Vai al contenuto


Foto
- - - - -

John Zorn


  • Please log in to reply
352 replies to this topic

#241 a.ridanciano

a.ridanciano

    Gunboat diplomacy

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 482 Messaggi:

Inviato 01 agosto 2009 - 11:57

Come di consueto, tocca a me aggiornarvi sulle nuove uscite del nostro (o forse solo mio) beniamino. Dunque:

O'o (2009)

John Zorn: Femina

Music for Children‚??10th anniversary edition [Revised and remastered]

Adieu.


mmm, questa volta passo il turno.
Anche a me il John Zorn √† la 'The Dreamers' non √© piaciuto molto. Sar√† perch√© lo associo a situazioni pi√Ļ sperimentali e cacofoniche...

Femina: praticamente Cobra al femminile, sa molto di riciclo.

Music for children é una ri-edizione.

Io aspetto con trepidazione qualche lavoro stile Naked City (...e, perché no?, se aggiungesse un tocco di techno potrebbe saltare fuori qualcosa di interessante :-) oppure un vero capolavoro nella collana Radical Jewish Culture (che contiene alcuni dei lavori migliori pubblicati dalla Tzadik, la musica kletzmer in versione ultra-tirata e sperimentale mi fa impazzire)
  • 0

#242 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24247 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2009 - 07:45

Cioè a seguire vuol dire che ce li metti fra un pò?


No. A seguire vuol dire che non sono ancora stati pubblicati. Sennò forse li avrei già messi.
  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, ‚ÄúMalone Dies‚ÄĚ)


#243 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24247 Messaggi:

Inviato 12 novembre 2009 - 17:45

Tenetevi forte.

Mycale: The Book of Angels Volume 13 [#7378]
Get ready for a whole new approach to Masada music! Expressive and passionate, Basya Schecter, Ayelet Rose Gottlieb, Malika Zarra and Sofia Rei Koutsovitis are four of the most creative vocalists around. Each the leader of a dynamic band of their own, they come together here in an intimate a cappella setting to interpret eleven songs from Zorn's remarkable Book of Angels. With lyrics in Hebrew, Yiddish, Ladino, French and Arabic drawn from Rumi, Fernando Pessoa, The Hebrew Bible and more, the Masada vocal project is perhaps the most hauntingly beautiful installments in the entire Angels series. Dynamic and evocative New Jewish Music from four powerful women vocalists!



Un disco a cappella! Dio santo!  O_O
Mai come ora, ho un oggetto di ardente desiderio.  :-* :-* :-*
  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, ‚ÄúMalone Dies‚ÄĚ)


#244 Dull Boy

Dull Boy

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 800 Messaggi:

Inviato 13 novembre 2009 - 20:28

Ho visto che la copertina di Jazzit è dedicata a lui...forse finalmente approfondirò questo fantomatico Zorn, di cui tanto ho sentito parlare.
  • 0

#245 Norman Bombardini

Norman Bombardini

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7177 Messaggi:

Inviato 16 novembre 2009 - 10:18

Ho visto che la copertina di Jazzit è dedicata a lui...forse finalmente approfondirò questo fantomatico Zorn, di cui tanto ho sentito parlare.


approfondita la scaletta degli articoli di Jazzit! Per iniziare non va male...

01 Il concetto di musica ebraica
di Gabriele Coen e Isotta Toso
02 Che cos‚??√® la musica klezmer
di Gabriele Coen e Isotta Toso
03 I prodromi di Zornithology
di Gianni Morelenbaum Gualberto
04 La prima maturità
di Gianni Morelenbaum Gualberto
05 ‚??Spillane‚?Ě
di Gianni Morelenbaum Gualberto
06 Game Pieces
di Gianni Morelenbaum Gualberto
07 Il frutto proibito e la violenza fonica
di Gianni Morelenbaum Gualberto
08 Gli anarchici Naked City
di Enzo Pavoni
09 Painkiller e ‚??The Dreamers‚?Ě: romantiamente punk
di Gianni Morelenbaum Gualberto
10 ‚??Sophisticated Bedouins‚?Ě: Masada
di Gianni Morelenbaum Gualberto
11 Discografia e Filmografia di John Zorn


  • 0

#246 Dull Boy

Dull Boy

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 800 Messaggi:

Inviato 16 novembre 2009 - 20:14


Ho visto che la copertina di Jazzit è dedicata a lui...forse finalmente approfondirò questo fantomatico Zorn, di cui tanto ho sentito parlare.


approfondita la scaletta degli articoli di Jazzit! Per iniziare non va male...

01 Il concetto di musica ebraica
di Gabriele Coen e Isotta Toso
02 Che cos‚??√® la musica klezmer
di Gabriele Coen e Isotta Toso
03 I prodromi di Zornithology
di Gianni Morelenbaum Gualberto
04 La prima maturità
di Gianni Morelenbaum Gualberto
05 ‚??Spillane‚?Ě
di Gianni Morelenbaum Gualberto
06 Game Pieces
di Gianni Morelenbaum Gualberto
07 Il frutto proibito e la violenza fonica
di Gianni Morelenbaum Gualberto
08 Gli anarchici Naked City
di Enzo Pavoni
09 Painkiller e ‚??The Dreamers‚?Ě: romantiamente punk
di Gianni Morelenbaum Gualberto
10 ‚??Sophisticated Bedouins‚?Ě: Masada
di Gianni Morelenbaum Gualberto
11 Discografia e Filmografia di John Zorn



Preso Jazzit....hanno aumentato di un euro i magrebini...
Adesso leggerò con calma.
  • 0

#247 lamonteyoung

lamonteyoung

    Cazzaro

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 460 Messaggi:
  • LocationGenova

Inviato 18 novembre 2009 - 19:04

se a qualcuno interessa (non so se sia la sezione giusta n√® se si possa fare mercatino) avrei qualche disco di Zorn da vendere  :P
  • 0

"Se ci si vuole opporre all'ordine vigente, √® cosa saggia, quando si presenta l'occasione, provocare il caos‚ÄĚ (Walter Marchetti)

 

Vendo dischi ---> http://forum.ondaroc...66-vendo-cdcdr/


#248 Norman Bombardini

Norman Bombardini

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7177 Messaggi:

Inviato 21 novembre 2009 - 14:28


John Zorn: Femina
Structured as a colorful tribute to women in the Arts, Femina is a triumphant return to the file card technique that has produced some of Zorn‚??s most shockingly original compositions. Much like an aural film, the music jumps from scene to scene with breathtaking precision, following its own peculiar logic. Hildegard von Bingen, Meredith Monk, Simone de Beauvoir, Frida Kahlo, Madame Blavatsky, Isadora Duncan, H√©l√®ne Cixous, Gertrude Stein, Abe Sada, Sylvia Plath, Louise Bourgeois, Margaret Mead, Loie Fuller, Dorothy Parker, Yoko Ono and the moon goddess En Hedu‚??Anna are just a few of the figures who are referenced, reflected and summoned in this soulful and exhilarating tribute to some of the greatest hearts and minds that ever lived. Featuring an all-woman band of some of the downtown scene‚??s most creative and talented musicians, Femina is one of Zorn‚??s deepest and most profoundly beautiful creations. Unique packaging contains artwork and a booklet of images by Kiki Smith, one of the world‚??s greatest and most important art visionaries.



http://1.bp.blogspot...Zorn femina.htm

Femina per me √® piuttosto ben riuscito, si va da dei momenti molto sperimentali col laptop della Mori che sputa caos e tutte le altre gi√Ļ a far free a dei pizzicati da camera in versione lounge/exotica. Poi mi piace l'arpa e qui ce n'√®.
  • 0

#249 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24247 Messaggi:

Inviato 21 novembre 2009 - 14:45

Forse a breve arriva una "pillola"...  :) Devo ancora ascoltarlo meglio. Bello comunque, s√¨.
  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, ‚ÄúMalone Dies‚ÄĚ)


#250 dimensionidol

dimensionidol

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2230 Messaggi:

Inviato 22 novembre 2009 - 18:57

gli artisti iniziano ad essere osannati da quando sono in declino...

:)
  • 0

#251 Norman Bombardini

Norman Bombardini

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7177 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2009 - 08:49

gli artisti iniziano ad essere osannati da quando sono in declino...

:)


io sono anni e anni che soffro di zornite, non è il mio caso, tra l'altro ci voleva un buon disco, dopo la raffica di pacchi che ha tirato ultimamente, tra The Crucible, O'o, il disco di metal kletzmerato di Saft fino a risalire a The Dreamers...l'ultimo davvero bello per me è il Filmworks XXI "Belle de Nature"
  • 0

#252 PrebenElkjaer

PrebenElkjaer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3806 Messaggi:
  • LocationVerona

Inviato 23 novembre 2009 - 11:15

pi√Ļ che altro √® iperproduttivo di brutto, dovrebbe darsi una regolata. Le cose belle le piazza sempre, ma sono diluite in 15 dischi l'anno. Ne facesse solo due pensati per bene, sarebbero due dischi belli.
  • 0
Fat Moe: Noodles, cos'hai fatto in tutti questi anni?
Noodles: Sono andato a letto presto.

Tu sai citare i classici a memoria... ma non distingui il ramo da una foglia...

Fiero membro

Ci sono pi√Ļ dischi di merda che vita!

#253 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24247 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2009 - 13:48

l'ultimo davvero bello per me è il Filmworks XXI "Belle de Nature"


Perché forse non hai sentito il XIX. E anche il XXIII di quest'anno si lascia ascoltare molto bene.

Poi non pensiate che solo perché tengo dietro a tutte le sue uscite (col relativo blog) mi piacciano tutti indistintamente. Anche a me "The Dreamers" non è piaciuto del tutto, e altre cosine sono totalmente prescindibili. Ma stiamo comunque parlando di un compositore eccezionale, pochi cazzi.
  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, ‚ÄúMalone Dies‚ÄĚ)


#254 Norman Bombardini

Norman Bombardini

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7177 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2009 - 13:58

The Rain Horse (XIX) l'ho pure comprato, meraviglioso, forse il miglior Zorn del 2008  :P. Non l'ho citato perch√© √® gi√† vecchiottino.
Invece El General (XXIII) lo trovo gradevole ma niente di pi√Ļ.
  • 0

#255 a.ridanciano

a.ridanciano

    Gunboat diplomacy

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 482 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2009 - 19:24

pi√Ļ che altro √® iperproduttivo di brutto, dovrebbe darsi una regolata. Le cose belle le piazza sempre, ma sono diluite in 15 dischi l'anno. Ne facesse solo due pensati per bene, sarebbero due dischi belli.


...in effetti la sensazione é un po' questa. Ma essendo il padrone di casa (Tzadik) può permettersi di pubblicare tutto, anche i piccoli divertissement personali.

Comunque Zorn ha una discografia impressione. Naked City, Masada, Spillane, buona parte dei Filmworks... se uno sa scegliere si porta a casa 20-30 dischi di livello incredibile e tutti pi√Ļ o meno direttamente legati allo stesso artista.
  • 0

#256 a.ridanciano

a.ridanciano

    Gunboat diplomacy

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 482 Messaggi:

Inviato 28 novembre 2009 - 16:35

...davvero notevole la monografia pubblicata sull'ultimo numero di Jazzit.
Sono tante pagine ma la struttura 'a capitoli', rende molto agevole la lettura.
Bellissime tra l'altro le foto, in primis quella di copertina (me la sarei vista bene su The Wire) e quella in chiusura del pezzo.

Tutto questo mi porta a riflettere sulla possibilit√† di comprare pi√Ļ spesso Jazzit. Pensavo parlassero soprattutto di Jazz made in Italy (un taglio che mi sembrava decisamente limitato) ma vista la cover story forse stanno allargando un po' lo spettro :-)
  • 0

#257 norb

norb

    mainstream Star

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2543 Messaggi:

Inviato 28 novembre 2009 - 19:38

Anche il numero precedente è molto bello: Miles Davis' Bitches Brew' vs Woodstock
  • 0

#258 Lorenzovic

Lorenzovic

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 181 Messaggi:

Inviato 29 novembre 2009 - 15:48

Anche il numero precedente è molto bello: Miles Davis' Bitches Brew' vs Woodstock

Per la verità nel numero precedente c'era una monografia su Chick Corea, quella su BB v. Woodstock era in quello di luglio/agosto (Jazzit è bimestrale, come immagino sappiate).
Poco male, comunque da qualche numero (mi pare da quando se ne √® andato Martorella come direttore), la rivista √® diventata pi√Ļ corposa, con qualche pagina in pi√Ļ, l'aumento del prezzo del... 20%, e, appunto, la monografia in capitoli.
Il direttore √® ora l'editore Vanni (per la serie "faso tuto m√¨"?  asd), per√≤ tutto sommato le caratteristiche della rivista sono le stesse: molto spazio al jazz giovane ed italiano, forse un po' di "debolezza" nell'analisi storica, dove Musica Jazz rimane il riferimento... a proposito... Martorella ha cominciato a scrivere su MJ.  :)
In ogni caso, da un paio d'anni ho cominciato a comprare Jazzit regolarmente.

Discreta la monografia su Zorn.
  • 0

#259 norb

norb

    mainstream Star

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2543 Messaggi:

Inviato 29 novembre 2009 - 18:34


Anche il numero precedente è molto bello: Miles Davis' Bitches Brew' vs Woodstock

Per la verità nel numero precedente c'era una monografia su Chick Corea, quella su BB v. Woodstock era in quello di luglio/agosto (Jazzit è bimestrale, come immagino sappiate).


giusto!
  • 0

#260 Guest_The Magnetron Society_*

Guest_The Magnetron Society_*
  • Guests

Inviato 30 novembre 2009 - 12:46


Quali sono i punti deboli della monografia?




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq