Vai al contenuto


* * - - - 16 Voti

Queen


  • Please log in to reply
2003 replies to this topic

#1861 The Silent Corner

The Silent Corner

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2382 Messaggi:

Inviato 30 ottobre 2018 - 12:58

Lo seguo da molto tempo e ce l'ho come amico su facebook. E' un musicista diplomato al conservatorio e suona magnificamente sia il pianoforte che la chitarra elettrica. Prova a dirgli  che i Queen sono mediocri e che sono un gruppo minore della storia del rock e ti smonta in tre secondi e ti fa vergognare di essere esistito.

 

Secondo me è proprio un genietto, non ho mai sentito una roba così convincente e con brani originali. Il secondo brano poi, con gli influssi indie, apre prospettive su come avrebbero forse suonato i Queen negli anni 2000, fagocitando e adattando il sound come loro solito. Se pubblica un album di pezzi originali lo compro. Altro che il juke-box degli ultimi, queste sono canzoni degne (incredibile come abbia pochissimo seguito su youtube o anche su Instagram, dove comunque i Queen furoreggiano...non si promuove abbastanza secondo me).

E beh, inutile che lo dica, ma con lui al posto di Adam Lambert a sorreggere le due vecchie pecore zoppe, chissà...


  • 0

#1862 A-Team

A-Team

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1144 Messaggi:

Inviato 30 ottobre 2018 - 13:33

 

Lo seguo da molto tempo e ce l'ho come amico su facebook. E' un musicista diplomato al conservatorio e suona magnificamente sia il pianoforte che la chitarra elettrica. Prova a dirgli  che i Queen sono mediocri e che sono un gruppo minore della storia del rock e ti smonta in tre secondi e ti fa vergognare di essere esistito.

 

 Altro che il juke-box degli ultimi, queste sono canzoni degne

 

 

Cosa ci tocca leggere :facepalm:. Invece di far scoprire il jukebox anche a Robert Plant e invitarlo a votare i 4 brani in  gara ci pugnali in questo modo dietro le spalle


  • 2

Il 2018 volge al termine, ma il jukebox c'è ancora.

 

photo-thumb-84.jpg?_r=1528130993
30 nov  
vuvu

solo se c'è A-Team

 

ma soprattutto grazie all' A-Team, che ha così tanto insistito per la mia partecipazione (con minacce nemmeno troppo velate).

 

faccio i complimenti al team che ha reso possibile tutto questo, è stato molto bello, grazie.

 

Per concludere, complimenti all'A-Team per la gestione del juke-box. Possa questo essere un arrivederci e non un addio. :( : :ciao:  :wub:

di solito alla sezione musica non partecipa quasi più nessuno (salvo jukebox e simili)

Tuttavia nella mia vita non ho mai smesso di masturbarmi pensando al jukebox e all'A-Team

 


#1863 The Silent Corner

The Silent Corner

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2382 Messaggi:

Inviato 30 ottobre 2018 - 17:32

In realtà ho fatto pubblicità al juke-box in questo thread: che se ne parli bene o male...ciò non toglie che il tizio faccia le scarpe al 90% della roba del juke.box, per come compone, suona, canta e arrangia.


  • 0

#1864 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16492 Messaggi:

Inviato 30 ottobre 2018 - 19:18

Corneruccio, andiamo insieme al cinema a vedere il film?
Pago io...
  • 0

#1865 The Silent Corner

The Silent Corner

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2382 Messaggi:

Inviato 30 ottobre 2018 - 19:34

No, mi distraggo, devo stare completamente solo quando guardo un film


  • 0

#1866 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16492 Messaggi:

Inviato 30 ottobre 2018 - 19:47

Non ti metto mica la mano sulla coscia!
  • 0

#1867 Robert Plant

Robert Plant

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1549 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2018 - 20:46

44963652_1990038214388933_61152762052948


  • 0

#1868 The Silent Corner

The Silent Corner

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2382 Messaggi:

Inviato 01 novembre 2018 - 01:12

Per Indiewire il film è imbarazzante

 

terrible and self-indulgent piece of revisionist history, where the legend is always prioritized over the truth, even when the truth was surely far more interesting.

 

 

https://www.indiewir...lek-1202014286/

 

Altri commenti

 

Visto alla premiere che hanno trasmesso nei cinema italiani. 
Bohemian Rhapsody non si capisce cosa sia, che film sia.
Come giustamente ha detto Brian May nell'intervista sul red carpet, questo non è un documentario, e infatti date, eventi, persino le canzoni vengono riportate in un ordine cronologico assolutamente diverso dalla realtà. Non è un biopic sui queen, lo è forse di più su Freddie Mercury, ma nemmeno troppo, poichè glissa, affronta ma non di petto, il tema della sessualità, del suo essere gay inserendolo in un contesto di "viziosità" di edonismo per poi arrivare chiudere il film quasi con una condanna del suo stile di vita. La solitudine è della rock star è trattata meglio, ma l'AIDS è appena accennato, più come una chiosa inevitabile, che come elemento drammatico. 
A rafforzare le mie impressioni ci sono le interpretazioni dei vari attori, se da un lato Rami Malek è davvero splendido nel ruolo di Freddie, anche se in alcuni momenti non riesce a coglierne il naturale carisma, forse perchè in quegli stessi momenti è troppo concentrato sul ripetere in modo "quasi perfetto" i minimi gesti (c'è un momento quando interpreta il video di Killer Queen in cui addirittura arriva a muovere il dito indice nello stesso modo) un'attenzione forse eccessivamente maniacale dei minimi gesti dall'altro Gli attori che invece interpretano May, Taylor e Deacon (gli altri membri della band) si fermano alla mera imitazione (per carità delle volte sono imitazioni strepitose, in particolar modo quelle di Joseph Mazzello che interpreta Deacon e Gwilym Lee che interpreta May sono imitazioni praticamente perfette, quasi indistinguibili dagli originali, ma si tratta pur sempre di imitazioni). 
Diversi i momenti comici alcuni funzionanti altri meno, uno di quelli non funzionanti riguarda Mike Myers che nel film interpreta il produttore della EMI Rey Foster e che autocita il suo film del 1992 "Fusi di testa". 
La sensazione è che in fin dei conti manchi una storia, un tema narrativo che tenga insieme le immagini, ma che la tenuta di tutto ciò che si vede sia lasciata alla sola potenza delle canzoni dei Queen, troppo leggero, a tratti troppo insipido, e sempre troppo superficiale.

 

 

 

 

è successo quello che aveva previsto Sacha Baron Cohen, insomma

 

 

 

Praticamente hanno "ripulito" la storia degli aspetti più "eccessivi". Te pareva.

 

https://www.badtaste...ul-film/339960/

 

 

Moviestruckers: 

 

la classica operazione commerciale che preferisce non rischiare per inseguire il confortante e tradizionale didascalismo della maggior parte dei racconti biografici. Un film che forse accontenterà il grande pubblico – quello senza troppe pretese, semplicemente incuriosito dall’arrivo al cinema di una grande storia senza tempo -, ma che quasi certamente farà storcere il naso non solo agli amanti del celeberrimo gruppo rock, ma anche a tutti coloro che speravano di non vedere il mito di Mercury soccombere alle logiche del biopic da manuale.

 

 

https://www.moviestr...ody-recensione/


  • 0

#1869 Tony Randine

Tony Randine

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 563 Messaggi:

Inviato 01 novembre 2018 - 08:32

Invece per chi cercasse un artista italiano molto simile vocalmente a Freddie Mercury e autore di composizioni originali...eccovi Angelo Palmacci. E' praticamente un one-man Queen: suona tutti gli strumenti e scrive brani originali
 

 

Inquietante. Spero sia seguito da qualche spdc della sua zona.
  • 0

#1870 Marillico

Marillico

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 434 Messaggi:
  • LocationTurin

Inviato 02 novembre 2018 - 00:35

Le prime recensioni paiono proclamare la scoperta dell'acqua calda. Era quasi scontato che fosse un prodotto per famiglie.
  • 1

#1871 The Silent Corner

The Silent Corner

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2382 Messaggi:

Inviato 03 novembre 2018 - 11:05

Ho visto il film: che dire, magari fosse stato come visto nei trailer, è anche peggio.

Canzoni buttate lì a casaccio, per la serie "passiamo direttamente dal 1975 al 1978 e poi torniamo indietro...e poi un bel salto direttamente al 1980" (però Roger Taylor resta identico a quello del 1975: forse l'attore non voleva tagliare i suoi lunghi capelli? Miseria, ti pagano). Imprecisioni mastodontiche (Mercury che si presenta a Taylor nel 1970 solo quando Tim Staffell lascia gli Smile, quando invece già nel 1969 si conoscevano bene; Mercury che fuma a metà anni '70 - all'epoca non fumava -  Paul Prenter che arriva anni prima del previsto...che minestrone raffazzonato), l'attore che fa Brian May che ha sempre quell'espressione in stile Stan Laurel arrabbiato. O l'effetto comico del vocione scuro di Malek che magicamente quando canta diventa la voce femminea del Mercury anni '70, che sia con il lip-sync sul vero Mercury o con l'aiuto del cantante Marc Martel (dei Queen Extravaganza).
John Deacon risulta irritante, con la sua faccia di plastica (evidente tentativo di imitare il volto del vero John con poche espressioni facciali pre-imparate).
La maggioranza delle cose viste le abbiamo in originale (l'esibizione al Live Aid, rifatta con delle riprese irritanti tale che sembra di vedere i calciatori di Fifa Soccer travestiti da Queen, per come è evidente la manipolazione digitale, per assestare il lip-sync). Il tutto è di un patinato rivoltante.
 
 
Si salva effettivamente Rami Malek (non per l'aspetto ma per l'impegno che ci mette, peccato che il film sia indecente), ma da solo non può cavare sangue dalle rape. Manca una storia forte, quale poteva essere appunto il post-1985 e le tante cose omesse, rimpiazzate da scene inutili o pupazzate dove gli attori mimano le canzoni.
Non si va mai al sodo, e sembra di fare zapping a casaccio avanti e indietro sulla storia dei Queen, ma guardacaso il canale non trasmette mai nulla di interessante.
 
 
Un film che è il vuoto ripieno del niente, con qualche sprazzo interessante nella seconda parte e tanta rumenta. Una specie di mix tra un musicarello rock e Tale e quale show.
Mi dispiace sinceramente per Rami Malek, che nonostante la scarsa somiglianza e l'aspetto nanesco riesce a dimostrarsi un ottimo attore, l'unico a reggere il moccolo: ma quando tutto il resto "non c'è", serve a poco.
 
Altre recensioni appena uscite
 
Vox.com
 
Bohemian Rhapsody is just a limp mess. 
is faintly insulting to its subject, who was much more interesting than the movie

There’s a strange sterility to the whole enterprise that, even to casual observers, seems totally out of sync with the character at the film’s center. Bohemian Rhapsody was made with the cooperation of Queen’s surviving members, but they reportedly were only willing to sign on if it wouldn’t be R-rated, and thus it’s scrubbed clean of much of the content that might round out a film more committed to accuracy regarding the lifestyle of its characters.

The result is that we’re always seeing the aftermath of certain events, never the events themselves. There’s no sex in this movie, and nothing that could really be considered “partying.” We see some aftereffects — postcoital conversations, rooms littered with bottles and refuse — and fill in the blanks because we’ve seen rock movies before. We know what happened here.

But that’s not only true of Bohemian Rhapsody’s racy content; everything in this movie feels like a quick sketch of what really happened, a sprint through perfunctory conversations and plot points that will connect the dots between moments in Mercury’s life and the band’s career to get him to Live Aid. Nothing is surprising, except how little is surprising.

 

 

 
Cineblog.it
 

 

 Sembra l'incipit di una barzelletta ma è da queste premesse che Bohemian Rhapsody prende vita, romanzando e edulcorando fino all'eccesso la cavalcata dei Queen verso la gloria eterna. Tralasciando i tanti, troppi errori storici cronologicamente dettati dall'esigenza di comprimere l'intero film 'entro' l'estate del 1985, ciò che stona nell'opera di Singer è l'illogica scelta di tramutare la vita di Mercury, più 'puttana' che 'santo', in un'esistenza da educanda.

Impossibile tralasciare la parentesi 'sessuale' di Freddie, perché il Malek di Bohemian Rhapsody si concentra quasi esclusivamente sullo storico rapporto d'amore prima e d'amicizia poi con Mary Austin. L'omosessualità del cantante viene praticamente dipinta come una 'casuale parentesi', un'esperienza passeggera, fugace, che vede Mercury sperimentare dopo l'apparizione di un camionista in un autogrill. Falso, storicamente parlando. Solo nel finale, con inconcepibile ritardo, il film si ricorda di Jim Hutton, ultimo storico fidanzato di Freddie, rimasto al suo fianco fino alla sua morte. Non a caso nel Regno Unito è subito montata la polemica 'straight-wash', perché Bohemian Rhapsody ci racconta un Freddie clamorosamente trattenuto, frenato, quasi 'disneyzzato' rispetto a quello che hanno raccontato i tabloid dell'epoca a cadenza praticamente settimanale, tra festini a base di sesso, alcool e cocaina.

Singer presta attenzione soprattutto ad alcune celebri esibizioni live dei Queen, perfettamente ricreate (perfetta e coinvolgente quella del Live Aid), ma tolto l'effetto Tale e Quale Show ciò che resta è un biopic fasullo, perché fastidiosamente smussato e romanzato, che quasi certamente non sarebbe piaciuto in primis al diretto interessato. Patinato e ovviamente trainato dalle iconiche canzoni dei Queen, il film guarda ad Hollywood ma dalla sua parte sbagliata, provando a piacere a tutti ma finendo, inevitabilmente, per non accontentare realmente nessuno. L'ordinario, purtroppo, straccia lo straordinario, che avrebbe dovuto abbracciare un uomo come Mercury, privatamente complesso e pubblicamente strabordante.

 

http://www.cineblog....recensione-film


  • 0

#1872 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16492 Messaggi:

Inviato 21 novembre 2018 - 17:29

Curioso questo ritorno dei Queen che segnalo pure io. Solo nell'ultima settimana ho sentito canticchiare tipo in 5-6 posti diversi diversi hit della band di Mercury. :cool2:


Ci facevo gradualmente caso su Spotify in questi giorni: fino a qualche settimana fa i Queen erano, mi pare, al 75-76esimo posto su Spotify tra gli artisti più ascoltati.
Settimana scorsa erano saliti al numero 70.
Adesso sono al 67.
Prevedo un ulteriore salita nel periodo intorno all'uscita ufficiale del film, fino a Natale compreso.
Per poi ritornare alla normalità.

Ora sono 24esimi asd
  • 0

#1873 Marillico

Marillico

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 434 Messaggi:
  • LocationTurin

Inviato 21 novembre 2018 - 17:39

Aspetta che arrivi michael buble.
  • 0

#1874 Michelino in pompa magna

Michelino in pompa magna

    l'uomo che sussurava ai citofoni

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 655 Messaggi:
  • LocationTristan da Cunha

Inviato 30 novembre 2018 - 14:47

Film visto ieri, che dire, bellissimo.
Mi ha davvero sorpreso in positivo.
Vabbe, soundtrack eccezionale, ma questo già si sapeva.

L'attore che fa Freddie non somiglia però per il resto si è calato nella parte in maniera impeccabile.

Bello anche il finale.

In sala gente dai 13 ai 70 anni, assurdo, mai vista una cosa del genere.

Consigliatissimo! !!
  • 0
Qualcosa più di un freddo vuoto

#1875 The Silent Corner

The Silent Corner

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2382 Messaggi:

Inviato 30 novembre 2018 - 15:44

Un finale falso purtroppo...come molte cose del film. Dovevano narrare un pezzo di Storia e invece han trasformato tutto in pupazzi di fantasia dove puoi cambiare di tutto e di più. Ma oggi non ho neanche le forze per polemizzare, ho appena comprato i tagliolini e devo ancora pranzare: al diavolo May, Taylor e la loro macchina da soldi.

 

asd


  • 0

#1876 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16492 Messaggi:

Inviato 30 novembre 2018 - 16:21

 

 

Quindi sei andato a vederlo, nonostante fossi fieramente contrario?
Dai, recensisci.


  • 0

#1877 The Silent Corner

The Silent Corner

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2382 Messaggi:

Inviato 30 novembre 2018 - 17:17

Già fatto poco sopra: http://forum.ondaroc...ueen/?p=2427933


  • 0

#1878 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16492 Messaggi:

Inviato 03 dicembre 2018 - 09:06

Visto anch'io nel weekend.

Allora, tendenzialmente NON mi è piaciuto, ma per motivi completamente diversi rispetto a quelli di Silent: lui come problemi cita soprattutto le discrepanze con la realtà, le differenze estetiche dei protagonisti e gli errori storici.

A me di queste cose invece non frega nulla perché si tratta pur sempre di un film, quindi trovo siano lecite sia licenze narrative che fatti un po' romanzati. Ci sta: per la verità storica ci sono già fior di documentari.

 

Quel che NON è piaciuto a me sono sostanzialmente due cose, collegate fra loro:

1)la troppa linearità: il film comincia che i membri non si conoscono, ma dopo cinque minuti sono già una band, e dopo dieci minuti sono già in classifica. Mah, poco verosimile: ogni band ha fatto gavetta e ha avuto intoppi da superare agli inizi. Invece qui fila sempre tutto liscio.

2)la velocità del racconto: 15 anni raccontati in due ore. Questo fa sì che in una scena litigano e nella scena dopo fanno pace, in una scena lui è etero e in quella dopo è gay, ecc..ecc..insomma troppi salti, troppi tagli che non mostrano l'evoluzione dei rapporti e fanno perdere il filo soprattutto a chi non conosce la band.

 

A queste due cose negative principali, vanno aggiunti altri episodi quantomeno rivedibili. Due in particolare:

1)la scena in cui Freddie rivela agli altri la sua malattia: "ragazzi, l'ho presa, ho l'AIDS", tristezza generale per dieci secondi e poi sempre lui "ma guardiamo avanti, non facciamoci fermare da questa cosa" e tutti di nuovo a ridere e scherzare come non fosse successo niente. :facepalm:

2)forse è passato sotto traccia ai più, ma fondamentalmente hanno fatto passare Freddie come un untore asd
Dopo aver scoperto di avere l'AIDS, cosa fa? Torna a cercare Jim Hutton per mettersi insieme a lui. Come a dire "no, cazzo, ora che sono malato e solo avrò bisogno di qualcuno al mio fianco".
Ora, al di là del fatto che nella realtà non sia andata così, il problema primario è che l'hanno fatto passare per un cazzo di untore :facepalm:

 

Menzione speciale (sempre negativa) al doppiaggio: scandaloso e penoso a dir poco. Un sacco di frasi forzate e voci da ragazzini, mentre in realtà i Queen nella storia narrata hanno avuto dai 25 ai 40 anni circa (con il fulcro intorno ai 33-34 anni).

 

E ora le cose positive:

1)l'interpretazione di Rami Malek.

2)l'utilizzo di "Super Freak" di Rick James nella scena della festa a casa Freddie.


  • 4

#1879 The Silent Corner

The Silent Corner

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2382 Messaggi:

Inviato 03 dicembre 2018 - 18:20

Quindi il doppiaggio italiano fa pena? Io ho giudicato in lingua originale e già non mi piaceva.

La roba dell'AIDS non è affatto andata così infatti, lui appena ebbe la diagnosi cambiò completamente stile di vita. Ma per fare la porcheria cinematografica di fargli scoprire l'AIDS nel 1985 (falso storico) si son ritrovati a comprimere l'incontro con Hutton subito dopo la scoperta dell'AIDS, mentre invece lui aveva vissuto oltre due anni con Hutton senza sapere di avere l'AIDS (scoperto nel 1987).

Tra l'altro non appena lo seppe, avvisò tutta la sua "corte" (servitù e affini) dicendo loro "se mi vedete sanguinare, statemi lontano un miglio".


  • 0

#1880 The Silent Corner

The Silent Corner

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2382 Messaggi:

Inviato 03 dicembre 2018 - 18:49

s-l1600.jpg

 

 

s-l1600.jpg

 

391525176746.jpg


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq