Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Gomorra


  • Please log in to reply
220 replies to this topic

#1 darc said

darc said

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 414 Messaggi:

Inviato 17 maggio 2008 - 10:12

Da quello che ormai è un fenomeno mediatico, tra libri film ospitate tv e spettacoli teatrali non si capisce più la distinzione tra la denuncia sociale e lo scrittore-star, è uscito un film, con la regia di Matteo Garrone.

Beh, se le parole stampate su carta denunciano a tutto il mondo la violenza, l'intelligenza e la perfidia del "sistema", le stesse storie, messe in video, hanno un impatto devastante. "Gomorra" è un film fatto benissimo, autentico, vero nei dettagli (la musica neomelodica, le acconciature di capelli, i vestiti, le smart e le mini cooper) e spietato nella storia.
Se poi mentre lo stai guardando ci rifletti e pensi che che "Gomorra" non è un film, ovvero una narrazione artificiosa, ma la cruda verità, resti un po' così.  Anche a me che, come tutti i campani, conosco benissimo da prima che il libro uscisse, e trovo normali, nella loro perversa mentalità, le guerre faida intra-quartiere, due ragazzini che per sconfiggere la noia fanno una rapina, le campagne ripiene di tossicità etc. Se la frase più ripetuta dai napoletani che hanno letto il libro è stata "sì ma molte cose le sapevo già", beh io non credo che una trasposizione cinematografica della REALTA', non del libro, sarebbe potuta venir meglio. Questo film fotografa la situazione oggi. Non è un libro, non è ieri, non è analisi sociologica sulle cause, sulla storia della camorra etc. E' semplicemente come stanno oggi le cose. Più vero di un documentario di un giornalista venuto da Milano che si fa il giretto di Scampia, più duro di una qualsiasi intervista ad un pm.

E monta rabbia in corpo, sempre più.
Assolutamente straordinario.
Ma soprattutto, vero.




edit: chiedo scusa, non avevo visto che ne stavate parlando in un topic che si chiama "Cannes 2007"....cancellate pure se volete
  • 0

#2 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 17 maggio 2008 - 11:35

edit: chiedo scusa, non avevo visto che ne stavate parlando in un topic che si chiama "Cannes 2007"....cancellate pure se volete


direi che questo grande film meritava un thread apposito in cui discuterne
  • 0

#3 Kulma

Kulma

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 621 Messaggi:

Inviato 17 maggio 2008 - 12:37

mi è piaciuto moltissimo
è tutto oggi che ci ripenso
cattivo, duro, con zero retorica

andatelo a vedere
era da tanto che non vedevo un film così bello
altro che "Non è un paese per vecchi"...

spero venga premiato a Cannes
  • 0

#4 Guest_Oyuki_*

Guest_Oyuki_*
  • Guests

Inviato 17 maggio 2008 - 13:29

edit: chiedo scusa, non avevo visto che ne stavate parlando in un topic che si chiama "Cannes 2007"....cancellate pure se volete


Invece hai fatto proprio bene ad aprire un thread a parte.  :)

#5 eph

eph

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 214 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 17 maggio 2008 - 21:31

Siccome prevedo fioccheranno commenti ultrapositivi (meritatissimi), anziché farne uno anch'io, do un'avvertenza utile a chi, come me, potrebbe essere tentato di snobbare il film.

Perché credo di non essere il solo a storcere il naso davanti a commenti (letti qua e là in forum e recensioni) tipo "Da proiettare nelle scuole", "Devono vederlo tutti" "Un affresco veritiero" "Fa ancora più impressione se si pensa che è vero" ecc. ecc.

A me, cui (lo ammetto) poco importa della camorra e poco importa se il film racconta cose vere, o inventate, o metà e metà, sembra limitante ridurlo a semplice denuncia sociale.

Quindi: il film è un grandissimo film, per le storie, per le facce, per gli attori, per i dialoghi, per la cura dei particolari, per il ritmo, per la confezione. E' una bomba, aldilà di quello che racconta e aldilà della verità o meno di ciò che racconta. Asciutto, freddo, spietato, senza retorica, senza manicheismi, lontano anni luce da fiction e cinema sull'argomento.
Grandissimo Matteo Garrone.
  • 0

#6 nicholas_angel

nicholas_angel

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1621 Messaggi:

Inviato 18 maggio 2008 - 14:26

Quoto. Al di là del valore 'educativo', documentaristico, ecc, Garrone sa come sfruttare al meglio il linguaggio cinematografico. La costruzione delle storie non è certo originalissima, anzi, devo dire che talvolta mi ha ricordato un po' Amores Perros, ma con un gusto tutto italiano (e meno 'tarantinite', o come diavolo si puo' chiamare). Scene indimenticabili: il bambino nella macchina dello spacciatore con il 'tunz-tunz' sparato a mille dalle casse o i due 'smidollati' che si  divertono a imitare il loro mito, Tony Montana. Finale incredibile: si rimane con l'amaro in bocca vedendo gente che non ha alcun rispetto per la vita umana e tratta corpi come merce, come nel bellissimo inizio dell'omonimo libro con cadaveri lasciati cadere a terra, con il cranio che si spappola, nel porto di Napoli.
Tutto in dialetto coi sottotitoli, musiche 'simil Gigi d'Alessio' più kitsch che non si puo'-a parte il pezzo finale bellissimo dei Massive Attack- e attori dai volti indimenticabili, presi dalle strade come si faceva una volta: Neo-neo realismo? Risultato: una immersione totale in un mondo da cui si vorrebbe stare lontani. Ma ciò non è possibile.
Alla fine in sala hanno applaudito. Ecco, io questa cosa non capisco: applaudire a chi? Ad ogni modo il pubblico apprezza e direi che per il primo week-end Gomorra sarà tra i primi 5 in classifica, magari con 600-800 mila euro. Un ottimo risultato per un film italiano di qualità.

  • 0
Immagine inserita

#7 pasquale

pasquale

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2523 Messaggi:

Inviato 18 maggio 2008 - 16:54

Dieci mille volte più bello del libro. Da campano, vi dico, qui non è tutto così, ma per quanto riguarda la vita criminale, è come la vedete nel film. Questo è il film più vero mai fatto sull'argomento. Punto.
Peccato che non siate corregionali. Non è solo una questione di varie sfumature diverse negli accenti che voi naturalmente non potrete cogliere, ma parlo proprio di differenze antropologiche e di atteggiamenti fra i vari luoghi del film. La nonna di Mondragone (che parla napoletano e non mondragonese, unico vero errore del film) che col fazzoletto in testa zappa l'orto lamentandosi del fatto che il figlio lo lasci in disordine, cazzo è realtà. I ragazzi che girano con le macchine con la musica zum-zum, dicono "bella" alle ragazzine e che poi decidono di agire istintivamente senza prendere ordini solo per far punti, è realtà, è Scampia. I ragazzi che sfottono il casalese per la barba e per l'accento sono reali, il capozona casalese che è il più feroce di tutti ma anche il più razionale, che gioca a poker e che parla con la sigaretta in bocca convincendo tutti quelli che ha attorno, cazzo, ogni singola parola, ogni singolo sguardo con gli occhi, gli intercalare che usa, il capo inclinato, il lieve movimento che fa fare alla sigaretta, pure quello è reale, ve lo posso giurare, è tutto vero cazzo. Fantastico.

EDIT: Dal topic su Cannes

ecco, forse la cosa che non mi ha convinto di gomorra è proprio questo profumo di improvvisazione che dà alle scene un che di raffazzonato...forse ci faccio caso perchè sono "madrelingua", ma spesso le sequenze dialogate vengono tirate troppo per le lunghe e gli attori non sanno bene cosa dire.


Anche io sono "madrelingua" e quello che per te è un difetto per me invece è stato un grande pregio. Ma tu credi che nella realtà sia come il Padrino, dove se hai qualcosa da dire la dici subito? Semmai è il contrario, è nella realtà che si cerca di copiare il padrino, a volte riuscendoci, a volte no.
  • 0
Concerto di Bruce Springsteen a Roma, Ippodromo Capannelle - 11.07.2013, in audio e video, il link alla playlist apposita è questo

http://www.youtube.c...feature=mh_lolz

#8 gigiriva

gigiriva

    ï͂͑̉͆ͧͮͩ̓ͧ̒͒̉̎̂̊͆͑͐̊̓̊̅ͭ͗̐̄̏̾̄͊

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17549 Messaggi:

Inviato 18 maggio 2008 - 17:35

Peccato che non siate corregionali.


Già, che sfiga  asd
  • 1

#9 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 18 maggio 2008 - 18:21

Peccato che non siate corregionali.


Già, che sfiga  asd


non capisci un cazzo, tu e le tue femminucce di plastica >:(










asd
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#10 crocus behemoth

crocus behemoth

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 555 Messaggi:

Inviato 18 maggio 2008 - 21:34

il film è un grandissimo film, per le storie, per le facce, per gli attori, per i dialoghi, per la cura dei particolari, per il ritmo, per la confezione. E' una bomba, aldilà di quello che racconta e aldilà della verità o meno di ciò che racconta. Asciutto, freddo, spietato, senza retorica, senza manicheismi, lontano anni luce da fiction e cinema sull'argomento.
Grandissimo Matteo Garrone.


Quoto anche le virgole!
Per me Matteo Garrone è il miglior regista italiano.Lo seguo fin dal suo primo film Terra di Mezzo (recuperatelo assolutamente se potete) che avevo visto nell'ambito di una bellissima rassegna al Nuovo Sacher di Nanni Moretti...
Probabilmente questo è il suo capolavoro.

La costruzione delle storie non è certo originalissima, anzi, devo dire che talvolta mi ha ricordato un po' Amores Perros,


Invece a me,proprio per la costruzione delle storie, ha ricordato molto America Oggi di Altman...
  • 0
Le merendine di quand'ero bambino non torneranno più! I pomeriggi di Maggio!

#11 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 18 maggio 2008 - 21:42



Invece a me,proprio per la costruzione delle storie, ha ricordato molto America Oggi di Altman...


a me "Syriana"....pensate un po....
  • 0

#12 verdoux

verdoux

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2784 Messaggi:

Inviato 19 maggio 2008 - 08:13

Un libro scritto divinamente, che però più che un racconto o un??inchiesta giornalistica è la testimonianza di un embedded; un libro difficile da tradurre in film, perché non c??è una storia lineare da raccontare, ci sono tanti segmenti tematici, atmosfere e riflessioni esistenziali, denunce; si poteva optare per il film inchiesta ed avrei preferito o per il film corale a tessera di mosaico; Garrone ha scelto questa seconda possibilità, ma Garrone non è Altman, gli sono riuscite le tessere, ma non il mosaico.
Cosa manca? Elementi fondamentali direi; manca la camorra innanzitutto, di cui vediamo solo la manovalanza, ma non il suo spirito malato e rassegnato che le fa costruire e la fa vivere male in architetture e quartieri degradati, in discariche a cielo aperto; manca la filosofia di morte, quella del tanto presto non saremo più qui, quindi godiamoci il massimo, chi se ne frega del dopo, coltiviamo l??effimero; la filosofia del potere, unico ideale per il quale vale la pena di vivere e quasi sicuramente di morire; la filosofia dell??indifferenza e cinismo ambientale, tanto si ammazzano tra di loro.
Manca la società corrotta ai margini, vicini e lontani; parlo del nord leghista che usa il sud come discarica; parlo di Berlusconi che terrà laggiù primo consiglio dei ministri, non so se come risolutore dei problemi o se come parte di essi; parlo della attività produttive italiane, a loro volta discariche della camorra; tanta edilizia inutile, gettate di cemento dove le case a schiera non servono, buona per il riciclaggio del denaro sporco; tanti magliari a basso costo e bassa qualità (ah Rosi!); l??impoverimento e l??imbarbarimento cui viene costretta la società italiana per essere costretta a competere nei mercati a bassa tecnologia e per non essere messa in condizione di produrre un televisore o un rasoio elettrico.
Manca la contrapposizione con la società civile, il rapporto dialettico con i buoni, che pure sono il 90 e passa % della popolazione; si perchè c??è pure stato un sindaco comunista a Casale del Principe, c??è pure stato un parroco ammazzato, ci sono pure forze dell??ordine che mettono in galera e magistrati che condannano; saranno pure questi un prodotto della società, non sono dei marziani; ma di tutto questo nel film non c??è traccia.
Direi che c??è troppa allegria in questo film, manca l??infelicità.
Il film rimane inchiodato al genere, un gangster movie che non va oltre certi orizzonti limitati, rimane circoscritto e non si eleva a mafia movie e non va in profondità. Mi sembra sia un film buono, con qualche bella idea, alcune scene efficaci, ma non parliamo di capolavoro.

  • 0

#13 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21403 Messaggi:

Inviato 19 maggio 2008 - 08:48




Invece a me,proprio per la costruzione delle storie, ha ricordato molto America Oggi di Altman...


a me "Syriana"....pensate un po....


vegeta ma sei pazzo? ma che paragoni fai? mischi la merda col caviale!
  • 0

#14 Lois

Lois

    - Dancing Queen -

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4064 Messaggi:
  • LocationSalento!

Inviato 19 maggio 2008 - 08:49

Vabbè, io non sono d'accordo.
A me non è piaciuto. Per niente.
Ero troppo prevenuta, forse non era la serata adatta per andarlo a vedere.
Il fatto che sia stato il più applaudito a Cannes non ne fa automaticamente un capolavoro, tanto per cominciare. E già questo, per me, è motivo di scetticismo.
Come film... non è un film, è un documentario tal quale. Francamente durato anche troppo, per i miei gusti.
Non c'è un plot, molti eventi appaiono slegati, il che pone di fronte ad una visione confusa e disordinata.

  • 0

ॐ मणि पद्मे हूँ

... perchè il voler bene non si compra, non si vende, non si impone con il coltello alla gola, nè si può evitare: il voler bene succede
(J. Amado - "Teresa Batista stanca di guerra")


 

... "Guys, I know Kung Fu" ...


#15 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 19 maggio 2008 - 09:10





Invece a me,proprio per la costruzione delle storie, ha ricordato molto America Oggi di Altman...


a me "Syriana"....pensate un po....


vegeta ma sei pazzo? ma che paragoni fai? mischi la merda col caviale!


a parte che, secondo me, "Syriana" è un signor film, la struttura "corale", caotica, disordinata del film di Gaghan ha molto in comune con "Gomorra". Certo, gli obiettivi erano diversi, ma io mi riferisco all'impianto narrativo, che non è facile, e potrebbe scontentare il "grande pubblico"
  • 0

#16 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12000 Messaggi:

Inviato 19 maggio 2008 - 09:11

Tagliamo la testa al toro: Garrone ha detto che mentre lo stava preparando gli è venuto in mente "America Oggi", ovvero uno dei capolavori di Altman.
Io voglio rivederlo prima di scriverci su.
Ad ogni modo: un film che cresce attimo dopo attimo.
Un film che si mangia tutti i gangster movie americani degli ultimi anni. Non c'entra nulla, ma andava detto. Che film  O_O
  • 0

#17 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 19 maggio 2008 - 09:12


Un film che si mangia tutti i gangster movie americani degli ultimi anni.


mah, secondo me questo paragone (che ho sentito spesso) con il "gangster movie" americano è abbastanza fuori luogo, anche perchè "Gomorra" ha ben poco da spartire con film come "Quei Bravi Ragazzi", "Il Padrino", "American Gangster" ecc...
  • 0

#18 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21403 Messaggi:

Inviato 19 maggio 2008 - 09:35

Sì il paragone con i gangster movie non mi pare molto azzeccato...ma mica per altro, proprio per una questione di diverso stile, diverso linguaggio, diverso ritmo...penso che Garrone sia il più regista che abbiamo proprio per la sua capacità di prendere a piene mani il meglio del cinema americano e riplasmarlo à la campana...così ha già fatto con il noir, con il dramma e ora con il gangster movie..

E poi il gangster movie a Hollywood è abbastanza in ribasso, di alta qualità negli ultimi anni ne ricordo pochi..
  • 0

#19 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12000 Messaggi:

Inviato 19 maggio 2008 - 09:39



Un film che si mangia tutti i gangster movie americani degli ultimi anni.


mah, secondo me questo paragone (che ho sentito spesso) con il "gangster movie" americano è abbastanza fuori luogo, anche perchè "Gomorra" ha ben poco da spartire con film come "Quei Bravi Ragazzi", "Il Padrino", "American Gangster" ecc...


Infatti ho scritto anche che non c'entra nulla. Qualcuno aveva azzardato il pragone e sono stato al gioco.
  • 0

#20 Disposable Hero

Disposable Hero

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3768 Messaggi:

Inviato 19 maggio 2008 - 09:49

Il film l'ho trovato stupendo, perfetto proprio nel narrare piccole storie di camorra quotidiana. Molte di quelle cose che per verdoux non sono presenti, in realtà ci sono od in maniera marginale (la questione dei rifiuti provenienti dal Nord) oppure sono evidentissime (la situazione di degrado in cui vivono i capi).
Fra tutti i film che ho visto citare, sembra strano che nessuno abbia fatto un collegamento con City of God, quello sì molto più simile anche nella scelta degli interpreti. Il degrado e lo squallore basta farli vedere, non c'è bisogno di raccontarli. Basta guardare l'abbigliamento trasandato dei capi per intuire che questa malavita è molto più simile a quella delle favelas che al Padrino. E non è un film sulla città di Napoli; non è un film in cui puoi far vedere la parte bella della città e la "società civile". Sei a Scampìa e lì non c'è molto da andare per il sottile, la camorra è ovunque, la respiri fin dall'infanzia. Puoi diventare un criminale o restare una persona onesta, ma sempre vivrai in un contesto di camorra. Io non so tu di dove sia Verdoux, ma in certe zone di Napoli la camorra la percepisci ovunque, tutto sembra lontano anni luce dallo Stato.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq