Vai al contenuto


* * * * * 6 Voti

fumetti


  • Please log in to reply
2548 replies to this topic

#2541 signora di una certa età

signora di una certa età

    chansonetteuse

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15589 Messaggi:

Inviato 14 August 2017 - 09:54 AM

Maddai :)
  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#2542 Roy Montgomery

Roy Montgomery

    mr. negativity

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5917 Messaggi:

Inviato 04 September 2017 - 09:24 AM

a partire dall'8 settembre arriva in versione l'integrale uno dei mega classici del manga, a drifting classroom 

 

http://www.amazon.it...u/dp/8871820061

 

horror psicologico che veniva pubblicato in testate per ragazzini, come erano belli gli anni 70

 

solo 800 pagine a volume. 


  • 4

3 a 0 in 26 minuti contro il LECCE. Vado a fare la spesa.


#2543 geeno

geeno

    quick, clean & efficient since 1975

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10877 Messaggi:

Inviato 11 September 2017 - 10:37 AM

Morto oggi Bernie Wrigthson, co-creatore di Swamp Thing.

 

 

Morto anche Len Wein, l'altro co-creatore, nonché creatore di Wolverine e scrittore della prima storia dei nuovi X-Men negli anni 70.


  • 0

#2544 ucca

ucca

    Luca Palazzi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12241 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 11 September 2017 - 12:34 PM

a partire dall'8 settembre arriva in versione l'integrale uno dei mega classici del manga, a drifting classroom 

 

http://www.amazon.it...u/dp/8871820061

 

horror psicologico che veniva pubblicato in testate per ragazzini, come erano belli gli anni 70

 

solo 800 pagine a volume. 

 

ho visto un pò i disegni e sembrano fantastici


  • 0
www.lucapalazzi.com

The Art is Power, The Power is Art
https://www.youtube....h?v=5q3xiKqIigc

#2545 *alessandro*

*alessandro*

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2228 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 13 September 2017 - 19:28 PM

 

Morto oggi Bernie Wrigthson, co-creatore di Swamp Thing.

 

 

Morto anche Len Wein, l'altro co-creatore, nonché creatore di Wolverine e scrittore della prima storia dei nuovi X-Men negli anni 70.

 

Uno di quegli scrittori che hanno retto il fumetto seriale americano negli anni '70 e l'inizio degli anni '80. Ha creato molti personaggi perché questa era la "normale amministrazione" di uno scrittore di comics in quegli anni. Notevole la creazione di Wolverine e dei nuovi X-Men in Marvel alla metà degli anni '70. Sarebbe interessante discutere del contorno delle vicende che portò alla creazione di quei personaggi ma il discorso sarebbe senz'altro molto lungo. Certo fu Chris Claremont a forgiare carattere e peculiarità dei mutanti e a generare quel successo planetario che dura ancora oggi con la sua decennale gestione dei personaggi, questo sarebbe sciocco non riconoscerlo. Tanti personaggi vennero creati in quegli anni, alcuni hanno conosciuto il successo, altri (forse con potenzialità perfino maggiori) sono stati travolti dall'oblio e il massimo a cui riescono ad aspirare è qualche periodica comparsata come comprimari. Il meccanismo che regola questo tipo di eventi credo non sia davvero decifrabile, altrimenti tutti creerebbero solo personaggi di successo. Forse fortuna, forse una serie di eventi casuali che si incastrano al momento giusto. Lasciamo a Wein i suoi meriti.

 

In DC oltre ad aver contribuito (anche qui) alla creazione di importanti personaggi e alla gestione di alcune serie, non sottovaluterei il suo ruolo di editor/supervisore. Fu il supervisore della serie del suo Swamp Thing quando questa passò nelle mani di Alan Moore e soprattutto fu l'editor di Watchmen. Insomma, in un modo o nell'altro, ha messo il suo zampino nella gestione di alcune delle opere più influenti del fumetto americano. Certo non riesco ad immaginare quanto potesse essere difficile essere il "boss" di Alan Moore. Vi lascio questo interessante estratto da Bleeding Cool:

 

https://www.bleeding...iting-watchmen/


  • 0
ex "victor"

#2546 Spiritchaser

Spiritchaser

    La cover che ti innamora

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1067 Messaggi:

Inviato 27 October 2017 - 19:47 PM

Qualcuno ha letto qualcosa di Manuele Fior? L'ultimo I giorni della merla com'è?


  • 0

#2547 ucca

ucca

    Luca Palazzi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12241 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 29 October 2017 - 15:19 PM

Scoperto cromwell stone di andreas. Cazzo. Uno dei migliori disegnatori di sempre e una storia avvincente
  • 0
www.lucapalazzi.com

The Art is Power, The Power is Art
https://www.youtube....h?v=5q3xiKqIigc

#2548 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16616 Messaggi:

Inviato 09 November 2017 - 19:18 PM

Vi (e soprattutto mi) dovevo un commento sul nuovo Asterix e la corsa d'Italia.

 

asterixcorsaitalia-670x879.jpg?resize=67

 

Ricordiamo per i più distratti: è il terzo albo della nuova coppia, Jean-Yves Ferri e Didier Conrad, dopo che Uderzo è andato in pensiero con giusto quei 2 anni di ritardo che avrebbero potuto evitarci Quando il cielo gli cadde sulla testa, la più grande porcata del fumetto franco-belga.

Il primo, Asterix e i Pitti, sembrava un tentativo di avvicinamento. L'ambientazione del tutto nuova, con gli scozzesi e il mostro di Loch Ness, tradiva un po' il timore di confrontarsi con tutto il villaggio gallico. Era un albo simpatico, nulla di più. Qualcosa di meglio si era visto in Asterix e il Papiro di Cesare, sia per l'idea (il De Bello gallico e l'assenza delle storie che coinvolgevano gli irriducibili, il leak) che per l'utilizzo del cast al completo in un'avventura quasi tutta casalinga.

Con Asterix e la corsa d'Italia secondo me si è fatto un passo indietro. Esile l'avvio della storia: Obelix viene convinto da una lettrice della mano che è pronto per diventare un auriga, e guarda caso i romani hanno appena organizzato una corsa per tutta la penisola italica aperta anche ai barbari, tutto perchè un senatore deve dimostrare che le strade romane non sono così dissestate e piene di buche come sembrano. La corsa in Italia sembrava una buona scusa per far entrare in gioco chi in Asterix non si era mai visto, gli italici lontani da Roma, quasi dei mezzi barbari, ma in realtà la loro presenza s'è limitata a qualche comparsata di contorno (coi soliti riferimenti: Pavarotti, Venezia, il Palio di Siena, perfino Berlusconi) che si limita allo stereotipo.

In 50 anni, Asterix ha sempre giocato con gli stereotipi, tanto che le accuse di sciovinismo non sono mai mancate, ma quasi sempre a scopo di gag dietro a una storia più complessa. Quest'albo invece sembra più che altro un pretesto per una carrellata da cartolina, con qualche trovata simpatica (le buche, appunto ashd o i lusitani) ma senza verve. La risoluzione finale è scontata e un po' affrettata.

Il confronto con l'omologo francese di Goscinny (Asterix e il giro di Gallia, 1965) è inevitabile, ed è ovviamente perdente: più comprensibili le motivazioni, più divertenti le gag regionali, più tesa la storia (i romani che devono assolutamente fermare il giro, l'aiuto sottobanco dei galli). Però vabbeh, con Goscinny perdiamo tutti.

L'albo è sempre simpatico, ma forse funziona ancora meno dei Pitti. Non ci lamentiamo comunque: avere un albo di Asterix ogni due anni è comunque parecchio, e di tempo per migliorare ne hanno ancora. Conrad, nei disegni, già lo sta facendo.


  • 1

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

 

 


#2549 neuro

neuro

    king (beyond the wall)

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3325 Messaggi:
  • Locationhttp://www.ondacinema.it/staff/scheda/alberto_mazzoni.html

Inviato 09 November 2017 - 21:17 PM

Highlight di Lucca: dedica di Paco Roca su "La Casa"

 

la-casa-cover-e1478298426780.jpg?ssl=1

 

sempre grandissimo

 

anche se la scena "Imbroglione" di "Rughe" è imbattibile


  • 1
apri apri, apri tutto!




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq