Vai al contenuto


Foto
- - - - -

eric satie


  • Please log in to reply
39 replies to this topic

#1 travelling man

travelling man

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 18 Messaggi:

Inviato 17 luglio 2006 - 09:54

ho ascoltato solo un paio di canzoni di questo autore, gymnopedie 1 mi è piaciuta tantissimo..
cos'altro devo ascoltare??
:)
  • 0

#2 kingink

kingink

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1405 Messaggi:

Inviato 17 luglio 2006 - 11:19

Satie è un compositore anomalo, o almeno ancora molto sottovalutato.
Nato nel 1866 e morto nel 1925 la vita del compositore francese può essere suddivisa in due: una fase giovanile, volutamente lontana dalle avanguardie principali, in cui vedono la luce le più importanti composizioni pianistiche, e una 2 fase dopo i 50 anni d'età in cui Satie diventa caposcuola del nascente gruppo dei sei e in cui iniziano le grandi collaborazioni con gli artisti più importanti dell'epoca.
Oltre ad esporare meglio tutta l'opera pianistica (la sua ricerca armonica può essere considerata antesignana dei movimenti dada a surrealista), cosiglio vivamente queste tre opere:

Parade: balletto scritto in colloborazione niente poco di meno che con Picasso è la prima opera ad introdurre in Europa il rag-time e rumori industriali di macchine e sirene. Debussy grida allo scandalo e rifiuta in blocco l'opera in questione. Ritengo che l'avanguardia americana del 2 dopoguerra (Cage docet) strizzerà l'occhio a questa composizione.

Relache: altro balletto su testo e scene di Picabia

Socrate: cantata per quattro soprani e ensemble da camera. L'influenza di quest'opera sul giovane Stravinssky sarà enorme.

Comunque consiglio prima di completare l'ascolto dell'integrale per pianoforte. Ciccolini (purtroppo devo ancora comprarla originale, l'ho in mp3) ne ha dato un'interpretazione fantastica.
  • 0

#3 Jazzer

Jazzer

    Utente anziano

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 383 Messaggi:
  • LocationVenezia

Inviato 17 luglio 2006 - 12:42

ho ascoltato solo un paio di canzoni di questo autore, gymnopedie 1 mi è piaciuta tantissimo..
cos'altro devo ascoltare??
:)


Canzoni???  :-\
  • 0

non sono asociale...sono socialmente selettivo


#4 madadayo

madadayo

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 257 Messaggi:

Inviato 17 luglio 2006 - 14:07


ho ascoltato solo un paio di canzoni di questo autore, gymnopedie 1 mi è piaciuta tantissimo..
cos'altro devo ascoltare??
:)


Canzoni???  :-\

Ma perchè? Erik Satie non è un cantautore che si fa accompagnare al piano da un certo Debussy?  ;D  ;D
  • 0

#5 kingink

kingink

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1405 Messaggi:

Inviato 17 luglio 2006 - 14:54

Ma perchè? Erik Satie non è un cantautore che si fa accompagnare al piano da un certo Debussy?  ;D  ;D


Sarebbe una coppia niente male  ;D ;D ;D
  • 0

#6 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 17 luglio 2006 - 15:22


Ma perchè? Erik Satie non è un cantautore che si fa accompagnare al piano da un certo Debussy?  ;D  ;D


Sarebbe una coppia niente male  ;D ;D ;D


infatti si può dire che tra i due corresse buon sangue... cioè, sangue e basta... :D

so che potrà sembrare un discorso serioso e anche un po' bacchettone ma le parole hanno significati ben precisi; e quando si scrive di gente come Satie non bisognerebbe utilizzarle a c***o.

per tornare all'oggetto, direi che tutta l'opera per pianoforte meriti un ascolto, e anche molto attento.
Satie era un anticonformista, un tipo eclettico che conosceva bene l'arte della provocazione, ma mai fine a se stessa.
molte delle sue intuizioni saranno metabolizzate solo anni dopo e, secondo me, solo in parte.
Il già citato Parade ha un'importanza capitale, non solo per l'intera opera del compositore, ma anche in relazione all'estetica del "Gruppo dei Sei" che aveva eletto lo stesso Satie a padre putativo.
Probabilmente, l'intuizione più grossa rimane quella della "musique d'ameublement", una musica che "ha la stessa funzione della luce, del calore e del comfort in tutte le sue forme" [cit. da Wikipedia].
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#7 travelling man

travelling man

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 18 Messaggi:

Inviato 17 luglio 2006 - 15:45


ho ascoltato solo un paio di canzoni di questo autore, gymnopedie 1 mi è piaciuta tantissimo..
cos'altro devo ascoltare??
:)


Canzoni???  :-\


chiedo scusa per l'inadeguatezza del mio linguaggio..  :-\

grazie invece kinging per i suggerimenti, anche se di quello che mi hai detto non ho trovato molto ( e mi scuso se non mi fiondo a spendere 60 euro per avere i cd originali come il vero intenditore fa.....)
  • 0

#8 kingink

kingink

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1405 Messaggi:

Inviato 17 luglio 2006 - 17:27

grazie invece kinging per i suggerimenti, anche se di quello che mi hai detto non ho trovato molto ( e mi scuso se non mi fiondo a spendere 60 euro per avere i cd originali come il vero intenditore fa.....)


Figurati!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

La musica per piano è facilmente reperibile e credo, anzi ne sono convinto downloddabile.
I due balletti, durano all'incirca tra il quarto d'ora e i venti minuti, e lo ammetto ci sono poche interpretazioni cosi come per Socrate.
Purtroppo di Satie è esegiutissima la musica per piano, un poco meno quella orchestrale che stenta ad essere considerata per l'importanza che ha.
  • 0

#9 Cotchford

Cotchford

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 503 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2009 - 14:14

Ciao a tutti?

La "musique d'ameublement" è un precedente della musica ambient di Eno?

Parade è la prima opera musicale che incorpora rumori?
  • 0

#10 R I E N

R I E N

    El reaccionario auténtico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2463 Messaggi:

Inviato 13 agosto 2009 - 08:07

Ho già alcuni cd di Satie, ma volevo avere maggiori informazioni sulla sua produzione completa.
Cominciamo con le opere per pianoforte. Ho visto che esistono dei cofanetti con le opere complete, sono questi: Satie : l'Oeuvre Pour Piano di Aldo Ciccolini, Intégrale de l'Oeuvre pour piano seul di Jean-Yves Thibaudet, Satie: Piano Works (Complete) di Cristina Ariagno ed infine Satie : Intégrale de l'oeuvre pour piano di Jean Joël Barbier. Io ho già un doppio di Ciccolini che mi piace molto, ma tra questi qual è il migliore sia come qualità che come completezza?
Poi mi piacerebbe avere informazioni sul resto della sua produzione. Io ho un cd che, oltre le Vexations include anche Relâche e Musique D'Ameublement. Credo che mi manchi solo il Socrate, qual è secondo voi l'incisione migliore?
Ci sono altre opere che mancano all'appello?
  • 0

#11 Norman Bombardini

Norman Bombardini

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7159 Messaggi:

Inviato 12 ottobre 2009 - 11:29

come qualità non lo so ma, a livello interpretativo, Ciccolini è considerato l'assoluto fuoriclasse per Satie. Ho varie versioni, compresa l'Oeuvre di Ciccolini, che è quella che preferisco, nettamente.
  • 0

#12 Guest_The Magnetron Society_*

Guest_The Magnetron Society_*
  • Guests

Inviato 12 ottobre 2009 - 12:06

Ciao a tutti?
La "musique d'ameublement" è un precedente della musica ambient di Eno?
Parade è la prima opera musicale che incorpora rumori?


Ho letto adesso questo intervento spero non
sia troppo tardi..per quanto mi riguarda azzardo
dicendo che la musique d'ameublement di Satie precede
di quasi un secolo le intenzioni della musica ambient di Eno.
Andando a ritroso anche una certa musica di corte del '700
fungeva da sottofondo e le finalità erano le stesse.
Cotchford hai forse letto : "Quaderni di un mammifero" di Erik
Satie?

Aggiungo inoltre che in questo box troverai la risposta
alla tua seconda domanda :

AAVV  Baku :  Symphony of Sirens.
(ReR Megacorp)2008
Sound Experiments in the Russian Avant-Garde (1908-1942)






#13 Guest_Euripidello_*

Guest_Euripidello_*
  • Guests

Inviato 17 novembre 2009 - 18:39

Salve gente,
qualche erudito esperto buon intenditore melomane sa dirmi chi esegue il "Gymnopedie 1" di Satie presente in questo myspace?
http://www.myspace.com/satieerik
A mio parere è la migliore esecuzione del brano mai sentita fino ad ora: lenta, mistica, profonda.


#14 Norman Bombardini

Norman Bombardini

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7159 Messaggi:

Inviato 17 novembre 2009 - 21:38

Salve gente,
qualche erudito esperto buon intenditore melomane sa dirmi chi esegue il "Gymnopedie 1" di Satie presente in questo myspace?
http://www.myspace.com/satieerik
A mio parere è la migliore esecuzione del brano mai sentita fino ad ora: lenta, mistica, profonda.


morbidissima, trasognata ma ponderata nello stesso tempo, sensibile...Ciccolini. Uno sballo, se li mangia tutti a colazione su Satie. Dovrebbe essere lui di sicuro.
  • 0

#15 Dudley

Dudley

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1787 Messaggi:

Inviato 17 novembre 2009 - 22:30


Salve gente,
qualche erudito esperto buon intenditore melomane sa dirmi chi esegue il "Gymnopedie 1" di Satie presente in questo myspace?
http://www.myspace.com/satieerik
A mio parere è la migliore esecuzione del brano mai sentita fino ad ora: lenta, mistica, profonda.


morbidissima, trasognata ma ponderata nello stesso tempo, sensibile...Ciccolini. Uno sballo, se li mangia tutti a colazione su Satie. Dovrebbe essere lui di sicuro.


ci stai andando giù un po' troppo pesante con questo tipo di giudizi ... ancora non ho sentito nominare le interpretazioni dell'olandese Reinbert De Leeuw, pubblicate nientemeno che dalla PHILIPS ... prova a dargli un'ascolto.


  • 0

#16 Guest_Euripidello_*

Guest_Euripidello_*
  • Guests

Inviato 17 novembre 2009 - 22:52



Salve gente,
qualche erudito esperto buon intenditore melomane sa dirmi chi esegue il "Gymnopedie 1" di Satie presente in questo myspace?
http://www.myspace.com/satieerik
A mio parere è la migliore esecuzione del brano mai sentita fino ad ora: lenta, mistica, profonda.


morbidissima, trasognata ma ponderata nello stesso tempo, sensibile...Ciccolini. Uno sballo, se li mangia tutti a colazione su Satie. Dovrebbe essere lui di sicuro.


ci stai andando giù un po' troppo pesante con questo tipo di giudizi ... ancora non ho sentito nominare le interpretazioni dell'olandese Reinbert De Leeuw, pubblicate nientemeno che dalla PHILIPS ... prova a dargli un'ascolto.



Se la mia recchia non mi tradisce non è Ciccolini. Chi sarà mai?
Ehilà, questo Delilaliù però sa trattare la materia, grazie per la dritta, non come tutti quegli altri gaglioffi mezzosangue che vanno veloci su quei maledetti tasti.

#17 Guest_Euripidello_*

Guest_Euripidello_*
  • Guests

Inviato 18 novembre 2009 - 07:41

Ehi dud, che destro che mi hai confezionato! Reinbert De Leeuw è commovente, fa mangiare la polvere persino a Bojan Gorisek che pure mi pizzicava il piripò di lungi e abambagi! Great.

#18 Norman Bombardini

Norman Bombardini

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7159 Messaggi:

Inviato 18 novembre 2009 - 09:03



Salve gente,
qualche erudito esperto buon intenditore melomane sa dirmi chi esegue il "Gymnopedie 1" di Satie presente in questo myspace?
http://www.myspace.com/satieerik
A mio parere è la migliore esecuzione del brano mai sentita fino ad ora: lenta, mistica, profonda.


morbidissima, trasognata ma ponderata nello stesso tempo, sensibile...Ciccolini. Uno sballo, se li mangia tutti a colazione su Satie. Dovrebbe essere lui di sicuro.


ci stai andando giù un po' troppo pesante con questo tipo di giudizi ... ancora non ho sentito nominare le interpretazioni dell'olandese Reinbert De Leeuw, pubblicate nientemeno che dalla PHILIPS ... prova a dargli un'ascolto.



il Satie di De Leeuw è più lento ancora del pezzo sul myspace, a me non fa impazzire; come detto l'esecuzione che preferisco è quella di Ciccolini, mi piace parecchio anche Pascal Rogè (Decca).
E' appena uscito Satie fatto dalle sorelle Labeque, eseguito da loro ho qualcosa di Stravinsky, non ricordo cosa.
  • 0

#19 Dudley

Dudley

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1787 Messaggi:

Inviato 18 novembre 2009 - 09:28

Ehi dud, che destro che mi hai confezionato! Reinbert De Leeuw è commovente, fa mangiare la polvere persino a Bojan Gorisek che pure mi pizzicava il piripò di lungi e abambagi! Great.


... eheheh ... ottimo!
non ti nascondo che pure io apprezzo il "tocco" di De Leeuw

  • 0

#20 ravel

ravel

    mon cœur est rouge

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2027 Messaggi:

Inviato 18 novembre 2009 - 16:32

Satie mi pare un autore fintamente "semplice" da interpretare, ma (proprio per le non trascendentali difficoltà digitali) in realtà facilissimo da fraintendere e "alterare".

Qui e là, cioè nella singola riuscita, possono risultare più convincenti Questo o Quello ma nel complesso, nell'insieme dell'opera a me pare che Ciccolini sia il migliore, per intelligenza e cultura.
  • 0

"Ciò che l'uomo può essere per l'uomo non si esaurisce in forme comprensibili".
(k. jaspers)

 

Moriremotuttista





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq