Vai al contenuto


Foto
* * * * - 25 Voti

cosa state leggendo


  • Please log in to reply
19403 replies to this topic

#19341 ravel

ravel

    mon cœur est rouge

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2134 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2020 - 19:27

Da quel che ho capito i miei giudizi non concordano con la maggioranza e per ora la classifica è

 

- Argo il cieco

- Diceria dell'untore

- Le menzogne della notte

- e abbastanza più in basso L'uomo invaso

 

 

Anche secondo me Argo il cieco è il suo migliore, ma mi permetto di segnalarti un suo lavoro che vedo che non cita mai nessuno - dato che non è un'opera strettamente di narrativa: a voi se non vi affabulano raccontando una storia non leggete niente... :P - e cioè Museo d'ombre (che, essendo bellissimo, è praticamente fuori catalogo, così com'è rimasto molto a lungo anche Argo il cieco... ).
 

La mia preziosa copia la prestai a un amico che è riuscito persino a perdermela... <_<


  • 1

"Ciò che l'uomo può essere per l'uomo non si esaurisce in forme comprensibili".
(k. jaspers)

 

Moriremotuttista


#19342 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12233 Messaggi:

Inviato 16 agosto 2020 - 07:28

Attirato casualmente dalla mole e dal titolo, ho preso in mano e poi acquistato questo Mario Pomilio, Il quinto evangelio. L'ambientazione sul finire della WW2 e l'accostamento a Petrolio e Horcynus Orca hanno fatto il resto.

 

https://www.lormaedi...o/9788898038541

 

E poi ho preso un Robert Nathan (???), Ritratto di Jennie.

 

Conoscete queste cose? Il primo son sicuro di sì, l'americano magari no. Di fronte alla vastità di opere interessanti è sempre una vertigine.


  • 0

#19343 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21296 Messaggi:

Inviato 16 agosto 2020 - 08:38

Il primo l'ho letto io l'anno scorso, per me decisamente una gran bella sorpresa. Ne avevo parlato qui: http://forum.ondaroc...30#entry2498145


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

consigli per il futuro: leggere i fantaconsigli dell'UU e fare l'esatto opposto

Poi Eriksen è buono ma Sensi è meglio se non fosse sempre rotto.


#19344 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14021 Messaggi:

Inviato 16 agosto 2020 - 10:45

È morto Charles Webb, l'autore ribelle del Laureato

di Atonello Guerrera

 

[...]

 

Da tempo ho li' da leggere altri suoi due libri "Affettuosamente, Roger" del '69 e "Il matrimonio di un giovane agente di cambio" del '70. E' ora, direi.

 

71-Fk-A8-y-Eo-L.jpg

 

In questi suoi primi tre romanzi, che formano un'ideale trilogia, c'e' sempre un personaggio che soffre di un eccesso di lucidita' che lo porta all'impasse fisica e sentimentale. Ne "Il laureato" e' la depressione post-diploma la causa scatenante. In "Affettuosamente, Roger" la noia e la soltudine del lavoro che innesca un altro triangolo sessual-amoroso, anche se stavolta sono tutti e tre giovani e spaesati. Ne "Il matrimonio di un agente di cambio", con un paradosso che oggi sarebbe durissima far digerire, e' il fatto che il protagonista sia un guardone compulsivo a far decadere di significato convenzioni e ruoli sociali.

 

Descrizioni di crisi emotive e scacchi esistenziali, tra il drammatico e ridicolo, piu' che mai attuali. Mette malinconia che oggi risultino datate solo le risoluzioni finali (comunque sempre parziali e ambigue - Webb non aveva risposte facili e definitive), chiaramente legate a un'anticonformismo anti-borghese che poi e' stato tranquillamente digerito e neutralizzato.

 

Lo stile ultra-laconico alterna una velocissima eppur minuziosa descrizione delle azioni a dialoghi fulminanti e sincopati, che fanno intuire ambienti, espressioni, caratteri e persino fisionomie dei personaggi senza che mai lo scrittore descriva alcunche'. Davvero un maestro Webb in questo senso, inspiegabile non sia considerato un faro del minimalismo americano, anche al di la' della sua personalita' eccentrica e masochista. Personalmente mi fa morire l'atmosfera ovattata e confidenziale che riusciva a creare nelle sue lunghissime "scene" di confronto tra personaggi, con i capitoli che spesso hanno un'autonomia da racconto. Faceva anche molto ridere: in "Affetuosamente, Roger" il capitolo in cui il protagonista viene scopato da una prostituta mentre lui continua a parlare dei fatti suoi e' un gran pezzo di sarcasmo letterario. 

 

Con calma recuperero' anche gli altri suoi (pochi) romanzi.


  • 2

#19345 Unison

Unison

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1229 Messaggi:

Inviato 20 agosto 2020 - 23:18

Yukio Mishima - Confessioni di una Maschera

Simone Weil - Attesa di Dio

Etienne Gilson - La filosofia di san Bonaventura


  • 0

“Looking forward is only an imagination of your brain.

It’s what you want to imaginate.

I can honestly say what I think now, ‘cause I’m in the time now, is what I can tell you.

So, giving you a story of the future is just an imagination.”


#19346 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12233 Messaggi:

Inviato 22 agosto 2020 - 07:53

Ho capito che un sistema valido per capire cosa leggere è la doppia coincidenza. Nel giro di poco ho trovato citato Robert Walser a proposito dei Sentieri di ghiaccio di Herzog, poi di lui ho sentito parlare da Celati. Se tanto mi dà tanto, è uno scrittore che mi interessa.

 

Stringendo: cosa mi consigliate di Robert Walser?


  • 1

#19347 azevedo

azevedo

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 607 Messaggi:

Inviato 22 agosto 2020 - 08:34

Io ho letto solo I fratelli Tanner, che mi pare sia una delle sue opere giovanili più importanti. Non un capolavoro, ma un ottimo libro, scritto in modo fantastico. Se cerchi l'azione però è meglio che lasci perdere, non succede praticamente nulla :)

Di lui mi ispira anche Jakob von Gunten
  • 1

#19348 ravel

ravel

    mon cœur est rouge

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2134 Messaggi:

Inviato 22 agosto 2020 - 13:01

Ho capito che un sistema valido per capire cosa leggere è la doppia coincidenza. Nel giro di poco ho trovato citato Robert Walser a proposito dei Sentieri di ghiaccio di Herzog, poi di lui ho sentito parlare da Celati. Se tanto mi dà tanto, è uno scrittore che mi interessa.

 

Stringendo: cosa mi consigliate di Robert Walser?

 

L'assistente.

 

Jakob von Gunten forse più significativo del suo mondo immaginario (piacque anche a Kafka) ma un po' faticoso da leggere.

 

Molto belle anche le

 

41wMo0V1cVL._SX294_BO1,204,203,200_.jpg


  • 1

"Ciò che l'uomo può essere per l'uomo non si esaurisce in forme comprensibili".
(k. jaspers)

 

Moriremotuttista


#19349 Dark Mavis

Dark Mavis

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1200 Messaggi:

Inviato 22 agosto 2020 - 16:41

Ho finito Middlesex di Eugenides. Molto bello, al pari de La trama del matrimonio (Le vergini suicide non l'ho ancora letto). Un racconto di formazione basato sul genere e sull'identità sessuale raccontato partendo dall'epopea della famiglia Stephanides, emigrati dalla Grecia verso gli Stati Uniti, attraverso le loro vicissitudini, scontri e storie. Il flusso del gene recessivo e della mutazione a livello del cromosoma 5 attraversa generazioni fino a colpire il protagonista Calliope, poi divenuto Cal, il narratore onnisciente che mette a nudo la sua vita dolorosa, ai margini, fino ad una lenta accettazione avvenuta non senza passare attraverso periodi bui e drammatici.


  • 1

#19350 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22117 Messaggi:

Inviato 23 agosto 2020 - 07:38

Middlesex non è male, la trama del matrimonio per me proprio brutto brutto invece.
  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#19351 userman*

userman*

    granita di gelsi rossi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7832 Messaggi:
  • Locationmediterranea

Inviato 23 agosto 2020 - 12:12

Il maestro e margherita è proprio bello, l'ho riletto.
  • 1
La tua firma può contenere:
https://quiikymagazi...t-nonbinary.jpg

#19352 Signor Armando

Signor Armando

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 93 Messaggi:

Inviato 23 agosto 2020 - 13:38

Yukio Mishima - Confessioni di una Maschera

Bellissimo, ma ocio che l'edizione Feltrinelli è una traduzione dall'americano.

Per quella dal giapponese tocca cercare i Meridiani, fuori catalogo da anni.


  • 1

"Tu pensi che la storia abbia le sue eccezioni; invece non ne ha nessuna. Pensi che la razza abbia le sue eccezioni; neanche per sogno.

  Non esiste alcun particolare diritto alla felicità, né esiste un diritto alla sventura. Non esiste tragedia, non esiste genio.

  La tua sicurezza e i tuoi sogni non hanno fondamento. Se su questa terra appare qualcosa di eccezionale, una particolare bellezza o una particolare

  manifestazione del male, la natura lo scova subito e lo estirpa."


#19353 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23667 Messaggi:

Inviato 24 agosto 2020 - 10:13

220px-Recognitions.JPG

 

 

Un po' ambiziosa come lettura estiva, ma a parte i dialoghi non sempre entusiasmanti la prosa è di altissimo livello, l'incrocio fra i personaggi ancora in divenire (iniziato la seconda di tre parti, circa pagina 400), il commento alla società del tempo salace e ancora molto attuale. Non è difficile immaginare che DFW abbia pescato molto anche da qui.


  • 1

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#19354 fra Roberto

fra Roberto

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 781 Messaggi:

Inviato 25 agosto 2020 - 22:08

Daniele Mencarelli, La casa degli sguardi


  • 1
Abortisti non si nasce, si diventa. Se ti fanno nascere. (Clericetti)

#19355 Eugene

Eugene

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4163 Messaggi:
  • LocationSassari, 08/09/1980

Inviato 26 agosto 2020 - 11:10

Daniele Mencarelli, La casa degli sguardi


Ma guarda chi si vede  :cool2: .
  • 0
HE'S NOT THE MESSIAH, HE'S A VERY NAUGHTY BOY!

#19356 Dudley

Dudley

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1843 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2020 - 14:27

220px-Recognitions.JPG

 

 

Un po' ambiziosa come lettura estiva, ma a parte i dialoghi non sempre entusiasmanti la prosa è di altissimo livello, l'incrocio fra i personaggi ancora in divenire (iniziato la seconda di tre parti, circa pagina 400), il commento alla società del tempo salace e ancora molto attuale. Non è difficile immaginare che DFW abbia pescato molto anche da qui.

 

Il Gaddis interessa tantissimo pure a me (nella sua traduzione italiana), purtroppo è un libro di difficile reperimento, anche nelle biblioteche (nel commercio dell'usato, poi ... prezzi folli: pare sia - soprattutto nella sua 1a ed. - una rarità assoluta). Mi pare che di recente lo abbia letto pure Frankie del forum ...


  • 0

#19357 frankie teardrop

frankie teardrop

    That's right, The Mascara Snake, fast and bulbous

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21603 Messaggi:
  • LocationPalma Campania (Napoli)

Inviato 27 agosto 2020 - 21:59

Sì, l'ho letto. Riporto il commento scritto qualche mese fa.

 

coverimage.jpg

 

 

Complice la "quarantena", qualche giorno fa ho terminato la scalata di questo colosso. Che dire? Come si legge in giro, è davvero un romanzo importante per gli sviluppi del postmoderno americano. Una miriade di situazioni e di personaggi, tutti inscritti dentro una cornice dominata dal tema della "falsificazione" (delle opere d'arte, della realtà, dei rapporti sociali, etc.). La prima parte è a mio avviso migliore della seconda, dove Gaddis porta alle estreme conseguenze, a più riprese, la sua ossessione per i dialoghi (memorabile le oltre cento pagine incentrate su un party in cui tantissime voci, a più riprese, occupano la scena). Sono giunto al traguardo un po' stremato, anche perché l'autore spesso assume la prospettiva di personaggi non meglio precisati, lasciando il lettore in balia delle sue supposizioni. Tuttavia, "Le perizie" è sicuramente uno dei romanzi più stimolanti che io abbia mai letto. 

 


  • 0

#19358 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23667 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2020 - 08:19

Il Gaddis interessa tantissimo pure a me (nella sua traduzione italiana), purtroppo è un libro di difficile reperimento, anche nelle biblioteche (nel commercio dell'usato, poi ... prezzi folli: pare sia - soprattutto nella sua 1a ed. - una rarità assoluta). Mi pare che di recente lo abbia letto pure Frankie del forum ...

 

Beh, io sto leggendo in inglese e formato ebook, quindi...


  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#19359 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12233 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2020 - 10:11

Faccio un po' di domande tanto per far conversazione colta ma fondamentalmente inutile, come al caffè.

 

1. Qualcuno ha mai letto Sylvie e Bruno di Lewis Carrol? Non sapevo neanche che esistesse: ho visto che piaceva molto a Manganelli.

 

2. Consigli per siti su cui comprare libri usati in inglese (che magari non vengono da USA) oltre a ebay?

 

3. Avete letto qualche "Viaggio in Italia" o simili? E' un genere che mi affascina, soprattutto da abbinare a un viaggio reale. Ma mi sono sempre limitato a spizzicare, o ad abbandonare (il libro di Ceronetti che leggevamo nel gruppo di ondalettura asd). Ho appena comprato due libri sui viaggi nella penisola fatti da John Ruskin.

 

4.Sappiamo tutti che esiste una letteratura di mare. Ma esiste anche una letteratura di montagna? (Buzzati, Rigoni Stern? Rumiz, Cognetti?)

 

5. Argomento a piacere.


  • 0

#19360 signora di una certa età

signora di una certa età

    old signorona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19237 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2020 - 11:01

È uscito il nuovo di Domenico Dara "Malinverno" <3
  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq