Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Farmacisti contro Bersani


  • Please log in to reply
113 replies to this topic

#41 Guest_Paradosso_*

Guest_Paradosso_*
  • Guests

Inviato 20 luglio 2006 - 15:38

Condor, ovvero come passare dalla parte del torto con un intervento orribile.

#42 Psyke

Psyke

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 36 Messaggi:

Inviato 20 luglio 2006 - 15:45

vabbè... che ti devo dire

se non rispondevo era chiaro
se ho risposto devo prendermi lo sfottò

Non c'è problema. Ho voluto solo scrivere il perchè i farmacisti si lamentano.
Hanno protestato i tassisti, gli avvocati... ma i farmacisti invece sono dei sanguisuga che si arricchiscono alle spalle della gente malata.
E' come dite voi....

anzi ora mando a puttane tutto e vengo con voi a protestare contro chi protesta contro Bersani...

Io non devo certo sentirmi una merda perchè sono figlia di tizio o caio... non ho da giustificare nè da raccontare la mia vita o quella della mia famiglia... di certo mia mamma la farmacia nn l'ha avuta da parenti o cose del genere [mio nonno stava in polizia e mia nonna casalinga quindi...]. se lei si è creato tutto da sola io dovrei mandarla a fanculo solo perchè mi ha facilitato la strada... boh... nn so voi ma se nn avessi detto niente era come aver sputato nel piatto dove mangio
  • 0

#43 condor

condor

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 79 Messaggi:

Inviato 20 luglio 2006 - 15:46

Io il medicinale non lo voglio pagare venti volte il costo industriale per arricchire te; hai ragione a dire che, specialmente in un Paese di superstiziosi come il nostro, ci sarà sempre un'ampia fetta di vecchietti che andranno di buon grado a farsi rapinare in farmacia per acquistare il farmaco di marca da te e dai tuoi genitori: meglio per loro e per te. Ma non prendiamoci in giro.

P.


Pensa per te: qui sopra hai appena dato del RAPINATORE al farmacista e detto che fa bene a truffare i vecchietti.

Prima di parlare degli altri prova a riflettere su te stesso...
  • 0

#44 Guest_Paradosso_*

Guest_Paradosso_*
  • Guests

Inviato 20 luglio 2006 - 15:49

Condor, impara l'italiano, perché io del rapinatore non l'ho dato proprio a nessuno.

io non devo certo sentirmi una merda perchè sono figlia di tizio o caio


E ci mancherebbe, questa è un'idea che può passare solo in qualche mente bacata.

P.

#45 Psyke

Psyke

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 36 Messaggi:

Inviato 20 luglio 2006 - 15:51

io non devo certo sentirmi una merda perchè sono figlia di tizio o caio


E ci mancherebbe, questa è un'idea che può passare solo in qualche mente bacata.

P.


No perchè qua mi pare che o è tutto bianco o tutto nero...
e se uno canta fuori dal coro rischia il linciaggio... penso che hai capito a quale risposta che mi è stata data mi riferisco...
  • 0

#46 Guest_Number 5_*

Guest_Number 5_*
  • Guests

Inviato 20 luglio 2006 - 16:25

Non mi pare di aver linciato nessuno, ho cercato di fare dei ragionamenti articolati senza slogan preconfezionati.

#47 Psyke

Psyke

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 36 Messaggi:

Inviato 20 luglio 2006 - 16:31

e infatti nn mi riferivo a te
  • 0

#48 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:
  • LocationUdine, Padova

Inviato 20 luglio 2006 - 17:20

Sinceramente mi sono trovata sin da piccola, abitando in un paesino di 8000 anime, a dover essere additata a figlia di e a sentirmene sempre dire di tutti i colori.


Mamma mia, è diventata la pietra dello scandalo essere figlia del farmacista?
  • 0

the music that forced the world into future


#49 Psyke

Psyke

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 36 Messaggi:

Inviato 20 luglio 2006 - 17:28

no... nn è SCANDALO...
sono i commenti del tipo sei figlia di farmacista=hai i soldi=crepa

credo sia la solita questione "peggio stai...più ti voglio bene"
  • 0

#50 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:
  • LocationUdine, Padova

Inviato 20 luglio 2006 - 17:35

no... nn è SCANDALO...
sono i commenti del tipo sei figlia di farmacista=hai i soldi=crepa

credo sia la solita questione "peggio stai...più ti voglio bene"


Figurati quello che si sente dire crepa e manco è figlio del farmacista ;D

Non metto in dubbio le scelte personali ma una mia amica che scelse farmacia (i suoi ne hanno una e se la passano decisamente bene) pur di ammettere la scelta mirata se ne uscì con: a me piace la chimica, non lo faccio perchè i miei hanno una farmacia e lo faccio perchè mi piace.., alchè fu derisa globalmente da dieci persone.

Per il resto non ci sono grosse motivazioni per opporsi a questo tipo di decreti tranne quella di voler conservare il privilegio acquisito in anni di baronato e concorrenza inesistente. Ora il cittadino potrà risparmiare rimanendo comunque sotto la tutela di personale qualificato, io sono un cittadino comune senza privilegi da proteggere e questa per me è una buona conquista.

La sola cosa che mi auspico è un governo saldo nel non cedere a chi rivendica come diritti privilegi insensati acquisti i anni di gestione sbagliata della materia (es. quando certi statali protestano perchè finalmente muovono un pochetto il culo mi viene il voltastomaco), lo spero vivamente.
  • 0

the music that forced the world into future


#51 Psyke

Psyke

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 36 Messaggi:

Inviato 20 luglio 2006 - 17:47

Io non ho detto di essere contro il decreto.

Ho solo scritto nei miei interventi, e ormai sto diventando ripetitiva ma evidentemente non mi si crede, che chi pensa che la concorrenza possa far diminuire i costi dei farmaci dovrebbe tener presente che i farmaci escono dalla casa farmaceutica ben impacchettati e con tanto di prezzo stampato che poi può essere aggiornato da un giorno all'altro, aumentato o ridotto.

Questo era il mio punto di vista. Che a meno che non ci sia un accordo con tali multinazionali il fatto che aumenti il numero delle farmacie e l'abbassamento dei prezzi non ha alcuna connessione.

Perchè non si può paragonare questo ad un qualsiasi altro esercizio professionale. Dove il commerciante compra a costo di fabbrica la merce che poi rivende al prezzo che vuole. E in quel caso si che la concorrenza fa il suo.

Ma se il farmacista paga gli ordini, senza alcun favore di sorta, alla casa farmaceutica, e vende tali medicinali da banco al prezzo imposto e non deciso da loro, e alla fine il vero guadagno lo realizza sulle ricette, e quindi per mezzo delle ASL e con i parafarmaci, allora non capisco proprio come ne possa diminuire il costo con un numero maggiore di farmacie.

Poi che la liberalizzazione permetta a neolaureati di avere uno sbocco di lavoro in più è un'altra questione, di cui io per prima potrei usufruire.
  • 0

#52 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:
  • LocationUdine, Padova

Inviato 20 luglio 2006 - 22:45

Ma alla fine questo provvedimento porterà a una diminuzione dei prezzi sì o no?
  • 0

the music that forced the world into future


#53 Guest_Paradosso_*

Guest_Paradosso_*
  • Guests

Inviato 20 luglio 2006 - 23:20

Mi pare ovvio che il prezzo, sia che sia stampato prima che no, sia il frutto di una contrattazione tra industria a farmacisti. Nel momento in cui altri soggetti quali i supermercati sono in grado di accettare che sulla confezione di aspirina, a parità di prezzo di acquisto dall'industria, sia stampato un prezzo inferiore, ecco che l'industria sarà ben contenta di stampare questo prezzo inferiore, perché venderà più scatole.

Mi piacerebbe sapere da Psyke quale sia il prezzo che la Bayer sceglie di stampare sull'aspirina, e in second'ordine quanto sua madre paghi dalla Bayer una scatola di aspirine. Poi mi piacerebbe sapere perché la Bayer, che vende aspirine anche nel resto d'Europa, non stampi lo stesso prezzo su identiche confezioni ad esempio tra Italia e UK.

P.

#54 Piper

Piper

    Life is too short For iTunes

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8208 Messaggi:
  • LocationParadise Garage

Inviato 21 luglio 2006 - 00:05

Mi pare ovvio che il prezzo, sia che sia stampato prima che no, sia il frutto di una contrattazione tra industria a farmacisti. Nel momento in cui altri soggetti quali i supermercati sono in grado di accettare che sulla confezione di aspirina, a parità di prezzo di acquisto dall'industria, sia stampato un prezzo inferiore, ecco che l'industria sarà ben contenta di stampare questo prezzo inferiore, perché venderà più scatole.

Mi piacerebbe sapere da Psyke quale sia il prezzo che la Bayer sceglie di stampare sull'aspirina, e in second'ordine quanto sua madre paghi dalla Bayer una scatola di aspirine. Poi mi piacerebbe sapere perché la Bayer, che vende aspirine anche nel resto d'Europa, non stampi lo stesso prezzo su identiche confezioni ad esempio tra Italia e UK.

P.


caro paradosso credo che le cose non stiano cosi. il prezzo di un farmaco non è affatto la contrattazione tra industria e farmacisti, ma tra industria e stato. lo stato contratta con l'industria il prezzo di mercato del farmaco, quel prezzo infatti ha valore nazionale, ed è identico per chiunque lo venda.

una volta satabilito il prezzo ex-fabrica del farmaco questo al pubblico viene venduto aggiungendo il margine del grossista e del farmacista. attenzione il margine di guadagno pure è stabilito dallo stato, nella misura del 6% al grossista e 27% al farmacista (piu o meno). questo fa si che il prezzo di vendita è una contrattazione mediata e gestita dallo stato, dove il farmacista alla fine può farci ben poco perchè anche il suo margine è stabilito per legge.

la questione del prezzo diverso in italia rispetto all'estero è facilmente spiegabile. il famoso prezzo concordato dallo stato tiene conto del prezzo medio europeo e dei volumi di vendita del farmaco in italia. difatti noi abbiamo alcuni farmaci che costano meno rispetto alla media europea, proprio per una elevata vendita, come ovviamente ne abbiamo alcuni piu costosi per una scarsa vendita.

ecco perchè aumentare le farmacie,quando la domanda è sempre la stessa, inciderà ben poco sul prezzo, perchè la bayer quando concorderà il prezzo con lo stato porterà sempre gli stessi volumi di vendita (presupponendo uguale la domanda). semprechè non si pensi che aumentando le farmacie io sia spinto a comprarmi piu aspirine.


ovviamente questo è quello che so, il che potrebbe anche essere incompleto o  inesatto, e sopratutto è riferito alla situazione prima della riforma. in ogni caso se lo ritrovo ti posto la delibera del CIPE in merito alla contrattazione del prezzo dei farmaci
  • 0
<< Poi ce la prestiamo... Insomma la patonza deve girare>>

Aurelio De Laurentiis ha lasciato la sede dove si stanno svolgendo i sorteggi dei calendari fermando uno sconosciuto che passava su un motorino dicendogli: "Portami via da questo posto". Ed è andato via come passeggero del motorino di uno sconosciuto

 
 Song 'e Ondarock - web Radio|

#55 Guest_Number 5_*

Guest_Number 5_*
  • Guests

Inviato 21 luglio 2006 - 07:11

Oggi su Il Sole 24 Ore il Presidente di Federfarma Giorgio Siri afferma: "L'obbiettivo di estendere la vendita dei medicinali senza obbligo di prescrizione ad altri esercizi è stato pienamente recepito dalla categoria che non intende opporsi. (e meno male, dico io). La proposta è quella di prevedere confezioni più piccole per i supermercati, dice lui "per evitare sprechi e abusi". Certo, e per farvi mantenere il potere di condizionamento proprio su chi invece di farmaci vuole ingozzarsi e per far sì che le case farmaceutiche mantegano nei supermercati prezzi medi uguali, dato che le confezioni sono più piccole.. Come se chi compra una scatola di pasticche per la gola in farmacia sia più oculato di chi la compra al supermercato, ovvero grazie al magico potere della farmacia sia indotto a consumarne meno.
Insomma, posizione che manca di qualsiasi razionalità o giustificazione pratica reale.
Il problema della produzione e vendita dei farmaci monodose o di blister con poche pasticche per le cure brevi, invece, è rimasto relegato nel cassetto dove giace ormai da anni. Chissà perché... Io lo ritirerei fuori adesso, vedete, proprio di fronte alle affermazioni del Presidente di Federfarma. Voglio vedere come fa ad opporsi.

Nel frattempo anche gli ingegneri e i veterinari oggi scendono sul piede di guerra contro il decreto Bersani. Gli avvocati ci sono già da qualche giorno.
Il bello però sono le motivazioni... Gli Ingegneri(sempre da Il Sole 24 Ore di oggi): "Con l'abolizione di minimi tariffari soprattutto nei settori dei lavori pubblici e della sicurezza, risparmiare comporterà un taglio alla qualità e quindi un danno per i consumatori". Praticamente l'amico Fritz qui, afferma che l'Italia è piena di suoi colleghi incapaci. Inoltre la logica del discorso è del tipo che spendere meno comporta ignorare le norme di legge, ovvero assumere ingegneri incapaci su cui dovrebbe, appunto, vigilare il tanto decantato "sistema degli ordini professionali".
Invece i veterinari (i meglio del lotto devo dire): "La manovra è un pericoloso incoraggiamento alla malasanità e all'abusivismo professionele (addirittura!) e alla concorrenza sleale". Quindi ancora una volta non si capisce cosa ci stia a fare il tanto glorificato "ordine professionale", che in effetti per esperienza del mio tutto fa tranne il suo dovere di vigilare sugli abusivi. Il problema è che poi a questa gente gli tocchi gli ordini e urlano come aquile ugualmente...
Bellissimo infine il segretario nazionale del sindacato dei veterinari pubblici: "Medici e veterinari non sono come gommisti, carrozzieri o gli avvocati". E con questo siamo tornati agli avvocati e si chiude il cerchio.

#56 Guest_PadovaScoppia_*

Guest_PadovaScoppia_*
  • Guests

Inviato 21 luglio 2006 - 08:23

In quel buco nero della democrazia che è Prato e Firenze i farmacisti NON stanno protestando.

A Prato in particolare nemmeno una ha chiuso.

#57 Guest_Number 5_*

Guest_Number 5_*
  • Guests

Inviato 21 luglio 2006 - 09:13

In quel buco nero della democrazia che è Prato e Firenze i farmacisti NON stanno protestando.

A Prato in particolare nemmeno una ha chiuso.

Uhmm... Veramente qui in Viale Della Repubblica sì, e mi hanno detto anche quella vicina in Viale Montegrappa.

#58 Guest_PadovaScoppia_*

Guest_PadovaScoppia_*
  • Guests

Inviato 21 luglio 2006 - 09:29


In quel buco nero della democrazia che è Prato e Firenze i farmacisti NON stanno protestando.

A Prato in particolare nemmeno una ha chiuso.

Uhmm... Veramente qui in Viale Della Repubblica sì, e mi hanno detto anche quella vicina in Viale Montegrappa.


SUl giornale parlavano del 20% di adesioni, a coiano, galceti, p.zza medaglie d'oro non ce n'è una chiusa, per l'appunto ho fatto spese di medicinali per mia nonna.
Addirittura in una hanno messo un maxischermo dove sta scritto che da dopo il dcreto applicano una riduzuione di prezzi.

Sei stato sfortunato ad incappare in codeste.  :P

#59 Guest_Number 5_*

Guest_Number 5_*
  • Guests

Inviato 21 luglio 2006 - 09:32

Fortunatamente io non ho gran bisogno di medicinali, era una semplice notazione statistica.

#60 Guest_PadovaScoppia_*

Guest_PadovaScoppia_*
  • Guests

Inviato 21 luglio 2006 - 09:35

Ma alla fine questo provvedimento porterà a una diminuzione dei prezzi sì o no?


Ovviamente si, si veda in merito la storia del latte in polvere che prima era venduto solo in farmacia.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq