Vai al contenuto


* * * * * 6 Voti

fumetti


  • Please log in to reply
3171 replies to this topic

#3101 signora di una certa età

signora di una certa età

    old signorona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18997 Messaggi:

Inviato 12 febbraio 2020 - 07:59

RIP Claire Bretécher :(
  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#3102 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 5626 Messaggi:

Inviato 21 febbraio 2020 - 11:08

Joe-Galaxy-COVER-OK-DEF-DEF-web.jpg

 

 

Mattioli era uno dei migliori. E questo qui lo sappiamo tutti.

 

Me lo stavo riprendendo in questo volumozzo di Coconino con Joe Galaxy. Ogni pagina è un'invenzione visiva. La libertà che si pigliavano questi qui, oggi è tendenzialmente usata per fare gli originali. Mattioli invece tir giù delle tavole che sono davvero dei capolavori.

Quanta bellezza. 


  • 3

#3103 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7003 Messaggi:

Inviato 21 febbraio 2020 - 12:04

Sono molto tentato di recuperare i volumi Coconino.
Da piccolo seguivo solo Pinky sul Giornalino, ma qualunque sua cosa abbia visto era ok++

A volte mi chiedo davvero dove sia l'inventività di quegli anni, non che debbano essere tutti Mattioli o Pazienza (e vabbè), ma spesso vedo cose sempre più omologate (per quanto magari belle eh), anche nel pochissimo che vedo del fumetto indipendente/autoprodotto (ammetto che qui potrebbe essere ignoranza mia, e ci sono eccezioni come alla fine quelle della Hollow Press).


  • 0

#3104 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 5626 Messaggi:

Inviato 21 febbraio 2020 - 12:28

Guarda secondo me merita recuperarli quei volumi, io robe sparse ne ho letto un po', ma averli lì tutti insieme è una goduria non da poco, e anzi viene fuori davvero tutta la sua potenza.

 

Sul discorso libertà espressiva, in Italia siamo messi davvero malissimo, perché come al solito il fermento che c'è non è strutturato da aziende che lavorano bene. I due colossi stanno facendo comunque un discorso che non regge, tanti amici che pubblicano per loro son scontenti. Oblomov ha dei problemi se si ritrova per le mani un fumetto come quello della Canottiere e non lo fa trovare nelle fumetterie.

Stando su robe che conosco qui a Torino abbiamo gli Eris che fanno un gran lavoro, ma si tagliano una fetta grossa di mercato per essere "coerenti alla linea" e usando per lo più canali di distribuzione alternativi. Pure Diabolo, ci sta provando. 

Son realtà piccoline però.

Il problema è che questa roba non vende un cazzo. E l'editoria è un mercato malato. 

E quando non c'è un'industria che funziona, secondo me è difficile pure far uscire i nomi. Perché le case editrici pubblicano ormai tantissimo, tutto direi, e fanno si che tutto venga diliuto. Non capendo tra l'altro che questo è l'epoca d'oro del fumetto in italia, e si stanno perdendo tutti un treno che non tornerà più (per un po' di tempo).

Il fatto è che c'è sicuramente roba superunderground pure bella, ma ha due difetti:

1- non la trovi da nessuna parte

2-si rifà troppo spesso a quel che c'è già stato. Pecca di scarsa originalità.

 

Detto questo, gente brava ce n'è un sacco aggiro, si deve solo aver la pazienza che esca. O avere il culo scovarli per caso. 


  • 0

#3105 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7003 Messaggi:

Inviato 21 febbraio 2020 - 12:32

No chiaro, anzi, se avete esempi/nomi postate pure (Eris bravo, me l'ero dimenticato ma tutta roba buona, io alla fine apprezzo la loro selezione: meglio pochi ma buoni).


  • 0

#3106 Petty Bourgeoisie

Petty Bourgeoisie

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3836 Messaggi:
  • LocationSassari, 08/09/1980

Inviato 27 febbraio 2020 - 17:44

Uscito in edicola il Texone disegnato da Villa. Next week I'm going to buy it.
Texiani del forum, quali prime impressioni?
  • 0
HE'S NOT THE MESSIAH, HE'S A VERY NAUGHTY BOY!

#3107 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16867 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 28 febbraio 2020 - 08:41

Al momento sto leggendo questo: https://en.wikipedia...shadow_(comics)

 

E' l'opera più importante di uno scrittore che probabilmente molti sottovalutano ma è uno dei più bravi. Dematteis ha scritto tra gli altri "la caccia di kraven" (una delle migliori storie dell'uomo ragno) "stardust kid" (mini serie molto bella)

e soprattutto savior 28 che è un classico sull'anti eroe (sulla scia di Moore e Veitch). Tornando a Moonshadow, è un'opera particolare, credo quella che racchiude un pò tutta la poetica di Dematteis. I riferimenti sono tantissimi da star wars a dostoevesky a bradbury, ed altra caratteristica è che si tratta di tavole dipinte. Quindi visivamente è d'impatto. La storia è un romanzo di formazione stellare diciamo. Unico difetto? In italiano costa sui 50 euro, io l'ho presa in inglese per allenarmi. Alcune parti sono scritte in inglese arcaico. Un incubo. Ma devo dire che la storia è davvero affascinante, se avete modo di recuperarlo magari ad un prezzo umano ve lo consiglio! 


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#3108 *alessandro*

*alessandro*

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2505 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 29 febbraio 2020 - 18:51

Al momento sto leggendo questo: https://en.wikipedia...shadow_(comics)

 

E' l'opera più importante di uno scrittore che probabilmente molti sottovalutano ma è uno dei più bravi. Dematteis ha scritto tra gli altri "la caccia di kraven" (una delle migliori storie dell'uomo ragno) "stardust kid" (mini serie molto bella)

e soprattutto savior 28 che è un classico sull'anti eroe (sulla scia di Moore e Veitch). Tornando a Moonshadow, è un'opera particolare, credo quella che racchiude un pò tutta la poetica di Dematteis. I riferimenti sono tantissimi da star wars a dostoevesky a bradbury, ed altra caratteristica è che si tratta di tavole dipinte. Quindi visivamente è d'impatto. La storia è un romanzo di formazione stellare diciamo. Unico difetto? In italiano costa sui 50 euro, io l'ho presa in inglese per allenarmi. Alcune parti sono scritte in inglese arcaico. Un incubo. Ma devo dire che la storia è davvero affascinante, se avete modo di recuperarlo magari ad un prezzo umano ve lo consiglio! 

Annunciata la ristampa da parte di Panini Comics per Marzo (purtroppo il prezzo quello è ... ma è un cartonato di oltre 500 pagine)

 

https://comics.panin...moonshadow.html

 

... un'opera con caratteristiche "simili" sempre di De Matteis (stavolta con disegni dipinti di Kent Williams) è Blood: a Tale che pubblicò Lion qualche anno fa, ma dovrebbe essere reperibile nelle fumetterie:

 

http://www.rwedizion...ood-una-storia/


  • 1
ex "victor"

#3109 bluetrain

bluetrain

    Fourth rule is: eat kosher salamis

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6861 Messaggi:

Inviato 29 febbraio 2020 - 23:02

Molto bello.

 

5-cover-AUDACI.jpg


  • 1

#3110 Ganzfeld

Ganzfeld

    Scaricatore di porco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4944 Messaggi:

Inviato 01 marzo 2020 - 19:44

81jvl3kLtdL.jpg

 

Preso per Natale ma letto solo ora. Manco a farlo apposta è un manga che parla (anche) di contagi, partiti con dei pesci i quali, grazie a dei dispositivi meccanici, hanno concquistato la terraferma e attaccato gli abitanti di Okinawa. Come si intuisce stiamo parlando di una storia bella grottesca ma priva di qualsiasi tipo di umorismo, nonostante il soggetto da b-movie. Per capirci:

 

articolo-81475.jpg

 

Bellissimi i due mini racconti kafkiani contenuti dopo l'opera principale. Insomma, consigliato.


  • 0

Tuttavia nella mia vita non ho mai smesso di masturbarmi


#3111 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7003 Messaggi:

Inviato 01 marzo 2020 - 20:48

Ottimo effettivamente e mi stupisce che nessuno l'avesse consigliato nel thread apposito, ma effettivamente è impossibile starci dietro. Dovremmo farne uno spin-off.
  • 0

#3112 neuro

neuro

    king (beyond the wall)

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3653 Messaggi:
  • Locationqua

Inviato 02 marzo 2020 - 08:32

il fumetto che mi ha dato più incubi dai tempi di Devilman
  • 0
apri apri, apri tutto!

#3113 Ganzfeld

Ganzfeld

    Scaricatore di porco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4944 Messaggi:

Inviato 02 marzo 2020 - 15:10

il fumetto che mi ha dato più incubi dai tempi di Devilman

Ecco, a proposito: ma a voi, attualmente (quindi non quando eravate bambini o poco più), la narrativa a fumetti ma anche classica, incute mai forti sensazioni di paura o di inquietudine?


  • 0

Tuttavia nella mia vita non ho mai smesso di masturbarmi


#3114 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16867 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 02 marzo 2020 - 15:19

in generale no, devilman in effetti si. O altre cose morbose giapponesi, che però non consiglierei. Hanno qualcosa che non va da quelle parti


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#3115 usernam*

usernam*

    granita di gelsi rossi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7003 Messaggi:
  • Locationmediterranea

Inviato 02 marzo 2020 - 15:35

non ho mai avuto paura con un horror a fumetti, credo dipenda dal maggior controllo che il fruitore ha rispetto al flusso di un horror al cinema.
Inquietudine invece si, ma è un'altra cosa, e comunque mi capita più ora che da piccola (ad es Devilman che ho letto poco tempo fa).
  • 0

La tua firma può contenere:

  • • Fino a 1 immagini
  • • Immagini fino a 350 x 150 pixels
  • • Qualsiasi numero di URLs
  • • Fino a 12 linee

#3116 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13534 Messaggi:

Inviato 02 marzo 2020 - 15:42

 

il fumetto che mi ha dato più incubi dai tempi di Devilman

Ecco, a proposito: ma a voi, attualmente (quindi non quando eravate bambini o poco più), la narrativa a fumetti ma anche classica, incute mai forti sensazioni di paura o di inquietudine?

 

 

Un paio di Dylan Dog (di Sclavi ovviamente) mi fecero venire un pochino di strizza che non ero piu' un ragazzino, ma in effetti e' raro che un fumetto faccia paura. Inquietudine si', e li' appunto i giappi sono imbattibili, ma paura e tensione come in un film, ma anche come in molti romanzi, e' molto dura. Credo che sia per via del fatto che, in quanto arte ibrida, nel fumetto il ritmo della narrazione e' nelle mani del lettore, molto piu' che in quelle dell'autore. 


  • 1

#3117 Ganzfeld

Ganzfeld

    Scaricatore di porco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4944 Messaggi:

Inviato 02 marzo 2020 - 16:01

Esatto, stessa cosa con me. Al massimo provo inquietudine e neanche troppa. La cosa più vicina ai brividi in narrativa in età adulta è stata quella parte de Il conte di Montecristo ambientata durante un temporale in una stamberga, ma anche lì non arriviamo certo alla paura mi provoca un film horror (paura che molto banalmente per me deriva dal fatto il film è quanto di più vicino alla realtà ci possa essere).


  • 0

Tuttavia nella mia vita non ho mai smesso di masturbarmi


#3118 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6797 Messaggi:

Inviato 02 marzo 2020 - 16:45

Da giovine ricordo che mi fece una paura fottuta Ananga, albo di MisterNo scritto da Sclavi.

L'ho riletto qualche anno fa e bisogna dire che è effettivamente uno dei fumetti più paurosi mai scritti, costruito veramente in maniera notevolissima dal Tiz e da quell'altro genio di Civitelli.


  • 0

#3119 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13534 Messaggi:

Inviato 02 marzo 2020 - 17:06

Esatto, stessa cosa con me. Al massimo provo inquietudine e neanche troppa. La cosa più vicina ai brividi in narrativa in età adulta è stata quella parte de Il conte di Montecristo ambientata durante un temporale in una stamberga, ma anche lì non arriviamo certo alla paura mi provoca un film horror (paura che molto banalmente per me deriva dal fatto il film è quanto di più vicino alla realtà ci possa essere).

 

L'ho scritto in maniera ambigua, ma io dicevo che i fumetti per loro natura molto difficilmente possono "fare paura".

Di romanzi e racconti che mi hanno messo strizza anche in eta' adulta ce ne sono a pacchi.


  • 0

#3120 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16867 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 02 marzo 2020 - 17:11

Forse Providence di Alan Moore è la cosa più vicina al cinema come capacità di fare paura. Ci sono alcune scene costruite in modo magistrale in cui effettivamente non riesci a staccare gli occhi dal fumetto, cioè per un attimo ti chiedi "Oh, che cazzo succede?"

Ovviamente non è come al cinema, ma è notevole riuscirci con questo mezzo. Ci vuole una grandissima capacità di costruzione delle vignette, in quel caso ricordo due o tre episodi durante il fumetto assolutamente magistrali. 


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq