Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Il Ritratto Di Dorian Gray


  • Please log in to reply
30 replies to this topic

#21 ms88

ms88

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 539 Messaggi:
  • LocationLondra

Inviato 10 maggio 2007 - 17:41

, e sono d'accordo anche sul termine "stucchevole


benvenuto nell'arredamento vittoriano, jugendstil a cavallo di ottocento e novecento

All art is quite useless, manifesto dell'estetismo e di dada, come non amare queste parole????
  • 0
"Dal sublime al ridicolo non vi e' che un passo"
Napoleone Bonaparte

VISITATE IL MIO FANTASTICO BLOG: http://esaini582.blogspot.com

#22 OldfieldReturn

OldfieldReturn

    Progressivo

  • Moderators
  • 6589 Messaggi:
  • LocationVercelli

Inviato 16 maggio 2007 - 17:02

Sinceramente l'ho sempre apprezzato e consigliato a tutti però risente troppo l'influenza del Faust di Goethe (almeno a livello di base)
  • 0

#23 sibylvain

sibylvain

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 46 Messaggi:

Inviato 27 maggio 2007 - 21:25

Io non capisco come si possa considerare questo libro stucchevole, allora Lawrence è proprio da vomito!
Insomma, ho lettoil ritratto in Italiano, e l'ho trovato davvero bello, ho letto "l'Importanza di chiamarsi Ernesto" in inglese, ed ho capito quanto Wilde fosse geniale.
Poi per chi dice che perde effetto alla seconda lettura, io non so se è in generale, ma penso che i libri non si debbano rileggere mai, per due motivi: Perchè conoscendo già la storia ed i dettagli non riuscirà più a sorprendere e perchè il tempo che si usa nel leggere un libro che già si cnosce è tempo sottratto ad un libro non ancora scoperto.
Per gli esteti, oltre a D'annunzio e Wilde c'era un'italiana, ma non ricordo esattamente il nome, mi pare sia Contessa Lara, o qualcosa simile, e poi il romanzo Controcorrente di Joris-Karl Huysmans, che ispira i protagonisti sia del piacere che del ritratto...
  • 0

#24 StellaDanzante

StellaDanzante

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1521 Messaggi:

Inviato 29 maggio 2007 - 21:06

Poi per chi dice che perde effetto alla seconda lettura, io non so se è in generale, ma penso che i libri non si debbano rileggere mai, per due motivi: Perchè conoscendo già la storia ed i dettagli non riuscirà più a sorprendere e perchè il tempo che si usa nel leggere un libro che già si cnosce è tempo sottratto ad un libro non ancora scoperto.


In compenso è praticamente impossibile che alla prima lettura tu riesca a vedere tutti i dettagli di un libro, cosa per cui sarebbero necessarie una tranquillità d'animo e una concentrazione ad alti livelli. E anche se credessi d'esserci riuscito, probabilmente rileggendolo dopo 2 anni di altre letture scopriresti dei nuovi particolari che non avresti mai pensato ci fossero, per il semplice fatto che la tua percezione della realtà è in continuo mutamento, determinata dalle tue sensazioni, emozioni e schemi mentali attivi di quel preciso periodo della tua vita. Per questo ogni volta è come se si leggesse un nuovo libro - perlomeno per chi ne legge tanti e per questo mette la sua percezione della realtà in grado di modificarsi di continuo e di rivivere ogni esperienza come se fosse la prima.

Per gli esteti, oltre a D'annunzio e Wilde c'era un'italiana, ma non ricordo esattamente il nome, mi pare sia Contessa Lara, o qualcosa simile, e poi il romanzo Controcorrente di Joris-Karl Huysmans, che ispira i protagonisti sia del piacere che del ritratto...


"A rebours" di Huysmans è proprio citato nel "Ritratto" di Wilde (è il libro che Dorian legge su consiglio di Harry e che gli cambia la vita); ed è un libro drammaticamente favoloso, ergo penso valga la pena di leggerlo in ogni caso.
  • 0

#25 sheikyerbouti

sheikyerbouti

    anti-intellettuale, coerente, obiettivo, ironico, arguto, spacca

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15807 Messaggi:
  • Locationmilano

Inviato 30 maggio 2007 - 13:53

Poi per chi dice che perde effetto alla seconda lettura, io non so se è in generale, ma penso che i libri non si debbano rileggere mai, per due motivi: Perchè conoscendo già la storia ed i dettagli non riuscirà più a sorprendere e perchè il tempo che si usa nel leggere un libro che già si cnosce è tempo sottratto ad un libro non ancora scoperto.

"il ritratto di dorian gray" è uno dei libri della mia gioventù: letto, riletto e straletto ogni volta da prospettive e con occhi diversi.

ho sempre apprezzato il tono scanzonato e finto-superficiale che, invece, nasconde temi molto profondi e ancora attuali.

permettimi ma la frase grassettata è una fesseria.
secondo il tuo ragionamento nemmeno riascoltare un disco si dovrebbe fare, rivedere un film ed, estremizzando, accompagnarsi più di una volta con la stessa donna... :P

ciao.
  • 0

#26 sadford

sadford

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 159 Messaggi:

Inviato 07 giugno 2007 - 16:53

l'ho finito di leggere giusto l'altro giorno, anche se devo rileggermelo a breve, essendo la mia prima lettura un po' rapida.
Comunque, semplicemente stupendo, mi ha catturato come poche cose finora, sisi.
  • 0

#27 Guest_bc joy_*

Guest_bc joy_*
  • Guests

Inviato 09 giugno 2007 - 16:20

...questo libro mi ha attratto e fatto paura al tempo stesso!il modo di scrivere di Wilde è eccezionale...così pure la storia!ma alla fine del libro un senso di paura mi è rimasto...non so perchè però!comunque è un libro da leggere con cautela...sencondo me! :)

#28 Guest_*Otherside*_*

Guest_*Otherside*_*
  • Guests

Inviato 12 giugno 2007 - 19:16

Fascino. Bellezza. Odio. Amore. Mistero. Contenuto in quegli occhi impenetrabili, in quello sguardo intenso, in quella bellezza sempre intatta. Dorian. L'amore, l'innocenza. Dorian. La paura, la vanità. Dorian. L'egocentrismo, la tragedia. Dorian. Malleabile, testardo. Sei un ostentatore. 

Un romanzo sopraffine, scritto con cura e dedizione, da gustare di parola in parola. Che Wilde sia o meno uno scrittore di teatro, dimostra ottime qualità c'è da dire in questo racconto ricco di mistero... che convoglia il lettore quasi in una dimensione parallela.

Stupendo senza orma di dubbio. Tra i miei preferiti.

#29 rimbaud_oh_yeah

rimbaud_oh_yeah

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1465 Messaggi:

Inviato 16 aprile 2008 - 11:35

...
  • 0

#30 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11641 Messaggi:

Inviato 28 aprile 2008 - 14:57

L'ho finito due giorni fa. Non condivido di certo le teorie di Wilde, e il suo modo di vivere la vita..Ma questo libro mi è piaciuto moltissimo. Come dice Henry, è un piacere vedere il cambiamento di Dorian.

Volevo chiedervi due cose: quando Dorian ricatta il chimico, per convincerlo a sbarazzarsi di Basil, cosa avrebbe scritto sul foglietto? Poi non ho capito neanche la faccenda del mobile che aveva un cassettino segreto, dove trova la scatola con una "pasta verde".
  • 0

#31 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23263 Messaggi:

Inviato 20 giugno 2008 - 20:37

Di una finezza e arguzia disarmanti.
Per me, un capolavoro.
  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq