Vai al contenuto


- - - - -

Elio Petri


  • Please log in to reply
46 replies to this topic

#21 Twin アメ

Twin アメ

    pendolare pre post attilio lombardo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9716 Messaggi:
  • Location1991

Inviato 18 gennaio 2011 - 21:34

Tom non ha tutti i torti. C'è in Indagine un'iperconsapevolezza del loro ruolo politico da parte delle forze dell'ordine che sa di dimostrativa di un teorema. Stessa cosa in altri suoi film. Poi io non è che sia in assoluto contrario allo svolgimento "dialettico"  (che per altro è coerente con l'ideologia di riferimento) e all'approdo a una tesi, però diciamo che Petri non è Brecht.


diciamo che l'ideologia rappresentata, ma piuttosto, il fatto stesso di rappresentarne una (in soldoni, ogni film più o meno esplicitamente porta con sé un'ideologia, ma questa è un'altra storia ancora per un altro topic) non è un elemento che può inficiare la qualità e l'originalità della rappresentazione che è proprio la forza del film. Quali altri film italiani dell'epoca, secondo te, raggiungono una simile forza di insieme? Indagine non è un film di genere, è un film che utilizza il genere per travalicarlo, per dire qualcosa di più e in un modo non convenzionale e questa è la qualità dei grandi autori.
  • 0

“Era un animale difficile da decifrare, il gigante di Makarska, con quella faccia da serial killer e i piedi in grado di inventare un calcio troppo tecnico per essere stato partorito da un corpo così arrogante." (Marco Gaetani  - UU)

 


#22 satyajit

satyajit

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6747 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 18 gennaio 2011 - 22:10

e la qualità e l'originalità della rappresentazione che è proprio la forza del film. Quali altri film italiani dell'epoca, secondo te, raggiungono una simile forza di insieme?


Cadaveri eccellenti mi piace di più, ad esempio.
  • 0

#23 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12554 Messaggi:

Inviato 18 gennaio 2011 - 23:24


e la qualità e l'originalità della rappresentazione che è proprio la forza del film. Quali altri film italiani dell'epoca, secondo te, raggiungono una simile forza di insieme?


Cadaveri eccellenti mi piace di più, ad esempio.


Secondo me i film di Marco Ferreri a cavallo tra la fine dei '60 e l'inizio dei '70 oggigiorno hanno una valenza nettamente più significativa.
In generale concordo con Tom e satyajit.
"Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto" (che dovrei comunque rivedere) resta un gran bel film, ma faticherei anche io a inserirlo tra i capolavori assoluti della storia del cinema italiano, francamente.
  • 0

#24 Twin アメ

Twin アメ

    pendolare pre post attilio lombardo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9716 Messaggi:
  • Location1991

Inviato 18 gennaio 2011 - 23:53



Cadaveri eccellenti mi piace di più, ad esempio.


Secondo me i film di Marco Ferreri a cavallo tra la fine dei '60 e l'inizio dei '70 oggigiorno hanno una valenza nettamente più significativa.
In generale concordo con Tom e satyajit.
"Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto" (che dovrei comunque rivedere) resta un gran bel film, ma faticherei anche io a inserirlo tra i capolavori assoluti della storia del cinema italiano, francamente.


Per la presenza di Volonté mi viene in mente anche Sbatti il mostro in prima pagina di Bellocchio, cmq un gradino sotto, come La Grande Abbuffata. Cadaveri Eccellenti non l'ho visto, me lo segno.
  • 0

“Era un animale difficile da decifrare, il gigante di Makarska, con quella faccia da serial killer e i piedi in grado di inventare un calcio troppo tecnico per essere stato partorito da un corpo così arrogante." (Marco Gaetani  - UU)

 


#25 Auguste

Auguste

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 191 Messaggi:

Inviato 19 gennaio 2011 - 09:43



e la qualità e l'originalità della rappresentazione che è proprio la forza del film. Quali altri film italiani dell'epoca, secondo te, raggiungono una simile forza di insieme?


Cadaveri eccellenti mi piace di più, ad esempio.


Secondo me i film di Marco Ferreri a cavallo tra la fine dei '60 e l'inizio dei '70 oggigiorno hanno una valenza nettamente più significativa.
In generale concordo con Tom e satyajit.
"Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto" (che dovrei comunque rivedere) resta un gran bel film, ma faticherei anche io a inserirlo tra i capolavori assoluti della storia del cinema italiano, francamente.

Straquoto. Anche se di Petri ho visto solo "Indagine", devo comunque dire che parlare bene di Petri è un conto, ma lasciare da parte autori importanti come Ferreri è un altro!
Per esempio "Dillinger è morto" è un capolavoro assoluto del cinema italiano. Probabilmente anche "La grande abbuffata".
Come dicevo prima non si tratta di sminuire "Indagine", ma di dare la giusta importanza anche ad altri film magari anche meno noti(anche se almeno quel paio di Ferreri sono abbastanza conosciuti)ma molto molto più significativi.
  • 0

#26 satyajit

satyajit

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6747 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 19 gennaio 2011 - 17:55

Sullo stile di Petri, molto belli anche i film di Damiano Damiani.

Poi in quel periodo c'è sempre Pasolini, debutta Citti, Fellini è ancora in forma, c'è Bertolucci, proliferano i film puramente di genere, c'è anche molto altro. Forse più varietà e un po' meno qualità di un dieci anni prima, ma il nostro cinema se la passa ancora molto bene.
  • 0

#27 Twin アメ

Twin アメ

    pendolare pre post attilio lombardo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9716 Messaggi:
  • Location1991

Inviato 19 gennaio 2011 - 20:36

Come dicevo prima non si tratta di sminuire "Indagine", ma di dare la giusta importanza anche ad altri film magari anche meno noti(anche se almeno quel paio di Ferreri sono abbastanza conosciuti)ma molto molto più significativi.


Ma cosa intendete per "significativi"? Indagine e La classe operaia mostrano una fotografia del sociale, Ferreri avrà fatto dei capolavori ma sicuramente più autoreferenziali, in questo senso li definirei meno significativi, se ho capito il senso.
  • 0

“Era un animale difficile da decifrare, il gigante di Makarska, con quella faccia da serial killer e i piedi in grado di inventare un calcio troppo tecnico per essere stato partorito da un corpo così arrogante." (Marco Gaetani  - UU)

 


#28 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16377 Messaggi:

Inviato 19 gennaio 2011 - 20:39

Ferreri avrà fatto dei capolavori ma sicuramente più autoreferenziali, in questo senso li definirei meno significativi, se ho capito il senso.


oddio "La grande abbuffata" era abbastanza esplicito asd
o anche "Marcia nuziale", per citarne uno considerato "minore", ma che ha tanti  colpi di genio sparsi qua e là
  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#29 Twin アメ

Twin アメ

    pendolare pre post attilio lombardo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9716 Messaggi:
  • Location1991

Inviato 19 gennaio 2011 - 21:10

oddio "La grande abbuffata" era abbastanza esplicito asd


che per altro è un film abbastanza conosciuto e ritenuto dai più una commedia pecoreccia come altre, in gran parte a causa della presenza di Tognazzi. Per questo fatico a definirlo significativo, a meno che non si intenda a stretto giro di cinefili.
  • 0

“Era un animale difficile da decifrare, il gigante di Makarska, con quella faccia da serial killer e i piedi in grado di inventare un calcio troppo tecnico per essere stato partorito da un corpo così arrogante." (Marco Gaetani  - UU)

 


#30 Auguste

Auguste

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 191 Messaggi:

Inviato 19 gennaio 2011 - 22:03

"Indagine" anche è un film molto significativo, però ho sempre preferito(non come stile in particolare, anche perché Volontè mi è molto caro)quei due film di Ferreri.
"La grande abbuffata" in effetti è un film molto esplicito - al contrario di Dillinger, che è abbastanza complesso(e che si presta a diverse letture, per quanto tutte si rifacciano sommariamente al concetto di alienazione) - e al tempo stesso estremamente significativo e di portata direi più ampia di "Indagine".
Io credo che si posa descrivere come il ritratto spietato di una borghesia suicida, riflesso di un'escrementizia società dei consumi destinata all'autodistruzione. Poi va da sé che la maggior parte dei simbolismi siano abbastanza intuitivi.
Dillinger è invece un film estremamente più complesso.
Ad ogni modo non nego che il cinema di Ferreri potrebbe risultare per certi aspetti un po' ostico, non dico a livello di contenuti, ma dico proprio a livello visivo ed emotivo, per la freddezza(in Dillinger lo stile di Ferreri mi è sembrato ancora più estremo di quello di Antonioni in questo senso, che neanche conosco moltissimo, a dire il vero)che non contribuisce certo a rendere lo spettatore partecipe, anche in vista dell'assenza di elementi propriamente accattivanti(Indagine lo reputo un film molto più godibile in questo senso).
Tra l'altro "La grande abbuffata" è un film estremamente grottesco e che potrebbe addirittura disgustare molti spettatori. Io l'ho visto una volta e vedendolo certo non posso dire di averlo trovato un'esperienza proprio rosea! Vuoi per i contenuti molto espliciti(sia a livello visivo che a livello di tematiche!), vuoi per lo stile molto particolare, è stato comunque un'esperienza estrema.
Di sicuro la presenza di gente come Tognazzi può aver sviato, facendo credere che si trattasse di una commedia, ma a ben vedere della commedia ha poco o niente.
Tognazzi a mio avviso non stonava affatto però, proprio perché riesce, mantenendo uno stile recitativo tendente al grottesco, a conferire al film un tono ancora più cupo e assurdo. Perché io credo che la commedia c'entri ben poco, ma della commedia Ferreri ha conservato in parte dei meccanismi per creare una sorta di satira. Ma non una satira nel senso comune del termine, quindi per far ridere, ma piuttosto per dipingere l'assurdità della società, del consumismo. In questo senso sono abbastanza sicuro del fatto che la scelta di quel cast e di quello stile non abbia affatto rovinato il film, ma abbia anzi contribuito a renderlo ancora più disturbante.
E' sicuramente un film che potrebbe disgustare lo spettatore, non gli concede nulla(ma del resto lo stesso Ferreri diceva che un film non deve essere per forza un'operazione rassicurante!), ma del resto se è disgustoso il film, lo è perché è un ritratto della società dei consumi, che è in sé disgustosa!
Lo stile grottesco potrebbe in parte ricordare Bunuel, ma il paragone è in realtà solo marginale, a partire dal fatto che Bunuel criticava in maniera più ampia borghesia e clero(mostrandonde spesso anche l'illogicità)e che era in genere meno estremo del Ferreri dell'Abbuffata.
Io credo che si tratti di sicuro di un grandissimo film, forse di un capolavoro.
Dillinger è invece un film minimalista e meno estremo visivamente, ma in compenso molto meno accattivante e che potrebbe facilmente annoiare.
Indagine è sicuramente un gran film, però non me la sento di definirlo un capolavoro vero e proprio, anche se non lo escludo. 
  • 0

#31 Twin アメ

Twin アメ

    pendolare pre post attilio lombardo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9716 Messaggi:
  • Location1991

Inviato 19 gennaio 2011 - 22:45

"La grande abbuffata" in effetti è un film molto esplicito - al contrario di Dillinger, che è abbastanza complesso(e che si presta a diverse letture, per quanto tutte si rifacciano sommariamente al concetto di alienazione) - e al tempo stesso estremamente significativo e di portata direi più ampia di "Indagine".


Io non ne sono affatto convinto, lo trovo un film a tratti inutilmente grossolano e sicuramente vicino al Bunuel coevo, autore però di film di altra raffinatezza. Oltretutto, se vogliamo parlare di cinema estremo, e di ingredienti come 4 uomini borghesi, sesso e cibo, sappiamo che di lì a 2 anni uscì un certo film di Pasolini destinato a scardinare ogni limite o autocensura imposta alla propria coscienza  asd
Se vogliamo parlare di cinema che sputa in faccia allo spettatore la sua bulimia borghese e consumistica allora andiamo fino in fondo, fino a Salò.

  • 0

“Era un animale difficile da decifrare, il gigante di Makarska, con quella faccia da serial killer e i piedi in grado di inventare un calcio troppo tecnico per essere stato partorito da un corpo così arrogante." (Marco Gaetani  - UU)

 


#32 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20412 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 19 gennaio 2011 - 23:03


Di sicuro la presenza di gente come Tognazzi può aver sviato, facendo credere che si trattasse di una commedia, ma a ben vedere della commedia ha poco o niente.

???           :-X                  >:(                 ???

  • 0

#33 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16377 Messaggi:

Inviato 19 gennaio 2011 - 23:05



Di sicuro la presenza di gente come Tognazzi può aver sviato, facendo credere che si trattasse di una commedia, ma a ben vedere della commedia ha poco o niente.

???           :-X                  >:(                 ???


Tognazzi, che schiappa, eh? asd
  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#34 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12554 Messaggi:

Inviato 19 gennaio 2011 - 23:10




Di sicuro la presenza di gente come Tognazzi può aver sviato, facendo credere che si trattasse di una commedia, ma a ben vedere della commedia ha poco o niente.

???           :-X                  >:(                 ???


Tognazzi, che schiappa, eh? asd


Premesso che preferisco di gran lunga "La grande abbuffata" (capolavoro assoluto) a "Indagine di un cittadino al di sopra di ogni sospetto", che però non so se siano equiparabili (allora diciamo che preferisco il film di Ferreri al "Salò" di Pasolini), qualcuno mi spiega questo passaggio Auguste-piersa-William Blake? Non ci ho capito nulla!  :-X
  • 0

#35 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16377 Messaggi:

Inviato 19 gennaio 2011 - 23:14





Di sicuro la presenza di gente come Tognazzi può aver sviato, facendo credere che si trattasse di una commedia, ma a ben vedere della commedia ha poco o niente.

???           :-X                  >:(                 ???


Tognazzi, che schiappa, eh? asd


Premesso che preferisco di gran lunga "La grande abbuffata" (capolavoro assoluto) a "Indagine di un cittadino al di sopra di ogni sospetto", che però non so se siano equiparabili (allora diciamo che preferisco il film di Ferreri al "Salò" di Pasolini), qualcuno mi spiega questo passaggio Auguste-piersa-William Blake? Non ci ho capito nulla!  :-X


be' piersa era scioccato dalla definizione "gente come Tognazzi...di una commedia" come se a) Tognazzi fosse scadente, b) il fatto che potesse essere una commedia fosse un discredito per il film. il mio era un commento sarcastico, of course :)
  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#36 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12554 Messaggi:

Inviato 19 gennaio 2011 - 23:16

be' piersa era scioccato dalla definizione "gente come Tognazzi...di una commedia" come se a) Tognazzi fosse scadente, b) il fatto che potesse essere una commedia fosse un discredito per il film. il mio era un commento sarcastico, of course :)


Ah, ecco.

Allora Piero, ti farò contento io: Ugo Tognazzi mi piace più di Gian Maria Volontè. Mi vuoi almeno un po' bene?
  • 0

#37 satyajit

satyajit

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6747 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 19 gennaio 2011 - 23:24


be' piersa era scioccato dalla definizione "gente come Tognazzi...di una commedia" come se a) Tognazzi fosse scadente, b) il fatto che potesse essere una commedia fosse un discredito per il film. il mio era un commento sarcastico, of course :)


Ah, ecco.

Allora Piero, ti farò contento io: Ugo Tognazzi mi piace più di Gian Maria Volontè.

Siamo in due. A chi non la pensa così prescrivo la visione obbligatoria de La tragedia di un uomo ridicolo: una delle più grandi prove attoriali della storia (in un film controverso).
  • 0

#38 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12554 Messaggi:

Inviato 19 gennaio 2011 - 23:26



be' piersa era scioccato dalla definizione "gente come Tognazzi...di una commedia" come se a) Tognazzi fosse scadente, b) il fatto che potesse essere una commedia fosse un discredito per il film. il mio era un commento sarcastico, of course :)


Ah, ecco.

Allora Piero, ti farò contento io: Ugo Tognazzi mi piace più di Gian Maria Volontè.

Siamo in due. A chi non la pensa così prescrivo la visione obbligatoria de La tragedia di un uomo ridicolo: una delle più grandi prove attoriali della storia (in un film controverso).


E l'apparizione in "Io la conoscevo bene"? Quella è impressionante.
  • 0

#39 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20412 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 19 gennaio 2011 - 23:36

Il treno  :-*
vi voglio bene a tutti, anche a Auguste che normalmente ha un approccio umile; ma quello su Tognazzi mi è sembrato troppo ingeneroso...
  • 0

#40 Twin アメ

Twin アメ

    pendolare pre post attilio lombardo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9716 Messaggi:
  • Location1991

Inviato 20 gennaio 2011 - 09:13

Ragazzi, se preferite l'accoppiata Abbuffata e Tognazzi a Salò e Volonté allora non andiamo proprio d'accordo e soprattutto GNE GNE GNE il pallone è mio e siamo off-topic asd

W Elio Petri  :P
  • 0

“Era un animale difficile da decifrare, il gigante di Makarska, con quella faccia da serial killer e i piedi in grado di inventare un calcio troppo tecnico per essere stato partorito da un corpo così arrogante." (Marco Gaetani  - UU)

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq