Vai al contenuto


Foto
* * * * - 23 Voti

cosa state leggendo


  • Please log in to reply
18893 replies to this topic

#18801 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20395 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 02 dicembre 2019 - 15:03

Sade fu anche lui Gran Maestro della formazione di B. Come estimatore, hai qualcosa da aggiungere?
  • 0

#18802 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27767 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 02 dicembre 2019 - 16:01

Io appena finisco sta trilogia volevo provare proprio con Ballard di cui non ho mai letto nulla, su cosa consigliereste di buttarmi quindi?

 
Guarda, ho sempre avuto stima di Antonio Caronia (rip) che è stato vero e proprio ufficio stampa di B. in Italia, specie negli ambienti diciamo extraparlamentari. I suoi preferiti erano Crash e La mostra delle atrocità, coi corollari del Futuro è morto e di una antologia Re-search di cui si capisce quasi niente, salvo farsi una canna prima e dopo e allora vengono fuori mille suggestioni, più personali che suggerite dall'autore.
Caronia non mi sembrava il caso, ma non aveva denti né dentiera e la cosa mi ha un po' straniato, ma anche questa è una suggestione personale.
Per me Ballard è uno scienziato, che re-inventa branche surrealiste (di cui è sempre stato fan scatenato) di entomologia, architettura, amori &passioni, vascolarità, oculistica, e tante altre che adesso mi sfuggono (dal legno al carbone, eccone un'altra). Per meglio esprimersi ha circoscritto il suo campo di azione, preferibilmente in posti (enclave) isolati dal mondo e reggenti su regole proprie di cui sopra.
Insomma: il condominio, l'isola di cemento, un gioco da bambini, il paradiso del diavolo, il mondo sommerso, in quest'ordine. Per me.
In subordine, L'impero del sole e La gentilezza delle donne sono due piccoli gioielli autobiografici.
Quoto al 200%, L'impero del sole pur essendo una specie di unicum merita assolutamente
  • 0

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#18803 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13347 Messaggi:

Inviato 02 dicembre 2019 - 16:07

maxresdefault.jpg

 

Visto che la versione audiolibro di radiorai si e' rivelata un gran pacco (tagliatissima), alla fine me lo sono letto da me il Dracula del buon Stoker. Non so perche' e per come, mi ero fatto l'idea di un romanzo ovviamente centrale nell'immaginario collettivo, ma anche datato nella sua forma epistolare. Motivo per cui sono arrivato a 45 anni a leggerlo.
Beh, col cavolo. E' una grandissima sinfonia di trovate macabre, atmosfere necrofile, morbosita' psicologiche (e sessuali), orrore onirico, in cui tutto funziona ancora da dio. Fino alla morte (definitiva) di Lucy e' ancora un capolavoro assoluto di tensione e inquietudine. Poi puo' forse scontare qualche lungaggine e affettazione ottocentesca, ma e' il difetto veniale di un libro che resta grande fino alla fine. Per altro la seconda parte e' quella meno frequentata da cinema & co, e quindi risulta anche la meno abusata agli occhi del lettore odierno: praticamente diventa un procedural moderno, basato sui metodi e i modi per una caccia al vampiro, dove gli strumenti di indagine "scentifica" sono spiritismo, ipnosi e fede nell'aldila'. 

 

Incredibile che un testo talmente saccheggiato presenti ancora sorprese e particolari mai ripresi nelle centinaia di versioni cinematografiche, televisive, fumettistiche. O che almeno io non ricordo di aver mai visto. Tipo il branco di lupi che divora la madre del neonato che Dracula da in pasto alle sue amanti (gia' questa scena rara di suo) o il meraviglioso personaggio del vecchio centenario scettico che muore di paura incontrando Dracula (anche se questo non viene detto, uno dei tanti particolari che vengono lasciati all'intuito e all'immaginazione dei lettori), o ancora lo spettacolare viaggio di Van Hesling nella foresta innevata in compagnia di Mina che sta diventando una vampira. Ma anche elementi molto noti hanno una luce diversa, come Renfield, personaggio di una complessita' mai vista inscenata e la cui lunga, angosciante e persino commovente agonia e' uno dei punti piu' forti del romanzo.

 

Ma soprattutto quasi nessuna trasposizione, sicuramente neanche quella di Coppola, ha mantenuto in modo radicale l'intuizione piu' geniale di Stoker: dopo averlo introdotto nella parte transilvana fa sparire Dracula dalla storia (ricompare brevissimamente giusto tre volte, finale compreso), ma attraverso una fitta rete di particolari e indizi riesce a farne aleggiare la sua presenza e malefica influenza in ogni momento del libro, anche in quelli apparentemente piu' frivoli e slegati dal racconto.

Insomma a differenza di quasi tutte le sue infinite incarnazioni successive, per quanto a volte molto affascinanti, il Dracula orginale riesce ad essere ancora un personaggio che mette addosso una discreta strizza.


  • 4

#18804 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6499 Messaggi:

Inviato 02 dicembre 2019 - 16:27

Confermo, per me il libro è un capolavoro che ha perso pocchissimo del suo fascino primigenio, incredibile come Stoker riesca a mettere in fila scene e atmosfere ormai entrate nell'immaginario collettivo una dietro l'altra, tutte azzeccatissime e memorabili, dal viaggio in carrozza verso Borgo Pass all'incontro di Harker con la sposa e le sorelle del Conte, dal diario di bordo del Demeter agli squarci di una Londra fumosa e terribile sino alla perfetta chiusura del cerchio di nuovo in Transilvania.

Opera stratificata e labirintica, piena di sorprese e angoli nascosti, "una vera e propria dimensione, più che un romanzo" che vibra in maniera possente delle forze primordiali della natura, del sesso, della morte.

Di Stoker ho letto anche alcuni racconto molto gustosi, tra cui L'Ospite di Dracula, affascinate inizio alternativo del romanzo e ho sul comodino La Dama del Sudario, che prima o poi leggerò, per molti il suo miglior libro post-Dracula, qualche anno fa sono anche stato in Transilvania sulle tracce del Conte, ho pure mangiato alcuni dei piatti citati da Harker all'inizio del romanzo oltre a una quantità abbastanza spropositata di carne, vino e birra asd


  • 1

#18805 Ganzfeld

Ganzfeld

    Scaricatore di porco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4728 Messaggi:

Inviato 02 dicembre 2019 - 16:36

Sarà da tre-quattro anni che ogni autunno-inverno mi riprometto di leggere Dracula ma poi vado sempre a finire su altri libri. Vabbè, quesa sarà la volta buona, giuro.


  • 0

Tuttavia nella mia vita non ho mai smesso di masturbarmi


#18806 kristofferson

kristofferson

    Giù la testa, coglioni

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 708 Messaggi:

Inviato 02 dicembre 2019 - 16:41

Sade fu anche lui Gran Maestro della formazione di B. Come estimatore, hai qualcosa da aggiungere?

 
Aggiungo solo che a me è piaciuta moltissimo anche l'antologia per RE/Search (più che un'antologia, un compendio di materiali ballardiani) - specifico che l'ho letta senza farmi canne asd - anzi la ritengo molto importante per chi vuole approfondire Ballard.
Come figura letteraria più importante per la formazione di B. io direi senz'altro William Burroghs. 


  • 1

#18807 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6499 Messaggi:

Inviato 02 dicembre 2019 - 16:44

Sarà da tre-quattro anni che ogni autunno-inverno mi riprometto di leggere Dracula ma poi vado sempre a finire su altri libri. Vabbè, quesa sarà la volta buona, giuro.

 

Del libro è bellissima anche la struttura stile 4 stagioni, comincia in primavera col viaggio di Harker, prosegue in estate sul lungomare mare di Whitby (con pure la descrizione di un temporale che farebbe invidia a Beethoven), quindi si precipita nel nebbioso autuno di Londra sino al finale di nuovo tra le foreste questa volta innevate della Transilvania.


  • 1

#18808 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20395 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 02 dicembre 2019 - 16:49

Coerente ma, permettimi, molto parziale. Ballard fu borghese fino al midollo e il modo in cui muore sua moglie, preoccupata di morire così "borghesemente" (cfr La gentilezza delle donne) la dice lunga su quanto una moda (Sorry) possa influire nella sua immediatezza effimera, e poi resta una lapide, per sempre. Burroughs è sopravvissuto alla moda perché era più cattivo dei suoi (presunti) sodali, ed è anche un mio piccolo mito, perché l'età galoppa ma, come lui, non vedo altro che valga la pena, ancor meno morire. Ma questo è un altro discorso.
Ballard fu sadiano, lo ha sempre detto, certo.
  • 0

#18809 Stephen

Stephen

    Wannabe the Night Meister

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3449 Messaggi:
  • LocationAmong these dark Satanic Mills

Inviato 02 dicembre 2019 - 17:55

Burroughs è riconoscibile in Ballard, è vero (si “fermano” a descrivere un po’ nello stesso modo), ma Il pasto nudo è autentica illeggibilità, mi sarò fermato a pagina 50: più o meno alla descrizione maniacale di Bifo, raccapricciante. Ballard nell’uso dei “colori”, in certe descrizioni immobili e liriche (epifaniche, appunto), obiettivamente ricorda Joyce (come è scritto sul frontespizio Feltrinelli).

I libri biografici citati da piersa mi incuriosiscono: Ballard per me è un conservatore, non so se intende la stessa cosa il nostro piersa con “borghese”.
  • 0

E un passo di quella danza era costituito dal tocco più leggero che si potesse immaginare sull'interruttore, quel tanto che bastava a cambiare...

... adesso

e la sua voce il grido di un uccello

sconosciuto,

3Jane che rispondeva con una canzone, tre

note, alte e pure.

Un vero nome.


#18810 kristofferson

kristofferson

    Giù la testa, coglioni

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 708 Messaggi:

Inviato 02 dicembre 2019 - 18:26

Il pasto nudo è autentica illeggibilità, mi sarò fermato a pagina 50: 

 

Per me la seconda parte, ancora più libera e sperimentale, è proprio quella più straordinaria.

'Borghese' o 'conservatore' per me sono etichette che poco c'azzeccano con Ballard, tantomeno con la sua opera.


  • 0

#18811 Ganzfeld

Ganzfeld

    Scaricatore di porco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4728 Messaggi:

Inviato 02 dicembre 2019 - 18:40

Segnalo l'offerta Feltrinelli: 2 libri (in un catalogo di 50 tra cui Ballard) a soli 9,90 euro. Io mi sono preso Shotgun Lovesongs di Nickolas Butler e Expo 58 di Jonathan Coe.
PS: Di Ballard ho letto solo La mostra delle atrocità e dire che mi ha ricordato Il pasto nudo è un eufemismo. Se non erro, fra l'altro, la prefazione stessa che c'è nella mia edizione è di Burroughs.
  • 1

Tuttavia nella mia vita non ho mai smesso di masturbarmi


#18812 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27767 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 02 dicembre 2019 - 21:43

Siete tutti bravissimi - piero su tutti - chè la crasi letteraria Sade+Burroughs definisce l'ambito romantico-distopico di Ballard meglio di ogni altra descrizione. Il tempo renderà a questo autore visionario il credito che merita, alla stregua di Orwell
  • 0

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#18813 usernam*

usernam*

    granita di gelsi rossi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6420 Messaggi:
  • Locationmediterranea

Inviato 02 dicembre 2019 - 21:55

dai inizio Dracula anche io
  • 0

La tua firma può contenere:

  • • Fino a 1 immagini
  • • Immagini fino a 350 x 150 pixels
  • • Qualsiasi numero di URLs
  • • Fino a 12 linee

#18814 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20395 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 02 dicembre 2019 - 23:29

Burroughs è riconoscibile in Ballard, è vero (si “fermano” a descrivere un po’ nello stesso modo), ma Il pasto nudo è autentica illeggibilità, mi sarò fermato a pagina 50: più o meno alla descrizione maniacale di Bifo, raccapricciante. Ballard nell’uso dei “colori”, in certe descrizioni immobili e liriche (epifaniche, appunto), obiettivamente ricorda Joyce (come è scritto sul frontespizio Feltrinelli).

I libri biografici citati da piersa mi incuriosiscono: Ballard per me è un conservatore, non so se intende la stessa cosa il nostro piersa con “borghese”.

 

Borghese lo dice da sé, poi che arrivi uno che dice che non c'azzeccano pace, se ne farà una ragione immagino, o magari si leggerà i libri che gli mancano.

La differenza tra borghese e conservatore è il portafoglio: io sono un conservatore, Ballard un borghese. Insomma, quisquiglie per chi non ama il denaro.


  • 1

#18815 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11753 Messaggi:

Inviato 03 dicembre 2019 - 09:24

Di Dracula, oltre alla bella lettura, ricordo un puritanesimo-manicheismo non troppo celato. Al di sotto della narrazione fantastica, è chiaro che tutte le forze incontrollabili fanno parte del regno della notte, che è il regno da sconfiggere. Quindi tutto ciò che riguarda l'eccesso, il desiderio, il sesso, la follia, viene trasfiguarato in forme ed esseri maligni e notturni, che tentano di sviare gli esseri puri (le donne, Mina).

Dall'altra parte stanno le forze della luce, della razionalità, incarnate soprattutto da Seward e Van Helsing.

 

 

Sono passati vari anni però, non ho un ricordo nitido dei personaggi e degli avvenimenti..


  • 0

#18816 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6499 Messaggi:

Inviato 03 dicembre 2019 - 09:50

La dicotomia è evidente e molto sottolineata nel romanzo (qualcuno ci ha visto anche una contrapposizione tra la nascente classe borghese e l'antica aristocrazia che non a caso da grande importanza al sangue e direi che ci sta benissimo) ma le conclusioni non sono così univoche come potrebbe sembrare perchè le creature della notte e tutte le emozioni che smuovono a livello di fascino vincono facile sullo smunto conformismo dei personaggi positivi con l'unica eccezione di Van Helsing (che è però uno studioso, quindi in qualche maniera compromesso con le forze delle tenebre).

Insomma il romanzo sembra dire "fate i bravi ma guardate quanto è  affascinante, seducente e appagante il male".


  • 0

#18817 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13347 Messaggi:

Inviato 03 dicembre 2019 - 10:11

Fermo restando che il manicheismo di fondo e' indubbio, c'e' anche molta ironia.

Vedi il continuo raffronto tra la purezza con un po' di scopa in culo dei protagonisti e la goliardia alcolica e menefreghista del popolo, o come Lucy venga ricordata nei dialoghi come un angelo, quando invece era stata chiaramente presentata come una civetta di prim'ordine.


  • 0

#18818 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6499 Messaggi:

Inviato 03 dicembre 2019 - 11:05

Comunque tra le tante declinazioni del celebre Conte vorrei spezzare una lancia a favore della sensualissima versione a fumetti di Fernando Fernandez, molto fedele al libro tra l'altro.

 

fa5f36cd6270f0b8a3cf6e89a30fbc05.jpgdracula_4.jpg

dracula_pipistrello0.jpg

50534443.jpg


  • 1

#18819 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11753 Messaggi:

Inviato 03 dicembre 2019 - 15:28

Sono d'accordo con l'ironico riassunto di Harry sul "fate i bravi ma...". D'altronde non si ha romanzo gotico senza la fascinazione dell'orrore.


  • 0

#18820 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11753 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2019 - 13:39

Absent Friend, se ci leggi, mi fai una bibliografia ragionata delle opere di Silvio D'arzo? Chiedo anche per la difficoltà di reperimento.

Io ho letto solo "Casa d'altri e altri racconti" edito da Einaudi; e vari racconti sparsi nel volume Opere (https://www.ibs.it/o...e/9788888710020). Questo volumone l'avevo preso in prestito da una biblioteca; in seguito ho spesso cercato di acquistarlo senza mai trovarne una copia...

la mia affezione nasceva dal saggio di Frasnedi di cui avevamo già parlato, ma anche dal fatto che alcuni racconti che avevo letto non sono presenti in altre raccolte attualmente in commercio, o almeno così mi pare.

Ricordo in particolare il racconto di un professore di mezza età che si gettava nel fiume, bellissimo.


  • 0




1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi


    Bing (1)
IPB Skin By Virteq