Vai al contenuto


* * * - - 5 Voti

La Nascita (E Morte) Del Pd


  • Please log in to reply
8059 replies to this topic

#81 virginia wolf

virginia wolf

    apota

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6639 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 07:35


Ma cosa bisognerebbe fare? L'approccio tuo e di soul mi sembra molto snob, a sentire certi vostri discorsi sembra che o si dedica la propria vita alla politica, magari come militanti iscritti ad un partito, o è persino inutile andare a votare... Sono felice di sentirmi libera proprio nella sarcastica accezione di Gaber, per fortuna posso delegare e spendere liberamente il mio tempo e i miei soldi. (e comunque, in questo caso a votare non ci sono andata, ma non certo sentendomi superiore e illuminata come chi definisce pecoroni gli elettori)

Cercare di essere uomini-individuo e non uomini-massa. Essere consapevoli di essere cittadini e non sudditi. Non farsi strumentalizzare rifiutandosi, per esempio, di partecipare a questo tipo di operazioni pseudo-democratiche.
Pretendere dai politici chiarezza e trasparenza rifiutandosi di votare al buio, altrimenti poi non ci possiamo lamentare se i politici si servono della democrazia anziché servirla.

La democrazia è sicuramente il sistema politico più faticoso perché
??non promette nulla a nessuno, ma richiede molto a tutti?.




Il PD ha lasciato vuoto lo spazio del socialismo liberale, spostandosi su posizioni neocentriste con forti caratterizzazioni clericali, quando invece dovrebbe essere un grande contenitore plurale e modernizzatore con confini più ampi di quelli che erano dell'Ulivo e in grado di garantire il giusto protagonismo al socialismo liberale.


Condivido.

  • 0
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com'è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.

#82 verdoux

verdoux

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2790 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 07:49



Il PD ha lasciato vuoto lo spazio del socialismo liberale, spostandosi su posizioni neocentriste con forti caratterizzazioni clericali, quando invece dovrebbe essere un grande contenitore plurale e modernizzatore con confini più ampi di quelli che erano dell'Ulivo e in grado di garantire il giusto protagonismo al socialismo liberale.


Condivido.



Io no.

Il PD non ha lasciato nessun vuoto, anzi non ha ancora fatto nulla, perchè si sta costituendo.
Decideremo noi la linea politica.

Sembra che la politica sia diventata un prodotto di consumo che si compra e che si vende, ma che viene fabbricato altrove; una realtà fenomenica non modificabile dalla nostra presenza e/o partecipazione ed imposta da altri, marziani chissà da dove arrivati, che perseguono disegni perversi e imperscrutabili fin dalla notte dei tempi; sembrano gli dei greci, che hanno preso il potere, scacciando altri, e inamovibili si fanno i loro giochi.

Mah
  • 0

#83 juL fu Sig.M.

juL fu Sig.M.

    Utente paraolimpionico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8878 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 07:58




Il PD ha lasciato vuoto lo spazio del socialismo liberale, spostandosi su posizioni neocentriste con forti caratterizzazioni clericali, quando invece dovrebbe essere un grande contenitore plurale e modernizzatore con confini più ampi di quelli che erano dell'Ulivo e in grado di garantire il giusto protagonismo al socialismo liberale.


Condivido.



Io no.

Il PD non ha lasciato nessun vuoto, anzi non ha ancora fatto nulla, perchè si sta costituendo.
Decideremo noi la linea politica.

Sembra che la politica sia diventata un prodotto di consumo che si compra e che si vende, ma che viene fabbricato altrove; una realtà fenomenica non modificabile dalla nostra presenza e/o partecipazione ed imposta da altri, marziani chissà da dove arrivati, che perseguono disegni perversi e imperscrutabili fin dalla notte dei tempi; sembrano gli dei greci, che hanno preso il potere, scacciando altri, e inamovibili si fanno i loro giochi.

Mah


Se mi spieghi il "come" poi sono d'accordo con te.
  • 0

#84 verdoux

verdoux

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2790 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 08:19





Il PD ha lasciato vuoto lo spazio del socialismo liberale, spostandosi su posizioni neocentriste con forti caratterizzazioni clericali, quando invece dovrebbe essere un grande contenitore plurale e modernizzatore con confini più ampi di quelli che erano dell'Ulivo e in grado di garantire il giusto protagonismo al socialismo liberale.


Condivido.



Io no.

Il PD non ha lasciato nessun vuoto, anzi non ha ancora fatto nulla, perchè si sta costituendo.
Decideremo noi la linea politica.

Sembra che la politica sia diventata un prodotto di consumo che si compra e che si vende, ma che viene fabbricato altrove; una realtà fenomenica non modificabile dalla nostra presenza e/o partecipazione ed imposta da altri, marziani chissà da dove arrivati, che perseguono disegni perversi e imperscrutabili fin dalla notte dei tempi; sembrano gli dei greci, che hanno preso il potere, scacciando altri, e inamovibili si fanno i loro giochi.

Mah


Se mi spieghi il "come" poi sono d'accordo con te.


anche il come lo decideremo noi; noi siamo quelli che intendono partecipare alla vita politica, non tirarsi fuori, sentirsi, almeno per la sessantamilionesi parte di competenza, responsabili di ciò che avviene in italia; per ora 3 milioni di persone hanno manifestato intreresse per l'iniziativa; non sono per la politica del "loro", loro chi? bella autogiustificazione per tirarsi fuori ed non assumersi responsabilità!
  • 0

#85 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 08:25

Berselli su Repubblica, mi pare dell'altro ieri.

I perfettisti

I perfettisti sono i seguaci del perfettismo. Ad esempio quelli che non sono andati a votare per le primarie del Pd perché il nuovo partito non era abbastanza liberale, socialista, popolare, democratico, insomma perché non era perfetto. Sono quelli che sono disposti a dimenticare le tristi necessità del presente in vista di un futuro che sarà molto migliore e forse anche molto più futuro. Sono le vittime di una malattia inguaribile per la cultura della sinistra. Dove conta essere ??scomodi?, dove importa manifestare ??disagio?, dove conviene mostrarsi ??mai soddisfatti?. I perfettisti, sempre preda di quella nevrosi che è un peccato anche per la fede, in quanto «sacrifica i beni presenti all??immaginata futura perfezione» (Rosmini). Per il perfettismo la socialdemocrazia è un??abdicazione, il gradualismo è una rinuncia, le libertà borghesi sono formali, le riforme sono banali. Sono sempre i migliori, i perfettisti: chiusi nella loro orgogliosa sicurezza, sicuri di possedere la verità. Poi certe volte arriva il popolo, che a forza di schede travolge le aspettative. E allora potrebbe anche capitare di vedere gli idolatri della perfezione spalancare la boccuccia per la sorpresa: perché qualche volta anche i perfettisti fanno ??oh?.
  • 0

#86 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34300 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 17 ottobre 2007 - 08:27

Cercare di essere uomini-individuo e non uomini-massa. Essere consapevoli di essere cittadini e non sudditi. Non farsi strumentalizzare rifiutandosi, per esempio, di partecipare a questo tipo di operazioni pseudo-democratiche.
Pretendere dai politici chiarezza e trasparenza rifiutandosi di votare al buio, altrimenti poi non ci possiamo lamentare se i politici si servono della democrazia anziché servirla.


Premesso che: 1) non sono andato a votare per le primarie; 2) non sono mai stato iscritto a un partito; ho l'impressione che davvero tu stia mancando di rispetto verso milioni di persone che fanno/hanno fatto una scelta di quel tipo.
Chi ti dice che anche la tua scelta di votare in un certo modo a un referendum non sia un modo per farsi strumentalizzare dalla forze politiche che l'hanno promosso, magari per motivi completamente diversi da quelli che immagini? E, soprattutto, chi ti dice che chi aderisce a un partito o chi ha votato a queste primarie lo faccia "al buio", senza chiedere nulla in cambio o senza avere un'idea di ciò che quel partito sarà?
Mi sembra un atteggiamento molto presuntuoso, perché in ogni paese e in ogni sistema politico l'elettore non può godere di questo rapporto esclusivista di "do ut des" con i suoi rappresentanti politici, eppure ha tutto il diritto di continuare a sostenerli e di continuare a chiedere loro certe cose. Non vedo alcuna contraddizione in ciò. Se fosse così semplice il rapporto elettore-eletti, la politica sarebbe un'equazione di primo grado, invece - fortunatamente e sfortunatamente - è qualcosa di molto più complesso.
  • 0

#87 Guest_Maori Tattoo_*

Guest_Maori Tattoo_*
  • Guests

Inviato 17 ottobre 2007 - 08:31

Virginiawolf se fossi in Italia non sai cosa ti farei... ;)

#88 virginia wolf

virginia wolf

    apota

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6639 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 09:26

Premesso che: 1) non sono andato a votare per le primarie; 2) non sono mai stato iscritto a un partito; ho l'impressione che davvero tu stia mancando di rispetto verso milioni di persone che fanno/hanno fatto una scelta di quel tipo.
Chi ti dice che anche la tua scelta di votare in un certo modo a un referendum non sia un modo per farsi strumentalizzare dalla forze politiche che l'hanno promosso, magari per motivi completamente diversi da quelli che immagini? E, soprattutto, chi ti dice che chi aderisce a un partito o chi ha votato a queste primarie lo faccia "al buio", senza chiedere nulla in cambio o senza avere un'idea di ciò che quel partito sarà?
Mi sembra un atteggiamento molto presuntuoso, perché in ogni paese e in ogni sistema politico l'elettore non può godere di questo rapporto esclusivista di "do ut des" con i suoi rappresentanti politici, eppure ha tutto il diritto di continuare a sostenerli e di continuare a chiedere loro certe cose. Non vedo alcuna contraddizione in ciò. Se fosse così semplice il rapporto elettore-eletti, la politica sarebbe un'equazione di primo grado, invece - fortunatamente e sfortunatamente - è qualcosa di molto più complesso.

Chissà perché, ci tenete tutti a dire di non essere andati a votare. Va beh.

Non giochiamo con le parole, esprimere una critica non è né mancanza di rispetto né presunzione.
E?? presuntuoso pretendere, prima di andare a votare, di sapere esattamente quale sarà il programma di quel partito e di quel leader? O è invece un nostro diritto.
Il Csx ha criticato, giustamente, la nuova legge elettorale che ci ha imposto di votare per liste bloccate decise dai partiti, e poi adesso loro propongono una lista bloccata decisa dal partito, senza oltretutto informare l??elettore, esattamente, quale linea politica seguiranno.
Accidenti, ma sembra solo a me una presa per i fondelli?


La strumentalizzazione è sempre dietro l??angolo e chissà anch??io quante volte ne sono stata vittima, lo so benissimo. Con questo non mi arrendo e cerco, per quanto possibile, di non essere usata.

  • 0
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com'è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.

#89 tupelo

tupelo

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2770 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 09:37

Virginiawolf se fossi in Italia non sai cosa ti farei... ;)


E quest'altro invece che senso avrebbe?
Usare i messagi privati ti sembra tanto brutto?
  • 0

#90 verdoux

verdoux

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2790 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 09:39

 
E?? presuntuoso pretendere, prima di andare a votare, di sapere esattamente quale sarà il programma di quel partito e di quel leader? O è invece un nostro diritto.




ma veramente sei stato/a invitato a votare proprio per eleggere gli organi che faranno la linea politica del partito; è un partito in fase costituente;


  • 0

#91 Maldon

Maldon

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 225 Messaggi:
  • LocationEurope

Inviato 17 ottobre 2007 - 10:08


Premesso che: 1) non sono andato a votare per le primarie; 2) non sono mai stato iscritto a un partito; ho l'impressione che davvero tu stia mancando di rispetto verso milioni di persone che fanno/hanno fatto una scelta di quel tipo.
Chi ti dice che anche la tua scelta di votare in un certo modo a un referendum non sia un modo per farsi strumentalizzare dalla forze politiche che l'hanno promosso, magari per motivi completamente diversi da quelli che immagini? E, soprattutto, chi ti dice che chi aderisce a un partito o chi ha votato a queste primarie lo faccia "al buio", senza chiedere nulla in cambio o senza avere un'idea di ciò che quel partito sarà?
Mi sembra un atteggiamento molto presuntuoso, perché in ogni paese e in ogni sistema politico l'elettore non può godere di questo rapporto esclusivista di "do ut des" con i suoi rappresentanti politici, eppure ha tutto il diritto di continuare a sostenerli e di continuare a chiedere loro certe cose. Non vedo alcuna contraddizione in ciò. Se fosse così semplice il rapporto elettore-eletti, la politica sarebbe un'equazione di primo grado, invece - fortunatamente e sfortunatamente - è qualcosa di molto più complesso.

Chissà perché, ci tenete tutti a dire di non essere andati a votare. Va beh.

Non giochiamo con le parole, esprimere una critica non è né mancanza di rispetto né presunzione.
E?? presuntuoso pretendere, prima di andare a votare, di sapere esattamente quale sarà il programma di quel partito e di quel leader? O è invece un nostro diritto.
Il Csx ha criticato, giustamente, la nuova legge elettorale che ci ha imposto di votare per liste bloccate decise dai partiti, e poi adesso loro propongono una lista bloccata decisa dal partito, senza oltretutto informare l??elettore, esattamente, quale linea politica seguiranno.
Accidenti, ma sembra solo a me una presa per i fondelli?


La strumentalizzazione è sempre dietro l??angolo e chissà anch??io quante volte ne sono stata vittima, lo so benissimo. Con questo non mi arrendo e cerco, per quanto possibile, di non essere usata.


Cara Virginia,
c'è che la verità è rivoluzionaria,
e allora i neo-conservatori fiutano il pericolo e si arroccano nel vecchio maniero, quello sprovvisto di contrafforti ma sprofondato in fitte nebbie.
E' una storia già vista, in Italia.
Me la raccontava mio nonno, poi è stato il turno di mio padre e, temo,
dovrò raccontarla ai miei nipoti.
Che l'accordo elettorale tra Ds e Margherita nasca con ben altre finalità da quelle riformiste dovrebbe essere un fatto assodato, così non è evidentemente.
Che si tratti della riedizione, in peggio, dopo trentaquattro anni, del compromesso storico a cui i margheritiani hanno imposto un'ulteriore deriva confessionale è un fatto altrettanto inoppugnabile, così non è evidentemente.
I dirigenti dell'ex Pci hanno finora accuratamente evitato di fare i conti con il passato.
C'ha provato, recentemente, Fassino, immediatamente gambizzato dai "continuisti" (brutto termine ma efficace).La sindrome "Berlinguer" è ancora attuale.
In politica le cose si tengono sempre tutte, rughe comprese.
L'operazione lifting non potrà nasconderle per troppo tempo.

Già, ma noi siamo "perfettini" ...  asd

cordialità
krisis
  • 0
[4.48 Psychosis]
«Omaggio a Sarah Kane. Le corde vocali di Staples diventano marmo su cui scivolano le parole della drammaturga britannica. Il mood Velvet Underground aleggia su questo brano...
è il miglior momento di Waiting for the Moon.»
Maldon

#92 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:
  • LocationUdine, Padova

Inviato 17 ottobre 2007 - 10:39

Il PD non ha lasciato nessun vuoto, anzi non ha ancora fatto nulla, perchè si sta costituendo.
Decideremo noi la linea politica.


Anche il programma del governo attuale lo dovevamo decidere "noi" (qualcuno ricorda la mitica fabbrica?), peccato che in più di un anno non siano riusciti nemmeno a risolvere quello su cui tutti "noi" eravamo sicuramente concordi: il conflitto di interessi.

Comunque beato chi ci crede, si vede che ha ancora tanta fiducia in un partito fondato fondamentalmente dalla solita gente nata e vissuta in un sistema sempre più marcio comandato da uno che fa politica da eoni. La verità è che questa è l'ultima carta che questi politici si giocano (per loro stessa ammissione) e il passato non tende certo a loro favore. Il PD è l'ennesimo rifacimento del trucco, triste che basti questo a molti per continuare a credere (ma siamo un paese di cattolici e il PD è cattolico, in teoria tutto fila!).
  • 0

the music that forced the world into future


#93 ouspen

ouspen

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1011 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 11:17

il programma del Pd è fin troppo chiaro.
  • 0

#94 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34300 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 17 ottobre 2007 - 11:30

(ma siamo un paese di cattolici e il PD è cattolico, in teoria tutto fila!).


E' un partito laico, con un leader laico, una prevalenza di iscritti laica e una componente di cattolicesimo di sinistra. Mettiamo i puntini sulle i. Altrimenti rifacciamo il Mucchio Selvaggio, e mi sembrerebbe una lettura un po' superficiale. Che poi il Pd debba fare i conti, come tutta la politica italiana, con una pressante ingerenza delle gerarchie ecclesiastiche e che alcuni suoi dirigenti le sentano particolarmente pressanti è un altro discorso.
Dubito tra l'altro che siamo davvero un paese di cattolici...
  • 0

#95 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5914 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 11:40


Chissà perché, ci tenete tutti a dire di non essere andati a votare. Va beh.

Non giochiamo con le parole, esprimere una critica non è né mancanza di rispetto né presunzione.
E?? presuntuoso pretendere, prima di andare a votare, di sapere esattamente quale sarà il programma di quel partito e di quel leader? O è invece un nostro diritto.
Il Csx ha criticato, giustamente, la nuova legge elettorale che ci ha imposto di votare per liste bloccate decise dai partiti, e poi adesso loro propongono una lista bloccata decisa dal partito, senza oltretutto informare l??elettore, esattamente, quale linea politica seguiranno.
Accidenti, ma sembra solo a me una presa per i fondelli?


Te lo dico io (che ho provato a farlo) perchè nessuno dice di essere andato a votare.
Perchè a loro non sta bene nessuno dei candidati imposti,tanto meno quel veltroni che preferirebbero di parola e col turbante in testa a dar da mangiare ai bimbi in Africa,piuttosto che impegnato a ricucire e tamponare l'emorragia di consensi causata da questo governo.
E mi sembra che sei l'unica ad aver colto il concetto che ho grassettato,soprattutto quel che riguarda proprio la chiusura delle liste ( chi ha sostenuto quelle d'appoggio a Veltroni poi,vengono tutti dalla veterodemocraziacristiana...pensa che salto di qualità).
Vogliamo fare gli ammericani? E facciamolo fino in fondo allora! Imitiamo le primarie a stelle e striscie e facciamo partire le eliminatorie dalla base,dove si candida chiunque abbia la voglia di farlo.E se passa il turno si fa il culo per un anno per passare i successivi,non in questo modo farsesco altrettanto quanto quello che vide trionfare Prodi nell'esperimento precedente.( A proposito,il testimone chiave dell'omicidio Fortugno,ucciso mentre votava a quelle primarie,s'è stranamente tolto la vita proprio ieri   :'( )

P.S.
Queste carnevalate pseudo democratico-progressiste non fanno altro che legittimare la stessa carnevalata che verrà messa in scena dal CDX quando nascerà il partito unico.E qualcuno di sinistra canterà vittoria perchè magari andranno a votare solo due milioni di illusi.
Che popolino....
  • -1

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#96 sheikyerbouti

sheikyerbouti

    anti-intellettuale, coerente, obiettivo, ironico, arguto, spacca

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15807 Messaggi:
  • Locationmilano

Inviato 17 ottobre 2007 - 11:46

Dubito tra l'altro che siamo davvero un paese di cattolici...

hai ragione, l'italia non è un paese di cattolici ma di bigotti... come francesco "cicciobello" rutelli, gioppino nelle mani della super ambiziosa moglie, barbara palombelli.

buona giornata.
  • 0

#97 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:
  • LocationUdine, Padova

Inviato 17 ottobre 2007 - 11:54


(ma siamo un paese di cattolici e il PD è cattolico, in teoria tutto fila!).


E' un partito laico, con un leader laico, una prevalenza di iscritti laica e una componente di cattolicesimo di sinistra. Mettiamo i puntini sulle i. Altrimenti rifacciamo il Mucchio Selvaggio, e mi sembrerebbe una lettura un po' superficiale. Che poi il Pd debba fare i conti, come tutta la politica italiana, con una pressante ingerenza delle gerarchie ecclesiastiche e che alcuni suoi dirigenti le sentano particolarmente pressanti è un altro discorso.
Dubito tra l'altro che siamo davvero un paese di cattolici...


Volevo dire che esiste una componente cattolica importante e abbiamo visto quanto questa può essere decisiva al momento di decidere sui temi "etici" chiave.
Ha ragione lo sceicco comunque, magari fossimo un paese di cattolici (intesi nel senso coerente del termine) invece siamo un solo un paese di "cattolici da cabina elettorale" (cioè che si ricordano della religione solo quando bisogna esternare "moralità" o compiere atti che non contribuiscono a colpire direttamente la propria vita privata).
  • 0

the music that forced the world into future


#98 Guest_soul crew_*

Guest_soul crew_*
  • Guests

Inviato 17 ottobre 2007 - 12:49




Il PD ha lasciato vuoto lo spazio del socialismo liberale, spostandosi su posizioni neocentriste con forti caratterizzazioni clericali, quando invece dovrebbe essere un grande contenitore plurale e modernizzatore con confini più ampi di quelli che erano dell'Ulivo e in grado di garantire il giusto protagonismo al socialismo liberale.


Condivido.




Io no.

Il PD non ha lasciato nessun vuoto, anzi non ha ancora fatto nulla, perchè si sta costituendo.
Decideremo noi la linea politica.

Sembra che la politica sia diventata un prodotto di consumo che si compra e che si vende, ma che viene fabbricato altrove; una realtà fenomenica non modificabile dalla nostra presenza e/o partecipazione ed imposta da altri, marziani chissà da dove arrivati, che perseguono disegni perversi e imperscrutabili fin dalla notte dei tempi; sembrano gli dei greci, che hanno preso il potere, scacciando altri, e inamovibili si fanno i loro giochi.

Mah

mah, appunto.
trovo arduo dire che deciderete voi cosa sarà e come sarà, ormai il vostro compitino di votare alle primarie l' avete fatto, ora decideranno i capi e saranno legittimati dai 2.400 delegati della costituente (mi preme ricordare che il partito comunista cinese va a congresso con 2.000 delegati, in un paese da 2 miliardi di abitanti, ecco le riduzioni dei costi della politica millantate)

se avessero voluto farvi costruire a voi il partito, avrebbero mandato intanto dei "sondaggi" nelle sezioni, al fine di decidere l' orientamento almeno sui grandi temi.
il nodo della laicità non è stato sciolto, il nodo dell' appartenza europea nemmeno, il nodo delle politiche economiche tanto meno, tanto per fare esempi.
avrebbero avuto più senso le "primarie delle idee" (è quello che si propongono di fare i partiti di sinistra e seguirò con molta attenzione), piuttosto che quelle per legittimare un leader che è leader di un contenitore vuoto.

persino il centrodestra sta per lanciare un cantiere delle idee, sono più democratici di voi.

#99 Brucaliffa

Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 14:55



Chissà perché, ci tenete tutti a dire di non essere andati a votare. Va beh.

Non giochiamo con le parole, esprimere una critica non è né mancanza di rispetto né presunzione.
E?? presuntuoso pretendere, prima di andare a votare, di sapere esattamente quale sarà il programma di quel partito e di quel leader? O è invece un nostro diritto.
Il Csx ha criticato, giustamente, la nuova legge elettorale che ci ha imposto di votare per liste bloccate decise dai partiti, e poi adesso loro propongono una lista bloccata decisa dal partito, senza oltretutto informare l??elettore, esattamente, quale linea politica seguiranno.
Accidenti, ma sembra solo a me una presa per i fondelli?


Te lo dico io (che ho provato a farlo) perchè nessuno dice di essere andato a votare.
Perchè a loro non sta bene nessuno dei candidati imposti,tanto meno quel veltroni che preferirebbero di parola e col turbante in testa a dar da mangiare ai bimbi in Africa,piuttosto che impegnato a ricucire e tamponare l'emorragia di consensi causata da questo governo.
E mi sembra che sei l'unica ad aver colto il concetto che ho grassettato,soprattutto quel che riguarda proprio la chiusura delle liste ( chi ha sostenuto quelle d'appoggio a Veltroni poi,vengono tutti dalla veterodemocraziacristiana...pensa che salto di qualità).
Vogliamo fare gli ammericani? E facciamolo fino in fondo allora! Imitiamo le primarie a stelle e striscie e facciamo partire le eliminatorie dalla base,dove si candida chiunque abbia la voglia di farlo.E se passa il turno si fa il culo per un anno per passare i successivi,non in questo modo farsesco altrettanto quanto quello che vide trionfare Prodi nell'esperimento precedente.( A proposito,il testimone chiave dell'omicidio Fortugno,ucciso mentre votava a quelle primarie,s'è stranamente tolto la vita proprio ieri   :'( )


Quoto, sono questi i motivi per cui non ho votato. Dopo tante chiacchiere sul rinnovamento, le liste bloccate sono una contraddizione troppo forte da tollerare rispetto alle dichiarazioni d??intenti. Fassino le giustifica con la necessità di avere un 50% di presenza femminile, che sarebbe stata penalizzata dalla possibilità di esprimere le preferenze, bah.
Invece nella risposta che mi ha dato virginia continuo a riscontrare il perfettismo descritto nell'articolo quotato da pickpocket... io chiedo cosa bisognerebbe fare quasi come provocazione, e mi sento rispondere che devo imparare a essere individuo e non massa, cittadino e non suddito, mah.. presunzione e retorica.
  • 0
Better Call Saul!

#100 verdoux

verdoux

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2790 Messaggi:

Inviato 17 ottobre 2007 - 15:12

se avessero voluto farvi costruire a voi il partito, avrebbero mandato intanto dei "sondaggi" nelle sezioni, al fine di decidere l' orientamento almeno sui grandi temi.



sondaggi? sono state fatte assemblee con libertà di parola, di opinione e di voto, sul contributo programmatico dei democratici di sinistra per il partito democratico, cui ho partecipato, seppure non iscritto;
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq