Vai al contenuto


- - - - -

Indiana Jones e il Tempio del Teschio di Cristallo


  • Please log in to reply
119 replies to this topic

#81 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 25 maggio 2008 - 20:01



e il discreto Prova a prendermi


questa per me è una delle commedie più belle degli ultimi 20 anni, nonchè il miglior Spielberg dai tempi di "Schindler's List" (altro capolavoro).

Pure "The Terminal", nonostante lo sbrodolamento finale, è un buon film, così come "Minority Report".

Vero, Spielberg alterna film molto commerciali e superficiali (tipo i sequel di "Jurassic Park" o "La Guerra Dei Mondi") ad altri più impegnati, ma continuo a reputarlo uno dei più grandi registi americani degli ultimi 30 anni.


ma faceva poi tanto schifo quel film?
Spielberg ne ha fatti di peggiori, dai...


tipo? Forse solo "A.I.", un polpettone tremendo.
  • 0

#82 Guest_spoon81_*

Guest_spoon81_*
  • Guests

Inviato 25 maggio 2008 - 21:17

appena visto....dunque da dove cominciare...il primo impatto (prima frase pronuncita da ford) non è dei migliori anzi...con indiana sull'orlo della terza eta, pero pian piano il film comincia a carburare: graziose le ambientazioni college e l'ironia caratterizzante i film precedenti non del tutto svanita.Il film riesce a farsi discretamente godere fino alle battute finali dove (ed è questo il punto dolente) manca una certa solennità ed epicità emotiva tipica dei capitoli precedenti (tipo la scena del santo graal per intenderci).
Chi teme svolte tecnologiche può stare tranquillo, l'azione è quella di sempre (solo alcuni ritocchi digitali, nulla di che) e in certi casi anche il tratto umoristico paradossale del vecchio indy, quindi può dirsi che formalmente si tenta di mantenere la vecchia atmosfera.
Tuttavia nonostante tali sforzi è inevitabile che qualcosa (e forse più di qualcosa) sia rimasto perduto nelle pellicole degli anni 80, il sapore e le emozioni insomma non possono che essere diverse per quanto ben ricreate.
Ciò potrebbe spiegarsi in tanti modi, ma forse la cosa più onesta da dire è questa: dall'ultimo film certo sono passati un casino di anni ma prima di tutto siamo cambiati noi.
P.s. pecca più grande del film che in ogni caso a mio parere è ampiamente discreto: il fottuto matrimonio finale!!!!!!

#83 Haggard

Haggard

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2729 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2008 - 09:21

Non voglio fare quello che deve esprimere l'opinione controcorrente per forza, ma solo dire che il film a me non è sembrato così male come dite. E' in tutto e per tutto un film di Indiana Jones, con l'azione e l'umorismo che avevano le pellicole della trilogia originale, ma aggiornati a quelle che sono le possibilità tecniche disponibili nel 2008. In effetti molte delle scene sono immediatamente riconducibili a scene dei film precedenti, aggiornate:

esplosione finale
-> apertura dell'Arca

inseguimento nella jungla -> inseguimento nella miniera

rissa nel bar e inseguimento
-> rissa nell'hotel e inseguimento per le vie di Hong Kong

Il ritmo del film è buono, non ha un attimo di tregua nè grosse cadute di stile ( a parte l'esplosione nucleare...che stronzata), e comunque costituisce una bella lezione su come si fa del cinema d'azione per tutti quelli che a Hollywood ne sfornano di orrendi a getto continuo: si fa con l'ironia.
  • 0

#84 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21743 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2008 - 09:31

Ah su questa tua ultima affermazione non posso che concordare...con uno dei suoi peggiori film Spielberg resta comunque un maestro dell'azione...

A chi pensa che sia un pessimo regista consiglierei la visione in sequenza di: Duel, Incontro ravvicinati del terzo tipo, Lo Squalo, E.T., I predatori dell'arca perduta, Indiana Jones e l'ultima crociata, Schindler's List, Munich...non è certo un genio, ma solo questi titoli mi sembrano sufficienti per stimare quest'uomo..
  • 0

#85 Guest_spoon81_*

Guest_spoon81_*
  • Guests

Inviato 26 maggio 2008 - 09:52

Ah su questa tua ultima affermazione non posso che concordare...con uno dei suoi peggiori film Spielberg resta comunque un maestro dell'azione...

A chi pensa che sia un pessimo regista consiglierei la visione in sequenza di: Duel, Incontro ravvicinati del terzo tipo, Lo Squalo, E.T., I predatori dell'arca perduta, Indiana Jones e l'ultima crociata, Schindler's List, Munich...non è certo un genio, ma solo questi titoli mi sembrano sufficienti per stimare quest'uomo..

quoto perfettamente, neanche io impazzisco per spielberg però dai i film citati sono ottimi

#86 clapat71

clapat71

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1203 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2008 - 10:51

Io sinceramente non so cosa diavolo vi aspettavate. I film di Indiana Jones sono sempre stati solo intrattenimento puro. Ironico, divertente, senza respiro e intelligenti quanto basta.
A me quest'ultimo è piaciuto.
  • 0

#87 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 26 maggio 2008 - 11:37

Non voglio fare quello che deve esprimere l'opinione controcorrente per forza, ma solo dire che il film a me non è sembrato così male come dite.


mah guarda che per me il film è comunque sufficiente, il suo dovere (intrattenere) lo fa...non è che sia poi molto inferiore a "Il Tempio Maledetto"

Definirlo "il film più brutto dell'anno" mi pare un'esagerazione, nonchè un grosso regalo verso pellicole ben più disprezzabili.
  • 0

#88 Joey

Joey

    Classic Rocker

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3499 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2008 - 11:47

Una grande delusione.

Questo film ha un pessimo bilanciamento tra "effetto di fiction" ed "effetto di realtà" (ovvero quelli che garantiscono ad un film di essere una finzione ma che viene al tempo stesso percepita come simil-reale).

In molte scene, a causa di manipolazioni digitali, c'è un effetto di "fiction" eccessivo che non riesce a farmi credere "reali" alcune immagini che dovrebbero invece essere percepite come tali. Questo andrebbe bene in un film di Harry Potter (dove invece è previsto che lo spettatore creda nella fantasia in quanto tale), ma non in un film di Indy: la conseguenza è che posso apprezzare la fattura delle immagini, ma che non mi immedesimo in esse e non mi coinvolgono. Questo film rivela come le nuove tecnologie non sempre vadano in direzione di una maggiore spettacolarità, ma come spesso quest'ultima risulta anzi depotenziata rispetto ai film maggiormente "fotografici" dei decenni passati (cosa c'è di più spettacolare e surreale della ri-presentazione della realtà?).

In altre scene, prive di particolari effetti speciali, avviene esattamente l'opposto (ma paradossalmente con un effetto simile): la flagranza scenica non riesce a trasformarsi in fiction, rivelando invece la "realtà" del set in termini fotografici. Prendo ad esempio la scena in cui Indy e Mutt trovano il teschio: per quanto mi sforzo, non riesco a vedere altro che un vecchio Harrison Ford con in mano un oggetto di plastica in una caverna di cartapesta. Non riesco a percepire la fiction e non mi immedesimo nella storia. E trovo il tutto un pò patetico.

Il secondo tempo è nettamente migliore del primo, ma il risultato complessivo per me non raggiunge nemmeno la sufficienza. L'unica cosa davvero carina è la citazione di "American Graffiti" nella scena iniziale (Harrison Ford cominciò la sua carriera con quel film, e questo film ne sancisce in qualche modo la conclusione).
  • 0

#89 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2008 - 12:15

L'unica cosa davvero carina è la citazione di "American Graffiti" nella scena iniziale (Harrison Ford cominciò la sua carriera con quel film, e questo film ne sancisce in qualche modo la conclusione).


mi ha appena telefonato Harrison Ford e m'ha detto che si sta grattando i c******i da almeno 1 ora asd
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#90 Diamond_Sea

Diamond_Sea

    Glooming in the wind

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2469 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2008 - 14:38

Io ho espresso la mia opinione. Non ho rubato il diario o le figurine di nessuno. Gradirei un minimo di rispetto. Volti grigi e spossati per aver letto che Indiana Jones è una gran cagata da tempo biblico. E' inutile che tentate di dare un taglio più 'intellettuale' perchè resta un cesso, è passato tra le mani di un mediocre apprendista sarto (il tizio in questione dovrebbe trovarsi un lavoro -da parer mio- da anni a questa parte, invece vuol continuare ad ammorbarci con soliti movie dozzinali).


Spiacente ma non riesco a rispettare l'opininie di chi in maniera perentoria consiglia il suicidio a un genio come Spielberg. Se mai gli raccomanderei di sciquarsi la bocca.

Come al solito ti esprimi in maniera saccente e arrogante senza dare vere motivazioni.
  • 0

#91 Guest_Sickboy_Reducer_*

Guest_Sickboy_Reducer_*
  • Guests

Inviato 26 maggio 2008 - 15:55


Io ho espresso la mia opinione. Non ho rubato il diario o le figurine di nessuno. Gradirei un minimo di rispetto. Volti grigi e spossati per aver letto che Indiana Jones è una gran cagata da tempo biblico. E' inutile che tentate di dare un taglio più 'intellettuale' perchè resta un cesso, è passato tra le mani di un mediocre apprendista sarto (il tizio in questione dovrebbe trovarsi un lavoro -da parer mio- da anni a questa parte, invece vuol continuare ad ammorbarci con soliti movie dozzinali).


Spiacente ma non riesco a rispettare l'opininie di chi in maniera perentoria consiglia il suicidio a un genio come Spielberg. Se mai gli raccomanderei di sciquarsi la bocca.

Come al solito ti esprimi in maniera saccente e arrogante senza dare vere motivazioni.


;D ;D ;D
Spero sia una battuta...
Non voglio minare le tue certezze, rispetto la tua affermazione... ;)
Altrimenti, il primo 'ricorrente' è Tarkovskij, cos'è lui?... un divino grigio di Icke...




#92 Disposable Hero

Disposable Hero

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3768 Messaggi:

Inviato 26 maggio 2008 - 19:03

Visto ieri.
Speravo in un film cazzone ed invece era una cazzata.  :(

Della vasta filmografia di Spielberg apprezzo ben poche cose. ? retorico, spaccone e sciacquato. Però con Indy andavo più sereno, perché lo adoro.
Risultato: Sembra matrix girato prendendo qualche spezzone dai precedenti episodi della saga dell'archeologo. Scontato e con alcune scene eccessivamente lunghe.
Inutile.

La cosa più divertente è la "scena della doccia". La faccia che fa è da lacrime.  asd
  • 0

#93 {`tmtd`}

{`tmtd`}

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6953 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 26 maggio 2008 - 20:30

mi dispiace dare contro ai grandi eminenti che mi hanno predeceduto, ma a me il film è piaciuto in tutto e per tutto. teso, spettacolare, irridente, colmo di mistero. definizione di film d'azione che prendeva corpo con i primi episodi e diventa moderno con quest'ultimo. harrison ford mantiene il carisma e le espressioni di un tempo, gli attori di contorno sono molto bravi (cate blanchett in particolare), le musiche spettacolari e da brividi.
gli unici frangenti che mi hanno infastidito sono quella delle liane e il combattimento con le spade sopra le auto, effettivamente un po' esagerate anche per la vena teatrale della serie. per me è pienamento promosso, l'emozione è stata indescrivibile.
  • 0

#94 Guest_spoon81_*

Guest_spoon81_*
  • Guests

Inviato 26 maggio 2008 - 20:47

mi dispiace dare contro ai grandi eminenti che mi hanno predeceduto, ma a me il film è piaciuto in tutto e per tutto. teso, spettacolare, irridente, colmo di mistero. definizione di film d'azione che prendeva corpo con i primi episodi e diventa moderno con quest'ultimo. harrison ford mantiene il carisma e le espressioni di un tempo, gli attori di contorno sono molto bravi (cate blanchett in particolare), le musiche spettacolari e da brividi.
gli unici frangenti che mi hanno infastidito sono quella delle liane e il combattimento con le spade sopra le auto, effettivamente un po' esagerate anche per la vena teatrale della serie. per me è pienamento promosso, l'emozione è stata indescrivibile.

approvo, lucas ogni tanto cade nella sindrome da industrial light and magic ad ogni costo

#95 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 29 maggio 2008 - 15:49

Jules ha perfettamente elencato i difetti che anche io riconosco alla pellicola di Spielberg. Non mi sbilancio tanto da dargli un 4, vado sul 5 ma solo perchè è Indy e non voglio infierire.
Un vero peccato, un film davvero brutto, di cui -a posteriori- non c'era davvero bisogno. Forse non il peggiore dell'anno, ma il peggiore di Spielberg.
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#96 Drosophila

Drosophila

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1105 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 29 maggio 2008 - 19:09

Visto ieri...
Credo che per chi, come me, sia cresciuta con Indy come idolo incontrastato, fosse scontato rimanere un pò delusi. L'azione c'è, il divertimento pure, l'inseguimento nella giungla e la discesa verso Eldorado sono davvero spettacolari. Io non amo alieni e affini, quindi, è un pò la trama di per se che non mi è piaciuta troppo.
Resta il fatto che quando ho sentito la musichetta di Indy con la mitica inquadratura di spalle e cappello sulla capocetta....ho avuto i brividi!

  • 0
Non bisogna amare per amore, ma per schifo, perchè l'amore finisce ed è una delusione, anche lo schifo finisce, ma è una soddisfazione!

#97 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 29 maggio 2008 - 19:42

Ho trovato invece l'inseguimento nella giungla troppo esagerato. Come anche la discesa sulle rapide.
Insomma, non che il realismo fosse un marchio distintivo della saga del Professor Jones, ma qui si esagera davvero, sembra il solito baraccone americano.
Negli episodi precedenti, c'era sempre un tono un pò "esagerato" (la famosa scena del primo con la sciabola e la pistola; la caduta dall'aereo con il gommone nella seconda), ma il tutto suonava diverso ed era di certo più contenuto (o semplicemente diluito: Indiana Jones è sempre stato un pò "sbruffone").
E poi troppo, troppo digitale, a fronte invece di un cinema molto più "artigianale". Tutto quanto venga fatto per recuperare le atmosfere dei precedenti, suona meccanico e forzato (anche solo semplici inquadrature o atteggiamenti).
E senza dubbio manca qualcosa, di indefininibile, di impalbabile, forse semplicemente lo spirito dei primi tre film. Ma forse, siamo semplicemente noi che siamo cresciuti.

Farò finta che questo episodio non sia mai stato girato. :(
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#98 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 29 maggio 2008 - 19:50

Ho trovato invece l'inseguimento nella giungla troppo esagerato. Come anche la discesa sulle rapide.


bè, in quanto ad esagerazioni pure gli episodi precedenti erano dei bei fumettoni. Ricordo l'incipit de "Il Tempio Maledetto", con Indy e compari che si lanciano da un aereo a bordo di un gommone e finiscono in mezzo ad un fiume perfettamente integri...
  • 0

#99 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 29 maggio 2008 - 19:52


Ho trovato invece l'inseguimento nella giungla troppo esagerato. Come anche la discesa sulle rapide.


bè, in quanto ad esagerazioni pure gli episodi precedenti erano dei bei fumettoni. Ricordo l'incipit de "Il Tempio Maledetto", con Indy e compari che si lanciano da un aereo a bordo di un gommone e finiscono in mezzo ad un fiume perfettamente integri...


E'lo stesso episodio che ho citato io...ma qui proprio la cosa va troppo avanti.
Non lo so, l'impressione generale è che si sia voluto strafare.
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#100 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 29 maggio 2008 - 20:27


Non lo so, l'impressione generale è che si sia voluto strafare.


quello è vero...c'è troppa roba...alieni, formiche giganti, morti viventi KGB, maccartismo, figli perduti e poi ritrovati...e l'ironia non basta ad alleggerire la zavorra.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq