggiavano nell'aria mutevole e mattutina.
i suoi capelli d'oro al vento si muovevano come onde gentili nell'umido e gelido effluvio.
la sorella ondulava l'aperta mano dal finestrino come un automa incantato, saluto gaudente ad un cuore scosso da una commozione insopprimibile.
i due volti che facevan capolino dal finestrino cominciarono a muoversi lentamente per poi svanire fra i contrasti dei colori del giorno, alterati da un'atmosfera sbiadita.


Vorrei un commento del grande sacerdote Simon, Simon ci sì?
  • 1

#1636 Folagra

Folagra

    young signorino di una certa età

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4282 Messaggi:

Inviato 10 febbraio 2018 - 11:30

Romagna solatìa dolce paese

 

bello, sembra uno di quei filmati che passa Ghezzi tra un film e l'altro, su Fuori Orario.


  • 0

When the seagulls follow the trawler, it is because they think that sardines will be thrown into the sea


#1637 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12110 Messaggi:

Inviato 10 febbraio 2018 - 18:12

Non ho presente. Comunque mi è venuta voglia di ritrarre in qualche modo certi luoghi, non per forza belli. La nettezza dei contorni della piazza nelle giornate limpide d'inverno, la casa azzurra che si confonde col cielo, la parte selvatica della pineta.
Però la fotografia non mi interessa più, e per fare filmati mi manca: tecnica, tutti gli attrezzi, tempo, idee. Questo ovviamente era una cazzatina fatta col cellulare.
Se qualcuno però vuole girare un videoclip per musica deprimente mi faccia un fischio, lo porto in giro io.
  • 1

#1638 il mistico

il mistico

    proxima centauri

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11323 Messaggi:
  • Locationvia lattea

Inviato 10 febbraio 2018 - 20:36

da un po' di tempo sto lavorando ad un romanzo, questo è un piccolo estratto:
....giunse il giorno della separazione e del sacrificio. immitigabile tristezza, amara malinconia respiravasi nell'atmosfera mattutina, una pioggia leggera scendeva dal cielo infelice.
una piccola stazione poco affollata, la cui sala d'aspetto era illuminata da una debole e fioca luce artificiale, il luogo del loro addio.
eugenia scese da una carrozza assieme alla sorella entrambe erano imbacuccate per benino visto che il freddo penetrava le ossa.
lucia era raggiante, le speranze vivevano nei suoi lineamenti, la fulva chioma boccoluta regnava nell'umida atmosfera.
il suo sguardo gaudente e giovine, ricco d'una molteplicità di raggi benevoli avrebbe messo tutti di buon umore.
la vera gioia è figlia dell'immaturità, tristezza e malinconia son prodotti del tempo o di lunghe riflessioni.
<<bene, è giunto il momento di separarci tesoro, ti lascio le chiavi di casa, in questo biglietto c'è l'indirizzo di un agente immobiliare, mi raccomando con questi furfanti bisogna aprire gli occhi, mi affido a te, conto di tornare tra due mesi...ecco il treno!>>.
una pesante locomotiva s'avvicinava assieme ad un vago senso di privazione, triste premessa di un rassegnato addio, ormai imminente e irrevocabile.
minet salì in carrozza per aiutare le sue amiche a sistemar le valige su delle disagevoli scaffalature poste mezzo metro sopra alle poltrone; una delle quali era occupata da un uomo dall'aria grossolana e poco rassicurante, dalle sue mani traspariva una stupefacente dedizione ai lavori più duri, mani ormai insensibili, indurite da una fatica logorante.
aveva un respiro rumoroso, quasi affannato, fomentatore d'ansia e tormento. il suo aspetto e i suoi abiti logori lo imprigionavano in un'insolita cornice di strazio. il suo volto paonazzo era un esempio di metamorfosi enologica compiutasi all'interno di taverne losche e maleodoranti.
dopo aver sistemato i bagagli in un altro scompartimento abbraccio' le donne con trasporto e amorevolezza, il composto dolore di eugenia non riuscì a ingannare minet che capì il vero stato d'animo della sua prediletta.
<<ciao ci rivedremo presto>> disse eugenia con una voce insolita, le sue parole echeggiavano nell'aria mutevole e mattutina.
i suoi capelli d'oro al vento si muovevano come onde gentili nell'umido e gelido effluvio.
la sorella ondulava l'aperta mano dal finestrino come un automa incantato, saluto gaudente ad un cuore scosso da una commozione insopprimibile.
i due volti che facevan capolino dal finestrino cominciarono a muoversi lentamente per poi svanire fra i contrasti dei colori del giorno, alterati da un'atmosfera sbiadita.


Vorrei un commento del grande sacerdote Simon, Simon ci sì?

Voglio un commento di simon
  • 1

#1639 Guest_Michele Murolo_*

Guest_Michele Murolo_*
  • Guests

Inviato 10 febbraio 2018 - 20:56

Mistico, non sono Simon, ma ti volevo dire che a me è piaciuto molto! Quante pagine hai già scritto?



#1640 il mistico

il mistico

    proxima centauri

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11323 Messaggi:
  • Locationvia lattea

Inviato 10 febbraio 2018 - 21:01

Va bè considera che è del 2012, erano molte pagine di quadernone a righe, spero di ritrovarlo a casa mia, comunque non l'ho completato
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq