Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Fiscopoli del Liechtenstein e la rivincita di taxman Visco


  • Please log in to reply
18 replies to this topic

#1 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 29 febbraio 2008 - 08:06

è di questi giorni la notizia del "ritrovamento" di circa 150 conti segreti, intestati a italiani eccellenti, depositati nel paradiso fiscale europeo.
di per sè la notizia non sarebbe di quelle eclatanti (da quanto tempo si sanno certe cose?) se non fosse che, primo, tra gli "eccellenti" evasori vi sono alcuni politici e, secondo, che a gestire la famigerata black list è il pluricrocifisso Visco, che oggi se la ride sotto i baffi (fatti crescere per l'abbisogna).
dei succitati politici, per il momento, il solo "filosofo" Buttiglione ha gettato la maschera, affermando che sono pochi spiccioli frutto di alcune "consulenze" per l'università del Liechtenstein.

Vincenzo Visco, che ha in cassaforte la black list con i 150 nomi eccellenti con patrimoni occultati nelle banche del Principato, registra il terremoto con un misto di soddisfazione, ma anche di preoccupazione: "Questa vicenda è la conferma che noi, in questi due anni di governo, abbiamo cominciato a fare la cosa giusta. La lotta all'evasione ha dato e sta dando i suoi frutti. Ora la novità clamorosa è che si sta muovendo l'Europa. L'inchiesta avviata dalla Germania segna una svolta politico-culturale: un Paese serio queste battaglie le fa, con tutto il peso del suo sistema politico e del suo apparato istituzionale. Anche noi avevamo cominciato. Ma ora, se con le elezioni cambia il quadro politico, che fine farà questo nostro impegno per la legalità fiscale?".
...
E mai come stavolta il palazzo delle Finanze sembra trasformato, non solo simbolicamente ma anche fisicamente, in una trincea. I centralini sono in tilt. E il telefono dello stesso Visco squilla in continuazione. Chiamate bipartisan, che ruotano tutte intorno a una sola domanda: in quella lista ci sono politici? Il viceministro risponde con cautela. Sa di manovrare una bomba innescata, che può trasformare la campagna elettorale in una crociata esattoriale.
...
"Stiamo verificando se questi contribuenti hanno dichiarato i loro conti a Vaduz, e in questo caso non c'è nulla da addebitargli, oppure se non li hanno dichiarati, e in questo caso scatta invece l'ipotesi di reato e l'accertamento fiscale automatico. Stiamo incrociando i dati su queste posizioni estere con le dichiarazioni fiscali effettuate in Italia. Insomma, stiamo facendo tutte le verifiche necessarie su questi elenchi, che oltre tutto potrebbero essere anche parziali e incompleti. Finito questo lavoro, manderemo i fascicoli sugli eventuali illeciti alle procure, e a quel punto i nomi saranno di pubblico dominio".
...
Senza voler vestire i soliti panni del Torquemada delle tasse, Visco considera questi primi esperimenti di collaborazione fiscale transnazionale come la positiva conferma del lavoro avviato in Italia in questi due anni. "Checché ne dicano i critici, abbiamo recuperato 20 miliardi di evasione fiscale. E le ultime operazioni, come l'inchiesta su un'importante società di consulenza di Milano che proprio in queste ore ha portato a 30 arresti con accuse che vanno dalla frode fiscale all'associazione a delinquere, dimostrano che la "macchina" funziona e dà risultati". Ma dimostrano anche che il lavoro da fare, per combattere l'evasione, è ancora tanto. Ed è proprio su quest'ultimo aspetto che il sorriso di Visco si incrina, e il suo sigaro smette di sbuffare: "Ho solo un rammarico: che ne sarà di tutto questo lavoro che abbiamo impostato, nei prossimi mesi?". Se vincerà il centrodestra, la risposta è già scritta. Ma se vincesse il centrosinistra, secondo il viceministro, la risposta non è ancora chiara".

e pensare che quest'uomo ha spontaneamente deciso di non ricandidarsi...

ps: QUA l'articolo completo di Giannini su La Repubblica
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#2 sheikyerbouti

sheikyerbouti

    anti-intellettuale, coerente, obiettivo, ironico, arguto, spacca

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15807 Messaggi:
  • Locationmilano

Inviato 29 febbraio 2008 - 08:56

è di questi giorni la notizia del "ritrovamento" di circa 150 conti segreti, intestati a italiani eccellenti, depositati nel paradiso fiscale europeo.
di per sè la notizia non sarebbe di quelle eclatanti (da quanto tempo si sanno certe cose?) se non fosse che, primo, tra gli "eccellenti" evasori vi sono alcuni politici e, secondo, che a gestire la famigerata black list è il pluricrocifisso Visco, che oggi se la ride sotto i baffi (fatti crescere per l'abbisogna).
dei succitati politici, per il momento, il solo "filosofo" Buttiglione ha gettato la maschera, affermando che sono pochi spiccioli frutto di alcune "consulenze" per l'università del Liechtenstein.

Vincenzo Visco, che ha in cassaforte la black list con i 150 nomi eccellenti con patrimoni occultati nelle banche del Principato, registra il terremoto con un misto di soddisfazione, ma anche di preoccupazione: "Questa vicenda è la conferma che noi, in questi due anni di governo, abbiamo cominciato a fare la cosa giusta. La lotta all'evasione ha dato e sta dando i suoi frutti. Ora la novità clamorosa è che si sta muovendo l'Europa. L'inchiesta avviata dalla Germania segna una svolta politico-culturale: un Paese serio queste battaglie le fa, con tutto il peso del suo sistema politico e del suo apparato istituzionale. Anche noi avevamo cominciato. Ma ora, se con le elezioni cambia il quadro politico, che fine farà questo nostro impegno per la legalità fiscale?".
...
E mai come stavolta il palazzo delle Finanze sembra trasformato, non solo simbolicamente ma anche fisicamente, in una trincea. I centralini sono in tilt. E il telefono dello stesso Visco squilla in continuazione. Chiamate bipartisan, che ruotano tutte intorno a una sola domanda: in quella lista ci sono politici? Il viceministro risponde con cautela. Sa di manovrare una bomba innescata, che può trasformare la campagna elettorale in una crociata esattoriale.
...
"Stiamo verificando se questi contribuenti hanno dichiarato i loro conti a Vaduz, e in questo caso non c'è nulla da addebitargli, oppure se non li hanno dichiarati, e in questo caso scatta invece l'ipotesi di reato e l'accertamento fiscale automatico. Stiamo incrociando i dati su queste posizioni estere con le dichiarazioni fiscali effettuate in Italia. Insomma, stiamo facendo tutte le verifiche necessarie su questi elenchi, che oltre tutto potrebbero essere anche parziali e incompleti. Finito questo lavoro, manderemo i fascicoli sugli eventuali illeciti alle procure, e a quel punto i nomi saranno di pubblico dominio".
...
Senza voler vestire i soliti panni del Torquemada delle tasse, Visco considera questi primi esperimenti di collaborazione fiscale transnazionale come la positiva conferma del lavoro avviato in Italia in questi due anni. "Checché ne dicano i critici, abbiamo recuperato 20 miliardi di evasione fiscale. E le ultime operazioni, come l'inchiesta su un'importante società di consulenza di Milano che proprio in queste ore ha portato a 30 arresti con accuse che vanno dalla frode fiscale all'associazione a delinquere, dimostrano che la "macchina" funziona e dà risultati". Ma dimostrano anche che il lavoro da fare, per combattere l'evasione, è ancora tanto. Ed è proprio su quest'ultimo aspetto che il sorriso di Visco si incrina, e il suo sigaro smette di sbuffare: "Ho solo un rammarico: che ne sarà di tutto questo lavoro che abbiamo impostato, nei prossimi mesi?". Se vincerà il centrodestra, la risposta è già scritta. Ma se vincesse il centrosinistra, secondo il viceministro, la risposta non è ancora chiara".

e pensare che quest'uomo ha spontaneamente deciso di non ricandidarsi...

ps: QUA l'articolo completo di Giannini su La Repubblica

nonostante sia ancora diffusa la fola che la sx ha in mano la comunicazione italiana, uno dei maggiori problemi del defunto ultimo governo prodi è stato proprio quello di non saper informare/comunicare con efficacia i pochi risultati raggiunti...

ciao.
  • 0

#3 Piper

Piper

    Life is too short For iTunes

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8422 Messaggi:
  • LocationParadise Garage

Inviato 29 febbraio 2008 - 09:13

sarebbe anche carino che qualcuno spieghi cosa diavolo c'entra vincenzo visco, dato che l'indagine è stata fatta dalla germania. visco ha solo ricevuto le carte in merito ai nostri connazionali, in quanto persona di riferimento al momento al ministero delle finanze.

però se vogliamo glorificare anche lui non c'è problema. d'altronde, dopo che è stato detto che berlusconi scende in campo per i propri interessi mentre prodi per quelli degli italiani, direi che si possa dire di tutto.

in effetti è un vero peccato che un uomo come visco, che costruisce case abusive e sposta illecitamente uomini della guardia di finanza perchè indagano sui suoi amichetti, non si candidi. è una gran perdita :(
  • 0
<< Poi ce la prestiamo... Insomma la patonza deve girare>>

Aurelio De Laurentiis ha lasciato la sede dove si stanno svolgendo i sorteggi dei calendari fermando uno sconosciuto che passava su un motorino dicendogli: "Portami via da questo posto". Ed è andato via come passeggero del motorino di uno sconosciuto

 
 Song 'e Ondarock - web Radio|

#4 sheikyerbouti

sheikyerbouti

    anti-intellettuale, coerente, obiettivo, ironico, arguto, spacca

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15807 Messaggi:
  • Locationmilano

Inviato 29 febbraio 2008 - 09:31

in effetti è un vero peccato che un uomo come visco, che costruisce case abusive e sposta illecitamente uomini della guardia di finanza perchè indagano sui suoi amichetti, non si candidi. è una gran perdita :(

pensa a marcello dell'utri...
  • 0

#5 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 29 febbraio 2008 - 09:46

sarebbe anche carino che qualcuno spieghi cosa diavolo c'entra vincenzo visco, dato che l'indagine è stata fatta dalla germania. visco ha solo ricevuto le carte in merito ai nostri connazionali, in quanto persona di riferimento al momento al ministero delle finanze.

però se vogliamo glorificare anche lui non c'è problema. d'altronde, dopo che è stato detto che berlusconi scende in campo per i propri interessi mentre prodi per quelli degli italiani, direi che si possa dire di tutto.

in effetti è un vero peccato che un uomo come visco, che costruisce case abusive e sposta illecitamente uomini della guardia di finanza perchè indagano sui suoi amichetti, non si candidi. è una gran perdita :(


in questo thread, fin'ora, nessuno ha glorificato Visco; capisco che, dopo le sante unzioni del cavaliere, sembra che ogni politico debba per forza essere santificato ma non è questo il caso.
Visco, che si è certamente reso responsabile di alcune condotte "poco trasparenti", è stato comunque capace di stanare un bel numero di evasori (anch'essi da santificare, secondo la logica del biscione) e di recuperare un bel gruzzolo del bottino illecitamente (la capite ancora questa parola?), ILLECITAMENTE sottratte al fisco.
ora, voglio pure comprendere che, parafrasando Padoa-Schioppa, non è affatto gradevole pagare le tasse ma se le tasse sono così alte in Italia è pure colpa, sì COLPA, di questi signori che evadono.

ps: e basta co' sta storiella della mansarda abusiva, siete peggio del peggior Grillo; ha ragione lo sceicco, cazzo... pensiamo a Dell'Utri (frode), a Biondi (evasione fiscale), Previti (corruzione), Vito (corruzione)... roba da matti.
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#6 juL fu Sig.M.

juL fu Sig.M.

    Utente paraolimpionico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8878 Messaggi:

Inviato 29 febbraio 2008 - 09:53

sarebbe anche carino che qualcuno spieghi cosa diavolo c'entra vincenzo visco, dato che l'indagine è stata fatta dalla germania. visco ha solo ricevuto le carte in merito ai nostri connazionali, in quanto persona di riferimento al momento al ministero delle finanze.

però se vogliamo glorificare anche lui non c'è problema. d'altronde, dopo che è stato detto che berlusconi scende in campo per i propri interessi mentre prodi per quelli degli italiani, direi che si possa dire di tutto.

in effetti è un vero peccato che un uomo come visco, che costruisce case abusive e sposta illecitamente uomini della guardia di finanza perchè indagano sui suoi amichetti, non si candidi. è una gran perdita :(


Povero Speciale...
http://www.youtube.c...h?v=YGYphVbAZ6w
  • 0

#7 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6230 Messaggi:

Inviato 29 febbraio 2008 - 11:06

Manca anche il particolare di Visco che ha "usato" l'agenzia delle entrate per venire in possesso della lista.Andando contro la legge perchè l'agenzia,oltre ad essere maggiormente vicina politicamente ai Ds,non ha potere investigativo.Forse da lì è più facile la consueta pratica del bianchetto,evidentemente.Il compito semmai spettava alla Guardia di Finanza.
Secondariamente la leggenda del recupero dell'evasione da parte di questo governo è facilmente smantellabile.Basta leggere le elementari conclusioni aritmetiche di Luca Ricolfi per essere al corrente che forse,dico forse,sono arrivati a recuperare due miliardi di ?.Ossia niente di più e niente di meno di quello che sapevano fare gli altri.Anzi,forse con maggiore spesa.....Alle solite....A tempo scaduto...sanando l'insanabile col "Decreto Milleproroghe"...sanando la maxi-evasione dei videopoker....
Incapaci,disonesti e scorretti.
:)

  • 0

#8 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 29 febbraio 2008 - 11:36


Incapaci,disonesti e scorretti.
:)


accusa inaspettatamente autoironica, se si pensa che chi la scrive sostiene proprio coloro che hanno inaugurato la straordinaria stagione delle leggi ad-personam, leggi truffa, depenalizzazioni di reati fiscali, ecc. ecc.
se poi si pensa, al grido di Roma ladrona, proprio i leghisti sono stati tra i maggiori approfittatori di questo sistema, la cosa assume contorni francamente grotteschi.
nulla di dire su Ricolfi, un esperto che sembra essere equidistante dagli schieramenti politici ma, mi chiedo, se son tutte fandonie come mai l'altra parte sfugge continuamente sull'argomento?
cmq, di Ricolfi ti invito a leggere questo suo storico fondo su La Stampa... ;)
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#9 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6230 Messaggi:

Inviato 29 febbraio 2008 - 11:52

La madre di tutte le leggi ad-personam è proprio quella che ha permesso a Prodi di diventare Presidente dell'UE,depenalizzando l'interesse privato in atti d'ufficio.Senza quello Prodi non poteva presentare il certificato di verginità di una puttana in pensione,necessario per l'incarico in coppa all'Europa dei banchieri.
E perchè i leghisti avrebbero approfittato di Roma ladrona ? Più di un Pittelli o di un Bubbico ? (Stando ai nomi noti)

E la legge è la legge.Visco doveva dar mandato alla Finanza,non all'agenzia entrate!

  • 0

#10 superunknown

superunknown

    Emilia Paranoica

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 380 Messaggi:

Inviato 29 febbraio 2008 - 12:10


in effetti è un vero peccato che un uomo come visco, che costruisce case abusive e sposta illecitamente uomini della guardia di finanza perchè indagano sui suoi amichetti, non si candidi. è una gran perdita :(


Diciamo che e' stata una scelta + obbligata che altro!

In ogni caso meglio un Visco che fa veramente la lotta alla grande evasione che un Tremonti che premia il rientro dei capitali dall'estero!!!
  • 0

#11 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6230 Messaggi:

Inviato 29 febbraio 2008 - 12:21


In ogni caso meglio un Visco che fa veramente la lotta alla grande evasione


...Lotta all??evasione. La cifra di (almeno) 20 miliardi recuperati è altamente controversa, ed è stata messa in dubbio da vari analisti e centri di studio indipendenti. Per il 2006, unico anno per il quale si dispone già di dati completi, non è nemmeno certo che esista un effetto-Visco (la mia miglior stima fornisce un recupero di evasione di appena 1,7 miliardi). Quel che in compenso è certo è che il governo Prodi ha sempre tenuto basse le previsioni sulle entrate fiscali, e proprio grazie a questo artificio contabile ha fatto emergere i vari «tesoretti»....

...Morale. Il governo Prodi consegna all??Italia una situazione nella quale non c??è più alcun extragettito da spendere e, se anche qualche risorsa dovesse mai spuntar fuori, verrebbe immediatamente bruciata per coprire i 7-8 miliardi di spese non messi a bilancio dalla Finanziaria 2008. Capisco che Veltroni sia così gentile da non voler vedere questa triste eredità, ma se si vuol essere nuovi bisogna esserlo anche sulle cose che contano: non basta mettere i giovani in lista, occorre anche cominciare a dire la verità....


Sempre Ricolfi e sempre dati alla mano....
  • 0

#12 Guest_Number 5_*

Guest_Number 5_*
  • Guests

Inviato 29 febbraio 2008 - 20:45

Due cose:
1) La stangata che prenderanno, se i redditi accumulati in quei conti risulteranno non essere mai stati dichiarati al fisco, i titolari dei conti correnti liechtenstainiani (o liechtenstainesi?), sarà possibile grazie alle norme volute e varate dal genio Tremonti. Infatti uno dei tanti condoni da lui varati, ovvero il cosiddetto "scudo fiscale", consentiva di far rientrare in Italia i soldi frutto di evasione fiscale detenuti all'estero pagando una modesta percentuale "una tantum", mi pare il 2,5% degli importi rientrati ma non ricordo bene. Però prevedeva per chi non vi aderiva o non lo faceva per intero una vera e propria stangata, ovvero se scoperto egli rischia un prelievo del 20% del denaro scoperto PER ANNO SUCCESSIVO AL CONDONO. Quindi siccome il condono è del 2001 e siamo nel 2008, se il conto era già aperto nel 2001 le somme allora giacenti, che siano riconosciute frutto di evasione, saranno incamerate per intero dal fisco italiano.
Prima le somme evase scoperte all'estero rischiavano al massimo una oblazione che tra sconti e concordati poteva ammontare a poche centinaia di Euro per valori di svariati milioni.
Siccome si parla di molte centinaia di milioni di Euro, forse miliardi, ci credo che Visco si frega le mani, però siamo all'assurdo che deve ringraziare un condono voluto da Tremonti.
2) Ovviamente Oscar Giannino perde l'ennesima occasione per stare zitto e in un fondo di oggi si schiera apertamente con gli evasori (per adesso solo presunti) e soprattutto con i "paradisi fiscali" come il Liechtenstein che secondo la sua illuminata chiorba avrebbero "contribuito ad abbassare la pressione fiscale nel resto d'Europa" con la loro concorrenza fiscale. Il Liechtenstein e i titolari dei conti sarebbero addirittura dei benemeriti. La stronzaggine umana non ha veramente limiti.

#13 signora di una certa età

signora di una certa età

    old signorona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19237 Messaggi:

Inviato 29 febbraio 2008 - 22:42

La tentazione protezionista


di Francesco Giavazzi


E??cominciata male la campagna elettorale del Popolo della libertà (Pdl): «Dazi e quote per difendere le nostre produzioni dalla concorrenza asiatica», «protezione delle nostre industrie e dei nostri capannoni », «riduzione della regolamentazione comunitaria », «affidare al governo il compito di comprare i beni di prima necessità e distribuirli ai Comuni per aiutare chi non arriva a fine mese». I ricercatori della Banca d??Italia hanno studiato un campione di 4.200 piccole e medie imprese per capire come sono cambiate negli ultimi 5 anni.

Quella che ne emerge è un??Italia molto diversa dai capannoni che il Pdl, e l??estensore del suo programma economico Giulio Tremonti, vorrebbero proteggere con i dazi. E?? il ritratto di un mondo pieno di vita: alcune aziende marginali sono uscite dal mercato ma quelle che sono rimaste hanno investito, soprattutto a monte (in ricerca e sviluppo) e a valle (marchi e distribuzione). Ad esempio l??Eurotech, che da Udine ha conquistato una nicchia mondiale nei nanocomputer, un settore che sembrava precluso a chi non risiedesse in California. Un anno fa Eurotech ha comprato un??azienda in Cina, la Chengdu Vantron Technology, un acquisto che le autorità di Pechino probabilmente non avrebbero gradito se l??Italia avesse imposto dazi sulle loro esportazioni. «Di fronte alla globalizzazione abbiamo bisogno di uno Stato più forte» scrive Tremonti.

Sì, ma per abbattere le rendite e creare più concorrenza, non per sostituirsi al mercato. I prezzi scendono con la concorrenza, non con i supermercati di Stato (a meno che Tremonti non pensi ai magazzini Gum della Mosca sovietica, dove i prezzi erano bassissimi, ma gli scaffali vuoti). E quel poco di concorrenza che c??è in Europa la dobbiamo tutta a Bruxelles (altro che ridurre «la regolamentazione comunitaria»!): chi ha eliminato la tassa di roaming sulle telefonate cellulari internazionali? Chi ha obbligato Microsoft a sbloccare i suoi codici consentendoci di ascoltare musica con programmi diversi da Windows Media Player? Per il Mezzogiorno il Pdl propone una Banca del Sud, immagino pubblica. Ne abbiamo già sperimentate due, il Banco di Sicilia e quello di Napoli.

Prima di ripercorrere quella strada occorre almeno chiedersi che vantaggi ne siano venuti per i cittadini del Mezzogiorno (non per i politici che le controllavano) e quanto siano costati ai contribuenti i fallimenti delle due banche (solo nel caso di Napoli quasi un punto di Pil). Il programma del Pdl proietta l??immagine di un Paese impaurito che si difende alzando barriere e rifugiandosi nello Stato. ? proprio quello che desidera chi ha una rendita da proteggere e teme che il mercato gliela sottragga. Il governatore della Lombardia, esponente importante del Pdl, si batte perché lo Stato venda Alitalia ad AirOne. Non lo preoccupa il fatto che la nuova linea aerea godrebbe di un monopolio su molte tratte nazionali e che ciò consentirebbe ai dipendenti di Sea e Alitalia di continuare a godere dei loro molti privilegi, sulle spalle dei cittadini. E allora sorge naturale una domanda: ma il Pdl crede davvero in queste proposte, oppure sono solo uno schermo per ottenere protezione e garanzie per alcuni suoi probabili elettori?

29 febbraio 2008

Ma cosa passa per la testa a Tremonti???

  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#14 Financo Mr Repetto

Financo Mr Repetto

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5929 Messaggi:

Inviato 01 marzo 2008 - 14:58

2) Ovviamente Oscar Giannino perde l'ennesima occasione per stare zitto e in un fondo di oggi si schiera apertamente con gli evasori (per adesso solo presunti) e soprattutto con i "paradisi fiscali" come il Liechtenstein che secondo la sua illuminata chiorba avrebbero "contribuito ad abbassare la pressione fiscale nel resto d'Europa" con la loro concorrenza fiscale. Il Liechtenstein e i titolari dei conti sarebbero addirittura dei benemeriti. La stronzaggine umana non ha veramente limiti.


Per fortuna ci sono queste competenti e coraggiose voce liberiste a spiegarci che niente è come sembra, che i Paradisi fiscali sono buoni, la guerra fa meno morti della pace e il riscaldamento globale sciogliendo i ghiacci della tundra farà aumentare il PIL mondiale del 10%.
Ad aprirci gli occhi sugli indubbi benefici del dumping fiscale, oggi sul Corriere della sera, anche Antonio Martino.
Scherzi a parte, questo è estremismo non meno grave e non meno pericoloso di quello di Casarini o Storace. Solo più viscido.
  • 0

#15 Guest_Ortodosso_*

Guest_Ortodosso_*
  • Guests

Inviato 03 marzo 2008 - 12:16

Due cose così:

1) Buttiglione ha un conto in Liechtenstein, del tutto legale (non cifrato).ù

2) I nominativi dei conti cifrati sono stati ottenuti dai tedeschi con metodi illegali, ovvero corrompendo un bancario del Liechtenstein. Non credo ci sia molto da andarne fieri.

#16 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 03 marzo 2008 - 12:19

Due cose così:

1) Buttiglione ha un conto in Liechtenstein, del tutto legale (non cifrato).ù

2) I nominativi dei conti cifrati sono stati ottenuti dai tedeschi con metodi illegali, ovvero corrompendo un bancario del Liechtenstein. Non credo ci sia molto da andarne fieri.


ma no infatti... perché smuovere l'andazzo generale? piuttosto andiamone (andatene) fieri...
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#17 Guest_Number 5_*

Guest_Number 5_*
  • Guests

Inviato 03 marzo 2008 - 21:08

Due cose così:

1) Buttiglione ha un conto in Liechtenstein, del tutto legale (non cifrato).ù

2) I nominativi dei conti cifrati sono stati ottenuti dai tedeschi con metodi illegali, ovvero corrompendo un bancario del Liechtenstein. Non credo ci sia molto da andarne fieri.

1) Nessuno ha detto, mi pare, che Buttiglione non possa avere la dei soldi perfettamente legali. Basta che li abbia dichiarati a suo tempo nella sua dichiarazione dei redditi.

2) In un mondo in cui si giustificano Guantanamo, le "extraoridinary rendition" e le guerre preventive è come vedere una pagliuzza da mille chilometri di distanza nell'occhio del prossimo e non vedere la trave nel proprio. E poi se anche fosse, una volta venutone in possesso il fisco tedesco era comunque obbligato, per accordi intercorrenti tra i paesi della comunità europea, a fornire gli elenchi all'Italia. Quindi l'Italia è in posizione moralmente lecita da ogni punto di vista possibile e immaginabile. Non c'è altro da aggiungere.

#18 sheikyerbouti

sheikyerbouti

    anti-intellettuale, coerente, obiettivo, ironico, arguto, spacca

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15807 Messaggi:
  • Locationmilano

Inviato 08 marzo 2008 - 11:33

altri due merdosi evasori costretti a pagare...

http://www.repubblic...na-tombola.html

non gli basta inchiappettarsi tra di loro, inculare il fisco dà molto più gusto...

saluti.
  • 0

#19 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 08 marzo 2008 - 11:36

non gli basta inchiappettarsi tra di loro, inculare il fisco dà molto più gusto...

;D




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq